Il Futuro? Solidale…

La sindrome di Nonna Papera

La sindrome di Nonna Papera: anno nuovo e lacrime di coccodrillo

in Pianeta Donna/Simonetta Santamaria Blog by

Non c’è buon proposito che tenga di fronte allo spietato verdetto della bilancia allo scoccare dell’anno nuovo.

Un Articolo di Simonetta Santamaria
Un articolo di Simonetta Santamaria

Inizia sempre così. Non c’è buon proposito che tenga di fronte allo spietato verdetto della bilancia allo scoccare dell’anno nuovo. Ed ecco che partono degli smadonnamenti degni del peggiore scaricatore di porto anche dalla bocca della più raffinata delle signorine-bene, quelle dei quartieri alti, quelle col cameriere in livrea e la cameriera con la cuffietta ricamata. Perché sì, care le mie amiche, non fidatevi di quelle che decantano la loro vita come la perfezione assoluta, quelle che sgranano i loro occhioni (magari tenuti su dal botulino) pure davanti alla più educata delle maleparole, quelle che sorridono sempre e non s’incazzano mai. Perché s’incazzano pure loro, davanti alla loro bilancia ultimo modello superdigitalteconologica. Fidatevi, s’incazzano. Magari con la evve ma s’incazzano.
E così iniziamo l’anno nuovo tutti incazzati. Con i pantaloni che non si abbottonano, i rotoli di lardo che fanno capolino da sotto le maglie, e una fame chimica inarrestabile. Siamo tutti a dieta, abbiamo ripreso a fare ginnastica (io, per esempio, cammino che sembro C3PO, avete presente il droide antropomorfo della saga di Star Wars?), ci siamo privati di colpo di ogni molecola di carboidrati, zuccheri e buonumore. E siamo incazzati.
Alla faccia dei buoni propositi.
E mio figlio che mi dice mamma, devi riabituarti poco alla volta, è inutile stressare il fisico e il cervello perché tanto non vinci.
È vero. Quindi ho ingurgitato un tristissimo pezzetto di pane, e m’è venuto da ridere. Che poi, a pensarci, ci siamo divertiti, abbiamo mangiato e bevuto di gusto perché non è che si mangia e si beve così ogni giorno, quindi che senso ha pentirsi? Tanto lo sappiamo che finisce – anzi, comincia – sempre così… E allora accettiamo di convivere con i nostri rolletti di capodanno promettendo solennemente di farli fuori nel più breve tempo possibile, ma senza troppo stress e senza incazzature (non per il peso, almeno).
Però potremmo fare una cosa che so per certo ci darebbe tanta, tanta soddisfazione.
Sparare sulla bilancia.
Buon anno a tutti!

Simonetta Santamaria, è scrittrice di thriller e horror. Giornalista, irriducibile motociclista, amante dei gatti e delle orchidee.
Il suo sito è www.simonettasantamaria.net


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Pianeta Donna

Go to Top