Il Futuro? Solidale…

Monthly archive

settembre 2019

A Madre Terra è dedicato il tour 2019 di Luca Bonaffini

in Lucilla Corioni Blog/Ultimi Pubblicati/Uncategorized by
Tour

Sette concerti in sette città, ispirandosi ai CLuca Bonaffini 1hakra, tra uomo e Universo

Parte al Teatro Arciliuto di Roma l’Anteprima Nazionale del Tour 2019 “IL CAVALIERE DEGLI ASINI VOLANTI”.

Un Articolo di Lucilla Corioni
Un Articolo di Lucilla Corioni

L’umanità, il Pianeta, il diritto alla ricerca della bellezza, il cosmo: saranno questi i temi portanti del tour unplugged (solo voce e chitarra acustica) che Luca Bonaffini – cantautore italiano con alle spalle un percorso autorale di grandi successi musicali (vedi Pierangelo Bertoli e Flavio Oreglio), di libri e di regie teatrali – inizierà nelle prossime settimane.

Titolo del recital è “Il Cavaliere degli Asini Volanti”, come il suo ultimo album, uscito a cavallo tra il 2018 e il 2019, “Anche se… – specifica Bonaffini – i brani contenuti nello spettacolo cambieranno di concerto in concerto, a seconda del tema e del Chakra scelto per la serata. Ci saranno canzoni mie, vecchie e nuove, quelle scritte con Pierangelo, con Lolli e con Oreglio, ma anche nuove e sconosciute, forse inedite. Non mancheranno omaggi ai grandi maestri del Novecento che mi hanno ispirato e fatto scegliere la professione artistica del cantautore”.

Il tour aprirà i battenti con uno “special” in anteprima nazionale (una sorta di riassunto delle puntate precedenti) a Roma, presso il Teatro Arciliutovenerdì 11 ottobre con colleghi ospiti che lo verranno a trovare. Una serata informale, a misura di amici e aperta al pubblico, con canzoni sue ma non solo…..

Il tour ufficiale partirà sabato 2 novembre a Milano dal Teatro della Memoria con l’omaggio alle radici e alla madre per proseguire a Roma domenica 10 novembre al Teatro Lo Spazio con il tema dell’identità. Ritornerà al nord mercoledì 13 novembre presso l’Officina della Musica (Como) con “il potere personale”, raggiungendo sabato 16 novembre il Teatro Domus Pacis di Pavia con “il cuore”.

Non poteva far mancare al viaggio la sua città d’origine, ovvero Mantova, dove approderà giovedì 21 novembre al Teatro Campogalliani con “voci”, per terminare il mese a Padova, presso il Fistomba Park, sabato 30 novembre con il tema “visioni”. Il tour si chiuderà martedì 3 dicembre al Teatro Ratti di Legnano con il tema “diversamente Re”, in occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità.

“Non so se i luoghi nei quali mi esibirò, verrà gente, poca, tanta, nessuna. Ma ci fosse anche un solo ascoltatore, amico o volto sconosciuto (cit. A muso duro di Bertoli), suonerò e racconterò solo per lui”.

Per info:  LC Comunicazione tel. +39333 7695979

contatti.lccomunicazione@gmail.com

www.longdigitalplaying.com


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Roma, Butch Taylor in Concerto al My Martini

in Alberto Marolda Blog/La Musica/Ultimi Pubblicati by
butch-taylor my martini roma

Ciao Butch, benvenuto ad IoGiornalista, siamo contenti di intervistarti qui, al My Martini di Roma…

il Concerto è stato caldo e stimolante, la location è ottima, ed il pubblico ha partecipato attento, cosa volere di più?

Bene… Quella è la telecamera ed Io dovrei essere dentro l’obiettivo da qualche parte…
Sì dovresti starci, più o meno…
sorride… il dado è tratto, partiamo…
Come dicevo, è stato un piacere guardarti, ascoltare da te e dal tuo bassista, Daniele Mencarelli… un flusso di musica così appassionante, sembrava che per voi, suonare insieme, fosse proprio un piacere…
Sì ti dirò non è facile, è raro, non è una situazione normale per me, suonare solamente con un bassista…

Una Intervista del Direttore Alberto Marolda
Una Intervista di Alberto Marolda

Perché normalmente tu suoni il piano in Gruppi…
Sì infatti, sono dei gruppi più grandi, 4, 5 persone, ma con lui, invece, l’intesa è stata grande sin da subito, sembravamo la stessa persona, le reazioni erano quasi automatiche. Noi due come chiusi in una conchiglia rispetto al resto che ci circondava, e per questo abbiamo potuto essere essenziali e comunicare l’un con l’altro semplicemente guardandoci… non so, sai come due persone immerse in una conversazione molto piacevole, una chiaccherata tra due amici davanti ad un bicchiere di buon vino… si, conversazione è la giusta parola per quello che abbiamo fatto al My Martini.
Siete entrati subito in sintonia anche col pubblico
Ma, guarda, è stato impressionante, se si considera che era la prima volta che suonavamo insieme e che suonavo in questa location, sono rimasto impressionato. Forse io e Daniele ci siamo visti una volta in una Jam Session, ma non ricordo bene… Se vuoi, possiamo dire che in realtà è stato per me anche un grande esercizio, incontrare una persona che non conoscevo, e mettermi immediatamente a suonare con lui come se avessimo suonato da sempre, senza aver fatto prove o testato l’acustica del locale… uno scambio continuo di iniziativa fra me e lui. davvero bello…

Se scrivo Butch Taylor su Internet, viene fuori un impressionante curriculum, hai suonato con grossi calibri del Jazz, come Wayne Shorter o Miles Davis, ma hai anche fatto parte per lungo tempo di quella Dave Matthews band, che per tanti anni ha caratterizzato l’easy listen americano, poi però ho visto anche che sei docente universitario di musica, quindi la domanda mi viene spontanea, qual è la differenza fra il suonare con i tuoi giovani alunni, o invece suonare con persone molto esperte e famose come Miles Davis?
Mah, guarda, tutti i Players hanno un loro modo di esprimersi o di caratterizzarsi nell’immaginario del pubblico, ognuno ha la singolare maniera di impressionarti, come Miles Davis che metteva la sua Sordina sulla Tromba appena lo guardavi, o come Michael Brecker, con i suoi assoli con le stesse fughe di John Coltrane, potevano essere solo loro due, però quando li conosci bene, e suoni con loro, non ti interessa più la caratteristica, ciò che li rende famosi, ma ti interessa solo sapere se sanno suonare bene… quindi non è il loro modo di fare che ti impressiona, non hai la sensazione di stare suonando con una persona famosa, ma semplicemente con un’altra persona che sa suonare bene come te, e che sia giovane o famoso, non ti importa assolutamente… deve “solo” saper suonare bene!
E come è stato suonare con una grande band come la Dave Matthews band per così tanto tempo? L’hai fatto sino al 2008?
Sì credo fosse quello il periodo cui ho abbandonato la band… mah, cosa dirti, da un lato era molto bello, una band grossa, era una band lussuosa… si, possiamo definirla così, una band lussuosa, cinque, sei, anche sette componenti, dove l’improvvisazione poteva farla da sovrana perché eravamo tutti molto affiatati… ma era anche una band dove tutti registravamo le nostre idee sui nastri, e poi le riascoltavamo con calma a casa, elaborandole, per riportarle elaborate nel gruppo, e discuterne costruendo dei pezzi fantastici.
Può essere un parallelo con l’insegnare musica?
Ma sì perché è esattamente quello che succede con i giovani che ascoltano le mie lezioni, non c’è differenza fra lezioni e concerti, chi viene ad ascoltarci, ed ha una sua capacità di suonare degli strumenti, registra le nostre idee, e poi va a casa le rielabora e tira fuori dei pezzi nuovi Sì in effetti sì, possiamo dire che che con la Band stavamo insegnando ed imparando musica
Dopo l’uscita dalla Band, ti sei sentito solo? Un Pianista in un mondo affollato da Pianisti?
Mah, guarda, io ho fatto tanti lavori di vario genere, non riesco a restare inooccupato, mi muovo esplorando nuovi sentieri, nuove possibilità e quindi anche la composizione mi ha preso molto. Ma, essere un solista non mi spaventa, l’ho fatto molte volte, però… però a ben pensarci, se vuoi, mi diverte molto di più stare a casa, suonare un pezzo col piano, registrarlo col computer e poi giocarci sopra con effetti o con altri strumenti. Costruzioni sonore complicate che si evolvono.
Possiamo dire che la tua musica è quindi in continuo sviluppo?
Sicuramente sì!
È come se tu insegnassi a te stesso, sei il primo alunno di te stesso?
Assolutamente sì, definitivamente sì… Io sono il primo insegnante di me stesso
Ultima domanda, Ti piace l’Italia?
Uhhhh, io adoro l’Italia, avete una bellissima energia… Adoro il fatto che gli italiani siano perennemente col sorriso in faccia, possono avere problemi enormi, magari, ma sono perennemente col sorriso, e guardati intorno, in questo locale la gente chiacchiera, è allegra, e poi, vuoi parlare di questa location che ci ospita, questo My Martini? Io non ho mai suonato in un in una location così Glam, basta guardarsi in giro per sentirsi pieni di energia… guardalì, adoro il loro modo di muovere le mani…
Forse sarebbe il caso di scrivere una nuova canzone, magari un nuovo disco con qualche italiano?
Ma perché no, perché no, grazie, grazie, grazie…

Lo allontanano, deve ancora fare una tonnellata di selfie, ma è contento e noi siamo contenti con lui. Abbiamo ascoltato un buon concerto, torneremo al My Martini…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned!

Le Colpe di Chi… Renzi, Di Maio, Conte, Zingaretti e Salvini… e Grillo?

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Ultimi Pubblicati by
renzi-pinocchio-bugiardo

Renzi torna in Tv da Giletti… Prime Time, Prima Puntata…

Ascoltare #Renzi, riverginarsi l’imene per un’ora all’Arena di Giletti, Prima Puntata della nuova Stagione, nientemeno che… ora, in questo momento, e fare il Ganzo dicendo che lui è l’uomo che vuole abbassare le tasse e fare cose pratiche, come la grande fusione Finmeccanica e Fincantieri, ma come anche gli asili per tutti gratuiti, credo sia una delle principali colpe dell’accordo PD M5S. Colpa di Luigi e di Beppe, ma anche, democraticamente va detto, di quell’ 80% di Grillini che ha votato SI sulla piattaforma Rousseau ormai però, ad accordo già fatto… “Che dite ragazzi, lo facciamo st’accordo?” L’avevano già fatto… Tutti attivisti illusi, che si sono scordati la feroce lotta politica che loro stessi avevano fatto negli ultimi cinque anni allo stesso Partito dei Corrotti e dei Priviligiati. Si sono rotte famiglie ed amicizie per questo… La loro “dimenticanza” da pesciolini rossi, ripeto, “Sì all’accordo di Governo Pd-M5s, 63.146 voti (79,3%), contro il No (16.488 voti, 20,7%)” ha autorizzato il ritorno di Renzi in campo… ed ora? Ora si gioca la partita del nuovo Governo di nuovo con il pallone di Renzi, che può farlo cadere come e quando vuole… che vantaggio ne hanno avuto gli iscritti alla Piattaforma? Nessuno! Non solo, hanno restituito una Tribuna di visibilità e potere, ad un pessimo giocatore che, senza alcuna responsabilità di governo, si prende di nuovo la libertà di sparargli contro in continuazione… ah, tutto questo, con la dirigenza grillina che continua a brillare per la sua rumorosa assenza dagli spalti mediatici. Esattamente lo stesso errore di comunicazione che era stato fatto con Salvini... repetita iuvant? Gli altri sicuramente si… ah, e Alessandro Di Battista? Ora è contro, è incazzato, tuona dal suo Facebook, ma è anche sempre più emarginato e senza alcun potere reale, nemmeno nel Movimento… se ne sarà accorto? All’amico Ale, gli dico… Alessandro, ora hai capito che la tua lunga vacanza, lontano nel mondo, era meglio non farla? Per il Paese… buona notte… Renzi continua a parlare… ho un rigurgito… io vado in bagno…

E Voi? Volete farvi un’idea? Ascoltate…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned!

Roma: Romics XXVI Edizione – Fumetto, Animazione, Games e tanto altro

in Barbara Marolda Blog/Eventi/Ultimi Pubblicati by
Romics-XXVI-Edizione Roma Marolda

Romics XXVI Edizione

Quando? Da Giovedì 3 a Domenica 6 Ottobre 2019

Dove? Fiera di Roma, Via Portuense, 1645, Roma, 00148, Italia

Info utili 


Dal 3 al 6 Ottobre alla Fiera di Roma torna Romics XXVI Edizione, il Festival Internazionale del Fumetto, Animazione, Cinema e Games. Visitando i numerosissimi stand all’interno dei padiglioni della Fiera, si potranno trovare tutte le novità editoriali. Per la sua capacità di fungere da trait d’union tra le generazioni, Romics è riconosciuta dalle istituzioni e dall’industria del settore come un uno spazio privilegiato. Prosegue la collaborazione con la Regione Lazio, Unioncamere Lazio, Camera di Commercio di Roma per valorizzare le numerose industrie culturali creative presenti sul territorio e le molteplici misure a supporto della loro crescita. Prosegue la collaborazione col Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con la prossima pubblicazione del Concorso Nazionale I Linguaggi dell’immaginario per la Scuola  rivolto alle scuole di ogni ordine e grado; Si rinnova il sostegno di Romics alla campagna Un’alimentazione sana per un mondo #FameZero, campagna promossa dal Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale e dalla Fao per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile, i quali, inoltre, saranno presenti presso il Pala Movie con un’importante spazio interattivo dedito alla sensibilizzazione dei giovani. Si tratta dell’installazione multimediale “Photowall” che permetterà a tutti i presenti, con una semplice foto, di partecipare alla campagna per un mondo #FameZero. La nostra foto sarà la prima azione che comporrà, insieme alle altre foto, l’immagine di un mondo più consapevole sui temi della sicurezza alimentare e dell’alimentazione.

Insigniti con il Romics d’Oro grandi firme nazionali ed internazionali: Altan, maestro della satira italiana e creatore de La Pimpa, cagnolina a pois entrata nei cuori dei bambini di tutta Italia che presenterà in prima nazionale Uomini ma straordinari, edito da Coconino Press che inizia con questo volume la pubblicazione integrale dei romanzi a fumetti di Altan, fuoriclasse d’ironia nel racconto dell’Italia passata e presente e uno degli autori più radicati nel nostro immaginario collettivo. La presenza di Francesco Tullio Altan è organizzata in collaborazione con Coconino Press – Fandango. Tito Faraci uno dei più importanti sceneggiatori italiani di fumetto che ha creato storie per Topolino, Dylan Dog, Tex, Diabolik, Magico Vento, ed è stato uno dei primi scrittori italiani a lavorare anche per personaggi di fumetti americani come Spider-Man, Devil e Capitan America; Romics dedicherà a Tito Faraci una mostra di originali per ripercorrere importanti tappe della sua lunga carriera, a fianco di straordinari disegnatori: da Il Grande Diabolik – La vera storia dell’isola di King di Palumbo a Capitan Jack, il Texone di Breccia fino a Dylan Dog: Remake Caccia agli inquisitori disegnato da Mari, per arrivare all’ormai cult L’Uomo Ragno e il segreto del vetro disegnato da Cavazzano e a Infierno di Ziche, fino alle splendide storie Disneyane e a tante altre splendide avventure. Inoltre, due appuntamenti che vedranno coinvolti importanti autori che hanno collaborato con lui: un viaggio nel grande fumetto italiano con Giorgio Cavazzano e Silvia Ziche ed Enrico Fornaroli, moderatore dell’incontro, e un racconto sul rapporto tra sceneggiatura e immagine condotto da Luca Valtorta (La Repubblica) con Sio e Giuseppe Palumbo. La presenza di Tito Faraci è organizzata in collaborazione con Feltrinelli Comics. Con vent’anni di esperienza sui più importanti blockbuster mondiali, Stuart Penn è uno dei padri dei moderni effetti digitali che lavora oggi come Visual Effects Supervisor per lo studio inglese Framestore. Il suo nome è legato a film premiati con l’Oscar per i VFX quali Gravity di Alfonso Quaron, La bussola d’oro di Chris Weitz e Avatar di James Cameron. Suoi sono stati gli effetti della trasformazione del viso “umano” di Mark Ruffalo nel nuovo “Smart Hulk” di Avengers – Endgame ma gli appassionati di Romics conoscono bene il suo incredibile portfolio per titoli quali Guardiani della GalassiaIron-Man 3Il cavaliere OscuroHarry Potter e la camera dei segretiX-Men, Pan, King Arthur Alien Covenant. Federico Bertolucci, talentuoso disegnatore, candidato agli Eisner Awards per lo straordinario lavoro compiuto con Love, presenterà in anteprima il cofanetto Brindille. E proprio il personaggio di Brindille, protagonista della campagna Romics, verrà raccontato in un percorso espositivo, che rivelerà tutto il lavoro e i passaggi per giungere alla tavola finita: dallo studio dei personaggi agli schizzi a matita, dalla creazione delle inquadrature ai vari livelli di colorazione del background e dei personaggi, per immergersi nella bellezza dell’arte di Bertolucci. La presenza di Federico Bertolucci è organizzata in collaborazione con saldaPress.

L’edizione autunnale celebra inoltre l’arte di disegnatore dello sceneggiatore Furio Scarpelli con una mostra antologica di oltre 200 originali. “In questa edizione all’insegna dei grandi maestri del fumetto e dell’illustrazione italiana – racconta Sabrina Perucca, Direttore Artistico di Romics – abbiamo voluto fortemente portare alla luce un patrimonio praticamente inedito di fumetti, disegni, sceneggiature disegnate, vignette, ritratti che ci permettono di conoscere ancora più approfonditamente la poliedricità e lo straordinario talento di Furio Scarpelli, una delle figure di riferimento della storia del cinema italiano”. La mostra che verrà allestita a Romics, dal titolo Furio Scarpelli: pennello, china e macchina da scrivere, curata da Giacomo Scarpelli, Sabrina Perucca e in collaborazione con Gallucci Editore, sarà affiancata da un imperdibile incontro che si terrà sabato 5 ottobre che vedrà alternarsi preziosi interventi e testimonianze di registi, attori, personaggi del mondo della cultura e dell’arte che hanno lavorato con lui e amato le sue opere: Paolo Virzì, Paolo Eleuteri Serpieri, Stefano Disegni, Francesco Martinotti, Enzo D’Alò e Leopoldo Fabiani, moderatore dell’incontro.

Tante le novità della XXVI edizione. A Romics il grande appuntamento per i professionisti del settore, Matite Italiane – meeting sul fumetto e l’illustrazione italiana: storie, talenti e linguaggi che vedrà la partecipazione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Interazionale, dell’Associazione Italiana Editori, e dell’Associazione degli Editori Indipendenti, le più importanti case editrici e i direttori dei festival di settore. Il Meeting, che si terrà nella giornata di venerdì 4 ottobre, intende essere una occasione per condividere i fattori di forza e di debolezza, le opportunità del mercato del fumetto e dell’illustrazione, chiamando a raccolta le istituzioni, i professionisti e gli operatori del settore per ragionare su iniziative di sistema e reti di collaborazione da promuovere insieme. Sarà composto da due Tavole rotonde che si svolgeranno nell’arco della giornata: la prima dal titolo Valori culturali, stati e prospettive del mercato editoriale del fumetto e dell’illustrazione, la seconda centrata su Quale futuro per il fumetto? generi, format e properties editoriali, mercati internazionali.

Romics XXVI Edizione  vede inoltre il lancio di un nuovo progetto, in collaborazione con la Sapienza, Università di Roma: Romics Innovation Lab for Creativity. Un laboratorio dedicato alla ricerca, promozione, sviluppo e supporto di progetti e innovatori attivi nell’ambito della creatività e dell’entertainment a impatto sociale che intende rilanciare la mission dell’entertainment, in particolare delle tecnologie digitali e della gamification per la risoluzione di grandi sfide sociali. L’evento che si terrà giovedì 3 ottobre, sarà articolato in un talk e vedrà la partecipazione di attori chiave dei settori dell’innovazione sociale quali tra gli altri: Luca Tesauro (CEO e Cofounder di Giffoni Innovation Hub), Lara Oliveti (CEO di Melazeta Digital Agency) e Matteo Moretti (designer e docente presso Libera Università di Bolzano).

Nella cornice del festival approda a Roma I Castelli Animati, Festival Internazionale del Cinema di Animazione, organizzato dall’Associazione Città dell’Animazione, che da anni opera per la divulgazione culturale e dell’intrattenimento formativo, produttivo e innovativo. Nato nel 1996 a Genzano di Roma, nel cuore dei Castelli Romani, tra le grandi personalità che ne hanno preso parte: Peter Lord, Nick Park, Isao Takahata, Bruno Bozzetto, Michel Ocelot, David Silverman, Nelson Shin, Jan Pinkava, Borge Ring, Wendy Tilby, Giulio Gianini ed Emanuele Luzzati, Manfredo Manfredi, Gianluigi Toccafondo, John Canemaker, Paul McCartney, Mario Monicelli, Furio Scarpelli e Valerio Mastandrea. Romics e I Castelli Animati, in un connubio straordinario, porteranno al grande pubblico, l’arte del cinema di animazione nelle sue sfaccettature più varie. Dal 3 al 5 ottobre un grande focus sulla straordinaria produzione di cinema di animazione da tutto il mondo, con incontri, workshop e due concorsi: l’International Short Films Competition, un’imperdibile panoramica sui grandi cortometraggi dei maestri dell’animazione e l’International Graduation Films Competition con i corti di diploma delle scuole di animazione italiane ed internazionali.

La cerimonia di premiazione si svolgerà sabato 5 ottobre presso il Pala Romics. (www.castellianimati.it)

Da Superman a Harry Potter: Il Viaggio dell’eroe, 70 professori d’orchestra, una selezione dai nuovi classici dei film di genere, 40 minuti di grande musica suonata dal vivo dall’Orchestra Italiana del Cinema con componenti della Banda Musicale della Polizia di Stato. Una maestosa cinemateca con temi indimenticabili dai blockbuster dedicati ai supereroi, al fantasy e alla fantascienza. Il concerto di svolgerà domenica 6 ottobre nel Pala Romics, cui si aggiungerà, sabato 5 nel pomeriggio, una misteriosa sorpresa potteriana in anticipazione dello spettacolo “Harry Potter e il prigioniero di Azkaban – In concerto”, che si terrà all’Auditorium Parco della Musica a Roma il 29-30 dicembre prossimi (info sul sito www.orchestraitalianacinema.it).

Tra gli eventi speciali, la I.O.E.A, International Otaku Expo Association, l’associazione internazionale che riunisce 130 eventi e Festival di tutto il mondo che trattano della cultura giapponese e della Cultura Otaku e di cui Romics è tra i fondatori, presenterà nell’incontro di sabato 5 Fenomeno Giappone, dai manga e gli anime ai nuovi trend le novità per il 2020, tra cui l’Otaku Summit che si terrà a Tokyo e che farà parte del programma culturale delle Olimpiadi Tokyo 2020 ed in cui Romics sarà presente con esposizioni e un panel dedicato.

COMICS CITY: la città dedicata al fumetto. Incontri, presentazioni, fumetto in diretta, Live Performance, l’Artist Alley, l’Area Nuovi Talenti e l’Area Pro.

Molteplici le presentazioni delle novità delle più importanti Case Editrici di Graphic Novel italiane, con la presenza di autrici e autori di impatto nazionale e appuntamenti dedicati all’Officina del Fumetto e a Romics narrativa. Un imperdibile incontro per festeggiare i 50 anni di Paperinik, il diabolico vendicatore e gli 85 di Paperino dove scopriremo tutte le novità di Paperinik e Paperino insieme ad Alex Bertani, Direttore di Topolino, Marco Gervasio, disegnatore e sceneggiatore e Andrea Freccero, Supervisore Artistico di Topolino. Diabolike. Donne e fumetto, un incontro coordinato da Valeria Arnaldi con le disegnatrici Giulia Francesca Massaglia, Stefania Caretta e Silvia Ziche che racconteranno del loro recente lavoro su Diabolik, che dopo oltre 50 anni torna ad essere disegnato da donne; questa “diabolika” rivoluzione diventa occasione di riflessione e dibattito sulla presenza crescente di fumettiste nel panorama italiano e sui mutamenti di segno, visione, tematica e narrazione. Round Robin Editrice presenta Tempesta, la prima collana italiana dedicata al Graphic Thriller: partecipano al panel lo scrittore Mirko Zilahy, curatore della collana e gli autori Romano De Marco e Francesca Bertuzzi, i disegnatori Domenico Esposito e Mario Schiano, lo sceneggiatore Emanuele Bissattini e Luigi Politano. L’editore romano propone per il pubblico dei più giovani Bulloni, in missione speciale… a Romics, un omaggio per tutti i bambini che parteciperanno alla XXVI edizione di Romics, un volume speciale di Bulloni, serie per bambini che tratta il tema del bullismo in maniera avventurosa e ironica, con i cinque protagonisti in missione segreta proprio a Romics. Gallucci Editore presenta La squadra dei sogni. Il cuore sul prato, primo romanzo per ragazzi del giornalista sportivo Marino Bartoletti, conduce l’incontro Antonio Ranalli (RAI Gulp) e L’Ammazzafilm è tornato, le esilaranti recensioni cinematografiche a fumetti di Stefano Disegni. Il nuovo libro della collana Tim Specter. Il club della paura (Giunti), dalla penna di George Bloom e illustrato da Paolo Gallina, presenta una delle indagini più sorprendenti del cacciatore di fantasmi Tim Specter. Promise (Fabbri Editore) di Matteo Markus Bok: il primo libro della giovane promessa della musica italiana, la storia di Matteo e del suo sogno diventato realtà.

Continua l’appuntamento con la fantascienza e il fantasy: David Fivoli presenterà in anteprima il suo volume Hunter, disconnettiti o muori (Rizzoli), avvincente avventura ambientata nel 2050. Con Alberto Sebastiani e Sergio Brancato, L’universo dell’inquisitore Nicolas Eymerich: dai romanzi del Ciclo di Eymerich a radiodrammi, fumetti e fanfiction, un appassionante viaggio nel mondo dell’inquisitore Eymerich di Valerio Evangelisti a partire dal libro di Alberto Sebastiani Nicolas Eymerich. Il lettore e l’immaginario in Valerio Evangelisti (Odoya), Parole e immagini tra fantasy e fantascienza: chi di noi non ha mai letto un libro cercando di dare un’immagine a un personaggio o a un pianeta? Sergio Fanucci interviene sulla forza immaginifica della letteratura “fantastica”, sulla poliedricità di un genere letterario considerato ormai il futuro dell’espressione della società dopo la rivoluzione digitale. Partecipano all’incontro Adrian R. Rednic, Capitan Artiglio e Federico Carmosino. In occasione della prossima uscita di Samuel Stern, l’esordio in edicola dell’horror Bugs Comics verrà presentato a Romics da Gianmarco Fumasoli, Massimiliano Filadoro, Luca Lamberti e Antonio Mlinaric.

Fumetti Di Cane, la nuova etichetta indipendente di fumetti presenta Who is God, Who is Dog con Fumeddy e i creatori Gianluca Caputo e Stefano Antonucci. Shockdom presenta Riae: la mia vita a fumetti. La più famosa suicide girl italiana diventa protagonista di una graphic novel autobiografica con Riae, Leonardo Cantone ed Emmanuel Viola e Starker, la nuova serie Hard Boiled, animali antropomorfi e violenza allo stato brado con Tito Faraci e Albo. Alessandro Perugini, in arte Pera Comics, intratterrà grandi e piccini nell’area Wall Artist realizzando in diretta il delitto di Kenny… (Tunue’). Alias Comics, a tu per tu con l’inserto a fumetti de Il Manifesto, una riflessione a cura di Giuseppe Pollicelli, Sudario Brando e Simone Pace, sul rapporto tra i quotidiani e il fumetto. Paolo Barbieri, presenta il nuovo volume Draghi, Dirigibili e Mongolfiere (Oligo Editore). Omaggio alla Kyoto Animation: Il 18 luglio 2019 lo Studio 1 della Kyoto Animation è stato distrutto da un incendio doloso, segnando il mondo dell’animazione. Nascono in queste circostanze due iniziative italiane i cui ricavati verranno donati alla Kyoani che verranno presentate a Romics con Enrico Simonato, Livia De Simone e Alessandro Falciatore.

Si amplia l’Artist Alley, il luogo dove poter incontrare i grandi autori per firme e sketch, che vedrà alternarsi nei quattro giorni artisti tra cui Elena Casagrande, Arianna Rea, Paolo Barbieri, Maurizio di Vincenzo, Eva Villa, Enrico Simonato, il collettivo Bad Moon Rising (Lorenzo La Neve, Matilde Simoni, Mattia “Drugo” Secci e Mitja Bichon), Carlo Lauro e Roberto Megna, Riccardo Colosimo, Francesco Barbieri, Francesca Ficorilli, Alessia Trunfio, Vanessa Santato, Cristiana Leone e tanti altri. L’Area Nuovi Talenti e l’Area Pro con un calendario di incontri che vede protagonisti i principali editor del mondo del fumetto: Tito Faraci, curatore di Feltrinelli Comics; Lucio Staiano, Direttore Editoriale di Shockdom; Alessio Danesi, Editor di SaldaPress, Gianmarco Fumasoli, Direttore Editoriale di Bugs Comics, Massimiliano Clemente, Direttore Editoriale di Tunuè, Giorgio Messina, editor di Cagliostro E-Press, Rodolfo Torti, Scuola Internazionale di Comics, Daniel De Filippis, editor per Edizioni BD/Dentiblù.

La Scuola Internazionale di Comics compie 40 anni di attività e per festeggiare questo traguardo presenterà una mostra di autori nati tra i banchi della Scuola oggi professionisti affermati. Inoltre, nel corso dell’incontro Scuola Internazionale di Comics – 40 anni di immagini, storie e visioni moderato da Giuseppe Pollicelli con la partecipazione di Dino Caterini, Paolo Eleuteri Serpieri, Alessandro Bilotta e Grazia La Padula, si ripercorreranno i momenti fondamentali della storia della scuola e verranno illustrati i progetti più recenti, scenari futuri, che vedranno Scuola Internazionale di Comics impegnata in un continuo aggiornamento. Durante le 4 giornate continue Live Performance, sia con alcuni dei docenti che con alcuni dei migliori allievi.

In collaborazione con la Scuola Romana dei Fumetti, Professione Fumetto: intervista con gli autori condotta da Francesco Fasiolo,che ripercorrerà la carriera di Marco Gervasio e Arianna Rea, due importanti autori legati al disegno umoristico italiano ed internazionale. L’incontro si terrà nel medesimo spazio che ospita la mostra L’Attimo Fuggente – Esordi d’Autore, dove sono esposte le loro prime tavole, oltre che le copertine realizzate da autori della scuola come Lorenzo “LRNZ” Ceccotti (Bao Publishing), Simone Gabrielli (Bonelli), Marco Gervasio (Disney), Emiliano Mammucari (Bonelli), Emiliano Tanzillo (Bonelli), Stefano Caselli (Marvel), Andrea Di Vito (Marvel), Andrea Parisi (Disney USA), Arianna Rea (Disney USA) ,Claudio Bruni (cartoni animati RAI), Marco Valerio Gallo (storyboard artist) e Carlo Labieni (storyboard artist). Inoltre, Maurizio Di Vincenzo (Bonelli) e Stefano Caselli (Marvel), dipingeranno in diretta su grande formato in una Live Performance interpretando il proprio “attimo fuggente”, a testimonianza della continuità dell’insegnamento attraverso le generazioni di disegnatori della Scuola Romana dei Fumetti.

AREA ROMICS KIDS&JUNIOR. Per i giovani visitatori l’Area Romics Kids&Junior, offre un programma ricco di attività ludiche, di intrattenimento, workshop e laboratori didattici in collaborazione con la Scuola Romana dei Fumetti, la quale allestirà anche la mostra dei docenti del corso Comics Junior con esposte le illustrazioni di Valeria Abatzoglu, Tommaso Aiello, Barbara Andreoli, Riccardo Colosimo, Monica Donzelli, Veronica Frizzo, Genea, Giulia La Torre, Angela Piacentini e Silvia Pirozzi; le lezioni di fumetto a cura della Scuola Internazionale di Comics con Alessandra Bracaglia, Federica Casabona, Susanna Mariani e Giorgio Spalletta e la Mostra dei piccoli “mostri di bravura” con le opere dei bambini del corso di fumetto. Cagliostro E-Press presenta Tutti possono fare fumetti (anche chi non sa disegnare) con Alessandro Bottero e Claudio Valenti che con poche e semplici nozioni, partendo da semplici forme geometriche, dimostreranno ai ragazzi che chiunque può fare fumetti. School of Hard Rock, con Elena Rossetto, propone un modo nuovo di fare scuola che unisce la curiosità dei ragazzi, alle esigenze formative dei docenti e alle competenze richieste dal mondo del lavoro, regalando ad ogni partecipante un’esperienza davvero indimenticabile. Ed infine, Disegniamo con i MoFtri: Impariamo a disegnare un mostro pupazzoso, il workshop di disegno targato Bugs Academy per bambini e ragazzi con la disegnatrice e insegnante Adriana Farina. Si rinnova anche l’appuntamento con il Cosplay Kids sul Palco del Movie Village, dove si esibiranno i piccoli cosplayer insieme all’immancabile Lupics, mascotte di Romics.

ROMICS MOVIE VILLAGE: l’Orchestra del Cinema, Terminator, Doctor Sleep e il nuovo cinema italiano. Il Movie Village si conferma l’arena dell’entertainment di Romics e uno spazio di approfondimento sulle uscite più attese dell’autunno, con anteprime e incontri speciali su film “di genere” e ispirati a fumetti, romanzi e videogames, accompagnati dalle installazioni delle major e delle principali fandom italiane. Tra i focus di ottobre: Terminator – Destino Oscuro, il nuovo capitolo della celebre saga che segna il ritorno di Arnold Schwarzenegger e Linda Hamilton, e di James Cameron alla produzione, insieme al regista di Deadpool Tim Miller. In occasione dell’uscita al cinema il 31 ottobre, in collaborazione con 20th Century Fox, verrà proiettato in anteprima uno speciale di 10 minuti. Nel Movie Village di Romics sarà allestita inoltre una statua originale a misura naturale di Terminator, nella versione Destino Oscuro. In collaborazione con Warner Bros. Entertainment Italia, sabato 5 ottobre si terrà il panel Il ritorno di Shining e l’arrivo di Doctor Sleep, dedicato al capolavoro horror diretto da Stanley Kubrick e al nuovo film Doctor Sleep, in uscita nelle sale il prossimo 31 Ottobre con protagonista Ewan McGregor. In collaborazione con Warner Bros. Entertainment Italia sarà presente all’interno del Movie Village di Romics anche un’isola interattiva dedicata a Doctor Sleep, che porterà il pubblico dentro il mondo del film diretto da Mike Flanagan. Sabato 5 ottobre, nel Pala Romics, evento speciale con la proiezione del cortometraggio Happy Birthday prodotto da Rai Cinema e One More Pictures, diretto da Lorenzo Giovenga, interpretato da Jenny De Nucci, Fortunato Cerlino e Achille Lauro che affronta un tema di grande attualità: gli Hikikomori. All’incontro interverranno regista, produttori e cast del film. E ancora domenica 6, Attenti a… La Banda dei 3 per la regia di Francesco Maria Dominedò, un incontro con il regista e gli attori Francesco Pannofino e Marco Bocci. La commedia italiana La banda dei 3 sarà in sala dal 31 ottobre. A Romics XXVI Edizione alcune clip in anteprima dal nuovo film Cercando Valentina – Il mondo di Guido Crepax, che arriverà in sala a Febbraio 2020, con un incontro dedicato al rapporto tra cinema e fumetto con il regista Giancarlo Soldi. In collaborazione con Koch Media, domenica 6 verrà presentato in anteprima il trailer italiano di Lupin III – The First e il pubblico di Romics scoprirà i doppiatori italiani e tutte le novità su uno dei film d’animazione più attesi dei prossimi mesi. Universal Pictures Home Entertainment Italia porterà il pubblico di Romics dietro le quinte di Pets 2 – Vita da Animali, con un incontro dedicato ai piccoli amanti degli animali domestici, con un’anteprima di scene mai viste del film, in uscita in DVD, Blu ray, 4K Ultra HD e Digital HD il prossimo 8 ottobre. Lucky Red torna a Romics con le creatività e tutti i materiali press del film d’animazione Pupazzi alla riscossa – Ugly Dolls, distribuito con Universal Pictures e in uscita in sala il 14 novembre, Un giorno di pioggia a New York, l’attesissimo nuovo film di Woody Allen che arriva al cinema il 28 novembre e Le Ragazze Di Wall Street in uscita il 7 novembre. Lo scouting di Romics sulle produzioni indipendenti per il web dà spazio domenica 6 al nuovo format Il Giro dell’horror (Space Off), in cui documentario e fiction si mescolano per indagare simpaticamente le origini del cinema del terrore made in Italy. A raccontarlo gli autori Luca Ruocco (sceneggiatore cinema e fumetti, Bugs Comics – Revok Film) Paolo Gaudio (Fantasticherie di un passeggiatore solitario, Looney Food) e il produttore esecutivo Francesco Abonante.

GAMES e CARD GAMES. Al padiglione 8 tante iniziative e prodotti per tutti gusti, a partire dai giochi da tavolo, con tornei di carte collezionabili come Magic The Gathering, Yu-Gi-Oh!, CfVanguard, Pokémon, il neo importato gioco Dragonball Super Card Game e tanti titoli inediti da provare. L’area Dal Tenda con più di 2000mq di superficie espositiva dedicata a Giochi da Tavolo, Giochi di Ruolo, Giochi di Carte e l’area autoproduzione a cura di Angelo Porazzi, pluripremiato autore ed illustratore di giochi da tavolo. Area tematica dedicata al mondo Lego con rappresentazioni di scenografie, free play, esposizione e un mosaico che i visitatori potranno comporre nelle quattro giornate del festival.

Romics XXVI Edizione è lieto di annunciare la partnership con Mkers, startup innovativa leader nel settore eSport italiano. Il Pala Games si amplia e ambisce a diventare un punto di riferimento assoluto per gli amanti degli eSports, del gaming, dell’hi-tech, della musica e della cultura urban. Nei suoi 7000 mq oltre duecento postazioni di gioco con PC e console PlayStation e XBox, tornei amatoriali sui principali titoli del momento come League of Legends, RainbowSix, Fortnite, Fifa20 e MotoGP, oltre al nuovissimo format gaming Royal Rumble dove i ragazzi dovranno dimostrare energia e resistenza sfidandosi tra loro e contro player professionisti. Non mancheranno i grandi ospiti che si avvicenderanno sul palco per intrattenere e coinvolgere il pubblico. Tra i nomi di spicco, i talent di OneShot Agency, tra cui la web star Elisa Maino, influencer con oltre 5 milioni di follower che si esibirà domenica 6 ottobre; Valeria Vedovatti che presenterà il suo libro giovedì 3 ottobre e lo youtuber Giacomo Hawkman. Inoltre, tra i super ospiti del palco, ci saranno Gordon, Marta Losito e le due Tik Toker Marta Daddato e Cecicilia Cantarano. Tra gli “host” dell’evento ci saranno le web star Jody Cecchetto, Tony IPant’s e Red Nose. E ancora, i top player del Team Mkers daranno vita a show match sui vari titoli di gioco. Daniele Prinsipe Paolucci e Matteo Riberaribell Ribera su FIFA, i campioni d’Italia di Rainbow Six, Ivo Efesto Gaeta per Fortnite e tanti altri si sfideranno mostrando skills e giocate per puro spettacolo. Imperdibile Gameplay del più grande streamer italiano del momento e assoluta gaming star: Giorgio Pow3r. Sul grande palco confermati i Mates domenica 6 ottobre. Oltre a lui Ezektoor e Wizard Jo saranno protagonisti con degli show match su Fortnite. Tra gli stand più interessanti invece, c’è sicuramente quello di FutUniverse, la più grande community di FIFA in Italia che metterà a disposizione tutta l’esperienza didattica sul gioco, lo spazio Euronics dedicato alle novità e tante offerte per gli appassionati del settore con demo-gaming e postazioni gioco Nintendo Switch e un’area demo dedicata a Trust Gaming.

TRA GLI EVENTI PIÙ ATTESI DAL PUBBLICO, sabato 5 ottobre sul palco di Romics sarà possibile rivivere il salotto televisivo dell’emittente Super 3 più in voga degli anni 90: La Posta di Sonia… Reloaded. Sonia leggerà posta mai spedita, letterine nuove e soprattutto sarà in compagnia di ex-bambini cresciuti a “pane e cartoni di Super3”, oggi affermati professionisti: Virginia Salucci (Shockdom), Manuel Meli (doppiatore Aladdin, Peeta di Hunger Games), i Raggi Fotonici (autori di sigle TV per Cartoon Network, Rai). Cartoni sulla Luna, a 50 anni dallo sbarco dell’uomo sulla Luna a Romics si racconta di come l’animazione e il fumetto hanno immaginato prima e celebrato poi questo storico momento. Tra celebri sigle tv eseguite da Vince Tempera e dai Raggi Fotonici e vignette satiriche di Passepartout, il giornalista scientifico ed esperto di esplorazione dello spazio Paolo D’Angelo porterà i cartoni… sulla Luna! Torna l’immancabile appuntamento Quattro chiacchiere con… le principesse Disney: in questa edizione Simona Patitucci, Manuela Cenciarelli e Emanuela Ionica saranno protagoniste del talk condotto dal frontman dei Raggi Fotonici, Mirko Fabbreschi, nel quale ripercorreranno la carriera di queste eccezionali attrici, tutte voci di mitiche principesse Disney. Tra gli appuntamenti dedicati al mondo Cosplay: il Romics Cosplay Award, con le selezioni internazionali per il World Cosplay Summit di Nagoya 2020 e l’EuroCosplay di Londra e il Workshop di trucco con le due cosplayer internazionali Sørine and Carina, in arte Surine Cosplay e Rinaca Cosplay, rappresentanti al World Cosplay Summit nel 2015, che approfondiranno le regole del Crossplay, del bodypainte degli effetti speciali. Novità di questa edizione, in collaborazione con Epicos, il Romics For Cosplayers: un punto di raccolta, uno spazio interattivo dedicato interamente ai cosplay. Appuntamenti, ospiti, meet&greet, set fotografici e servizi vari per tutti gli appassionati del settore.

“ Romics XXVI Edizione continua a crescere. In questa edizione aumenta la parte espositiva di circa 1000 metri quadri. E si intensifica l’impegno sociale, aspetto fortemente caratterizzante per questa manifestazione. Da sempre attento ai grandi temi del sociale, il nostro Festival internazionale del fumetto, animazione, cinema, games, entertainment, per questo appuntamento, coerentemente con le istanze ambientaliste dei giovani di tutto il mondo, pone particolare cura alla questione della sostenibilità ambientale. Da questa edizione lo stand di Regione Lazio, Camera di Commercio di Roma e Unioncamere Lazio – storici partner istituzionali di Romics – è realizzato con un allestimento completamente plastic free.
Romics ospita anche un’area promossa dal Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale e da FAO per sostenere il progetto Zero Hunger, che si prefigge di aiutare a contrastare la fame nei Paesi emergenti. Consideriamo una nostra missione quella di favorire un cambiamento dalla base, contribuendo ad avvicinare i giovani a temi così importanti.” Pietro Piccinetti, Amministratore Unico Fiera Roma

“ Romics XXVI Edizione si presenta come di consueto, come l’appuntamento nazionale in grado di miscelare in modo del tutto originale, i linguaggi dell’immaginario: fumetto, cinema, animazione e games che, sono i più diffusi codici di fruizione e consumo culturale tra i giovani e meno giovani. Il successo di Romics nasce da una speciale formula che coniuga entertainment e contenuti speciali, in una kermesse che offre al pubblico percorsi di partecipazione diretta e di approfondimento rispetto ai propri generi d’interesse. Solo il favore del pubblico decreta la riuscita di un evento. A tal fine i promotori, la squadra e l’ampia rete di collaborazioni (autori, editori, produttori, istituzioni) di Romics che ringrazio, sono impegnati tutto l’anno nello sviluppo di progetto che è fondato ed è esclusivamente al servizio delle migliaia di persone che animano il nostro evento, con l’obiettivo farle sorridere, sognare e partecipare”. Stefano Senese, Presidente di ISI.Urb/Romics

Romics XXVI Edizione è organizzata da Fiera di Roma e ISI.Urb. In collaborazione con, Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, Regione Lazio, Camera di Commercio Roma, Union Camere Lazio – Camere di Commercio del Lazio. Con il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, e del Centro per il Libro e la Lettura. Partner: Coconino Press Fandango, Feltrinelli Comics, Gallucci Editore, saldaPress, Sapienza Università di Roma, I Castelli Animati, Città dell’Animazione, Mkers, Io Studio, World Cosplay Summit, Eurocosplay, Clara Cow’s Cospaly Cup. Media Partner: Comingsoon.it, MyMovies, Screenweek, Mega Nerd, Stay Nerd. Radio Partner: RDS e RDS Next.


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Roma: Romics XXVI Edizione – Info

in Uncategorized by

Costo e info?

Romics XXVI Edizione del Festival si svolgerà dal 3 al 6 Ottobre 2019 dalle ore 10.00 alle 20.00. Le biglietterie saranno aperte dalle ore 10.00 alle ore 19.00 nei giorni di manifestazione.

Biglietteria Online 

Abbonamento Full 4 Giorni: € 26,00 + commissioni. VivaTicket

  • Valido per 1 ingresso al giorno dal 4 al 7 Ottobre;
  • Nota: Passaggio diretto ai tornelli senza passare per le casse;
  • Ingressi: NORD, SUD, EST.

Biglietto Ordinario Feriale: € 10,00 + commissioni. VivaTicket

  • Valido Giovedi 4 o Venerdì 5 Ottobre;
  • Nota: Passaggio diretto ai tornelli senza passare per le casse;
  • Ingressi: NORD, SUD, EST.

Biglietto Ordinario Week-end: € 12,00 + commissioni. VivaTicket

  • Valido Sabato 6 o Domenica Ottobre;
  • Nota: Passaggio diretto ai tornelli senza passare per le casse;
  • Ingressi: NORD, SUD, EST.

NB: Biglietto salta fila: stampa il biglietto da casa e recati direttamente ai tornelli. I biglietti non sono nominativi (il nominativo riportato sul biglietto fa riferimento a chi effettua il pagamento); Il biglietto è valido per una sola entrata giornaliera, una volta entrati in fiera non sarà possibile uscire e rientrare con lo stesso tagliando; I biglietti sono illimitati.

Biglietteria Ordinaria 

  • Giovedì 3 Ottobre: € 10,00
  • Venerdì 4 Ottobre: € 10,00
  • Sabato 5 Ottobre: € 12,00
  • Domenica 6 Ottobre: € 12,00

NB: I biglietti sono acquistabili esclusivamente presso la biglietteria di Fiera di Roma il giorno di visita della manifestazione (ES. Il Giovedì non potrò acquistare il biglietto per il Sabato); Il biglietto è valido per una sola entrata giornaliera, una volta entrati in fiera non sarà possibile uscire e rientrare con lo stesso tagliando; I biglietti sono illimitati.


Come raggiungerci?

  • AUTO: Dal GRA (Grande Raccordo Anulare) uscita 30 in direzione Fiumicino e poi seguire le indicazioni segnaletiche per Fiera Roma.
  • AEREO: Dall’aeroporto di Roma Fiumicino i collegamenti sono garantiti con Fiera Roma dal treno FR 1 fermata Fiera di Roma (Tariffa 8 euro), dal taxi e dagli autobus Cotral.
  • TRENO: La stazione di Fiera di Roma è servita da un servizio metropolitano sulla linea FL1 Orte/Fara Sabina – Roma – Fiumicino Aeroporto.

Dal lunedì al venerdì la stazione Fiera di Roma è collegata con Roma con 132 treni, il sabato con 92 treni e i festivi con 73 treni. La frequenza dei treni nei giorni feriali è ogni 15’, dalle ore 20 diventa di circa 30’. Il tempo di percorrenza tra Fiera di Roma e Roma Ostiense è di 23 minuti, tra Fiera di Roma e Roma Tiburtina è di 40 minuti.

Per maggiori informazioni www.rfi.it – www.trenitalia.com

  • TAXI: L’indirizzo per l’INGRESSO EST è Via A.G. Eiffel (traversa Via Portuense), per l’INGRESSO NORD è Via Portuense 1645-1647.

Tempo stimato dal centro città (Piazza Venezia): 40 minuti.
Tempo stimato dall’Aeroporto di Fiumicino: 10 minuti.

  • BUS: Linea Atac – linea 808 per Fiera Roma; Da Fiumicino linea Cotral W0001.

Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Michelle Gagliano & Butch Taylor insieme per l’Arte

in Eventi/L'Arte/La Cultura/La Musica by
cover my martini taylor

Comunicato Stampa:

Michelle Gagliano

“ROOTS / RADICI”

Giovedì 19 settembre 2019, ore 18.30
Galleria La Nica – Roma, Via dei Banchi Nuovi 22

Butch Taylor

“A TASTE OF JAZZ&ART AT DINNER”

Venerdì 20 settembre 2019, ore 20.00
My Martini Restaurant – Roma, Via De’ Nari 16a

Michelle Gagliano & Butch Taylor Mostra e concerto per un’opera che ha ottenuto il patrocinio del Virginia Museum of Fine Arts, sarà fruibile fino al 12 ottobre 2019.
Si ringrazia la Cantina Placido Volpone per il sostegno all’evento.

Michelle Gagliano, artista sublime che nel 2017 ha ottenuto la prestigiosa Virginia Museum of Fine Arts Visual Fellowship, inaugura la propria personale esposizione un ciclo di opere dedicate al suo rapporto emozionale con la natura, un percorso dunque intimista che ben accoglierà l’imminente stagione autunnale.
Per la Galleria La Nica “Roots / Radici” sarà la prima esperienzain collaborazione con un’artista d’oltreoceano. Il titolo della mostra rimanda sia al legame d’appartenenza di Gagliano all’Italia, terra d’origine dei suoi avi, sia alla necessità dell’artista di i>attingere, proprio come le radici di un albero, dalla natura, sua sostanziale fonte d’ispirazione. Tuttavia, è importante sottolineare che Michelle Gagliano non si è mai considerata una paesaggista: quello che dipinge non è che il profondo rapporto emotivo instaurato con la natura, un processo intimo che la accompagna fin dall’infanzia trascorsa nella campagna di Jamestown (New York).
Nelle sue opere l’artista riflette sul complicato dialogo con la terra, che viene raschiata, tirata, bagnata, levigata e poi resa nuova, dialogo energico che Gagliano traspone nel suo fare artistico. Questa estrema sensibilità verso la terra e la natura l’hanno spinta negli ultimi anni ad attuare una scelta radicale verso l’utilizzo di materiali atossici e accuratamente selezionati in modo da garantire scarti minimi: pigmenti macinati, olii e solventi a base di noci e lavanda e gesso fatto a mano. Una scelta che riflette, inoltre, la volontà dell’artista di guardare a questo modus operandi antico in una prospettiva più contemporanea.

In occasione della mostra “Roots / Radici” la Galleria La Nica ha deciso di proporre due eventi esclusivi per il suo pubblico.
All’inaugurazione di giovedì 19 settembre 2019 di “Roots / Radici” saranno presenti Michelle Gagliano e il noto jazzista statunitense Butch Taylor, che per l’occasione ha composto dei brani inediti dedicati alle opere in mostra. La Galleria La Nica sarà lieta di offrire nel suo spazio espositivo un evento immersivo, in cui pittura e musica dialogheranno sinergicamente.
Inoltre, venerdì 20 settembre 2019 alle ore 20.00 si terrà l’evento esclusivo “A taste of Jazz&Art at dinner” ideato in collaborazione con il locale My Martini Restaurant sito in Via De’ Nari 16a, Roma. Durante la serata si cenerà assistendo allo spettacolo live di Butch Taylor’s Music, mentre le opere di Michelle Gagliano verranno proiettate nella sala.
Per prendere parte alla serata “A taste of Jazz&Art at dinner” sarà necessario rivolgersi direttamente al locale My Martini ai seguenti contatti: info@mymartinirome.it – tel.06.68213218/ 06.68806936 (posti limitati).


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned!

Roma: Maker Faire Rome, The European Edition 2019

in Barbara Marolda Blog/Eventi/Ultimi Pubblicati by
maker-faire-the-european-edition-2019-iogiornalistatv

Maker Faire Rome The European Edition

Quando? Da Venerdì 18 a Domenica 20 ottobre 2019

Dove? Fiera di Roma, Via Portuense, 1645, Roma, 00148, Italia


Economia circolare, robotica, intelligenza artificiale, IoT – Internet delle cose, tecnologie per l’educazione e la formazione, spazio, tecnologia nell’arte contemporanea e agritech tra i temi protagonisti di Maker Faire Rome – The European Edition.

Tagliavanti (Presidente CCIAA Roma): “Maker Faire Rome – The European Edition è una grande piattaforma e un grande momento di networking dove l’innovazione dall’alto si incontra con l’innovazione dal basso. Un luogo dove la tecnologia è alla portata di tutti e l’interazione è la caratteristica principale. Un’occasione di incontro, formazione e business. La Camera di Commercio facilita questo processo e Roma si conferma città della ricerca e del talento”

L’attesa sta per finire. Dal 18 al 20 Ottobre 2019 torna, alla Fiera di Roma, Maker Faire Rome – The European Edition, l’evento europeo più importante dedicato all’innovazione tecnologica, raccontata in modo semplice e informale, giunto alla sua settima edizione, organizzato dalla Camera di Commercio di Roma, attraverso la sua Azienda speciale Innova Camera.

Visto il successo il format della manifestazione si integra, ma non si modifica nella sua struttura portante: il venerdì mattina del 18 ottobre si parte con l’Educational Day ovvero il tradizionale appuntamento di formazione gratuita dedicata alla visita in anteprima delle scolaresche da tutta Italia (l’anno scorso accorsero ben 27mila studenti). Il pomeriggio di Venerdì, dalle 14, Maker Faire si apre al grande pubblico fino a domenica 20 ottobre, ospitando il meglio dell’innovazione internazionale in sette padiglioni a tema per una superficie espositiva di oltre 100mila mq. La suddivisione dei padiglioni proposta dai curatori invita i visitatori a diventare parte attiva già a partire dai loro nomi: Re-think, Learn, Create, Discover, Make, Research.

Il curatore della Maker Faire Rome – The European Edition è Massimo Banzi, co-founder di Arduino, indicato dal settimanale “The Economist” come uno dei fautori della “nuova rivoluzione industriale” messa in atto dal movimento Maker. Ad affiancarlo c’è Alessandro Ranellucci, coordinatore esecutivo di tutti i contenuti di MFR. Insieme a loro, un qualificato team di responsabili di area: Fabrizio Bernardini (area spazio), Paolo De Gasperis e Leonardo De Cosmo (EdTech), Carlo Hausmann (area food e agritech), Mauro Spagnolo (economia circolare), Valentino Catricalà (arte), Paolo Mirabelli (area droni).
Maker Faire Rome – The European Edition è testimonianza di come la creatività, il lavoro e la forza delle idee siano capaci di generare nuovi modelli produttivi fondati su singole iniziative e progetti brillanti. La città di Roma si conferma, per il settimo anno consecutivo, polo attrattivo di nuove idee, contenuti e modelli economici: basti pensare che oltre mille progetti provenienti da oltre 40 nazioni sono arrivati dalle varie call e oltre 600, dopo attenta selezione, verranno esposti in fiera.

Maker Faire Rome – The European Edition – spiega Lorenzo Tagliavanti, Presidente della Camera di Commercio di Roma – è una grande piattaforma e un grande momento di networking dove l’innovazione dall’alto si incontra con l’innovazione dal basso. Un luogo dove la tecnologia è alla portata di tutti e l’interazione è la caratteristica principale. L’evento si evolve anche grazie al frutto del lavoro di co-creazione che stiamo portando avanti, costantemente, con imprese, professionisti e Istituzioni. Maker Faire Rome, sempre di più, chiama intorno a sé il mondo accademico, della ricerca e dell’industria per creare approfondimenti verticali e fare sistema facendo – conclude Tagliavanti – della contaminazione, della divulgazione e dell’integrazione il proprio core. Tutto questo si fa a Roma anche grazie al ruolo di facilitatore che svolge la Camera di Commercio, a conferma che la Capitale è la città dell’innovazione, della ricerca e del talento”.


Costo e info?

Maker Faire Rome – The European Edition apre al pubblico venerdì 18 ottobre alle ore 14.00. Puoi acquistare i biglietti online per saltare la fila, oppure, direttamente alle biglietterie della Fiera di Roma durante gli orari di apertura nei giorni di manifestazione:

– Venerdì 18 ottobre h. 14.00 / 19.00, l’ingresso è consentito fino alle ore 18.00

– Sabato 19 e domenica 20 ottobre h.10.00 / 19.00, l’ingresso è consentito fino alle ore 18.00

Nelle biglietterie presso la Fiera di Roma è possibile acquistare solo i biglietti per il giorno stesso dell’acquisto ( es. non è possibile acquistare il sabato il biglietto per la domenica).

Sui biglietti acquistati online e in prevendita viene applicata una commissione dal circuito di vendita.

VivaTicket: Ti aspettiamo a Maker Faire Rome – The European Edition

Il biglietto acquistato on line deve essere presentato agli ingressi della manifestazione. Con il biglietto acquistato on line salti la fila alla cassa passando direttamente ai tornelli. Il biglietto è valido per una sola entrata giornaliera: una volta entrati non sarà possibile uscire e rientrare con lo stesso tagliando. I biglietti “open day” possono essere utilizzati per un ingresso a scelta tra il venerdì (h. 14.00 / 19.00) il sabato o la domenica (h. 10.00 / 19.00).


Come raggiungerci?

  • AUTO: Dal GRA (Grande Raccordo Anulare) uscita 30 in direzione Fiumicino e poi seguire le indicazioni segnaletiche per Fiera Roma.
  • AEREO: Dall’aeroporto di Roma Fiumicino i collegamenti sono garantiti con Fiera Roma dal treno FR 1 fermata Fiera di Roma (Tariffa 8 euro), dal taxi e dagli autobus Cotral.
  • TRENO: La stazione di Fiera di Roma è servita da un servizio metropolitano sulla linea FL1 Orte/Fara Sabina – Roma – Fiumicino Aeroporto.

Dal Lunedì al Venerdì la stazione Fiera di Roma è collegata con Roma con 132 treni, il sabato con 92 treni e i festivi con 73 treni. La frequenza dei treni nei giorni feriali è ogni 15’, dalle ore 20 diventa di circa 30’. Il tempo di percorrenza tra Fiera di Roma e Roma Ostiense è di 23 minuti, tra Fiera di Roma e Roma Tiburtina è di 40 minuti.

Per maggiori informazioni www.rfi.itwww.trenitalia.com

  • TAXI: L’indirizzo per l’INGRESSO EST è Via A.G. Eiffel (traversa Via Portuense), per l’INGRESSO NORD è Via Portuense 1645-1647.

Tempo stimato dal centro città (Piazza Venezia): 40 minuti.
Tempo stimato dall’Aeroporto di Fiumicino: 10 minuti.

  • BUS: Linea Atac – linea 808 per Fiera Roma; Da Fiumicino linea Cotral W0001.

Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Umbria al voto, Schirò (Pd): “I Dem stiano attenti agli impresentabili!”

in Alfonso Palumbo Blog/La Politica/Ultimi Pubblicati by
angela schiro' e antonella giurano

Schirò: “Renzi saluta? Le correnti esistono!”

“Mimmo Lucano uomo di profondi valori”

Un articolo di Alfonso Palumbo
Un articolo di Alfonso Palumbo

“Attenzione agli impresentabili in Umbria!”, a sollecitarla è l’on. Angela Schirò (Pd), una dei diciotto parlamentari eletti all’estero.

Docente di lingue della secondaria superiore, nata a Gernsbach in Germania, l’esponente del Pd è stata ospite a Colonia dell’associazione ‘Offene Welt-Mondo Aperto’ (qui con la presidente Antonella Giurano) dove l’abbiamo incontrata.

Regionali in Umbria, quasi fatta l’intesa fra il Pd e il M5S. E’ d’accordo con questo scenario, on. Schirò? “No, non ne sono convinta. La stupisce? E’ una mia valutazione che, tuttavia, non nega come si sia più vicini ai 5Stelle che ad altri per il modo con il quale entrambi percepiamo le Istituzioni, la comunicazione, etc. Se in Umbria si faranno liste sostanziose – cioè con gente di sostanza – spazio per recuperare ce ne sarà. La voglio stupire di nuovo: si corre da soli soltanto se si hanno candidati decenti…anche il Pd deve fare attenzione agli impresentabili!”.
Stasera ha ammesso di essere un po’ impaurita dall’accordo di legislatura con i CinqueStelle…“Ma ho anche aggiunto di essere speranzosa, nel senso di costatare concretamente un dialogo e pure costruttivo. Tuttavia il M5S e’ quello che ha approvato, con la Lega, i Decreti-Sicurezza”.
On. Schirò, la calda attualità ci porta a Matteo Renzi. Qual è la logica che lo spingerebbe a costituire propri gruppi parlamentari nel contesto dello stesso Pd? Ammesso che ve ne sia una…“Una bella domanda per un argomento che di bello ha poco. Occorre tuttavia essere obiettivi e dire che le correnti esistono e tutti noi ne siamo espressione. Guardi, me lo sono chiesto anch’io: è un primo passo per dire addio al Pd? Lei parla di logica, a mio avviso in politica le scelte dipendono anche dai legami personali che si hanno… Le porto a esempio il mio caso: io sono entrata in lista perché qualcuno mi ha voluto. Certo, la domanda che gira in questi giorni disturba e non poco. Cos’ha in mente Renzi non saprei, mi limito a sperare che nel mio partito non vi sia alcuna scissione”.
Mi stupisca ancora di più, allora! Un buon motivo per essere Sì Tav e uno altrettanto buono per essere No Tav. “Sì al Tav perché permetterà collegamenti veloci per le merci – per le merci, non per le persone! – in transito da e per gli altri Paesi. No al Tav perché siamo abituati all’italiana, con le Grandi Opere che partono bene, ma poi vengono condotte male. Inoltre non si ha mai la certezza circa i tempi di realizzazione che, inoltre, si abbina a quel balletto ‘fare-non fare’ che mette a repentaglio la nostra credibilità internazionale. E’ un po’ come i Governi che, cambiando, producono incertezze”.
Cosa ne pensa di Mimmo Lucano? L’ex-sindaco di Riace sarà qui a Colonia il 27 settembre prossimo. “E’ stato simbolo di un autentico senso di radicamento nel territorio. Personalmente ho colto la differenza fra l’azione posta in essere dal singolo – che appunto conosce il proprio territorio – e i partiti, che hanno tanti e così disparati temi da affrontare. Di Lucano posso dire che ha sempre creduto in certi valori e li ha vissuti, il che non vuol dire tacere quei problemi avutisi nel suo Comune, almeno stando alla ricostruzione dei giudici”.
Lucano verrà su invito della sezione di Colonia dell’ANPI. Le chiedo, on. Schirò: per caso i valori della Sinistra ormai stanno più nelle associazioni, nei gruppi, nei comitati che in un partito? “Ok, l’intreccio politica-Pd-immigrazione… Guardi, non ho difficoltà a dire che si tratta di una questione epocale non risolta bene. Il Pd è pur sempre quello di Marco Minniti che, per il modo con il quale da ministro dell’Interno gestì il fenomeno degli immigrati, di attacchi ne ricevette da fuori ma anche da dentro il partito. D’altra parte l’Italia non è stata aiutata dall’UE e soltanto adesso si inizia a veder qualcosa di positivo, come il sistema del 25% che sembra superare il Trattato di Dublino. Un Trattato che ha fatto soffrire tanti, troppi, e me ne sono voluta rendere conto in prima persona. Come? Andando a Lampedusa, in occasione dei giorni drammatici della Sea Watch”.

Scappa via, il nostro tempo è terminato, la aspettano in sala, sono in molti, e noi? Noi scriviamo e prendiamo appunti!!


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned!

E’ uscito oggi il nuovo singolo “Blue Thinking” degli WA

in Lucilla Corioni Blog/Ultimi Pubblicati by

Gli WA presentano il nuovo singolo.

Un video che precede il nuovo lavoro della band che uscirà il prossimo 30 settembre.

Un Articolo di Lucilla Corioni
Un Articolo di Lucilla Corioni

Oggi 16 settembre è uscito il video del singolo “BLUE THINKING” degli WA, tratto dall’album omonimo, che sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali dal prossimo 30 settembre. L’ascolto di questo brano ci distoglie sicuramente dalla realtà per il tempo necessario a  ricongiungerci  con quel luogo segreto e intimo dentro di noi , in una miscela di richiami primordiali, ritmi tribali ( Vuelart) e sonorità elettroniche.

WA – Biografia

Gli WA nascono nel 1998 dalla collaborazione artistica dei due membri fondatori Roberto Cosimi( pianoforte e tastiere ) e Paolo Palazzoli, in arte Eono, ( voce, basso elettrico, chitarra acustica, chitarra elettrica ), entrambi prolifici compositori ed autori. La loro prima produzione musicale, curata in studio da Feyez (Elio e Le Storie Tese), è un progetto multietnico di world music, Zoque Kpolé (Forrest Hill), che comprende i brani “Tree Ages In One”, “Vuela Libre” e “Egg – Messaggio All’ UmanitàPoi segue nel 2003 “Welcome To Atlantis” Universal ), con la collaborazione di Max Dedo, che condividerà poi con gli WA la realizzazione del CD di world-jazz “Atmomy” ( Forrest Hill- 2005 ). Dal 2003 al 2006 Roberto Cosimi compone e produce due opere di piano solo, il poema pianistico “La Danza Dell’ Angelo” ( MAP, Feltrinelli ) e “Contemporary Classical Piano Works Vol. 1”, distribuito da Diladdarno.

Mentre Paolo Palazzoli ricerca sonorità elettroniche che caratterizzeranno alcune delle sue composizioni presenti nell’ album “ Blue Thinking”, in prossima uscita, vantando anche la collaborazione del cantante anglo-giamaicano Mozez Wright, ex front man della band Zero 7, a capo dell’etichetta indipendente inglese Numen Records con la quale esce l’album “Blue Thinking”. Dal 2008 al 2011 gli WA si dedicano alle impegnative scritture delle musiche e dei testi dell’ imponente opera rock “PEACEGAMES” ( distribuita da Artist First ), in cui parteciperà per la prima volta con loro il batterista Elia Micheletto, il quale vanta nel suo curriculum anche un master con Mike Mangini(Dream Theatre) al Barklee College of Music, e il cui personale stile, la sua alta preparazione tecnica unite ad una preziosa sensibilità artistica, porteranno Cosimi Palazzoli a volere realizzare con lui il CD per trio “Archangel” ( Videoradio – 2016 – SELF ).

Hanno svolto attività concertistiche in molti teatri d’ Italia, Blue Note di New York, diversi tour multietnici nel centro e sud Italia, 55th Bar di New York, Wally’s Café NYC, Lugano jazz Festival, Locarno Jazz Festival, Sculler Jazz Club NYC, tour Isole di Capoverde, Festa Europea della Musica di Roma, molte edizioni del “Panino Day“ con “Elio E Le Storie Tese”, “Jazzart Festival Crema”.

Vantano collaborazioni di artisti importanti come: Mauro Pagani, Shell Shapiro, Enzo Jannacci, Omar Hakim, Irene Grandi, Claudio Rocchi, Horacio”El Negro”Hernandez, Giorgio Faletti, Simona Bencini, Demo Morselli, Feyez, Gabin Dabiré, David Tayrault, Massimo Altomare, Menphis Horn, Daniele Comoglio, Laurent Digbeu, Marina Conti, Mozez Wright.

www.watheband.com

www.facebook.com/WAtheband

www.youtube.com/channel/UCw4D2btXV_5un71JvNZi8zg

Ufficio Stampa e responsabile a cura di LC Comunicazione tel. 333 7695979

contatti.lccomunicazione@gmail.com

www.lccomunicazione.com


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Novità discografiche in ottobre per LONG DIGITAL PLAYING

in Lucilla Corioni Blog/Ultimi Pubblicati by
LONG-DIGITAL-PLAYING

LONG DIGITAL PLAYNG FOTOPresto nuove produzioni per LONG DIGITAL PLYING, con musiche del cuore, della mente e del cosmo.

Autunno caldo con le nuove proposte di Long Digital Playing Srls, (la casa editrice musicale milanese fondata lo scorso anno da Luca Bonaffini & Friends).

Un Articolo di Lucilla Corioni
Un Articolo di Lucilla Corioni

Il 30 settembre apre Roberto Padovan con un suo album di musica new age per solo pianoforte. Si tratta di REIKI PIANO MEDITATION (un progetto pensato più di dieci anni fa e uscito come Artisma, pseudonimo usato qualche anno fa dal musicista torinese). L’album, che esce in formato digitale, contiene 10 tracce, in realtà 11, che – tra cosmo ed energia personale – accompagnano il viaggio quotidiano e spirituale degli appassionati di reiki.

Il 4 ottobre, non a caso per la ricorrenza della nascita di San Francesco D’Assisi, ecco il progetto di un artista già ben noto all’interno del catalogo di LDP, ovvero Renato Bottura (il medico scrittore, cantautore e filantropo) che, autoprodotto nel 2014, ha trovato “famiglia discografica”. Si tratta del suo album d’esordio, intitolato CAREZZA, con brani storici come Papa Francesco e Alzheimer che, finalmente, arriva su tutte le piattaforme digitali distribuenti musica.

Il 5 ottobre è la volta di TRE ANNI DOPO del duo A-TRE, un tributo emozionante a Francesco Guccini spalmato in 14 tracce, che uscirà sia su CD sia in formato digitale, regalando alla canzone d’autore tradizionale un omaggio straordinario.

Sono in fase di pianificazione le opere prime del dreamwriter Davide Marchi, del cantautorapper Frankie B. e il nuovo album della fantastica Francesca De Mori che, a scanso di demoni e di corto circuiti, potrebbero vedere la luce entro il 2019.

Ufficio Stampa e Relazioni Pubbliche Presso LONG DIGITAL PLAYING a cura di LC Comunicazione tel. +39333 7695979

contatti.lccomunicazione@gmail.com

www.lccomunicazione.com


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

5 Il Numero Perfetto… l’avete visto? Male, Igort è un genio…

in Il Cinema/Pepsi e Popcorn Blog/Ultimi Pubblicati by
cover-5-numero-perfetto-web

Igort è davvero un Genio! Peppino è un guappo, un sicario di seconda classe della camorra in pensione…

…ed in questo film, passa dalla carta, al digitale, in un caldo lampo d’acciaio…

Napoli – Anni ’70. Non si parla ancora di Camorra, ma di “guappi”, che ad una certa età vanno in pensione, passano il testimone

articolo di Gemma Flora Marolda
Un articolo di Gemma Fiora Marolda

ai figli e invecchiano malinconicamente come tutti gli altri esseri umani. Peppino Lo Cicero è molto fiero del figlio, che deve fare “un lavoro”, deve “annà a faticà”, ma non tornerà, perché verrà ucciso. Da qui si scatena una guerra, un combattimento non ancora fra bande, ma contro la stessa banda che ha permesso l’esistenza di un traditore. Peppino, Toni Servillo, come un personaggio dei fumetti, si riveste da guappo, anche se un po’ goffo, e, coinvolgendo l’amico più caro e fedele, Totò o’ Macellaio, Carlo Buccirosso, intraprende la sua missione di vendetta, tornando con determinazione, rabbia ma anche tristezza, a sparare, sparare, sparare. Da una cosa nasce l’altra e anche la banda rivale sarà coinvolta e sgominata. Ora, per chi, come me, non è appassionato di graphic novel, il film è risultato stupefacente, insolito, non un fumetto, non un vero classico noir, ma un po’ dell’uno e un po’ dell’altro ( le citazioni sono molte e riconoscibili). Le scene della sparatoria mi sono sembrate fra le più spettacolari della storia del cinema, che neanche Tarantino… i fermo immagine fumettistici, i personaggi perfetti nella loro tristezza di essere ormai “fuori moda” e il desiderio di rifarsi una vita serena , dando spazio anche all’amore, ne hanno fatto un film godibilissimo. Si, mi è piaciuto. Così come il colpo di scena finale, assolutamente inaspettato, che però, mi dispiace, non vi dirò… su, su, andatevelo a vedere…

Igort 5 numero perfetto
Igort 5 è il Numero Perfetto

Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned!

Governo: i Numeri al Senato…

in Alessandro De Stefanis Blog/La Politica/Ultimi Pubblicati by
senato fiducia

Un Governo che al Senato ha, di suo, voti giusto quanto la fiducia necessaria… 161 a 161, cosa accadrà?

Per il momento, ascoltando anche gli interventi dei Senatori in aula ed in attesa della replica del Capo del Governo, il Governo può basarsi su 106 voti (Paragone ha già annunciato che non sosterrà il governo ed oggi si è dato malato…) del Movimento 5 Stelle, e sui 51 del Pd. Siamo così a quota 157. Se aggiungiamo i quattro sì di Liberi e Uguali, si arriva a 161. Quota minima per avere la fiducia, ma posizione decisamente non difendibile…

articolo di alessandro de stefanis
articolo di Alessandro De Stefanis

Ed il resto? Potrebbero presentarsi i Senatori del Gruppo Misto, di cui fanno parte: Emma Bonino di +Europa (che però ha annunciato il suo niet), Riccardo Nencini del Psi (non ha ancora esternato le sue idee in merito), più altri cinque ex M5s (che potrebbero votare la fiducia, anche se De Falco ha dichiarato il suo niet). Saremmo a quota 167, allora?

Dalle Autonomie arrivano Casini e forse altri due anche se Svp, dovrebbe astenersi… Ancora, nel conteggio ci sono i Senatori a vita, quelli buoni per ogni stagione: sono sei. Somma che ti somma, arrivi a 170 al massimo, ed è una quota di tranquillità su cui operare le grandi trasformazioni che si aspetta la popolazione? Non sembra… I no certi, invece, sono 140 e vengono da Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia. Silvio Berlusconi, però, potrebbe riservare sorprese. Altro?

Il pallottoliere riporta gli incerti, che per il momento sembrano essere una decina. Dunque, numeri così risicati garantiranno una vita tranquilla al Governo? Difficile, anche perché esiste un nodo ancora più importante che è la presidenza delle commissioni, che è della Lega, che, da regolamento, ha tutta l’intenzione di mantenere.

Il rischio? Che i lavori delle commissioni si rallentino, bloccando di fatto l’attività del Governo e del Parlamento.

Restate sintonizzati come diciamo sempre, perché ne vedremo delle belle…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned!

Nugnes, una “rompiscatole”? Cosa farà oggi? M5s recupera i “cattivi”

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Movimento Cinque Stelle/Ultimi Pubblicati by
nugnes-e-fico-senato

Si chiama Paola Nugnes, è una Senatrice della Repubblica, ed era del M5s, non lo è più, l’hanno cacciata lo scorso 28 Giugno…

Con grande sdegno del Presidente Fico

Nugnes… Qualcuno la considera una “Rompiscatole” comunista, Intervista…

Oggi si vota la fiducia al Senato dove le forze sono praticamente uguali, ve lo ricordiamo in un altro articolo, le dichiarazioni sono in corso, cosa accadrà? Ascoltiamo una Senatrice Cinque Stelle che è stata parecchio discussa in questa legislatura e spesso considerata in uscita dal Movimento, e domandiamole, cosa farà?

Senatrice Nugnes, lei era una dissenziente con il passato governo, ora come si porrà con il Conte Bis?

Una Intervista del Direttore Alberto Marolda
Una Intervista di Alberto Marolda

Giudico questa alleanza con maggior serenità di quella precedente ma con grande attenzione e criticità. Conte è responsabile delle tante cose negative del governo precedente, e non ci si rifà la verginità, dopo la Diciotti ed i decreti Salvini, con in bel discorso o pos ponendo al proprio nome un bis o un numero. Non saranno neanche i titoli del programma né le dichiarazioni che ci sta facendo nel presentarsi alle camere, a fare la differenza, ma il lavoro concreto giorno per giorno… E, quindi, le risposte in discontinuità che si vorranno dare. Oggi per me è importante dare una svolta, girare la testa a questi cavalli e dargli un’altra direzione, sperando che non ci porti anche essa verso un burrone come la precedente.

Come giudica il comportamento finale di Salvini? Spieghiamo meglio, non le è sembrato strano il comportamento di Salvini, quasi un comportamento suicida… si è passati dalla considerazione di un grande stratega, a un quasi diciamolo fra virgolette “imbecille politico”, c’è qualcosa sotto? Sono pronti quei famosi 8 senatori dissenzienti, inclusa lei, a cambiare casacca e farlo cadere questo Governo, magari dopo aver fatto la finanziaria?

Si, è molto strano che un personaggio, che sicuramente ha intorno una struttura di comunicazione che lo sorregge nelle scelte e nelle strategie, abbia fatto un errore così grossolano, quindi si potrebbe credere ad una fuga da quelle che sono le situazioni che avrebbe dovuto affrontare che sono la flat tax e le autonomie, che non erano in grado di affrontare, per una questione di coperture certe, vista la legge di bilancio, o anche un eccesso di uso dello strumento, dei social, che è stato deleterio, ossia durante le vacanze di Agosto, Salvini, potrebbe effettivamente essersi lasciato andare ad esternazioni non appropriate, improvvisate, e non sottoposte al controllo di chi avrebbe dovuto consigliargli la strategia.

Va bene, siamo rimasti su Salvini, e capiamo che prima del voto effettivo non vuole sbilanciarsi davvero parlando di Lei e dei Senatori dissenzienti, allora parliamo della Piattaforma Rousseau, vuole? Il quesito sul Governo, non crede che andasse posto prima, e non dopo a pappa fatta?

Per quanto riguarda Rousseau, la questione è molto complessa e lunga, sicuramente tutte le forme di partecipazione e consultazione sono ben viste, ma altrettanto sicuramente tutto questo avrebbe dovuto precedere la trattativa, tutto l’iter, perché queste strutture sono sono piattaforme di grandangolo che perseguono obiettivi di grande raggio, che poi vanno valutati dai soggetti delegati. Quando si chiede una grande partecipazione di persone al giudizio, si devono perseguire obiettivi di analogo respiro ed ampiezza. Poi, gli strumenti di partecipazione popolare, devono rispettare una serie di regole di garanzia che sono molto importanti, regole che debbono dare certezza e sicurezza dei valori che sono alla loro base. La gente deve sentirsi sicura che il proprio voto non sia ne in pericolo, ne sia non considerato anche quando sia in dissenso.

La lasciamo andare, deve seguire i lavori, e voi? Restate sintonizzati come diciamo sempre, perché ne vedremo delle belle…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned!

Conte – 2, il M5S piega il Pd. Governo bis-continuo?

in Alfonso Palumbo Blog/La Politica/Movimento Cinque Stelle/Ultimi Pubblicati by
Conte premier con il M5S

Conte media e ‘ZingaRenzi’ accetta i venti punti 5Stelle

Il “compagno” Calenda via. I Benetton forse

Un articolo di Alfonso Palumbo
Un articolo di Alfonso Palumbo

Giuseppe Conte e il M5S hanno vinto. L’avvocato rimane Premier, la maggioranza dei ministri del suo Esecutivo ancora pentastellata.
Una vittoria tuttavia sofferta. La discussione in casa 5Stelle è stata appassionata e sul web si sono assunti livelli di accesa dialettica. Simbolicamente: le dita si sono girate e rigirate ma alla fine sono ritornate a fare la mano. Il M5S è così! Italiani di nuovo innamoratisi della politica: nessuno potrà mai ringraziare abbastanza Casaleggio e Grillo.
Dal punto di vista pentastellato, dire sì ai Dem è costato.
Le parole di Ignazio Corrao, europarlamentare, hanno fatto scalpore. La buona memoria ha ricordato lo sbeffeggiamento per le sirene… Metodi e ricette di M5S e Pd sono diametralmente opposti. Specie in tema di etica: il Codice imposto da Luigi Di Maio ha valore di scudo anti-atomico. Possono del resto i Dem cambiare pelle, modo di essere, filosofia, pretese, atteggiamenti solo perché lo chiede il M5S? Davvero hanno accettato di essere parte del nuovo Esecutivo ‘solo’ per il bene del Paese? Per dare riposta a tutto ciò, Di Maio ha voluto tutelarsi appunto ricorrendo al Codice etico. La nomina dei ministri Democratici operata da Nicola Zingaretti sembra premiarlo, malgrado occorra attendere i sottosegretari. Il caso-Siri brucia maledettamente!
Lo sforzo tuttavia è di quelli che vale. In ballo c’e’ un programma politico, l’appeal di Conte con le sue qualita’ di mediatore e poco importa se quel termine ‘discontinuità’ diventa la pietra di paragone.
Dov’è la discontinuità per lo stesso Di Maio, che lascia il ministero del Lavoro per la Farnesina? E ci può essere discontinuità in tema di Decreto Sicurezza, Reddito di Cittadinanza? Può esservi discontinuità (ok, Conte succede a se stesso!) nei confronti dei Benetton, di Autostrade per l’Italia, del sistema delle concessioni che sono costate la tragedia e la vergogna di Genova? Forse ve ne sarà sull’immigrazione, per via della logica catto-comunista e dell’influenza Vaticana.
Nel giochino del “chi abbraccia chi”, il Pd è stato abbracciato. Dal Nazareno ci si riaffaccia a Palazzo Chigi dovendo redigere – in prima istanza – la Finanziaria e subito dopo confrontarsi con acqua pubblica, F-35, conflitto di interessi, scuola, etc.. Se la posta in gioco è reggere fino a scadenza di legislatura ed eleggere il nuovo Presidente della Repubblica, allora forse tutto andrà senza scossoni. Diversamente rivedremo i ricatti con buona pace della discontinuità.
Per una parte di Pd che sorride dalle stanze del potere, eccone un’altra che sprizza amarezza. Calenda se n’è andato, il “compagno” non ha resistito. E Matteo Renzi? Bè, proprio per questo il segretario Dem si chiama ZingaRenzi! Un personaggio dalla duplice identità, che al momento e’ tranquillo. Ma come si comporterà una volta che si determinerà l’agenda dei lavori? Come discuterà? Come si mostrerà in tv e sui giornali? Che cosa vorrà per tener buona la maggioranza in Parlamento e condizionare Conte? ZingaRenzi di nome non fa Nicola…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned!

Conte, l’incoronazione… Governo Bis

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Ultimi Pubblicati by
governo conte bis

Appassionante… Discorso di Conte in onda ora sui canali televisivi… il Libro dei sogni di Alice nel Paese delle Meraviglie…

Una Nota del Direttore Alberto Marolda
Una nota di Alberto Marolda

Conte parla al Paese con un discorso farcito dai grandi soliti Tormentoni, quali il “non facciamo andare via i nostri figli“, o “occorre contrastare le odiose forme di sfruttamento dei lavoratori“, “attenzione alla Disabilità“, o il sempreverde “occorre tutelare il risparmi dei cittadini“… viene da domandarsi dove fosse stato mai Conte nei passati 14 mesi, e chi sia davvero dietro a questo sgangherato governo che al Senato ha voti giusto quanto la fiducia necessaria… 161 a 161 basandosi poi sugli umori esterni della Bonino, di Nencini e di Casini per riuscire a reggersi… davvero Personaggi nuovi per la vita Politica Italiana… mai niente di più impalpabile e velleitario… indipendentemente dalle idee, quanto tempo si potrà reggere in piedi? Perché far perdere mesi al Paese, perché Salvini non voleva prendersi la responsabilità della prossima Finanziaria, e Di Maio non ha avuto il coraggio necessario per incastrare Salvini alle sue responsabilità? .. Chi è la Regina di Cuori (o il Re) nascosta che muove i tiranti di questo Governo? Da dove lo fa?… Appassionante… Preparate i Pop Corn, lo spettacolo sarà lungo ed appassionante…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned!

Roberta Lombardi, ed ora? Pre e dopo Voto sulla Piattaforma Rousseau

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Movimento Cinque Stelle/Ultimi Pubblicati by
roberta-lombardi-russoeau

Roberta Lombardi osserva, da esterna al Parlamento, il flusso degli eventi che sta portando il Pd al Governo del Paese col M5s

Il fiume scorre tempestoso, e la votazione su Rousseau sta per terminare, abbiamo bisogno di commenti, a chi chiediamo? Ehi, ma quella è Roberta Lombardi, acchiappa, acchiappa…

Una Intervista del Direttore Alberto Marolda
Una Intervista di Alberto Marolda

Roberta Lombardi, come vede il nuovo patto di Governo, questa volta col PD?
Io credo che è un tentativo che deve essere fatto. La Costituzione prevede che si voti una volta ogni cinque anni sempre che esista una maggioranza all’interno del parlamento, quindi, andava verificata l’esistenza di una maggioranza.
Ora pare che ci sia, e perciò se i temi su cui questa maggioranza si impegna a votare saranno convergenti con quelli che il governo che sosterrà, si impegna a realizzare, non vedo per quale motivo non bisogna provarci.
Lei è stata una apripista di questi accordi in Regione Lazio?
Allora, in Regione Lazio, c’era una situazione abbastanza particolare, perché a fronte di un presidente vincitore, non c’era una maggioranza assoluta che lo facesse lavorare con tranquillità in consiglio regionale, Zingaretti del PD, e quindi noi abbiamo proposto di lavorare su alcuni temi condivisi, e su questi avremmo dato, di più, avremmo garantito la nostra fiducia, e lo stiamo facendo non solo sui temi condivisi, ma anche su quelli che normalmente porta avanti il Movimento. Così è stato per il testo unico per il Commercio che sta vedendo la luce dopo vent’anni, perché l’ultimo è del 1999, e questo, finalmente, arriverà in aula dopo un lunghissimo lavoro di commissione che ha visto coinvolte tutte e tre le forze politiche presenti in consiglio regionale. Così è stato con il Piano Territoriale Paesaggistico Regionale che, nel merito non ha visto l’accordo nostro, tant’è che abbiamo votato contro, però già aver portato dopo 25 anni un piano regionale paesaggistico al voto per quanto non perfetto, ci sembra un grande segno di lavoro del Consiglio per la collettività. Così è stato sulla Legge sul Diritto allo Studio anche su altri provvedimenti su quali c’è stata sempre e comunque una grande forza di realizzazione sia che alla fine ci si sia trovati d’accordo oppure no.
Non crede che da ulteriori accordi, non possa che venirne la distruzione finale del M5S?
No non credo che possa venir fuori una distruzione del Movimento, come dite voi, da questi accordi che si stanno realizzando con il PD. Noi abbiamo sempre dichiarato, ed io che ero capogruppo ai tempi delle prime consultazioni col PD, mi ricordo molto bene, che noi dicevamo sempre che noi non siamo né di destra né di sinistra, ma che noi votiamo idee o soluzioni indipendentemente dalla parte politica da cui prendono vita. Quindi, ci abbiamo provato per 14 mesi con la Lega, e qualche cosa di buono è stato fatto, anche però qualche cosa di molto meno buono, non scordiamolo, e poi la Lega, e Matteo Salvini, hanno deciso di togliere la fiducia al Governo Conte, obbligandoci a tentare una strada di governo col PD.
E attenzione, tutto questo spiega a tutti, quello che abbiamo sempre sostenuto, e cioè, lo ripeto ancora una volta, che le buone idee, e le buone soluzioni, non sono né di destra né di sinistra, ma sono solo Buone Idee.
Da uno a 10 quanto crede in un monocolore del M5S con appoggio esterno di Leu e PD? 

Non penso che ci sarà un appoggio esterno di Leu perché da quanto si sta delineando, Leu sarà all’interno del Governo, ovviamente col PD.
Beppe e Dibba? Di Battista sembra parecchio critico…
Beppe Grillo? Beppe ha ragione, c’è la possibilità di progettare un futuro diverso da quanto si stava delineando. Un futuro che sia sicuramente più proiettato sull’economia circolare, la Green Economy, piuttosto che non su inceneritori e trivelle che tanto piacevano alla Lega, e anche nell’ambito dei diritti civili noi che abbiamo delle posizioni molto progressiste possiamo andare più d’accordo potenzialmente con il centro-sinistra che non con la lega di Salvini.
Per quanto riguarda Alessandro Di Battista, io, francamente non capisco la sua posizione odierna. So che però mi fido dei miei colleghi Parlamentari, con i quali sono normalmente in contatto, anche dopo la mia uscita, e quindi non riesco a capire la posizione di chi essendo fuori si trova critico, ma non è più in contatto con il lavoro interno continuo che viene svolto dai colleghi. Lo ripeto, mi affido alle persone che sono rimaste all’interno del Parlamento, e che quindi ne conoscono bene le dinamiche politiche, come Alessandro è vero, ma le vivono giorno per giorno, non come Alessandro oggi… Credo che sarebbe meglio parlare e dialogare di più con i propri colleghi, per quanto ex, piuttosto che da fuori buttare diktat o punti, gettati un po’ così nel discorso politico.
La lasciamo, la votazione è terminata, cosi come lo scrutinio… il governo è fatto, il PD è tornato a governare il Bel Paese con il Movimento, vediamo, e questa è una nostra battuta, per quanto tempo… restate sintonizzati, ne vedremo delle belle…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned!

CONSULTAZIONI GRILLO vs RENZI… ed oggi?

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Ultimi Pubblicati by

Oggi, 03 Settembre 2019, si vota sulla Piattaforma Rousseau, e voi, cosa avete votato? Vediamo di farvi ricordare qualcosa…
Grazie alla Redazione de “La7” per il suo lavoro.
La7 Attualità
Pubblicato su il 19 feb 2014


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned!

Renzi – Grillo, c’eravamo tanto odiati… ed oggi?

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Ultimi Pubblicati by

Oggi, 03 Settembre 2019, si vota sulla Piattaforma Rousseau, e voi, cosa avete votato? Vediamo di farvi ricordare qualcosa…
Grazie alla Redazione de “La7” per il suo lavoro.
La7 Attualità
Pubblicato su YouTube il 19 feb 2014


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned!

Una Tournée per gli ASINI VOLANTI di Luca Bonaffini

in Lucilla Corioni Blog/Ultimi Pubblicati by
Asini Volanti 720 x 379

 

ASINI VOLANTI 2000In recital, con voce e chitarra, il cantautore italiano torna dal vivo.

Gli “ASINI VOLANTI” di Luca Bonaffini volano in tournée.

Debutterà sabato 2 novembre al Teatro della Memoria di Milano il nuovo tour di Luca Bonaffini che, all’interno del suo nuovo show concept, si esibirà con sola voce e chitarra. Proseguirà a Roma, presso il Teatro Lo Spazio, domenica 10 novembre e successivamente, fino a gennaio 2020, toccherà le città di Como, Pavia, Legnano, Torino.

Il titolo dello spettacolo prende spunto dal suo ultimo album, presentato in anteprima lo scorso anno e uscito ufficialmente il 7 luglio con l’etichetta discografica Long Digital Playing Edizioni Musicali e distribuito dalla multinazionale francese Believe Digital, ovvero IL CAVALIERE DEGLI ASINI VOLANTI.

Non è un puro e semplice tour promozionale dell’album, ma un vero e proprio spettacolo dal vivo dove io, ritrovata la sintonia con la mia voce e la mia chitarra, posso raccontare e cantare le canzoni che ho amato e che mi hanno influenzato lungo la strada artistica: naturalmente, buona parte del repertorio della serata, sarà costituito anche da mie canzoni. Infine, non di meno, citazioni di storia della popular music contemporanea, dalla nascita del vinile, e dell’importanza che ha avuto (e che ha tutt’ora) la canzone leggera nel novecento. Potrei definirla un’antologia dei miei spettacoli degli ultimi 10 anni”

In forma di recital, con racconti alternati a brani musicali, IL CAVALIERE DEGLI ASINI VOLANTI è il percorso compiuto da Luca Bonaffini alla conquista delle proprie ali attraversando la storia della popular music del ‘900, omaggiando illustri colleghi (da Brassens a Jara, da Tenco a Ciampi), per approdare al suo Pianeta Cantautorale (che dura da 35 anni) realizzato grazie all’incontro artistico con Pierangelo Bertoli, Claudio Lolli e, naturalmente, sé stesso.

120 minuti di racconti, ricordi e testimonianze, canzoni non famose di personaggi indimenticabili, ballate scritte dall’autore per sé, per altri, insieme a tanti.

Per informazioni e prenotazioni: longdigitalplaying@gmail.com oppure +39 333 7695979

 Foto di Maria Grazia D’Amelia

Ecco le prime date:

teatro 2/11/2019 – Milano – Teatro della Memoria

10/11/2019 – Roma – Teatro Lo Spazio

13/11/2019 – Como – Officina Della Musica

16/11/2019 – Pavia – Teatro Domus Pacis

3/12/2019 – Legnano – Teatro Ratti

9/1/2020 – Torino – Jazz Club

Ufficio Stampa e Responsabile Relazioni Pubbliche presso LONG DIGITAL PLAYING Srls- Lucilla Corioni tel. +39333 7695979

contatti.lccomunicazione@gmail.com

www.lccomunicazione.com

Go to Top