Il Futuro? Solidale…

spada-piervincenzi-ostia

Spada, Piervincenzi, Ostia… che diventino un Paradigma per il Paese

in Alberto Marolda Blog/Il Sociale/La Politica/Ultimi Pubblicati by

Roberto Spada aggredisce il Giornalista Piervincenzi ad Ostia

Un Servizio di Alberto Marolda
Un Servizio di Alberto Marolda

Spada, Piervincenzi, Ostia… Da collega Giornalista, da Cittadino Italiano, da Essere Umano, da come vi pare di più senza tanta retorica e polemica inutile, tutta la mia, la nostra partecipazione a Piervincenzi. Assoluta! Al contempo, poi, considerazione che ho anche appena ascoltato da lui in un’altra sua intervista appena rilasciata ad una collega preoccupata, qui non è politica, qui è delinquenza pura, assoluta, irrispettosa, maligna, autoreferente, ed autoalimentante, e come tale va trattata, senza alcuna pietà! Lo Spada di turno si lega politicamente a chi gli fa più comodo, Destra, Sinistra o Centro, perché lui non crede in null’altro che non sia la Violenza, il Potere, il Piacere e la Sopraffazione. L’Illegalità. Chi fa il Giornalista al Sud, sotto il Garigliano, è abituato ad episodi come questo, più o meno gravi, ma sai cosa aspettarti quando vai a fare un’intervista a Secondigliano, puro esempio fra molti, scendi dall’auto, appena sceso, APPENA aperta la porta della tua auto che “loro” non conoscono, e senti urlare: “Néé, vire chist chi song…” (Ehi, vedi questi chi sono)… e da quel momento ti senti gli occhi, e le orecchie, addosso per tutto il tempo del lavoro, per poi ascoltare il tuo intervistato che ti dice: “Volete che vi scortiamo fuori dal quartiere?”… e vi scortano loro, ed una macchina sconosciuta che vuol vedere se “veramente” ve ne andate… poi il Direttore, magari poi, ti dice che è meglio che il servizio non lo mandi in onda, non lo pubblichi… E’ però quando queste cose accadono fuori dal Sud, che ti colpiscono in tutta la loro forte, ed inaspettata violenza, ti colpiscono al basso ventre molle di una Nazione che continua a non voler capire che questi signori non scherzano, non hanno remore e non fanno “fiction”. Loro, non sono più residenti al Sud, ma vanno dove gli pare (anche a casa vostra, anche nella vostra/nostra “tanto bella” Capitale), e fanno anche proseliti, perché sarà sempre più facile, per certe persone, “tirare una testata” in faccia ad uno che fa domande scomode, piuttosto che alzarsi ogni mattina alle cinque, ed andare a lavorare seriamente da qualche parte, magari in Fonderia, con tutto il rispetto a tutti gli altri lavori, incluso il mio. La Camorra, la Mafia, la Ndrangheta, etcetc, esistono davvero! Rendetevi conto, voi perché io, Piervincenzi e tanti altri sicuramente più conosciuti e famosi, già lo sappiamo, che questa è vita vera, che Gomorra/Suburra non, ripeto NON, sono FICTION ma sono REALTA’ di ogni giorno che la maggioranza degli Italiani fa finta di non vedere, NON vuole vedere, preferendo spiare al televisore, gli ATTORI che li interpretano in FICTION, quelle si, come Gomorra etcetc… il discorso è lungo, molto lungo, ma fissatevelo bene in mente e definitivamente, le fiaccolate, le marce della pace da un giorno e via, i ragionamenti da Salotto o da Social, non risolvono questo problema che ormai puzza su tutti… tutti… possiamo essere giornalisti più o meno grandi o piccoli, bravi o non, coraggiosi o non, investigatori, poliziotti o magistrati, ma la fine dei signori (signori?) come lo Spada di turno, la dovete decretare prima di tutto voi… VOI!!!


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Alberto Marolda Blog

Go to Top