Il Futuro? Solidale…

mummia

Tremate… La Mummia è stata risvegliata!

in Il Cinema/La Cultura/Pepsi e Popcorn Blog by
Testo alternativo
Un articolo di Pamela Crusco

La commedia horror con Sofia Boutella e Tom Cruise vi aspetta nelle sale

Non stavo prendendo a cuor leggero l’idea di andare a vedere La Mummia,  e il motivo di tanta cautela era per lo più dovuto al fatto che coloro i quali lo avevano visto in anteprima lo descrivevano come un film horror.
Sono arrivata in sala con l’idea che dovevo aspettarmi qualcosa di profondamente diverso dalla vecchia trilogia de La Mummia con Brendan Fraser ( La Mummia, La Mummia – il ritorno e La Mummia – La tomba dell’ Imperatore Dragone ) in cui i momenti di tensione sono sempre resi più digeribili dall’ironia dei protagonisti.
L’aspettativa di vivere attimi di terrore era talmente viva che alla fine anche una fifona come me ne è rimasta delusa. Scriveva Edmund Burke: <Tutto ciò che può destare idee di dolore e di pericolo, ossia tutto ciò che è in certo senso terribile, o che riguarda oggetti terribili, o che agisce in modo analogo al terrore, è una fonte del sublime; ossia è ciò che produce la più forte emozione che l’animo sia capace di sentire>
Quello che voglio dire è che, alla fine, senza rendermene conto avevo il desiderio di avere paura. E invece niente… ho affrontato stoicamente, senza neppure un conato di vomito, apparizioni improvvise di morti ammazzati, scene scarsamente splatter e perfino il tipo poco raccomandabile seduto a due poltrone da me che trangugiava i suoi nachos con salsa al formaggio.


Il film è abbastanza godibile, peccato che Alex Kurtzman (già affermato autore di film di successo come The legend of Zorro, Transformers e Star Trek) abbia scelto per la parte del protagonista un attore come Tom Cruise ( a vostra scelta la pronuncia Crùis o Cruz, non siamo così fiscali) con il quale aveva lavorato in Mission: Impossible III.
Decisamente, la parte della mummia più che quella del ladro-eroe, sarebbe stata adatta alle sue capacità attoriali e alla sua forza espressiva; ma si sa, il caro Tom è affine alle tematiche dell’occulto data la sua affiliazione alla chiesa di Scientology.
Per non parlare dell’esaltazione della prestanza fisica di un ultra cinquantenne che a forza di botulino sugli zigomi si è visto ridurre gli occhi a due sottili fessure (come minimo mi aspetto di vederlo in un live action sui Pokémon nella parte di Brock) .
Altra nota negativa è di certo il velo opaco che ha gettato su quelle scene comiche che solo per merito di Jake Johnson ( Nick di New Girl ) sono rimaste saldamente in piedi.
Un plauso alla Mummia Sofia Boutella (anche lei proveniente dal mondo di Star Trek) perfettamente adatta nella parte sia dal punto di vista della performance che da quello dell’aspetto fisionomico.
Che dire poi di un Russel Crowe tanto ambiguo da essere stato strappato dalla letteratura inglese di genere fantastico…
Il film, naturalmente, è da vedere perché per fortuna il soggetto costruisce da sé la storia grazie anche agli spunti suggeriti dalla trilogia precedente e dall’originale La mummia del 1932 e perché, come ovvio, questa pellicola segna l’avvio di un remake di tutta la saga.

Neppure stavolta può mancare un extra curiosissimo 😉 : ricordate la nostra mummia Sofia Boutella trasformata in un Michael Jackson al femminile nel video di Hollywood Tonight singolo uscito nel 2011 dopo la morte del cantante?

Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Usa il Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Il Cinema

Go to Top