Il Futuro? Solidale…

27973288_2157709901123050_1667617413911155666_n (720 x 379)

“Così vicini, così lontani” il nuovo film di Alessandro Varisco

in Anna Lamonaca Blog/Il Cinema/Ultimi Pubblicati by

Così vicini, così lontani: un film mezzo ischitano contro il bullismo

Un Articolo di Anna Lamonaca
Un articolo di Anna Lamonaca

“Così vicini, così lontani” è il titolo del nuovo film del regista Alessandro Varisco girato in varie location dell’isola d’Ischia, un film molto profondo, dalle tematiche importanti: il bullismo e l’omofobia prodotto da Cineamando. Nel cast un giovane ragazzo ischitano che si sta facendo strada nel mondo dello spettacolo passando dalle passerelle al cinema: Enrico Florenzo. In occasione della presentazione del trailer del film abbiamo intervistato il regista che ci ha raccontato da dove nasce questo progetto che a marzo sarà presentato in tutti i cinema.

27973288_2157709901123050_1667617413911155666_n (1)

Alessandro, quando nasce questo film? “Nel 2016 alcuni amici mi hanno chiesto se volevo realizzare un film con loro, ci siamo interrogati sul tema che volevamo affrontare ed abbiamo deciso per quello del bullismo e dell’omofobia. Nel film raccontiamo storie vere, realmente accadute, prendiamo un po’ spunto dalla vita di Carolina la ragazza di Novara che si è suicidata gettandosi dalla finestra e di Andrea, il ragazzo dai pantaloni rosa, vittima di bullismo, storie di cronaca. Il bullismo è una triste realtà nelle scuole italiane dove si cerca di contrastare il fenomeno, ma spesso anche i professori temono i bulli, perché loro stessi ne sono vittima: ruote bucate, frasi offensive, ingiurie o percosse, ci troviamo di fronte ad un bivio: una scuola che cerca di bloccare giovani dissociati e allo stesso tempo ne ha paura. Accade che il ragazzo più effeminato viene chiamato “femminella”, si viene presi di mira se si è deboli o per l’aspetto fisico, sicuramente è questo il filo conduttore del film.”

Qual è il messaggio che volete diffondere? “Il messaggio è che l’amicizia, la musica, lo sport, sono delle medicine che possono aiutare i ragazzi vittime di bullismo, avere amici sicuramente aiuta, così come amare la musica, la danza, il teatro, lo sport”.

Da dove nasce l’idea di venire a girare ad Ischia? “L’idea è nata dall’amicizia con Enrico Florenzo, quest’estate ci siamo conosciuti nella situazione del terremoto, il film doveva essere girato tutto in Friuli, finanziato dalla regione e da alcuni sponsor locali, ma dopo l’evento del terremoto è nato in me un senso di responsabilità anche perché la mia storia come regista nasce qui nel 2000 grazie all’incontro con Michelangelo Messina ed Enny Mazzella i quali m’invitarono al loro festival. All’epoca io lavoravo nel mondo dello spettacolo, ma non facevo ancora il regista, ero inviato per una testata web, trovandomi ad Ischia grazie a loro, conobbi Osvaldo Desideri, premio Oscar al film di Tornatore il quale era in vacanza sull’isola verde, venuto a conoscenza delle mie idee mi consigliò di svilupparle e d’iscrivermi ad una scuola di regia. Credo che l’incontro con Michelangelo Messina e sua moglie mi abbia cambiato totalmente la vita, la mia esperienza registica nasce ad Ischia perciò si può immaginare quale sia per me l’onore di girare il film in questa location. Dopo il terremoto questo film vuole dare anche uno stimolo ai giovani, il sisma li ha portati a vivere attimi bruttissimi accentuati dai media che hanno rovinato l’immagine di quest’isola per cui mi sono sentito in obbligo d’accettare la proposta di Enrico che una volta visto il corto che avevamo realizzato mi ha invitato a girare ad Ischia, abbiamo accettato perché con questo film vogliamo dimostrare che la forza ed il motore della società sono i giovani.”

Il tema del film è il bullismo è l’omofobia, ma diciamo che la radice di tutto ciò è la violenza, perché questi giovani sono sempre più violenti? ” Essi sono violenti perché purtroppo viviamo in una società basata sui social network, sull’apparire, ma anche in una società molto legata alla chiesa, nonostante le aperture clamorose di Papa Francesco nei confronti degli omosessuali, gli insegnamenti, la cultura e il sistema italiano sono chiusi rispetto a quello europeo, dobbiamo confrontarci con le vecchie generazioni che condizionano l’intera società, soprattutto in alcune zone del paese.”

Forse quello che manca è l’educazione all’amare? “La frase che dice: – L’amore vince su tutto – è in parte vera ormai non si guarda più all’amore sentimentale, ormai i nostri giovani pensano solo all’amore sessuale.”
Di cosa c’è bisogno? “C’è bisogno di una categoria di persone: i professori che stando più a contatto con i nostri ragazzi, portino loro un certo messaggio. Ci troviamo di fronte ad una scuola che forma solo culturalmente senza farsi carico di queste tematiche ed altre che fingono “d’interessarsene”, ricordo a Pordenone quando andai dalla preside di un istituto a discutere del progetto e questa mi disse: “Ma no, nella mia scuola non esiste bullismo”- è impossibile che con più di 1200 alunni non esista, un bullo, io penso che bisognerebbe fare un passo indietro e prendere coscienza che il mondo è cambiato, non dobbiamo fermarci all’apparenza.”

Enrico recita in questo film? “Certo, ho voluto fortemente che partecipasse anche per una questione di gratitudine nei suoi confronti, si è messo totalmente a disposizione abbracciando fortemente il progetto sin dal primo momento in cui gli raccontai il film. Quest’estate ai Maronti, vide la parte di cortometraggio che abbiamo già registrato con cui siamo in concorso ad alcuni festival del cinema e si è messo subito a disposizione.”

In quali location dell’isola avete girato? “Siamo stati ad Ischia Ponte, abbiamo girato ieri alla Baia delle monache su delle barche, una scena sotto il santuario del Soccorso, questa mattina siamo stati al Principe delle Terme poi ai Maronti e domani concluderemo alcune scene in vespa con alcune panoramiche, un po’alla Vacanze Romane. Provengo da una cultura neorealista, non faccio cose stratosferiche, colossal, io mi baso sulla vita reale del nostro paese.”

Il film ha l’intento di denunciare o sensibilizzare? “Ha 2 intenti, denunciamo e nello stesso tempo sensibilizziamo i nostri giovani con un tour che inizierà dopo il film, abbiamo un pre-accordo col Ministero della Pubblica Istruzione per sensibilizzare i giovani portando il film nelle scuole perché aprano gli occhi su queste tematiche.”

Come avete scelto il cast? “Il cast artistico è composto da:Matteo Rovedo,Giorgia Tugnoli, Endrit Avdijaj, Michele Zanchetta, Thomas Vettorel, Cinzia Clemente, Elia Pradal con la partecipazione di Enrico Florenzo. Il Cast tecnico: Direttore di produzione: Christian Canderan, Segretaria di produzione: Nadia Avon
Direttore della fotografia e operatore: Davide Cancian, Actor coach: Cinzia Clemente, Produttore esecutivo: Alessandro Varisco e Ivana Vidotto, Fonico di presa diretta: Roberto Boccia, Location manager: Enrico Florenzo. A novembre dell’anno scorso insieme agli sceneggiatori, abbiamo composto un casting al nord in alcune scuole scegliendo personaggi principali e comparse, tutti giovani che non avevano esperienza, uno può anche non essere bravo, ma se funziona,lo scelgo, sei mesi di prove è stata dura per loro, il cardine e il punto fondamentale è stata la mia amicizia con Cinzia Clemente una actor coach pugliese che li ha presi per mano e li ha guidati in quest’avventura con passione.”
Parlaci un po’ di te…”Ho iniziato nel 2007 realizzando corti a livello scolastico, ho 38 anni, ho lavorato per 5 anni come direttore del teatro di MSC crociere, sono stato assistente in cortometraggi di vari colleghi, ho lavorato all’Istituto Tecnico di Novara realizzando un corto premiato ad EXPo. Nel 2012 ho ricevuto una brutta delusione con un produttore su un libro che avevo scritto per un film che doveva realizzarsi,ma il progetto non è andato in porto, quella doveva essere l’opera prima e penso che sarà questo film.”
C’è qualcuno che vuoi ringraziare? “Ringrazio Enrico Florenzo che si è preso a carico umanamente delle nostre richieste, siamo una produzione indipendente con un budget ridotto. Ringrazio inoltre la Regione Friuli e le donazioni di privati alla nostra associazione Cineamando ed un’azienda di Torino che non vuole apparire.”


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Anna Lamonaca Blog

Count per Day - DEBUG: 0.078 s
  1. Server: Apache
    PHP: 5.4.16
    mySQL Server:
    mySQL Client: 5.5.50-MariaDB
    WordPress: 4.6.11
    Count per Day: 3.5.7
    Time for Count per Day: 2018-05-22 19:10
    URL: iogiornalista.com/cosi-vicini-cosi-lontani-film-alessandro-varisco/
    Referrer:
    PHP-Memory: peak: 55.5 MB, limit: 1024M
  2. POST:
    array(0) { }
  3. Table:
    F8Id5CfE3_cpd_counter: id = int(10)   ip = int(10) unsigned   client = varchar(500)   date = date   page = mediumint(9)   country = char(2)   referer = varchar(500)  
  4. Options:
    version = 3.5.7
    onlinetime = 500
    user = 0
    user_level = 0
    autocount = 1
    dashboard_posts = 15
    dashboard_last_posts = 15
    dashboard_last_days = 10
    show_in_lists = 1
    chart_days = 2
    chart_height = 100
    countries = 20
    exclude_countries =
    startdate =
    startcount =
    startreads =
    anoip = 0
    massbotlimit = 25
    clients = Firefox, Edge, MSIE, Chrome, Safari, Opera
    ajax = 0
    debug = 1
    referers = 0
    referers_cut = 0
    fieldlen = 150
    localref = 0
    dashboard_referers = 5
    referers_last_days = 3
    no_front_css = 1
    whocansee = edit_others_posts
    backup_part = 4000
    posttypes =
    chart_old = 0
  5. called Function: count page: x
  6. called Function: getPostID page ID: 3683
  7. Post Type: post - count it
  8. called Function: count (variables) isBot: 1 countUser: 1 page: 3683 userlevel: -1
  9. getMostVisitedPosts1088 : 0.07791 - 49.48 MB
    rows - SELECT COUNT(c.id) count, c.page post_id, p.post_title post FROM F8Id5CfE3_cpd_counter c LEFT JOIN F8Id5CfE3_posts p ON p.id = c.page WHERE c.date >= '2018-05-12' AND c.page > 0 GROUP BY c.page ORDER BY count DESC LIMIT 10
  10. showFields : 0.00469 - 49.85 MB
    rows - SHOW FIELDS FROM `F8Id5CfE3_cpd_counter`

GeoIP: dir=0 file=- fopen=true gzopen=true allow_url_fopen=true

Go to Top