Il Futuro? Solidale…

Conte premier con il M5S

Conte – 2, il M5S piega il Pd. Governo bis-continuo?

in Alfonso Palumbo Blog/La Politica/Movimento Cinque Stelle/Ultimi Pubblicati by

Conte media e ‘ZingaRenzi’ accetta i venti punti 5Stelle

Il “compagno” Calenda via. I Benetton forse

Un articolo di Alfonso Palumbo
Un articolo di Alfonso Palumbo

Giuseppe Conte e il M5S hanno vinto. L’avvocato rimane Premier, la maggioranza dei ministri del suo Esecutivo ancora pentastellata.
Una vittoria tuttavia sofferta. La discussione in casa 5Stelle è stata appassionata e sul web si sono assunti livelli di accesa dialettica. Simbolicamente: le dita si sono girate e rigirate ma alla fine sono ritornate a fare la mano. Il M5S è così! Italiani di nuovo innamoratisi della politica: nessuno potrà mai ringraziare abbastanza Casaleggio e Grillo.
Dal punto di vista pentastellato, dire sì ai Dem è costato.
Le parole di Ignazio Corrao, europarlamentare, hanno fatto scalpore. La buona memoria ha ricordato lo sbeffeggiamento per le sirene… Metodi e ricette di M5S e Pd sono diametralmente opposti. Specie in tema di etica: il Codice imposto da Luigi Di Maio ha valore di scudo anti-atomico. Possono del resto i Dem cambiare pelle, modo di essere, filosofia, pretese, atteggiamenti solo perché lo chiede il M5S? Davvero hanno accettato di essere parte del nuovo Esecutivo ‘solo’ per il bene del Paese? Per dare riposta a tutto ciò, Di Maio ha voluto tutelarsi appunto ricorrendo al Codice etico. La nomina dei ministri Democratici operata da Nicola Zingaretti sembra premiarlo, malgrado occorra attendere i sottosegretari. Il caso-Siri brucia maledettamente!
Lo sforzo tuttavia è di quelli che vale. In ballo c’e’ un programma politico, l’appeal di Conte con le sue qualita’ di mediatore e poco importa se quel termine ‘discontinuità’ diventa la pietra di paragone.
Dov’è la discontinuità per lo stesso Di Maio, che lascia il ministero del Lavoro per la Farnesina? E ci può essere discontinuità in tema di Decreto Sicurezza, Reddito di Cittadinanza? Può esservi discontinuità (ok, Conte succede a se stesso!) nei confronti dei Benetton, di Autostrade per l’Italia, del sistema delle concessioni che sono costate la tragedia e la vergogna di Genova? Forse ve ne sarà sull’immigrazione, per via della logica catto-comunista e dell’influenza Vaticana.
Nel giochino del “chi abbraccia chi”, il Pd è stato abbracciato. Dal Nazareno ci si riaffaccia a Palazzo Chigi dovendo redigere – in prima istanza – la Finanziaria e subito dopo confrontarsi con acqua pubblica, F-35, conflitto di interessi, scuola, etc.. Se la posta in gioco è reggere fino a scadenza di legislatura ed eleggere il nuovo Presidente della Repubblica, allora forse tutto andrà senza scossoni. Diversamente rivedremo i ricatti con buona pace della discontinuità.
Per una parte di Pd che sorride dalle stanze del potere, eccone un’altra che sprizza amarezza. Calenda se n’è andato, il “compagno” non ha resistito. E Matteo Renzi? Bè, proprio per questo il segretario Dem si chiama ZingaRenzi! Un personaggio dalla duplice identità, che al momento e’ tranquillo. Ma come si comporterà una volta che si determinerà l’agenda dei lavori? Come discuterà? Come si mostrerà in tv e sui giornali? Che cosa vorrà per tener buona la maggioranza in Parlamento e condizionare Conte? ZingaRenzi di nome non fa Nicola…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Alfonso Palumbo Blog

Go to Top