Il Futuro? Solidale…

Crisi di Governo, Conte lascia. Salvini offende i cattolici

in Alfonso Palumbo Blog/La Politica/Ultimi Pubblicati by

Senza Conte ricatto-Pd al M5S? Elezioni forse

Lega: mozione ritirata, ministri no!

Un articolo di Alfonso Palumbo
Un articolo di Alfonso Palumbo

Giuseppe Conte si è dimesso. Una crisi di Governo folle e con pretesti ignobili è finita nel modo più trasparente in Senato a seguito dello strappo di Matteo Salvini. Ancora una volta si conferma la legge: le maggioranze cadono per mano loro.
Quanto deciso dall’ex-Presidente del Consiglio era stato fra le ipotesi più gettonate. Sul piano della comunicazione non verbale, interessanti i comportamenti di Luigi Di Maio e Salvini. Freddo il primo, imbarazzato il secondo che ha toccato fogli, cambiato posizione, gesticolato, preso e posato il telefonino, ammiccato di qua e di là… Spintosi a dichiarare, fuori dall’Aula, che “Se ci sono cose da fare io ci sono”.
La vendetta si serve fredda. Al tradimento va risposto con egual moneta. Perché escludere un’alleanza con il Partito Democratico?
La risposta potrebbe trovarsi nella saggia visione di ciò che sia Politica (con la maiuscola), dove si agisce di testa e non di pancia. Di fatto questa storia insegna che in Italia, a differenza della Germania, il Contratto di Governo non regge. Incapaci di rispettare un accordo! Visto dalla prospettiva del Movimento5Stelle, non sarebbe facile accettare temi come TAV, Ilva, immigrazione. Non solo, c’è anche Bibbiano: il Pd non è stato aggressivo come i 5Stelle.
E comunque: di quale Pd si parla? Di quello di Zingaretti, di Renzi o di Calenda? Motivi ben validi, oltre a tutti gli insulti dati e ricevuti in questi mesi, per chiedere il voto degli Italiani. E ancora: quanto e come i democratici faranno pesare la propria presenza nell’eventuale nuovo governo? Non sarebbe troppo rischioso passare dal ricatto-Lega a quello Pd?
Dal dibattito al Senato si è imputata a Conte la tardività con la quale ha preso atto dell’ingerenza dell’uomo di Milano nelle cose di Governo. Debordante l’uomo di Milano, capace di farsi passare due Decreti-Sicurezza, accogliere i sindacati al Viminale, non riferire in Parlamento sul caso-Russia, invadere le competenze degli altri ministri colleghi, imporre la chiusura dei porti, non farsi processare sul caso-Diciotti. Nessuno del Centrodestra tuttavia ha indicato i vari Arata, Rixi, Savoini, Siri e nemmeno lo stop imposto al Senato della Repubblica dalla crisi di Governo di autorizzare i giudici a visionare i computer dello stesso Siri.
Può il nostro Paese rinunciare a Giuseppe Conte? Di certo deve rinunciare al ministro dell’Interno, che giorno 8 agosto ha strappato la maggioranza e giorno 20 ne è stato strappato. Anche se la sua mozione di sfiducia in Senato è stata ritirata, i suoi ministri non si sono dimessi, i suoi tentativi di ricucire sono evidenti. Rimane tuttavia l’arroganza e la deriva fascista.
Accusato da Giuseppe Conte perfino di scorrettezza istituzionale (aprendo la crisi in sede extraparlamentare), pare quasi che Matteo di Milano si creda Gesù di Nazareth. Con la barba e con la Croce e battendosi il petto infanga il senso religioso, sfrutta simboli e valori. Nel proprio inseguire il voto cattolico e nel professare atteggiamenti cristiani, sembra dimentico di come stia mettendo cattiveria nell’azione politica. Come ha bene evidenziato Nicola Morra (M5S), presidente della Commissione bicamerale Antimafia, usare certi simboli in Calabria equivale ad aperture di credito alla ‘ndrangheta. Salvini, (ex) Ministro dell’Interno, forse non lo sapeva…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Alfonso Palumbo Blog

Go to Top