Il Futuro? Solidale…

Napoli, Sciopero alla Città della Scienza, un Buco nero da Eliminare?

in Alberto Marolda Blog/Città della Scienza Napoli/La Politica/Sciopero/Ultimi Pubblicati by

Napoli… E’ Sciopero alla Città della Scienza, è serrata…

…è chiusura delle strutture, e… la Cultura? Cultura a chi? Non si fa più!

Un Servizio di Alberto Marolda
Un Servizio di Alberto Marolda

Uno Sciopero sulla Cultura, non è certo d’abitudine in Italia…

…e quindi, visto che riguarda Napoli, in particolare Bagnoli, l’ex Ilva, e la combattuta Città della Scienza, abbiamo deciso di seguire l’evolversi del problema, aprendovi un contenitore all’interno del quale inseriremo via, via, tutto il materiale, nostro e di altre testate, che possa essere utile a capire il perché, di base, qualcuno vuole far morire la cultura a Napoli, o, perlomeno, asservirla sempre di più alle elargizioni del Potente di turno.

La Cultura Italiana, può, e deve, mantenersi da se, lo diciamo da sempre, dobbiamo smetterla di dire che con la Cultura si fa la fame (ricordate Tremonti?), e che si ha sempre bisogno del Principe Illuminato di passaggio che finanzi il giocattolo, meglio se a fondo perduto. La Cultura deve essere una Risorsa per la Nazione, NON un peso clientelare per regalare posti di lavoro facili agli amici, parenti o amanti di… 

Secondo i dati diffusi dal Mibac, il Ministero dei Beni e delle attività culturali, nel 2011 la spesa dei turisti stranieri, per vacanze artistico-culturali, è stata di 10 miliardi di euro, il 32,6 per cento del totale sborsato da chi è venuto da noi in vacanza: 103,7 milioni di persone, 37 milioni delle quali hanno riempito hotel e ristoranti dei 352 comuni italiani considerati di interesse storico e artistico. Numeri vecchi, aumentati con forza negli ultimi anni in cui le crisi del Mediterraneo hanno aumentato il Turismo nello Stivale. 10 Miliardi = 1% del Pil del Paese, anche se 

Tra l’altro, proprio in Campania, ed in buona compagnia, c’è una vera punta, Pompei non scordiamolo, che, pur con tutti i suoi enormi difetti, da una grande mano a tutto il Budget del Mibac, 20 Milioni di Euro di incasso diretto all’anno, non sono certo bruscolini… eppure… eppure il fiorellino all’occhiello dell’Università Napoletana, Città della Scienza, non paga gli stipendi e non paga i fornitori, rischiando seriamente il fallimento, ed il conseguente commissariamento, mentre i Dirigenti si palleggiano le responsabilità con polemiche, e sterili dimissioni di pura facciata. I Nomi? Silvestrini, Lipardi, e Giannola, imparateli, perché in queste analisi sullo Sciopero, e sul tentativo di salvare la Baracca, li ascolterete parecchio.

Bene, a questo punto da dove si parte? Partiamo dal fatto che gli stipendi a Città della Scienza non si pagano da quattro mesi, e per alcuni persino di più? Partiamo dal fatto che l’ultima Mostra aperta, la Corporea attiva dallo scorso Aprile, ha portato sinora più di duecentomila visitatori con un incasso di circa Due Milioni di Euro? E perché quindi mancherebbero i soldi? Vi abbiamo inserito in copertina, a questo punto la dovreste aver già ascoltata, l’intervista effettuata dai colleghi di Tv Luna, che ringraziamo, al Presidente De Luca, proprio sullo spinoso Problema del Museo di Bagnoli, partiamo da questa, e poi sviluppiamo il discorso con altre interviste e note, incluse quelle nostre al personale in Sciopero.

Riassumiamo, per farvi ragionare meglio, alcune delle domande che pone, giustamente, De Luca:

Domandare cosa produce la gestione annuale della struttura di Bagnoli, è troppo? Attivi o Passivi? Si può immaginare che ogni anno arrivi Pantalone e versi due milioni di Euro in più? Quale è lo stato della gestione del Bilancio ordinario? Il semplice tenere aperte le porte di Città della Scienza accumula ulteriori debiti? Quanti sono i debiti veramente accumulati? Ci sono le risorse per gestire un bilancio annuale senza accumulare debiti? Sono stati assunti, negli ultimi due anni, nuovi Dipendenti, nonostante il folle passivo crescente?

Ed alla fine… A chi, ed a cosa serve Città della Scienza? Qualcuno vuole quegli spazi per altri utilizzi e progetti? Si è mai fatta davvero luce sull’attentato incendiario che distrusse la sezione costiera del Museo? Guarda caso proprio quella che serve immediatamente al Progetto Invitalia per partire, perché, fra l’altro, zona già bonificata dagli inquinanti che appesantiscono di alti costi di pulizia, tutto il complesso della vecchia Italsider?

La Città della Scienza ha anche ricevuto 15 milioni di Euro dell’assicurazione sull’incendio di cui sopra, ma questi soldi non sono serviti a ricostruire, ma solo a gestire le spese correnti. Secondo le dichiarazioni pubbliche del Presidente De Luca la Regione verserebbe più dell’ottanta per cento delle Entrate del Bilancio della Fondazione Idis-Città della Scienza, ma questi soldi, finiscono in un pozzo senza fondo? La Domande restano, approfondiamo… ma nel frattempo, qui lo sciopero continua, e la struttura è ferma con 85 dipendenti a tempo indeterminato, più il circondario variamente precario sino a 135, che non prendono lo stipendio… ostaggi di porcellana in un gioco molto più grande di loro? Forse…

Ascoltiamole ora queste Maestranze, ascoltiamo cosa ci raccontano nelle nostre interviste…

IoGiornalista non smetterà di parlare dell’argomento Città della Scienza, per commentare e dare voce a tutti, fosse pure nel pianerottolo di casa, ma voi? Scorderete velocemente tutto?

…mmm… diceva Giulio Andreotti, “A parlare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina“…

Note di Archivio per farvi capire ancora: |De Luca: “Con Corporea e Planetario riparte Città della Scienza”|

Ancora: |Napoli – De Luca sul commissariamento di Città della Scienza (03.10.17)|

Ringraziamo tutti i colleghi delle altre testate, e facciamo notare che non c’è alcuna nostra forma di pubblicità sul lavoro altrui….

restate sintonizzati, abbiamo ancora materiale da mostrarvi…


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Alberto Marolda Blog

Go to Top