Il Futuro? Solidale…

Salerno: Premiazione I really love - XVI Edizione Villammare Film Festival

Salerno: Premiazione I really love – XVI Edizione Villammare Film Festival

in Barbara Marolda Blog/Comunicati Stampa/Il Cinema/In Evidenza by

‘I really love…’ vince il premio della critica al VFF

Il corto di Nicola Guarino si aggiudica il prestigioso riconoscimento

Premio della critica per ‘I really love…’, il cortometraggio di Nicola Guarino, prodotto da Gabriele Martino e Giorgio Stefanutti, con Yuliya Mayarchuk e Chiara Francini e con Gabriele Paolo-Pei Andreoli, in gara il 29 agosto 2017 alla XVI edizione del Villammare Film Festival in programma a Villammare, Vibonati (SA), in piazza Portosalvo dal 27 al 30 agosto.

Appresa la notizia del riconoscimento ottenuto, il regista Nicola Guarino ha dichiarato:

Ringrazio i giurati e la critica che hanno riconosciuto in ‘I really love…’ una qualche capacità di racconto cinematografico, un tentativo di giocare con i generi e di non essere per forza lineare, logico e conforme a dei linguaggi più semplici, benché, paradossalmente, io lo intenda, invece, un cortometraggio molto popolare e divertente. Mi rendo conto, però, che, rispetto ad altri lavori, ‘I really love…’ non è influenzato da un gusto, soprattutto televisivo, che ha assolutamente abbassato i parametri di giudizio, che ha tolto anziché dato alle persone dei mezzi, delle chiavi di lettura specifiche.

Per intenderci, mia madre, ragazzina, come tanti coetanei, alla fine degli anni ’50 guardava in tv i drammi di Pirandello. È stata quindi preparata ad un non-sense, ad un surrealismo, ad un linguaggio che oggi, inconsciamente, riconosce e ritrova in film apparentemente complicati, che, in realtà, sono molto più facili e comprensibili di come sembrano. Purtroppo, i prodotti migliori di oggi non sono visti da un pubblico ampio, che, al contrario, ha imparato ed è abituato ad una narrazione piuttosto banale e clonata, come se fosse fatta in serie.

Ringrazio, inoltre, Gabriele Martino e Giorgio Stefanutti, i produttori che hanno creduto nel mio progetto, ed Andrea Bucchioni, un meraviglioso Signore della ripresa e della luce, ora in pausa, cui spero questo piccolo riconoscimento dia lo spunto per riprendere a lavorare. Altra soddisfazione, a suo tempo, è stato l’apprezzamento del corto da parte di uno specialista quale Brian De Palma.

In ‘I really love…’ ho giocato con i generi, con i linguaggi e sono contento che la critica se ne sia accorta e spero che lo faccia anche il pubblico, perché il cinema non può vivere solo di critica, ma anche di spettatori.

A ritirare il premio nella serata del 30 agosto al posto di Nicola Guarino, impossibilitato a presenziare per impegni di lavoro, è stata Yuliya Mayarchuk, che ha vinto anche il premio come migliore attrice protagonista.

Primo comunicato stampa


Note biografiche

Nicola Guarino, nato a Napoli nel 1972, lavora in Rai dal 2007, ha frequentato l’Accademia napoletana d’arte drammatica e ha una qualifica di “Esperto in regia cinematografica e televisiva” rilasciata dalla Regione Campania. In passato si è dedicato al teatro in qualità di attore e regista. Attualmente si occupa di regia televisiva e cinematografica e ha girato diversi corti. Direttore Artistico della Rassegna di Cinema Indipendente Zona Indipendente Cinema a Napoli e del The Gulf of Naples Independent Film Festival.


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tune!! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale …

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Barbara Marolda Blog

Go to Top