Il Futuro? Solidale…

La sindrome di Nonna Papera

La sindrome di Nonna Papera: 2016, annus horribilis

in Pianeta Donna/Simonetta Santamaria Blog by

Anno bisesto, beato chi resta. E in effetti…

Un Articolo di Simonetta Santamaria
Un articolo di Simonetta Santamaria

Lo diceva sempre mia nonna. Diffidate dagli anni bisestili almeno perché forieri di malasorte; e a capodanno ci forniva una serie di santi e amuleti scacciasfortuna, un mix tra sacro e profano che avrebbe dovuto proteggerci dagli attacchi della scalogna.
Questo 2016 è stato brutto. Orrendo, a dirla tutta. Per quanto mi riguarda, uno dei peggiori che la memoria ricordi. Per ragioni personali e mondiali.
Annus horribilis, lo hanno definito i media. La musica ha subito un’ecatombe, da David Bowie che ha aperto le danze, passando per Glenn Frey, Colin Vearncombe, Paul Kantner, Maurice White, Keit Emerson, Prince, Leonard Cohen, Pete Burns, e George Michael a chiudere la fila. Cultura e cinema non se la sono passata meglio: Umberto Eco, Dario Fo, Bud Spencer, Anna Marchesini, Carrie Fisher e sua madre Debbie Reynolds.
Stendiamo un velo pietoso sulle vittime delle stragi, degli attentati, e dei comuni mortali a noi vicini, e quelli di cui non sapremo mai niente.
Però.
Però noi siamo ancora qui, ancora in piedi.
Neppure quest’anno maledetto ci ha buttati giù.
Per quanto abbia fatto schifo, io un paio di traguardi li ho segnati. Ho sconfitto il cancro. Per la seconda volta, dopo vent’anni (perché, come Stephen King ci insegna, a volte ritornano), e ancora una volta l’ho battuto sul tempo. Mi è dispiaciuto invece apprendere che il chirurgo che mi ha operata è morto, pure lui. Troppo giovane.
Ho pubblicato un romanzo. Sebbene non con le modalità che avrei voluto, Seguimi nel Buio ha visto la luce e sta viaggiando bene.
La Sindrome di Nonna Papera continua a ottenere consensi così come Io Giornalista: la nostra famiglia si allarga giorno per giorno e di questo non posso essere che grata. Grata a voi, amici lettori, che con i vostri consensi ci fornite la benzina per andare avanti.
Perciò, avanti tutta. Affrontiamo il nuovo anno con ottimismo perché questo che sta morendo non ci ha portati con sé. E mi pare di per sé già un bel traguardo.
È inutile dannarsi per avere quello che non possiamo avere; meglio fare il massimo con ciò che abbiamo.
Buon 2017, quindi. Che anche se finisce con un numero notoriamente sfigato, se siamo sopravvissuti a questo, ci farà un baffo.
Auguri, amici miei. Da parte di Nonna Papera, Io Giornalista e la sottoscritta. Domani è un altro giorno, domani è un altro anno.

Simonetta Santamaria, è scrittrice di thriller e horror. Giornalista, irriducibile motociclista, amante dei gatti e delle orchidee.
Il suo sito è www.simonettasantamaria.net


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Pianeta Donna

Go to Top