Il Futuro? Solidale…

marchesa-daniel-del-secco-aragona_980x571-800x500 (720 x 379)

Daniela del Secco d’Aragona: amo tutto ciò che è bellezza

in Anna Lamonaca Blog/Pianeta Donna by

La famosa marchesa, in vacanza ad Ischia, si racconta

Un Articolo di Anna Lamonaca
Un articolo di Anna Lamonaca


È una donna molto intelligente, autoironica Daniela del Secco d’Aragona, la famosissima marchesa, donna molto affascinate e bella, carismatica, giornalista, conduttrice tv, opinionista, insegnate di dermocosmesi, ricercatrice antiaging. La Marchesa del Secco D’Aragona è una maestra di stile, costume e galateo. Dal 1991 ad oggi è impegnata nella ricerca dermocosmetica anti-aging ed ha creato una linea di prodotti anti-età per il volto ed il corpo. La incontriamo ospite del Sorriso Resort d’Ischia, in cui viene coccolata e si dedica al relax nella attrezzatissima Spa e ci rilascia un’interessante intervista dedicata proprio al tema della bellezza.


Ama tutto ciò che è bellezza ed è un’appassionata d’arte, come si è avvicinata a questo mondo? “Sì è vero, complimenti per questa deduzione, l’ho anche scritto nel mio libro: “Come diventare marchesa e restarlo in tutte le occasioni della vita”di Mallardo Editore che ha ricevuto 10 ristampe, noi siamo stati sempre grandi mecenati, protettori dell’arte, produttori di talenti e di nuove leve. Io stessa produssi un programma in cui presentavamo il giovane attore emergente insieme a quello famoso, l’artista esordiente ed il famoso, siamo collezionisti, siamo appassionati d’arte, l’arte per noi è la vita, mio padre era uno scultore ed era un musicista, la ricerca del bello è una cosa che più mi colpisce nelle scelte non è né il blasone, né i danari”:


La bellezza quanto è importante nella sua vita? “Io mi piaccio tantissimo, mi sono tanto simpatica, se avessi un’amica come me l’adorerei perché sono sincera, reale. Tutto fa parte della bellezza del senso del bello, io ammiro la mia autoironia, se lei mi dicesse la marchesa mi è antipatica, io direi adorato, tu la vedi 10 minuti, io ci devo convivere 24 ore su 24, l’autoironia è vincente”.


Marchesa lei cosa farebbe per il successo?”Niente, se il successo arriva, arriva. Il successo è nato con me, io sono felice, ho le mie certezze, amo la mia famiglia, non ho momenti in cui sono triste, c’è gente che se non va in televisione per un mese si sente male, la telecamera per me è sempre accesa, mi piace fare giornalismo e tv, mi piace per il semplice fatto che posso raggiungere in un istante milioni di persone, scrivo la mia rubrica per il settimanale Nuovo. Signoretti è il mio direttore per Cairo, il fatto di raggiungere milioni di persone mi da una soddisfazione infinita, la comunicazione per me è vita, io sono soprattutto una donna di comunicazione, nasco nel settembre del 1993 come giornalista, sono 25 anni adesso, iscritta all’albo della Lombardia con Franco Abruzzo del sole 24 ore, un grande maestro, sono stata onorata perché quando sono diventata giornalista io era difficile al nord esserlo perché su 100 siamo passati in 2, sono onorata. C’insegnarono che dovevamo verificare la veridicità delle notizie, oggi non lo fa quasi nessuno si diffondono e scrivono solo notizie sbagliate.”


Perché si occupa di dermo-cosmesi? “Io mi occupo di ricerca dermocosmetica dal ‘91 e molte volte mi hanno chiesto perché c’è questo amore per le creme, esso risale al bacio della buonanotte della mamma, ricordo ancora il fruscio dello strascico di seta della vestaglia della mamma, questa donna bellissima, nastro di raso nei capelli che veniva a darmi un bacio della buonanotte, ricordo questo profumo, mi vengono i brividi, profumo di borotalco, di pulito, di mamma, che mi diceva sogni d’oro, Dio ti benedica Danielina dormi bene, mi ricordo la sua toletta la sera, si metteva la crema da notte e quella per le mani un rituale che mi sono portata dentro per anni, mi ricordo a Piazza di Spagna quando da piccola camminavo con queste scarpette alla bebè, i guantini, la borsa di Gucci non si diceva shopping allora, si andava in profumeria perché la nonna e la mamma dovevano comprare le creme, ci facevano entrare in un privè e la venditrice principale veniva come se avesse un segreto che solo lei conosceva e diceva: “marchese è arrivato l’ultimo ritrovato di Parigi, una crema prodigiosa”. Loro la provavano ed andavano via con tutte quelle creme, mia madre comprava 10 creme e dopo 2 mesi era sempre lo stesso discorso le creme del campione non erano buone, non facevano effetto, tornavamo e la tiritera della venditrice era la stessa: “marchesa, ma le creme dopo un po’ vanno cambiate, bisogna cambiarle la pelle si abitua, ho studiato che non era così, ho detto fermi tutti la marchesa ha una figlia avvocato, non ha più 20 anni eppure è giovane, non invecchia perché ha creato dei prodotti che restituiscono alla pelle quelle sostanze che essa perde con gli anni. La mia sete di conoscenza nasce dal fatto che l’ho vissuto in famiglia l’antiaging, il desiderio di restare al più a lungo possibili giovani anche mentalmente, prevenzione, quella è importante, bisogna fare prevenzione. Il vestito lo cambi la pelle no, per questo mi sono dedicata alle creme.”


Ci sono sorprese o anticipazioni per il futuro? “La mia nuova linea di dermo-cosmesi e i miei profumi, a volte si sono fatte battute sul fatto che la marchesa è estetista, ma non è così, lei è estetologa, dottoressa in scienze dell’estetica, io adoro le estetiste, le amo, usano i miei prodotti, è stato usato in tono discriminatorio ed io mi sono arrabbiata ed ho risposto sono professore in scienze dell’ estetica e l’estetista sta a me come l’infermiere al medico, collaborano con noi e sono a volte preparate, io le adoro perché chiunque metta mano su un corpo con sapienza è degno di un rispetto senza fine. Io combatto tutti i giorni, mi alzo, mi sveglio la mattina, mi metto l’armatura e come tutti scendo in campo e qualche volta vinco, qualche volta vinco e qualche volta vinco. L’importante è che ci sia l’osmosi noi siamo fatti 70 % di dna e 30 % d’esperienza, questa è la vita.


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Anna Lamonaca Blog

Go to Top