Il Futuro? Solidale…

berlusconi-lavitola-elezioni-senatore-di-gregorio

-8 alle Elezioni Tu voterai Berlusconi perché? Lavitola ed i Senatori Comprati

in Alberto Marolda Blog/Elezioni 2018/La Politica/Ultimi Pubblicati by

Berlusconi Lavitola… Elezioni 2018… Mancano Otto giorni al ritorno del Paese di Bengodi in Italia?

Una Nota del Direttore Alberto Marolda
Un articolo di Alberto Marolda

Berlusconi Lavitola, come paradigmi di Moralità, come modi di pensare, come modi di lavorare e di comportarsi… quindi torna Bengodi, o mancano Otto giorni al ritorno della Consapevolezza e dell’Impegno che questo Paese deve salvarsi Tutto alla stessa maniera scordandosi le furbizie?

Valter Lavitola ed il Cavalier Berlusconi, nella nostra analisi sul perché non votare Berlusconi, continuiamo a dipanare i tanti Berlusconi Files, e non vi preoccupate, ce n’è per tutti e sicuramente non ci si annoia a cercare materiale sugli argomenti del nostro politico più rumoreggiato degli ultimi 20 anni, anzi ci si indigna a gogò!
Avete del Maalox? Tenetelo a portata di mano, servirà…
Partiamo dalla descrizione del momento, del particolare passaggio della Politica italiana… correva l’anno 2008, il 24 Gennaio per l’esattezza, cade il Governo Prodi, il Fattaccio, la Storia:

Governo battuto al Senato
Prodi si dimette, domani le consultazioni

Il Senato nega la fiducia al governo: 156 sì, 161 no, un astenuto (ma al Senato l’astensione ha gli stessi effetti di un voto contrario). Decisivi i diniani e Mastella. Il discorso del premier: “L’Italia non può restare senza governo”. In serata Prodi ha presentato al presidente della Repubblica le dimissioni. I primi a salire il Colle saranno i presidenti di Camera e Senato. Berlusconi: “Al voto”. Veltroni contrario. Rissa in Aula tra esponenti dell’Udeur: Cusumano dichiara il suo sì al governo, e Barbato gli si scaglia contro…

Perché cade Mortadella Prodi? Partiamo dal fatto che il Governo Prodi stava in piedi su una manciata di voti, una risicata, rissosa e variopinta maggioranza, da Di Pietro a Mastella, da Dini a Diliberto, da Rutelli a Fassino e Bertinotti (impossibile tenerli insieme), che però, per prebende largamente distribuite (ben 103 componenti fra i quali una banda di 66 sottosegretari) riuscì ad avere il varo della sua prima fiducia, nel 2006, con solo dieci voti di scarto, 165 sì e 155 no.

Il Governo Prodi era quindi un governo per il quale il passaggio di un Parlamentare da un lato all’altro, poteva voler dire caduta immediata, presentarsi da Napolitano e rassegnare le dimissioni. Disequilibri a sistema, il buon Romano II, nei suoi 1 anno, 11 mesi e 21 giorni di storia, cade già una prima volta il 21 febbraio 2007, sulla politica estera, non raggiungendo il quorum di 160 voti (158 sì, 136 no, 24 astenuti), grazie alla fuga di due senatori della sinistra radicale, Rossi e Turigliatto. Prodi in accordo con Napolitano si dimise ma si ripresentò riottenendo di nuovo la fiducia 7 giorni dopo, con 162 sì e 157 no. Annotatevi che De Gregorio, targato Italia dei Valori (Di Pietro, Sinistra), e secondo la procura già a libro paga di Berlusconi (Destra), votò contro il governo, ma fu equilibrato dal passaggio contrario (sicuramente convinto da nobili ragioni politiche) di un “astioso” desaparecido. Ricordate Marco Follini? Ora, non stiamo scrivendo per farvi il totale della storia del secondo governo Prodi, del quale abbiamo detto che cadde definitivamente il 24 gennaio del 2008 per colpa di alcuni franchi tiratori passati definitivamente da sinistra a destra (sì, c’era anche Mastella in mezzo…), stiamo invece scrivendovi per ricordarvi le conclusioni del processo relativo messo in piedi dal PM John Woodcock, il 23 ottobre 2013, e giunto a sentenza definitiva con assoluzione di Berlusconi e Lavitola per prescrizione del Reato commesso, il 20 Aprile del 2017.

Nel febbraio 2013 Silvio Berlusconi viene indagato per corruzione e finanziamento illecito ai partiti dalla Procura di Napoli, nelle figure dei pm Vincenzo Piscitelli, Henry John Woodcock, Francesco Curcio, Alessandro Milita e Fabrizio Vanorio. L’accusa è di aver corrotto nel 2006, con 3 milioni di euro (di cui 1 milione dichiarato al fisco e 2 milioni in nero), il senatore Sergio De Gregorio per favorire il suo passaggio tra le file del Popolo delle Libertà[74]. Insieme a Berlusconi sono stati indagati anche Valter Lavitola e Sergio De Gregorio (reo confesso).[75]Il 24 giugno 2015 i Pm di Napoli chiedono per Berlusconi 5 anni di reclusione per concorso in corruzione e 4 anni e 4 mesi per Lavitola.[80][81]La sentenza dell’8 luglio seguente, condanna Berlusconi e Lavitola a 3 anni di carcere per concorso in corruzione. Il giorno prima, l’ex Cavaliere, condannato anche a risarcire i danni al Senato, aveva ritirato l’istanza di insindacabilità presentata presso la Giunta delle autorizzazioni della Camera in cui chiedeva di dichiarare la vicenda coperta da immunità parlamentare.[82]

Condannato, condannati sia Berlusconi che Lavitola, ma Reato prescritto già il 6 novembre 2015, e giunto a sentenza solo due anni dopo, per le abituali lunghezze burocratiche. Tana libera tutti ancora una volta? Attenzione, qui, alla base del Teorema con Condanna e Prescrizione di Woodcock, non c’è un tappeto di furbe intercettazioni o lunghe indagini, qui c’è addirittura un reo confesso, il Senatore Di Gregorio patteggiato a venti mesi di Condanna, che ha ammesso, come detto, tutti i Tre Milioni di Euro di Corruzione  . Nelle motivazioni, si legge che “Berlusconi ha scelto di non fornire alcuna versione alternativa dei fatti idonea a smentire il narrato di De Gregorio né elementi che debbano essere presi in esame nel giudizio”. Sempre dalle motivazioni si legge chiaramente che Berlusconi, fece leva sul senatore, sfruttando la conoscenza della sua situazione economica, definita “disastrosapromettendo a De Gregorio di risolvere qualsiasi suo problema economico.

Ora, quindi, vi abbiamo parlato di Condanna a 5 Anni per Corruzione di Berlusconi, scampata per la furba Prescrizione, e non vogliamo insistere sugli altri che Woodcock lasciò fuori, basterebbe dire che Mastella, da l’immediatamente successivo 2009, al 2014, per il Popolo della Libertà, è poi stato membro del Parlamento Europeo (salto carpiato da Sinistra a Destra dopo aver silurato Prodi), e che oggi, Elezioni 2018, si presenta con Berlusconi… scordando sua Moglie, Sandra Lonardo, inserita nella lista degli impresentabili dalla Commissione Parlamentare Antimafia ed oggi, 2018, dopo vari salti da Destra a Sinistra anche lei, ancora candidata per Berlusconi…

Cioè Berlusconi presenta, a parte tutto e fra gli altri, una dichiarata impresentabile dalla Commissione Parlamentare Antimafia nel totale silenzio di tutti i Media… era il 16 gennaio 2008, ed capo della Procura di Santa Maria Capua Vetere, Maffei, nell’ambito di un’inchiesta per concussione, dispose un’ordinanza di custodia cautelare anche per Sandra Lonardo, allora Presidente del Consiglio Regionale della Campania… Clemente Mastella, all’epoca era Ministro della Giustizia di Prodi, ed ovviamente poi votò contro il proprio Governo di Sinistra… e voi?

Voi… questo signore, il Cavalier Berlusconi, voi lo votereste per portarlo di nuovo in sella come nostro Capo del Governo Premier?

Voi votereste Berlusconi perché? Gia… perché? Cliccate sulla Freccia per leggere le tutti i nostri articoli sulle Elezioni 2018, vi divertirete…

leggi le FONTI

Restate sintonizzati, perché ogni giorno vogliamo ragionare con voi sul perché NON votare Berlusconi, ogni santo giorno sino al 4 Marzo… casa per casa… abbiamo iniziato divertendoci col Bunga Bunga, ma di carne Berlusconiana ne abbiamo tanta…

Proprio tanta…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

3 Comments

  1. State facendo molto bene…

    Attualmente la politica e’ diventato un mezzo per fare soldi (una impresa indistriale) questa e’ una cosa incontrovertibile quanto incredibile e paradossale…
    Io vedo nel movimento cinque stelle una possibilita’ per fermare questo “comico” andazzo.

    Pero’ mi apetto che facciate sul serio..

    Mi aspetto che le motivate critiche che state facendo (Grillo faceva satira politica.., ma poi si e’ reso conto che quello che diceva in teatro era proprio la verita’…) diventino oggetto di dibattito nelle sede istituzioneli, allo scopo di far cadere i governi (quando necessario)

    Grazie per quello che state facendo

    Angelo Moreschini

    • Grazie a te Angelo, sapessi quanto ci fanno bene i complimenti, davvero, aiutano ad andare avanti, e da piccoli ed indipendenti quali siamo, sono il sale della vita. Spesso è dura far concentrare la gente su quanto accade in Italia, fargli ricordare quanto è accaduto nel Paese, e soprattutto, fargli ricordare che siamo una Nazione che può salvarsi solo con un comune futuro solidale, ed onesto, ma forse, con il vostro contributo espresso, questo compito può diventare più lieve.
      Grazie ancora, e resta sintonizzato, Alberto Marolda-

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Alberto Marolda Blog

Go to Top