Il Futuro? Solidale…

Monthly archive

novembre 2017 - page 2

Spada, Piervincenzi, Ostia… che diventino un Paradigma per il Paese

in Alberto Marolda Blog/Il Sociale/La Politica/Ultimi Pubblicati by
spada-piervincenzi-ostia

Roberto Spada aggredisce il Giornalista Piervincenzi ad Ostia

Un Servizio di Alberto Marolda
Un Servizio di Alberto Marolda

Spada, Piervincenzi, Ostia… Da collega Giornalista, da Cittadino Italiano, da Essere Umano, da come vi pare di più senza tanta retorica e polemica inutile, tutta la mia, la nostra partecipazione a Piervincenzi. Assoluta! Al contempo, poi, considerazione che ho anche appena ascoltato da lui in un’altra sua intervista appena rilasciata ad una collega preoccupata, qui non è politica, qui è delinquenza pura, assoluta, irrispettosa, maligna, autoreferente, ed autoalimentante, e come tale va trattata, senza alcuna pietà! Lo Spada di turno si lega politicamente a chi gli fa più comodo, Destra, Sinistra o Centro, perché lui non crede in null’altro che non sia la Violenza, il Potere, il Piacere e la Sopraffazione. L’Illegalità. Chi fa il Giornalista al Sud, sotto il Garigliano, è abituato ad episodi come questo, più o meno gravi, ma sai cosa aspettarti quando vai a fare un’intervista a Secondigliano, puro esempio fra molti, scendi dall’auto, appena sceso, APPENA aperta la porta della tua auto che “loro” non conoscono, e senti urlare: “Néé, vire chist chi song…” (Ehi, vedi questi chi sono)… e da quel momento ti senti gli occhi, e le orecchie, addosso per tutto il tempo del lavoro, per poi ascoltare il tuo intervistato che ti dice: “Volete che vi scortiamo fuori dal quartiere?”… e vi scortano loro, ed una macchina sconosciuta che vuol vedere se “veramente” ve ne andate… poi il Direttore, magari poi, ti dice che è meglio che il servizio non lo mandi in onda, non lo pubblichi… E’ però quando queste cose accadono fuori dal Sud, che ti colpiscono in tutta la loro forte, ed inaspettata violenza, ti colpiscono al basso ventre molle di una Nazione che continua a non voler capire che questi signori non scherzano, non hanno remore e non fanno “fiction”. Loro, non sono più residenti al Sud, ma vanno dove gli pare (anche a casa vostra, anche nella vostra/nostra “tanto bella” Capitale), e fanno anche proseliti, perché sarà sempre più facile, per certe persone, “tirare una testata” in faccia ad uno che fa domande scomode, piuttosto che alzarsi ogni mattina alle cinque, ed andare a lavorare seriamente da qualche parte, magari in Fonderia, con tutto il rispetto a tutti gli altri lavori, incluso il mio. La Camorra, la Mafia, la Ndrangheta, etcetc, esistono davvero! Rendetevi conto, voi perché io, Piervincenzi e tanti altri sicuramente più conosciuti e famosi, già lo sappiamo, che questa è vita vera, che Gomorra/Suburra non, ripeto NON, sono FICTION ma sono REALTA’ di ogni giorno che la maggioranza degli Italiani fa finta di non vedere, NON vuole vedere, preferendo spiare al televisore, gli ATTORI che li interpretano in FICTION, quelle si, come Gomorra etcetc… il discorso è lungo, molto lungo, ma fissatevelo bene in mente e definitivamente, le fiaccolate, le marce della pace da un giorno e via, i ragionamenti da Salotto o da Social, non risolvono questo problema che ormai puzza su tutti… tutti… possiamo essere giornalisti più o meno grandi o piccoli, bravi o non, coraggiosi o non, investigatori, poliziotti o magistrati, ma la fine dei signori (signori?) come lo Spada di turno, la dovete decretare prima di tutto voi… VOI!!!


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Napoli! Ancora Sciopero! Ancora niente Stipendio a Città della Scienza

in Alberto Marolda Blog/Città della Scienza Napoli/La Politica/Sciopero/Ultimi Pubblicati by

Napoli, Novembre 2017, Città della Scienza è ancora in Sciopero…

…le Maestranze non ricevono lo stipendio da 4 mesi, qualcuno anche da 8 mesi… Ascoltiamone altri…

Città della Scienza in Sciopero… qui lo Sciopero continua, e la struttura è sempre ferma con 85 dipendenti a tempo indeterminato, più il corollario variamente precario sino a 135, che non prendono lo stipendio… ostaggi di porcellana in un gioco molto più grande di loro? Forse…

Continuiamo ad ascoltarle queste Maestranze, sentiamo cosa ci raccontano nelle nostre interviste…

IoGiornalista non smetterà di parlare dell’argomento Città della Scienza, per commentare e dare voce a tutti, fosse pure nel pianerottolo di casa, ma voi? Scorderete velocemente tutto?

…mmm… diceva Giulio Andreotti, “A parlare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina“…

restate sintonizzati, abbiamo ancora materiale da mostrarvi…


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Napoli! Sciopero! Interviste a Città della Scienza, niente Stipendio!

in Alberto Marolda Blog/Città della Scienza Napoli/La Politica/Sciopero/Ultimi Pubblicati by

Napoli, Ottobre 2017, Città della Scienza è in Sciopero…

…le Maestranze non ricevono lo stipendio da 4 mesi, qualcuno anche da 8 mesi… Ascoltiamoli…

Città della Scienza in Sciopero… qui è sempre Sciopero serio, e la struttura è ferma con 85 dipendenti a tempo indeterminato, più il circondario variamente precario sino a 135, che non prendono lo stipendio… ostaggi di porcellana in un gioco molto più grande di loro? Forse…

Ascoltiamole ora queste Maestranze, ascoltiamo cosa ci raccontano nelle nostre interviste…

IoGiornalista non smetterà di parlare dell’argomento Città della Scienza, per commentare e dare voce a tutti, fosse pure nel pianerottolo di casa, ma voi? Scorderete velocemente tutto?

…mmm… diceva Giulio Andreotti, “A parlare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina“…

restate sintonizzati, abbiamo ancora materiale da mostrarvi…


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Napoli, Sciopero alla Città della Scienza, un Buco nero da Eliminare?

in Alberto Marolda Blog/Città della Scienza Napoli/La Politica/Sciopero/Ultimi Pubblicati by

Napoli… E’ Sciopero alla Città della Scienza, è serrata…

…è chiusura delle strutture, e… la Cultura? Cultura a chi? Non si fa più!

Un Servizio di Alberto Marolda
Un Servizio di Alberto Marolda

Uno Sciopero sulla Cultura, non è certo d’abitudine in Italia…

…e quindi, visto che riguarda Napoli, in particolare Bagnoli, l’ex Ilva, e la combattuta Città della Scienza, abbiamo deciso di seguire l’evolversi del problema, aprendovi un contenitore all’interno del quale inseriremo via, via, tutto il materiale, nostro e di altre testate, che possa essere utile a capire il perché, di base, qualcuno vuole far morire la cultura a Napoli, o, perlomeno, asservirla sempre di più alle elargizioni del Potente di turno.

La Cultura Italiana, può, e deve, mantenersi da se, lo diciamo da sempre, dobbiamo smetterla di dire che con la Cultura si fa la fame (ricordate Tremonti?), e che si ha sempre bisogno del Principe Illuminato di passaggio che finanzi il giocattolo, meglio se a fondo perduto. La Cultura deve essere una Risorsa per la Nazione, NON un peso clientelare per regalare posti di lavoro facili agli amici, parenti o amanti di… 

Secondo i dati diffusi dal Mibac, il Ministero dei Beni e delle attività culturali, nel 2011 la spesa dei turisti stranieri, per vacanze artistico-culturali, è stata di 10 miliardi di euro, il 32,6 per cento del totale sborsato da chi è venuto da noi in vacanza: 103,7 milioni di persone, 37 milioni delle quali hanno riempito hotel e ristoranti dei 352 comuni italiani considerati di interesse storico e artistico. Numeri vecchi, aumentati con forza negli ultimi anni in cui le crisi del Mediterraneo hanno aumentato il Turismo nello Stivale. 10 Miliardi = 1% del Pil del Paese, anche se 

Tra l’altro, proprio in Campania, ed in buona compagnia, c’è una vera punta, Pompei non scordiamolo, che, pur con tutti i suoi enormi difetti, da una grande mano a tutto il Budget del Mibac, 20 Milioni di Euro di incasso diretto all’anno, non sono certo bruscolini… eppure… eppure il fiorellino all’occhiello dell’Università Napoletana, Città della Scienza, non paga gli stipendi e non paga i fornitori, rischiando seriamente il fallimento, ed il conseguente commissariamento, mentre i Dirigenti si palleggiano le responsabilità con polemiche, e sterili dimissioni di pura facciata. I Nomi? Silvestrini, Lipardi, e Giannola, imparateli, perché in queste analisi sullo Sciopero, e sul tentativo di salvare la Baracca, li ascolterete parecchio.

Bene, a questo punto da dove si parte? Partiamo dal fatto che gli stipendi a Città della Scienza non si pagano da quattro mesi, e per alcuni persino di più? Partiamo dal fatto che l’ultima Mostra aperta, la Corporea attiva dallo scorso Aprile, ha portato sinora più di duecentomila visitatori con un incasso di circa Due Milioni di Euro? E perché quindi mancherebbero i soldi? Vi abbiamo inserito in copertina, a questo punto la dovreste aver già ascoltata, l’intervista effettuata dai colleghi di Tv Luna, che ringraziamo, al Presidente De Luca, proprio sullo spinoso Problema del Museo di Bagnoli, partiamo da questa, e poi sviluppiamo il discorso con altre interviste e note, incluse quelle nostre al personale in Sciopero.

Riassumiamo, per farvi ragionare meglio, alcune delle domande che pone, giustamente, De Luca:

Domandare cosa produce la gestione annuale della struttura di Bagnoli, è troppo? Attivi o Passivi? Si può immaginare che ogni anno arrivi Pantalone e versi due milioni di Euro in più? Quale è lo stato della gestione del Bilancio ordinario? Il semplice tenere aperte le porte di Città della Scienza accumula ulteriori debiti? Quanti sono i debiti veramente accumulati? Ci sono le risorse per gestire un bilancio annuale senza accumulare debiti? Sono stati assunti, negli ultimi due anni, nuovi Dipendenti, nonostante il folle passivo crescente?

Ed alla fine… A chi, ed a cosa serve Città della Scienza? Qualcuno vuole quegli spazi per altri utilizzi e progetti? Si è mai fatta davvero luce sull’attentato incendiario che distrusse la sezione costiera del Museo? Guarda caso proprio quella che serve immediatamente al Progetto Invitalia per partire, perché, fra l’altro, zona già bonificata dagli inquinanti che appesantiscono di alti costi di pulizia, tutto il complesso della vecchia Italsider?

La Città della Scienza ha anche ricevuto 15 milioni di Euro dell’assicurazione sull’incendio di cui sopra, ma questi soldi non sono serviti a ricostruire, ma solo a gestire le spese correnti. Secondo le dichiarazioni pubbliche del Presidente De Luca la Regione verserebbe più dell’ottanta per cento delle Entrate del Bilancio della Fondazione Idis-Città della Scienza, ma questi soldi, finiscono in un pozzo senza fondo? La Domande restano, approfondiamo… ma nel frattempo, qui lo sciopero continua, e la struttura è ferma con 85 dipendenti a tempo indeterminato, più il circondario variamente precario sino a 135, che non prendono lo stipendio… ostaggi di porcellana in un gioco molto più grande di loro? Forse…

Ascoltiamole ora queste Maestranze, ascoltiamo cosa ci raccontano nelle nostre interviste…

IoGiornalista non smetterà di parlare dell’argomento Città della Scienza, per commentare e dare voce a tutti, fosse pure nel pianerottolo di casa, ma voi? Scorderete velocemente tutto?

…mmm… diceva Giulio Andreotti, “A parlare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina“…

Note di Archivio per farvi capire ancora: |De Luca: “Con Corporea e Planetario riparte Città della Scienza”|

Ancora: |Napoli – De Luca sul commissariamento di Città della Scienza (03.10.17)|

Ringraziamo tutti i colleghi delle altre testate, e facciamo notare che non c’è alcuna nostra forma di pubblicità sul lavoro altrui….

restate sintonizzati, abbiamo ancora materiale da mostrarvi…


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Rosatellum, Fassina analizza i perché della Sinistra

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Rosatellum/Ultimi Pubblicati by

Rosatellum: Fassina, ma cosa è, e cosa fa la Sinistra oggi? Chi è la Sinistra oggi? Tu che ne hai fatto parte, sei pentito?

Un Servizio di Alberto Marolda
Un Servizio di Alberto Marolda

…Hai avuto ragione ad uscirne a suo tempo? Fassina è stato il primo a rompere con Renzi… ascoltiamolo… sembra perplesso…

…a Botte di Fiducia, Gentiloni sta regalando l’Italia a chi?

A Berlusconi e Renzi? A chi? A chi la regaliamo, Fassina… A D’Alema e Grasso? Non certo a Voi cari Elettori…

Una Sinistra che crolla in Sicilia, ha ancora un vero senso nel Paese? La Legge Elettorale Siciliana ha gli stessi meccanismi del Rosatellum, per cui, quale Sinistra, e con quale Leader? E’ colpa di Grasso? Quindi, Sinistra chi? Dal terzo minuto dell’intervista, Fassina si autoanalizza…

… perché il Rosatellum, ed i suoi nefasti effetti per la Democrazia, non sono solo un problema di Beppe Grillo e degli elettori Grillini

IoGiornalista non smette di parlare dell’argomento Rosatellum, commentare e dare voce a tutti, fosse pure nel pianerottolo di casa, ma voi? Avete già scordato tutto?

…mmm… diceva Giulio Andreotti, “A parlare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina“…


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Alessandro Di Battista sul Papocchio Rosatellum, non ci fermeranno

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Rosatellum/Ultimi Pubblicati by
Un Servizio di Alberto Marolda
Un Servizio di Alberto Marolda

Rosatellum: Alessandro Di Battista è un Guerriero, e del dopo Elezioni con il Papocchio, la Legge Truffa, non ha Paura…

Non c’è Rosatellum che tenga… Sono passati cinque anni… Alessandro Di Battista è ormai cresciuto, e con sicurezza ci spiega perché, con la partecipazione attiva degli Italiani, nessuno riuscirà più a fermare il M5s, Legge Truffa o non Legge Truffa… Papocchio o non Papocchio…

…ascoltiamolo perché sulla legge truffa ci dice…

…a Botte di Fiducia, Gentiloni sta regalando l’Italia a chi?

A Berlusconi e Renzi? A D’Alema, al Grasso che si è redento solo dopo aver fatto passare la Legge? Non certo a Voi Elettori…

… perché il Rosatellum, ed i suoi nefasti effetti per la Democrazia, non sono solo un problema di Beppe Grillo e degli elettori Grillini

IoGiornalista non smette di parlare dell’argomento Rosatellum, commentare e dare voce a tutti, fosse pure nel pianerottolo di casa, ma voi? Avete già scordato tutto?

…mmm… diceva Giulio Andreotti, “A parlare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina“…


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Invertiamo la Rotta: Povia e Amato in tour

in Eventi/Il Sociale/Pamela Crusco Blog/Ultimi Pubblicati by
Testo alternativo
Un articolo di Pamela Crusco

“Invertiamo la Rotta” il tour di Povia e Amato si divide tra critiche e applausi: la verità sta nel mezzo?

Invertiamo la Rotta” lo spettacolo/ conferenza tenuto dall’avvocato Gianfranco Amato e dal cantautore Giuseppe Povia è in tour nei prossimi mesi in tutta Italia. Il 15 Ottobre siamo stati ospiti della città di Latina, e non solo abbiamo assistito allo spettacolo ma abbiamo anche avuto modo di conoscere e intervistare i due protagonisti.
Povia, cantautore noto per le sue partecipazioni al festival di San Remo e per i numerosi successi radiofonici, nelle proprie canzoni ha spesso toccato temi delicati quali l’eutanasia e l’omosessualità per i quali è spesso stato oggetto di critiche da parte di una fetta di opinione pubblica.
Gianfranco Amato, sostenitore dei diritti della famiglia, legato all’organizzazione del Family Day e all’ambiente cattolico, scrittore, collabora attivamente con diverse testate giornalistiche.
Gli argomenti trattati ad Invertiamo la Rotta sono stati molti e tutti convergenti in qualche modo nell’idea che tutti noi siamo vittime di un controllo culturale delle coscienze.
Si è parlato della cosiddetta teoria gender, di transessualità, immigrazione, controllo economico, educazione infantile ed ogni tematica è sempre stata accompagnata da una canzone che tratta argomenti inerenti.
Alcune delle questioni che emergono appaiono tanto sconvolgenti da suscitare grande stupore negli spettatori che stanno seguendo le tappe di Invertiamo la Rotta, non mancano neppure critiche e aspre contestazioni.
A Latina l’accoglienza è stata calorosa e ha visto la presenza di giovani e anziani; in altre località italiane è capitato che siano stati cancellati degli appuntamenti, come quella del 23 Settembre a Trezzano sul Naviglio per la quale è intervenuta L’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia).
Amato difende se stesso e Povia dalle accuse di omofobia e intolleranza che vengono loro mosse, sostenendo la veridicità e l’autorevolezza delle fonti che vengono citate.
Noi torneremo sull’argomento più avanti prendendoci del tempo per ragionare con voi su questi temi tanto delicati.
Nel frattempo guardate la nostra intervista e sentirete direttamente dalle voci di Povia e Amato un sunto di quanto potrete ascoltare andando a vederli.


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Papocchio Rosatellum, Frusone, M5S, spiega perché ci prendono in giro

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Ultimi Pubblicati by
Un Servizio di Alberto Marolda
Un Servizio di Alberto Marolda

Papocchio Rosatellum: Luca Frusone è giovane, ed alla Legge Truffa sussurra…

Luca è in apparenza un Parlamentare di Provincia, viene da Frosinone, e quindi, se fosse stato eletto in un Partito genere DS, si sarebbe stato tranquillo in una poltroncina laterale a vedere i grossi calibri azzuffarsi guadagnando soldi nostri… ed invece, nel M5S, è uno che le Leggi Elettorali Papocchio, le combatte alla stessa stregua, e livello, dei Big Boss genere Di Battista…

…ascoltiamolo perché sulla legge truffa ci dice…

…a Botte di Fiducia, Gentiloni sta regalando l’Italia a chi?

A Berlusconi e Renzi? A D’Alema e Grasso? Non certo a Voi Elettori…

… perché il Rosatellum, ed i suoi nefasti effetti per la Democrazia, non sono solo un problema di Beppe Grillo e degli elettori Grillini

IoGiornalista non smette di parlare dell’argomento Rosatellum, commentare e dare voce a tutti, fosse pure nel pianerottolo di casa, ma voi? Avete già scordato tutto?

…mmm… diceva Giulio Andreotti, “A parlare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina“…


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Besostri sul Papocchio Rosatellum, il perché li fermerò ancora

in Alberto Marolda Blog/Elezioni 2018/La Politica/Ultimi Pubblicati by
Un Servizio di Alberto Marolda
Un Servizio di Alberto Marolda

Rosatellum: Felice Besostri è un Picconatore, uno che demolisce le Leggi Elettorali Papocchio, come Biscottini da Colazione, e… 

…sulla legge truffa ci dice…

…a Botte di Fiducia, Gentiloni sta regalando l’Italia a chi?

A Berlusconi e Renzi? A D’Alema e Grasso? Non certo a Voi Elettori…

Besostri ci spiega perché fermerà il Rosatellum, la nuova Legge Elettorale, la cosiddetta Legge Truffa… La Legge che vi illuderà di votare per un vostro candidato in vostro Partito… No, per nulla, tranquilli, dormite pure tranquillamente, cari Elettori paciocconi, tanto, deciderà qualcun altro per vostro conto… qualcuno dei vecchi NOMI… 

… perché il Rosatellum, ed i suoi nefasti effetti per la Democrazia, non sono solo un problema di Beppe Grillo e degli elettori Grillini

IoGiornalista non smette di parlare dell’argomento Rosatellum, commentare e dare voce a tutti, fosse pure nel pianerottolo di casa, ma voi? Avete già scordato tutto?

…mmm… diceva Giulio Andreotti, “A parlare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina“…


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.
Go to Top