Il Futuro? Solidale…

Author

Alberto Marolda

Alberto Marolda has 110 articles published.

Un Festival da record, Ermal Meta e Fabrizio Moro su tutti

in Festival Sanremo 2018/La Musica/Rosaria della Ragione Blog/Ultimi Pubblicati by

Ermal Meta e Fabrizio Moro hanno vinto.

Ora che i riflettori del Festival si sono spenti e che la festa è terminata è tempo di raccogliere ciò che di buono ha lasciato quest’esperienza e volare a Lisbona per l’Eurovision Song Contest alla sua 63esima edizione.

Non mi avete fatto niente” è il brano che i due cantautori hanno presentato sul palco dell’Ariston. Dopo numerose polemiche, sono stati riammessi in gara e sono saliti sul palco ancora più carichi e agguerriti portando a casa la vittoria. In conferenza dichiarano di aver trovato entrambi una bella amicizia che continueranno a coltivare. “Nessuna rivalsa, solo tanta felicità per il risultato – dichiarano i vincitori – Questa vittoria è la prova che il messaggio che volevamo trasmettere sia arrivato”. Secondi sul podio Lo Stato Sociale con “Una vita in vacanza” e terza Annalisa con “Il mondo prima di te”. Per la categoria Giovani, invece, il vincitore è Ultimo con il brano “Il ballo delle incertezze”. Il premio della critica Mia Martini è stato assegnato a Ron per la categoria Big ed a Mirkoeilcane per la categoria Giovani. Il premio Sergio Endrigo, istituito quest’anno dalla Rai, per la miglior interpretazione, è stato vinto da Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico. Ed è così che il Festival targato Baglioni, Hunziker e Favino si conclude con un risultato strabiliante, superiore ad ogni aspettativa. Una media d’ascolto del 52,27 %. “La Rai e Claudio Baglioni hanno vinto una grande sfida – dichiara il Direttore di Rai1 Angelo Teodoli – La sua solidità artistica non ci ha fatto mai dubitare. La crescita è iniziata 4 anni fa con Carlo Conti. Ora bisognerà trovare una strada ulteriore, speriamo sia un percorso che possa non fermarsi qui”. Uno dei momenti più emozionanti dell’ultima serata del Festival è da attribuire, senza alcun dubbio, alla performance di Pierfrancesco Favino che ha presentato il brano “La notte poco prima della foresta di Bernard – Marie Koltès, storia di estraneità e di esclusione, appena andata in scena all’Ambra Jovinelli di Roma. Un monologo che l’attore, in un crescendo di pathos, recita con le lacrime agli occhi e facendo emozionare l’intera platea. Numerosi sono stati gli ospiti che sono saliti sul palco dell’Ariston in questa 68esima edizione, a partire dalla prima serata con la formidabile apertura di Fiorello. Le esibizioni che si sono susseguite in queste cinque serate tra cui quella di Gianni Morandi, Tommaso Paradiso, Mannoia, Nannini, James Taylor e Giorgia, Laura Pausini, Nek Pezzali e Renga, Virginia Raffaele, Piero Pelù, Negramaro, hanno contribuito, senz’altro, a rendere la musica e le parole al centro del Festival, da sempre l’intenzione del direttore artistico.


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Elezioni 2018: La Sbianchettata Nunzia De Girolamo… Intervista possibile

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Ultimi Pubblicati by
de-girolamo-berlusconi

De Girolamo, intervista chiesta, intervista mancata, domande poste e non risposte…

Una Nota del Direttore Alberto Marolda
Un articolo di Alberto Marolda

Nunzia De Girolamo… Onorevole Nunzia De Girolamo, dice la Wikipedia verso la fine della scheda…
“… In contrasto con il leader Angelino Alfano per il fatto di voler uscire dal governo, l’8 aprile 2015 viene sostituita, dopo aver rifiutato di dimettersi, da Maurizio Lupi come capogruppo alla Camera di Area Popolare decidendo però di rimanere come minoranza nel partito, pur non condividendone da tempo la linea.
Il 22 settembre dello stesso anno, in polemica col suo partito per quello che lei interpreta come un appiattimento sulle posizioni del Partito Democratico, annuncia la sua fuoriuscita dal Nuovo Centrodestra per approdare in Forza Italia, seguita da 120 amministratori campani; sarà poi commissario del partito in Molise fino all’agosto 2017. L’anno seguente si ricandida alla Camera come capolista per il proporzionale nel collegio Bologna-Imola poiché nel suo collegio Avellino-Benevento a sorpresa sarebbe seconda dietro a Cosimo Sibilia (per questo accusa il coordinatore regionale Domenico De Siano)… ”
E siamo alla data odierna…
Noi di Iogiornalista abbiamo più volte intervistato l’Onorevole Di Girolamo all’inizio della passata Legislatura, lo ammettiamo, ci stava simpatica questa bella ragazzona che, dalla appannata Provincia Campana, tentava la scalata alla Capitale dell’Impero, con una lunga militanza politica e tanta, tanta, grinta.
Poi però, qualche gestione opaca, qualche scivolata inopportuna (vabbeh, i messaggini galanti al Sor berlusconi nun se ponno vedè…), e qualche inchiesta pesante che l’hanno portata alle dimissioni da Ministro… ‘nsomma, lo ammettiamo, ad un certo punto l’abbiamo voluta perdere di vista giornalisticamente… però ora, le hanno fatto un torto da cattivoni, e dopo aver sentito ieri, il buon Romani dichiarare, “Nunzia De Girolamo mi ha promesso di chiuderla con le polemiche…”, manco fosse una bambinetta da redarguire, abbiamo deciso di intervenire, perché chissà, magari si redime… eppoi è chiaramente Lei il simbolo dei Paracadutati delle Elezioni 2018…

      1. Onorevole De Girolamo, allora, come già più volte detto, se non fosse stata per una pagliuzza lei sarebbe stata fuori dalle liste, tradita da una sbianchettatura all’ultimo momento, ha qualcosa da dichiarare anche al nostro pubblico?
      2. Non le sembra che quello che è accaduto sia l’ennesima dimostrazione che in Forza Italia non è cambiato nulla?
      3. Il Centro Destra Berlusconiano muove molte critiche alle liste del MoVimento 5 Stelle ed a quelle di Renzi, ed ai metodi, pur estremamente differenti, utilizzati per comporle, ma, non le sembra che le liste presentate da Berlusconi, la loro composizione, ed i metodi usati dall’Uomo di Arcore per costruirle, siano l’ennesima dimostrazione che la politica del Centro Destra è rimasta pura spartizione del potere?
      4. I cosidetti “Populisti”, parlano molto di vincolo di mandato come critica costruttiva e risolutiva al metodo di rappresentanza costruito a suo tempo con la nostra Costituzione. Di Maio e Salvini, pur con approcci diversi, affermano che il politico eletto dovrebbe esserlo sulla base di un programma anche in difesa di un territorio, il proprio territorio di appartenenza e di sviluppo politico, ovviamente mediato dallo stare presentandosi in elezioni nazionali, in questo caso… Se tutto questo è vero, lei, onorevole De Girolamo ci spiega che cosa diavolo ci farebbe, ora, in Emilia?
      5. Onorevole ci scusi se insistiamo ancora sul vincolo di mandato, sa, ci sembra opportuno parlarne ancora ad una candidata della stessa parte politica che arruola l’usato sicuro Scilipoti (si ricorda l’uomo che salvò il Berlusconi Governo saltando dall’Italia dei Valori al Gruppo Misto?), ma ci sembra che il messaggio mandato dal paese, dopo il referendum dell’anno scorso, fosse molto chiaro, il paese vuole parlare con i propri politici, e vuole che portino le idee raccolte sul territorio a Roma… Il successo di Salvini, volendo apposta lasciar perdere il MoVimento 5 Stelle, viene proprio da questo rapporto diretto col territorio, dal continuo contatto col Popolo, dall’esporsi in prima persona parlando con la gente… È passato del tempo, più di un anno, ma Renzi e Berlusconi, chiusi, come sono, nelle loro lontane Torri d’Avorio, non la vogliono capire, Cos’è un virus romano?
      6. Onorevole, non possiamo non ricordarlo, Google è tremendo su questo, ma che fine ha fatto, abbiamo cercato ma ci sono molti silenzi, dicevamo, che fine ha fatto l’incriminazione con l’accusa di sua associazione a delinquere finalizzata alla concussione ed al voto di scambio? Ci vuole utilizzare per dirci liberamente la sua su cosa sta accadendo?
      7. Onorevole, concludendo e tornando all’Incipit, la Signora Boschi, esempio più fulgido fra gli analoghi al suo caso, è stata catapultata dal Buon Renzi, addirittura a Bolzano, Lei, si sente di mandarle un Messaggio racchiuso, che so, in una Littorina Ferroviaria, che magari, può essere non deragli e che le arrivi?

Onorevole ci scusi, promettiamo, è l’ultima domanda, ed è più una provocazione che altro… ma non sarebbe stato più “Onorevole”, presentarsi da sola, magari con una Lista Civica, o persino fare “L’Indipendente Redenta” nelle liste Grilline, piuttosto che farsi “Paracadutare” dal Paron Berlusconi?

Grazie per la sua attenzione Nunzia, lo sappiamo che non ci risponderà, ma come diceva quello… “stai sereno”… no, forse era “stai senza pensieri”… mah, ci confondiamo il confine fra la Politica Italiana ed altro… è davvero sottile… molto sottile…

Elezioni 2018, una vera Fiction appassionante, ma non è una Fiction invece, e, quindi, tu li voterai perché? Già… perché?


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

De Girolamo, Boschi, Berlusconi, Elezioni, la Diaspora dei Candidati…

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Ultimi Pubblicati by
candidati de-girolamo paracadutati-elezioni-

De Girolamo. Solita tecnica di distrazione di Massa, passa una settimana e nessuno ne parla più…

Candidati Paracadutati in giro per il paese… Della serie, Tu voterai Renzi e Berlusconi perché…. già, perché?

Una Nota del Direttore Alberto Marolda
Un articolo di Alberto Marolda

Queste Elezioni sono cortissime ve ne siete accorti? Corte, brevi, nel senso che il periodo di Campagna Elettorale si sta rivelando essere decisamente molto stretto, e, fra l’altro, costellato di “altri” avvenimenti di Distrazione di Massa (Festival di Sanremo Docet), al punto tale che sembrano addirittura studiati ad hoc per non farvi pensare con calma a ciò che sta accadendo nel Paese.

Ad esempio, le candidature, le “strane” liste decise a tavolino nelle segrete stanze, non era un fenomeno che tutti ci eravamo detti di non voler più vedere nel paese? Eppure è accaduto solo pochi giorni fa, sotto gli occhi di tutti, e le polemiche dove sono? Dove sta l’indignazione dell’intera Nazione? Convegni ad hoc, Paura diffusa, riunioni di Condominio specifiche di Elettori consci del Pericolo di Perdita della Democrazia… no… Silenzio, o quasi, il ricordo è già scordato e travolto dagli eventi, la memoria resettata, cancellata, niet… nulla… Memoria da Pesciolino Rosso…

Nel Gattopardo, nulla deve cambiare perché tutto possa (faccia finta di) cambiare… e, dopo il lungo ultimo valzer delle candidature, quindi, dopo il ritorno di “Lui“, del Sor Berlusconi riverginato, del Leopardo ormai smacchiato, non vi sembra chiaro che, anche e sopratutto nella politica italiana, non cambi mai nulla?

Dunque, riassumiamo, parliamo di candidature ad esempio, il nuovo-vecchio fenomeno che osserviamo a liste presentate, si chiama Diaspora del Candidato, non mi riesce di fare la voce alla Piero Angela ma la Wikipedia ci dice che la Diaspora sia… “… la dispersione di un popolo nel mondo dopo l’abbandono delle sedi di origine- (Garzanti) o della -dispersione in varie parti del mondo di un popolo costretto ad abbandonare la sua sede di origine- (Treccani),[e per via estensiva -Dispersione di individui in precedenza riuniti in un gruppo-“…

Bene, generalmente la Wiki ci azzecca, perché, tranne che per l’ultima parte, la dispersione del gruppo che accade quando gli eletti scappano nel “Gruppo Misto“, l’abbandono forzato delle sedi di origine è proprio quello che è accaduto nelle liste di Sinistra e di Destra decise, e pubblicate, dalle segrete stanze di Arcore e di Via del Nazareno, con una mancanza di vergogna tale da far impallidire il miglior Andreotti mai osservato.

Vincolo di Mandato? Responsabilità verso l’elettorato? Non pervenuti!!! Candidati paracadutati dappertutto secondo i voleri ed i piaceri dei due “Capi”, Renzi e Berlusconi…

Maria Elena Boschi, donna del Giglio Magico e Toscanaccia di Montevarchi, sarà candidata all’uninominale a Bolzano (Bolzano?), ed in cima a tre collegi del proporzionale in Sicilia (Sicilia?), ed è quindi praticamente certa, blindata, di essere eletta alla Camera. Roberto Giachetti, Romanaccio de Roma ed ex candidato a Sindaco della Capitale, dopo le tante discussioni degli ultimi giorni, sarà candidato all’uninominale a Sesto Fiorentino (Toscana?), un altro seggio considerato da elezione sicura… e via cosi eleggendo cosi, si potrebbe parlare del fenomeno Puglia ad ulteriore esempio del dirigismo Renziano, ed a Destra? Cosa fanno a Casa Forza Italia?

leggi intervista

Sorprese a gogò anche nella compagine dello stanco Berlusconi (è stato tutto lo scorso fine settimana chiuso in casa a riposare, ha 82 anni, ovvio, ma che succederebbe se fosse Premier?), con abbandoni e salvataggi anche all’ultimo momento, con l’esempio clamoroso, di tradimento della volontà dell’elettorato, sul quale vogliamo concentrarci con la nostra intervista mancata, l’Onorevole ed ex Ministro, la Beneventana Nunzia De Girolamo.

La Sbianchettata, e salvata all’ultimo momento paracadutandola in Emilia, Nunzia De Girolamo… leggi l’intervista possibile…

Elezioni 2018, una vera Fiction appassionante, ma non è una Fiction invece, e, quindi, tu li voterai perché? Già… perché?


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Matematica per tutti: la Funzione Fattoriale

in Francesca Moroni Blog/Matematica per tutti/Ultimi Pubblicati by

Calcolo combinatorio, Funzione Fattoriale

Un articolo di Francesca Moroni
Un articolo di Francesca Moroni

Siamo fermamente convinti che la Matematica possa essere per tutti, se affrontata con serenità e curiosità. Ci proviamo con questa serie di articoli che vi serviranno per comprendere l’interessante mondo del Calcolo Combinatorio.

Banalmente: quante schedine devo giocare per essere sicuro di fare 13?

Quanti possibili ambi differenti possono essere estratti da 90 numeri?

In quanti modi diversi posso disporre le squadre nei gironi di un torneo?

Se siete interessati a risolvere questioni di questo tipo…buon ascolto!

Iniziamo con una lezione un po’ tecnica che ci servirà a definire la funzione fattoriale. Perché ci interessa proprio questa particolare funzione? Perché entra pesantemente in gioco non appena iniziamo a discutere di permutazioni, disposizioni, combinazioni e via discorrendo.


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Il Programma del Movimento Cinque Stelle… basta leggerlo…

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Movimento Cinque Stelle/Ultimi Pubblicati by
programma-movimento-cinque-stelle

Il Programma Elettorale a Cinque Stelle…

Si continuano a fare tante chiacchiere sul Programma Elettorale dei vari Partiti e Movimenti, sembra il cantiere della Torre di Babele… non ci si capisce nulla tanto velocemente cambiano… ma, tutti?

No, questo, quello del M5S, è in giro da tempo…

Parecchio Tempo…

Una Nota del Direttore Alberto Marolda
Un servizio di Alberto Marolda

Davvero ragazzi, sembra incredibile, ma sul Programma elettorale dei Partiti non ci si capisce nulla, cambiano ad una velocità stratosferica, copiandosi l’un l’altro, sembra quasi una regata di Coppa America, un Match Race… vi ricordate i tempi di “Azzurra” o del “Moro di Venezia”?

Ma si, dai, quelle gare veliche dove le barche che correvano erano due, tecnicamente si chiamavano “Match Race”, regatavano marcandosi l’un l’altra, copiandosi le mosse, imitando tutto dell’avversario, genere “ora mi ti Francobollo” ma la rotta mia un la fò… ‘nsomma, le ricordate?

Bene, noi le ricordiamo, ed i programmi cangianti di Berlusconi (Difficile intercettarlo quanta è la velocità di cambiamento…), Salvini (Lui poi fa un Match Race personale con Berlusconi prima che con gli altri…), Renzi (Aspè, un vero e proprio programma non è ancora in giro), Grasso (No, in fondo lui dato segno di vita solo sulle “Tasse Scolastiche Universitarie”…), la Meloni (Programma Elettorale? What?), etcetc, ci sembrano proprio fare tanti “Match Race”… Cambiano… Però… però, su una cosa sono TUTTI d’accordo senza bisogno di imitarsi sin dall’inizio, che vincano tutti (Tanto poi ci si mette d’accordo…), ma che assolutamente non vinca il M5S… i Populisti sono ciucci e mangiano i Bambini, ricordate?

Vabbeh, saranno pure Populisti, ma loro, LORO, una rotta sembrano averla, vediamo…

Scaricatevi il Programma Elettorale del Movimento 5 Stelle… e meditate gente, meditate…

Ah, si lo so ora cosa direte, Alberto, ma con l’Europa come ci mettiamo? Avete ragione, su questo argomento stiamo approfondendo gli ultimi sviluppi che sembrano anche controversi, ma, sapete come siamo fatti, noi vogliamo ascoltare le persone direttamente coinvolte, per sapere, per capire senza intermediari… Quindi, se pazientate, vi porteremo un paio di interviste che vi lasceranno soddisfatti, state tranquilli, certo, nel frattempo, rispetto agli altri Partiti dove tutto, TUTTO, è in continuo cambiamento a seconda dei sondaggi, mi sembra che ci si trovi su un altro piano… o no? Europa, Europa, approfondiremo… Stay Tuned Folks!!!


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Virginia Raggi e Giletti, che tosta la “ragazzina”, eh?

in La Politica/Movimento Cinque Stelle/Ultimi Pubblicati by

La Sindaca Virginia Raggi regge bene il confronto con l’inossidabile Giletti…

E’ troppo facile attaccare la Raggi, ed in campagna elettorale serve a qualcuno ancora di più, ma Virginia Raggi… Quanto posso parlare? E lo zittisce…

Una Nota del Direttore Alberto Marolda
Un articolo di Alberto Marolda

Ogni santa volta che ci troviamo a parlare con persone, amici, parenti, estranei, che non sono del Movimento Cinque Stelle, l’argomento di critica principe è Virginia Raggi, nemmeno Roma, no, è Virginia…

Sempre quanto è incompetente, quanto è incapace, quanto è ragazzina, quanto è inadatta al ruolo, e quindi quanto è specchio dell’inadeguatezza del M5S… quando va bene… ma quando va male, invece, quanto Virginia sia furbetta e, sotto sotto, anche corrotta…

Ma, dico, li vuoi strozzare? No, perché mica ti ascoltano, no, loro sono depositari del sapere divino (PD o Berlusconi, decidete voi..) e non scendono a compromessi, la Raggi deve andare via, e sparire, estinguersi come tutti i Grillini… ma, Alberto, come fai a seguire il Movimento… ma che schifo, vergognati!

Poco importa che la “ragazzina” sappia rispondere colpo su colpo, e che i Malanni di Roma vengano dal passato, da Sindaci di altre parti politiche, no… non ascoltano, non leggono, il loro è un partito preso, a prescindere, i Grillini puzzano, non si lavano, sono incompetenti e si mangiano i bambini!!

Dovremo tornarci su questo atteggiamento decisamente Snob, di larga parte della Borghesia italiana, anche perché è esso stesso il primo danno e causa della “pessima”, dicono loro, compagine Grillina… il M5S, specialmente dopo le recenti aperture all’appartenenza effettuate per le Parlamentarie, è di fatto l’unica forza politica in Italia, dove io e te, si, tu che mi leggi, possiamo entrare e candidarci senza dover passare sotto le forche caudine di qualche Ghenga di Palazzo… l’unica Forza Politica dove il voto popolare può ancora contare qualcosa, e quindi l’Unica Forza Politica Italiana che può essere scalata dal basso, perciò, che vuoi di più? Non ti vanno bene il Dibba, la Lombardi, Morra e tutta l’allegra compagnia? Allora scendi in campo e scalali candidandoti, cosi li cambi tu stesso, non continuare a fare il buffone marcandoli di incompetenza, perché il rischio è che la figura sia te a farla…

Divago, e ci ritorneremo sopra, perché la Democrazia è ancora importante per noi, ora però, visto che già stamane alla Radio Cxxxxxx parlavano male della Raggi vista da Giletti, usando ad arte spezzoni estrapolati dalla trasmissione, ecco che noi vi postiamo il pezzo intero, preso tra l’altro dalla pagina Facebook di Virginia, perché Lei, è la prima a metterci la faccia, come sempre…

Cosi vi fate un’idea finalmente vostra se la Virginia Raggi è davvero incompetente, incapace, ragazzina, inadatta al ruolo, e quindi specchio dell’inadeguatezza del M5S… quando va bene… ma quando va male, invece, Virginia sarebbe sia furbetta che, sotto sotto, anche corrotta…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Cavalier Berlusconi, attenzione, Di Maio mangia i Bambini…

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Le Chicchette/Ultimi Pubblicati by
Berlusconi-di maio mangia bambini vecchio

Berlusconi, per “Colpa” dei Grillini, torna tutta l’allegra brigata del vecchio Centro Destra italiano…

Uno Pseudo Centro Destra che non vuole rendersi conto che il suo tempo è, ormai, passato…

Una Nota del Direttore Alberto Marolda
Un articolo di Alberto Marolda

Un Re ex decaduto che si crede di nuovo un Dio in terra incontrastato, una dolce neomamma panchinara a vita, ed un simpatico Gaglioffo da bevuta al Bar dello Sport. Questa è, purtroppo, la compagine di centro-destra italiana, comandata da uno che, fra l’altro, pur avendo 81 anni suonati, continua ad avere un’incredibile lucidità mentale degna di un arzillo ventenne. Uno stratega sopraffino, crede lui, ma anche uno spietato cane da presa… una Volpe… Il ritorno di un vero Santo, il Berlusconi che incassa le scuse di Le Monde (vabbeh, dovete arrivare al termine dell’articolo per trovarle ben nascoste), anche qui, la rinnovata attenzione dell’Herald Tribune, i riconoscimenti di Bill Emmott, l’ex Economist che lo distrusse solo pochi anni fa, ed oggi lo riconosce come unico baluardo contro i Grillini, la riammissione in Paradiso dal New York Times, dall’inglese Guardian (…clik anche qui), e dal Times, ormai è lanciatissimo…. non lo ferma più nessuno…

Il dolce Silvio manda addirittura chiari messaggini al Parlamento Europeo con un bell’avvertimento, “Cari Signori, caro Jean-Claude Juncker, caro Donald Tusk, se prima delle elezioni, non mi date la sentenza positiva della Corte Europea, io mi riprendo il mio Tajani, il Presidente dell’Euro Parlamento che vi ha ricostruito i tanto compromessi equilibri di potere continentali…”.

No sentenza? No Tajani, e così sò caxxi per trovarvi un altro Presidente, ora che dovete affrontare la Brexit vera… altri candidati non ce ne stanno, volete mica finire in mano ai Populismi? Nono… Berlusconi…

Berlusconi.. Uno Stratega sopraffino, uno che da Arcore, oggi altro che Villa Arzilla, berlusconi_sunday_times--400x300ha ripreso a muovere le sue truppe con la precisione del migliore orologiaio svizzero…

Altro che Risiko da mesta serata di pioggia in memoria del Bunga Bunga... e poi… mo quello chi è? Ma che vole?
Il Salvini si atteggia, e da pure fastidio?

Ecco che dalla tasca scura del Berlusca Machiavelli, ti esce il “vecchio ed inossidabile sorriso” del serio Maroni che, inspiegabilmente, decide di colpo di non ricandidarsi alla Regione (Ma come? Non aveva fatto così bene?)… 1,2,e 3… ed ecco che nella Lega iniziano a fare a capelli… a Salvì, ma che fai, rompi? Che vuoi comannà te? Statte bono che sennò te sparo un Maroni fra i coj… Bung, bang, skiaff, boink, bunga, bunga (… rumore di pugni, paccheri ed altro…)

Berlusconi… comanda sempre lui… credevate di esservene sbarazzati? Nono, tutti a tornà da lui, il casello di Arcore si intruppa di nuovo… c’è la folla di ritorno, perché sennò, ce sò i Grillini, Di Maio in testa, quelli che mangiano i bambini (Hu? Ma non erano i Comunisti a farlo?), e non possiamo permetterlo, l’Europa, mica vuole…

Olgettine di tutto il mondo, allegre, che il Papi è tornato…

Alla Grande!!!

Ma vi ricordate le domande di Repubblica?


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Roma, Eliseo, Sogno di una notte di mezza estate, Gennaio 2018

in Comunicati Stampa/Eventi by

Eliseo: Sogno di una notte di mezza estate

di William Shakespeare

Adattamento di Massimiliano Bruno e Francesco Bellomo

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Se noi ombre vi abbiamo irritato non prendetela a male, ma pensate di aver dormito, e che questa sia una visione della fantasia…noi altro non v’offrimmo che un sogno

TEATRO ELISEO

Da martedì 9 a domenica 28 gennaio 2018

Con

Stefano Fresi Giorgio Pasotti Violante Placido Paolo Ruffini

e con

Claudia Tosoni | Dario Tacconelli | Rosario Petix Zep Ragone | Maurizio Lops | Tiziana Scrocca

(compagnia formata da 14 attori)

Regia Massimiliano Bruno

Coreografie Annalisa Aglioti  Produzione L’Isola Trovata

Orario spettacoli: martedì, giovedì, venerdì e sabato ore 20.00

Primo sabato di programmazione doppio spettacolo ore 16.00 e ore 20.00 mercoledì e domenica ore 17.00

Biglietteria tel 0683510216 Giorni e orari: lun. 13 – 19, da martedì a sab 10.00 – 19.00, dom 10 – 16

Via Nazionale 183 – 00184 Roma Biglietteria on-line: www.teatroeliseo.com e www.vivaticket.it

Call center Vivaticket: 892234 Prezzi da 20€ a 40€

Un vero e proprio teorema sull’amore ma anche sul nonsense della vita degli uomini che si rincorrono e che si affannano per amarsi, che si innamorano e si desiderano senza spiegazioni, che si incontrano per una serie di casualità di cui non sono padroni. Mito, fiaba e quotidianità si intersecano continuamente senza soluzione di continuità all’interno di questa originale versione del noto testo shakespeariano.

Quello che voglio da questo Sogno è tirare fuori la dimensione inconscia che Shakespeare suggeriva neanche troppo velatamente. Puntellare con l’acciaio la dimensione razionale imprigionata nelle regole e nei doveri bigotti e rendere più libera possibile quella onirica, anarchica e grottesca. E così il nostro bosco sarà foresta, Patria randagia di zingari circensi e ambivalenti creature giocherellone, Puck diventerà un violinista che non sa suonare, Bottom un pagliaccio senza palcoscenico, Oberon un antesignano cripto-gay e Titania una ammaestratrice di bestie selvagge. L’intenzione è essere affettivi senza essere affettuosi, ferire per suscitare una reazione, divertire per far riflettere, vivere nella verità del sogno tralasciando la ragione asettica e conformista. Un ‘Sogno di una notte di mezza estate’ che diventa apolide e senza linguaggio codificato, semplici suoni e immagini che sono meravigliose memorie senza mai essere ricordiMassimiliano Bruno

PERSONAGGI E INTERPRETI: GLI ALTOLOCATI TESEO, IL DUCA Giorgio Pasotti IPPOLITA, LA REGINA DELLE AMAZZONI Violante Placido EGEO, IL PADRE DI IRMIA Rosario Petix GLI INNAMORATI ERMIA, FIGLIA DI EGEO Alessandra Ferrara ELENA, INNAMORATA DI DEMETRIO Claudia Tosoni LISANDRO, FIDANZATO DI ERMIA Tiziano Scrocca DEMETRIO, CORTEGGIATORE DI ERMIA Antonio Gargiulo I COMICI QUINCE Maurizio Lops SNUG Rosario Petix BOTTOM, PIRAMO Stefano Fresi FLUTE (TISBE) Dario Tacconelli SNOUT, MURO Zep Ragone IL BOSCO DEI SOGNI OBERON Giorgio Pasotti TITANIA Violante Placido PUCK, IL FOLLETTO DEL BOSCO Paolo Ruffini FIOR DI PISELLO Annalisa Aglioti FATINA Sara Baccarini

Durata: 2 atti – 2 ore e 15 minuti (intervallo compreso)


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?






Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Calcio… Chi vince Il Campionato 2018? Francesco Marolda ci dice…

in Alberto Marolda Blog/Calcio Sport/Ultimi Pubblicati by

Campionato 2017/2018… Sarà il Napoli, sarà la Juventus? Quale sarà la squadra che alla fine vincerà?

Il Campionato.. E che cosa ci sarà dietro? L’Inter, la Roma e la Lazio? E questo Milan in crisi pesante, che cosa succederà alla truppa di Ringhio Gattuso e company? E per quanto riguarda la nazionale, chi arriverà, visto che Montella, che a tutti gli effetti sembrava fosse la prima scelta, ormai si è invece accasato al Siviglia?

Stiamo parlando di un arrivo di Ancelotti? Alla palla di vetro si esercita Francesco Marolda… ascoltiamolo parlarci delle possibilità del Napoli, di quelle della Juventus, della loro rosa di giocatori, della Champions che può distrarre la Juve, delle tre damigelle pretendenti ai posti di rincalzo, Roma, Inter, e Lazio, della coda del campionato, Benevento e Crotone, ed infine della Nazionale e del suo allenatore prossimo, scartato Montella ci vuole un allenatore con il piglio dell’internazionale, ma Conte non vuole tornare, Allegri ha ancora voglia di Campionati… ed allora chi? Marolda ci indovinerà? Vedremo, il Campionato è lungo, ed a differenza di altri in altre nazioni, Inghilterra con il suo Manchester City ad esempio, il nostro è ancora molto, ma molto incerto…

Stay tuned Folks!!!


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?






Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

No, Moni Ovadia, hai torto sulla Palestina e su Israele, Ariel De Guglielmi

in La Politica/Ultimi Pubblicati by
razzi-quassam-kassan-kassam

La Palestina, Gerusalemme, l’Intifada dimenticata e Trump con la sua Ambasciata, fanno discutere anche a livello di commenti…

…e l’intervento di Ovadia sulle nostre colonne, ha fatto insorgere un ex soldato italiano in Libano, oltretutto Ebreo anch’egli, leggiamolo…

Una Nota del Direttore Alberto Marolda
Una Nota del Direttore

La Palestina.. Ariel de Guglielmi è con noi da tempo. Non scrive molto perché non è un giornalista, e non è uno scrittore, è un grande artista, e soprattutto è un ex Soldato Italiano in Libano, quindi è uno che oltre a essere Ebreo, ha anche vissuto da vicino la caotica e pericolosa vita del Medio Oriente. Ascoltando l’intervista ed il commento che abbiamo fatto sulla situazione palestinese, sulla recente situazione palestinese con Moni Ovadia, Ariel non ha potuto esimersi dal dargli una risposta…. Una sonora risposta e critica negativa… Ci piace ospitarla, e non crediamo di fare un torto ad Ovadia che anzi solleciteremo per dargli una risposta, perché le sane discussioni sono le fondamenta delle nuove idee, e nel Medio Oriente, servono sicuramente nuove idee sia per i Palestinesi che per gli Israeliani. Abbiamo tutti bisogno di una Pace duratura.

Un Articolo di Ariel De Guglielmi
Un Articolo di Ariel De Guglielmi

La Palestina… Come al solito, una persona fa una azione (Trump, dopo anni di rinvii, firma la legge votata molti anni fa, e sposta l’ambasciata nella Capitale d’Israele), e tutti gli altri, solo dopo, si lamentano. L’azione di Trump, è condivisibile? Non è condivisibile? Va bene, parliamone, discutiamone, soprattutto considerando che non ci vorranno meno di due anni per renderla operativa, per cui? Siamo persone civili? Si discute, ci si confronta… ma no, invece no!

Alcuni personaggi, che a vario titolo governano alcuni paesi, decidono immediatamente per il lancio di una nuova Intifada, cioè il solito “Dagli all’Ebreo“, sembra quasi che lo stessero aspettando…

Non solo, ma ovviamente il tutto con il solito plauso, sembra quasi prezzolato, dell’abituale gruppo di intellettuali capitanati da giornalisti al soldo del potere, e giullari senza vergogna, che dichiarano che: “… ma si, va bene così!“…

Perché come la leggenda imperante dice, noi Ebrei ci comportiamo male, perché lo stato di Israele non si comporta correttamente, perché lo Stato di Israele è violento, è cattivo.

Bene, anzi male, perché invece Israele è il paese più democratico dello scacchiere mediorientale, e, come in ogni democrazia, vi sono politici di vario genere con cui si deve avere a che fare, ma il paese, la popolazione, la base, al contrario esatto di quanto si vuole far credere, vuole una pace duratura, quella pace che, però, volente o nolente, devi per forza fare con lo stato di Israele, perché esiste, c’è, vi piaccia o no…. ma di cosa parliamo ?! Di cosa parla Moni?

Nei paesi democratici ognuno ha il diritto di dire la sua, e di esporre le propie ragioni, quindi ho ascoltato con tristezza Moni Ovadia ripetere le solite storielle, ma non parlavamo di quello! Qui non dobbiamo dimenticare il vero obiettivo del discorso, e cioè che di fronte a una azione democratica di un paese, qualcuno minaccia e colpisce altri, e quegli altri chi sono? Sono Ebrei… come sempre…

Ma di che parliamo? E poi, permettetemelo, io mi vergogno di essere italiano, governato da personaggi ambigui che con atto di sudditanza si tolgono il cappello davanti al Boss mafioso di turno, davanti ad uno che fa paura al mondo civilizzato e democratico.

E così anche per il resto dell’Europa, e per questo penso che non sia più tempo, purtroppo, di vivere qui in un posto dove non siamo mai stati rispettati, che non ci considera e non ci ha mai considerato cittadini di questo paese. Quando finirà questa nuova Intifada lascerà sul terreno molto più di “soli” morti e feriti, lascerà rancori incancellabili.

moni-ovadia-palestinese-ebreo-sionismo
Vuoi ascoltare l’Intervista a Moni Ovadia sulla questione Palestinese? Clicca qui…

Un mio amico Giordano (Palestinese), mi ha detto pochi giorni fa, qui possiamo essere amici, ma li non è possibile… e non sarà mai possibile… scusatemi, ma io non sono d’accordo, se gli atti di violenza cambiano connotazione a seconda della latitudine del paese in cui avvengono. Così in Europa, quasi tutti casi di aggressione o insulti razziali ad Ebrei, sono sottovalutati ed attribuiti a malati di mente!

In Israele, invece, se fatti li, sono incursioni partigiane!

No! Come si è lottato contro le mafie si deve lottare contro questi terroristi, siano anche capi di un governo, io non ho paura di dire “vergogna!” ad un paese, al mio paese che abbassa il capo davanti al bullo di quartiere.

Mi dispiace, credo che si debba reagire e non sottovalutare, basta Ipocrisia!


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?






Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Canapa, il ritorno alla produzione, convegno a Itri il 5 gennaio con il M5S

in Comunicati Stampa/Movimento Cinque Stelle by
canapa coltivazione

La Canapa si può tornare a coltivare per uso Industriale in Italia, lo dice la legge, ma voi, lo sapete?

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Diffondere la conoscenza e promuovere la legge regionale n° 1 del 2017 incentrata su “Interventi per la coltivazione della canapa (Cannabis Sativa) per scopi produttivi, alimentari ed ambientali e relative filiere”. E’ questo il tema dell’incontro che si terra presso la casa comunale di Itri venerdì 5 gennaio dalle ore 17 alle 20 promosso dal Movimento 5 Stelle.

A prendere parte al convegno, oltre il padrone di casa, il consigliere comunale Osvaldo Agresti, le consigliere regionali del Lazio Gaia Pernarella e Silvana Denicolò, il portavoce alla Camera dei Deputati Massimiliano Bernini, tra i protagonisti della battaglia parlamentare che ha portato all’approvazione della legge nazionale che ha riportato in Italia la coltivazione della canapa industriale dopo un tabù di circa sessant’anni.
Tra i relatori, poi, Domenico Bernardini, esperto della storia nazionale della canapa e presidente del Museo itinerante della Canapa che tratterà il tema de “La storia della canapa in italia”, Markab Mattossi, vicepresidente Terra Natura e vicepresidente dell’associazione Canapa Info Point nazionale che interverrà su “Le diverse filiere della canapa”, Fabio Tamburlani, Presidente della società Terra Natura (per la filiera della canapa) e dell’associazione Canapa Info Point di Cori che si occuperà de “La coltivazione della canapa oggi”. E, ancora, l’ingegnere ambientale Carlo Pesce che farà luce sull’utilizzo della canapa nei processi di fitodepurazione e l’industrial designer Matteo Vezzoni, interverrà sull’utilizzo della canapa in edilizia. Previsto, infine, un coffe break con prodotti tipici.



Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi Cosa sta veramente accadendo, alla vigilia di Inter – Juventus?aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Palestina, Israele, Intifada, Gerusalemme ed il Natale, Ovadia commenta

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Ultimi Pubblicati by

È Natale, e della Palestina, di Gerusalemme, della nuova Intifada e di Israele non si parla più, e noi?

Noi ne parliamo con Moni Ovadia, L’ebreo “Cattivo”…

Un Servizio di Alberto Marolda
Un Servizio di Alberto Marolda

Lo sappiamo tutti che cosa è successo agli inizi di Dicembre, Trump Ha dichiarato che gli Stati Uniti porteranno la loro ambasciata in Israele in una nuova sede sita in Gerusalemme…

Un minuto dopo è esplosa la nuova Intifada con morti e feriti. Fra mille polemiche siamo arrivati fino al Natale, ed alla dichiarazione del 27 Dicembre del parlamento iraniano, nella quale si stabilisce che l’Iran riconosce Gerusalemme come capitale dello Stato della Palestina.

Contemporaneamente Erdogan, dalla Turchia, ha fatto sentire la propria voce comunicando al mondo intero la propria intenzione di riconoscere anche lui Gerusalemme come capitale della Palestina. Anche questa notizia è passata quasi nel silenzio dei più.

Dopodiché, silenzio più totale. È Natale, non si parla… Non succede più nulla in Palestina? Non crediamo, dalle notizie che girano nel Sottobosco della rete, gli incidenti continuano a esserci, ed i palestinesi non si sono tranquillizzati, visto che tanto Trump non è tornato indietro… Anzi insiste…

moni-ovadia-palestinese-ebreo-sionismo
Moni Ovadia, l’Ebreo “Cattivo”

E noi come sempre qualcosa vogliamo fare per cui abbiamo deciso di tornare a parlare con un nostro vecchio amico Moni Ovadia, il cosiddetto “Ebreo Cattivo”, e con lui abbiamo deciso di farci una lunga chiacchierata e di ragionare ancora una volta sullo Spinoso argomento pace in Palestina…

Moni Ovadia, sarà mai possibile la Pace in Palestina?

A me va bene qualsiasi pace, purché siano d’accordo tutti e due sullo stesso piano. la pace si fa fra Pari, non può essere un’imposizione…


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?






Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Reddito di Cittadinanza M5S, Moneta Nazionale Parallela, Galloni… ascoltiamolo…

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Movimento Cinque Stelle/Ultimi Pubblicati by

Il Reddito di Cittadinanza e la Moneta Parallela Sovrana

Ascoltiamo il Professor Galloni, uno dei pilastri dell’Economia Grillina, spiegarci due delle solide Basi del prossimo Governo del M5S

Un Servizio di Alberto Marolda
Un Servizio di Alberto Marolda

Ascoltiamolo mentre ci parla di un’Italia SANA ed attiva, di un Paese forte che aumenta le Esportazioni con aziende che funzionano bene. Ascoltiamolo mentre ci descrive la necessità della nascita di una Moneta Parallela per l’Italia, la riappropriazione della capacità Sovrana di emettere moneta Nazionale. Un nuovo conio che affianchi l’Euro, emesso senza emettere titoli di Stato a supporto, e che quindi funzioni parallelamente senza aumentare il debito pubblico, e che contribuisca così alla ripartenza ed allo sviluppo delle aziende medio piccole italiane.

Con questo nuovo conio, Galloni, vuole pagare gli stipendi degli Statali, non solo i 3 milioni e mezzo di giovani che lui auspica vengano assunti per contribuire al miglioramento della manutenzione delle attività e del patrimonio Statale, ma anche il resto dei circa 7 milioni di dipendenti, appunto, Statali.

Quello che Galloni non ci spiega, però, nonostante noi si tenti più volte di incalzarlo su una possibile spiegazione pratica, è chi a quel punto dovrebbe accettare questo tipo di nuova moneta nella vita pratica, alla stessa stregua di quello che accade, ad esempio, con i Buoni Pasto, che vengono accettati prevalentemente dalle Coop con limiti alle dimensioni della singola spesa. In effetti, è vero, i Buoni Pasto, funzionano proprio come una moneta parallela, solo che oggi sono una parte minimale degli stipendi che li accorpano come Fringe Benefit.

Cioè, caro professor Galloni, nella vita pratica, per comprare un chilo di pane o un giornale, i circa 7 milioni e mezzo di dipendenti Statali, che cosa potranno usare, il nuovo conio parallelo, oppure saranno costretti ancora ad utilizzare l’Euro cambiato, allora a quel punto, con quale tasso e deciso da chi?

Cos’è questa, una teorizzazione dell’emissione di una specie di Bitcoin da parte del nostro Stato?

Il professore in questa intervista così breve, non lo spiega con chiari dettagli, ma vi promettiamo che torneremo sicuramente sull’argomento con lui. Ascoltiamolo anche descriverci il Reddito di Cittadinanza proposto dal Movimento Cinque Stelle, i suoi effetti e la sua necessità, non solo sociale. Galloni è considerato un economista scomodo, ma è sicuramente uno che non la manda mai a dire mettendoci sempre la faccia.

Vi è stato oscuro tutto questo? Approfondiremo, ma nel frattempo ascoltatevi questa interessante lezione che spiega molto del Galloni pensiero:

NINO GALLONI: LEZIONI DI ECONOMIA – Cos’è l’economia non monetaria?


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi Cosa sta veramente accadendo, alla vigilia di Inter – Juventus?aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Il Napoli Calcio è in crisi? Parliamone con Francesco Marolda

in Alberto Marolda Blog/Calcio Sport/Ultimi Pubblicati by

Parliamo del Napoli Calcio, senza scordare il Campionato, con Francesco Marolda, uno dei nostri commentatori preferiti…

Perché Lui sa…

Un Servizio di Alberto Marolda
Un Servizio di Alberto Marolda

Il Napoli Calcio non sembra essere più lui, non fa punti, perde, segna poco o nulla, smarrisce pezzi importanti, viene superato e si trova con la sua principale punta, Mertens, in completo blocco Gol, si può andare peggio di così? Fuori dalla Champions, superato in Campionato, e con un Sarri molto nervoso, che si reca in conferenza Stampa col taccuino pieno di risultati a favore, a difendersi dalle accuse di non saper usare la panchina… corta… Il Napoli Calcio ha già mollato? 

La prossima partita con la Fiorentina del buon Pioli, sarà già l’ultima spiaggia per lo Scudetto?

Si rinnova l’appuntamento con Francesco Marolda, uno dei più attenti cronisti campani, per cercare di capire se di vera crisi si tratti, o se, invece, sia stato solo un banale fulmine a ciel sereno…

Francesco, che dici, ci fasciamo la testa?


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi Cosa sta veramente accadendo, alla vigilia di Inter – Juventus?aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Roma, Reddito di Cittadinanza, M5S… Intervista al Senatore Puglia

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Movimento Cinque Stelle/Ultimi Pubblicati by

Perché il Reddito di Cittadinanza proposto dal M5S, può rimettere in moto l’economia italiana senza se e senza ma… e, soprattutto, senza fare i finti giochini degli 80 Euro di Renzi…

Reddito di Cittadinanza in Italia. Ascoltiamo l’intervista nella quale, il Senatore Puglia, ci descrive l’intervento a tutela delle Famiglie Italiane proposto dal Movimento Cinque Stelle.

Di cosa parliamo in questo articolo ed Intervista? Il Ricatto economico della mancanza di un posto di Lavoro, purtroppo in Italia, esiste realmente, e con una manovra come questa, invece, si rimetterebbe in moto il Cervello degli Italiani, perché se hai fame, non crei, non costruisci una Nazione competitiva e coesa negli intenti e nella crescita.

Un Servizio di Alberto Marolda
Un Servizio di Alberto Marolda

Reddito di Cittadinanza nello Stivale. Una proposta evocata da tempo dalle famiglie Italiane, una soluzione che però ha trovato, e continua a trovare nonostante sia stata persino copiata da un’analoga proposta di legge di Sel, e nonostante i fondi a copertura, i famosi due miliardi di Euro ci siano, un’enorme resistenza di posizione puramemte ideologica… ma perché? Già perché veramente? cosa c’è sotto? Chi non vuole sbloccare le famiglie italiane, e renderle libere dal RICATTO della mancanza di lavoro? Dal Ricatto di chi, magari, il lavoro poi te lo vuole vendere a caro prezzo?

Abbiamo partecipato a Roma all’ennesimo Convegno del Movimento Cinque Stelle sull’argomento. Non è né il primo a cui partecipiamo, e né certamente sarà l’ultimo, per questo lo abbiamo trasmesso in diretta con un buon successo, ed adesso, proseguendo l’analisi dell’argomento, vi pubblichiamo le interviste che abbiamo fatto ad alcuni fra i protagonisti, il Senatore Puglia, e, in un altro articolo, il Professor Galloni. Ancora, in altri articoli a parte, avrete anche gli estratti e le registrazioni del convegno, a chiarimento, se ancora servisse per qualcuno di voi, per capire che è solo grazie al Reddito di Cittadinanza, che potremo veramente far ripartire le famiglie e liberarle dal Ricatto di chi vuole venderci il posto di lavoro… si, ho scritto “VENDERE” il posto di lavoro… seguiteci…


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Seconda parte, Reddito di Cittadinanza M5s, Roma

in Dirette Tv/Movimento Cinque Stelle/Ultimi Pubblicati by

Diretta Reddito di Cittadinanza M5s… Vi trasmettiamo la seconda parte del Convegno organizzato a Roma dal Movimento Cinque Stelle…

Reddito di Cittadinanza, una proposta seria per far ripartire il Paese…


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

I Genesis, Classici della Musica Moderna? Musical Box, solo Cover Band?

in Alberto Marolda Blog/La Musica/Ultimi Pubblicati by

Musical Box è un acclamato brano del disco Nursery Crime, una delle basi del Rock degli anni Settanta…

Era una delle più famose Band Inglesi degli anni settanta, i Genesis, e dal loro Musical Box, non si poteva prescindere: dovevi conoscerlo…

Un Servizio di Alberto Marolda
Un Servizio di Alberto Marolda

Potevi contestare i ruoli ed i livelli, potevi discutere, litigare persino, con i tuoi amici su chi fosse meglio, se Genesis, Pink Floyd, King Crimson, E L & P, Yes, o Jethro Tull, o persino andartene ad esplorare le porte del cosmo in Germania, ascoltando magari i Tangerine Dream o i Popul Vuh, ma non potevi non conoscere Musical Box dei Genesis… era un must, una base della tua cultura musicale cosiddetta “avanzata”, non potevi stare in “società”, sennò, tanto valeva, e sia detto con tutto il rispetto a posteriori dovuto, ascoltarsi Claudio Baglioni…

Naaa… Vuoi mettere farsi invece un ballo lento e strascinato, avvinghiati limonando con “Us and Them”?

Altri tempi… Vabbeh, non divaghiamo dal path odierno, perché Musical Box è anche il nome di una delle migliori Tribute Band che ripercorre, in maniera decisamente maniacale, i passi dei Maestri BanksGabrielRutherfordPhilips, Steve Hackett e Phil Collins, ricreandone suoni, musica, interpretazione ed ambientazione, ricostruendo, di fatto, i vecchi concerti della Band anglosassone… ve ne abbiamo già parlato introducendo gli ultimi loro bei concerti in Italia, in particolare quelli di Roma e Napoli, li avete seguiti ed ascoltati in abbondanza, e quindi, perché tornarci sopra?

Perché, e ci sembra possa essere interessante, dopo averli visti due volte, avevamo bisogno di far decantare le note, fermare le bocce e poi, domandarci perché avevamo perso più di cinque ore della nostra vita, fra i due eventi, a seguire in un Teatro, ciò che avremmo potuto tranquillamente seguire da casa appallettati nella poltrona del salotto, al calduccio, a guardarci qualche vecchio live…

Già, perché?

Beh, si potrebbe banalizzare l’analisi scrivendo che di video di vecchi live dei Genesis con Gabriel, ce ne sono decisamente pochi, tre, quattro, forse persino cinque, e con audio spesso inaccettabile, e che nei primi anni settanta eravamo 13/14 enni e quindi era difficile arrivare a vedere i nostri miti dal vivo, concludendo che un concerto dei Musical Box sia, oggi, solo l’occasione per illudersi che il tempo non sia passato mai, e che Gabriel e soci siano ancora lì, perennemente ad esibirsi per noi.

Reminiscenze… inutili masturbazioni intellettuali di vecchietti prossimi alla pensione… o no? No, invece no, credo che l’occasione di questa analisi possa essere utile per arrivare alla definizione di una nuova forma di espressione musicale che esiste già da tempo in altra sezione, già dall’XI secolo, la Musica Classica, in questo caso Musica Classica Moderna, cari miei, Novecentesca.

Se guardi sulla rete, su YouTube intendo, ti accorgi che se ne cade di Genesis rivisitati in varia maniera dall’acustico, se stessi, all’orchestrale, alla Voce roca di un Rocker talentuoso come Ray Wilson, tra l’altro per un breve periodo persino voce ufficiale dei rimasugli del gruppo, il disco Calling all Stations è con la sua voce ufficiale, passando al femminile come Amanda Lehmann, o a quella di Hydriaal puro pianoforte, magari doppio, o persino all’imberbe ragazzina, magari persino dodicenne, che ti spiattella lì un veloce Firth of Fifth, con un virtuosismo pianistico degno del migliore Banks… e poi ancora l’Arpa, il trio di ragazzini (qui il pezzo originale dei Genesis dal vivo), ed il Gruppo Cover Argentino (i Genetics), e quello Italiano (i Garden Wall)… e… e Kevin Gilbert (R.I.P.)…. e… basta, fate voi…

È proprio qui sta il segreto, nessuno di noi si scandalizza se le orchestre sinfoniche rifanno Mozart, Beethoven o Haydn, più o meno bene, a seconda delle bravure personali, loro e del Direttore d’Orchestra, ma invece sminuiamo, con l’appellativo di “Cover Band”, le varie Band che cercano di riprodurre la musica e gli spettacoli dei Genesis, dei Pink Floyd, e della compagnia bella, perché? E’ forse questa, una nuova forma di snobismo elitario? 

E’ indubbio che gli anni Sessanta e Settanta abbiano segnato una decisiva svolta, con una forte evoluzione anche tecnologica, nella musica e nel Live relativo, e da allora tutto è cambiato, inesorabilmente. Che ci si rassegni però, gli interpreti, gli inventori originali stanno invecchiando, e per quanto molti di loro siano ancora gagliardi, sono destinati al lento fading dell’età, riconosciamogli perciò una nobiltà di bravura, e di inventiva, che non deve imbarazzare nessuno con l’accostamento a Mozart, ed ai più classici inventori sinfonici.

Mozart, come Banks, Wakeman ed Emerson? Perché no, non è eresia, è il fascino puro della Storia della Musica Moderna… credete a me!

Ed allora, andate pure a vedere i Musical Box, come gli Aussie Floyd, ad esempio, state tranquilli, è ancora meglio che restare a casa al calduccio, per quello avrete tutto il tempo.


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Patti Smith “In a room somewhere” a Napoli, Live, Dicembre 2017

in Alessandro De Stefanis Blog/Eventi/Ultimi Pubblicati by

Patti Smith Live a Napoli nel pieno Centro Storico della Città

Un inusuale concerto-reading, nel quale le armonie intessute dalla chitarra della storica e ribelle sacerdotessa del Rock anni 70, saranno accompagnate dal pianoforte della figlia Jesse Paris Smith…

Cosa ci dobbiamo aspettare quindi? Beh… Signori… se Patti Smith e David Bowie, non fossero esistiti, siamo sicuri che Lou Reed non sarebbe esistito…

…. stiamo parlando di chi è stato mandato da Bob Dylan a ritirare il Nobel al posto suo…

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

La Fondazione Made in Cloister è lieta di presentare nel Chiostro di S. Caterina a Formiello, un concerto – reading di Patti Smith.
La performance della “Poetessa del Rock” nasce nel contesto di un breve tour che Patti Smith ha deciso di fare in Italia nel periodo natalizio, a dimostrazione del suo amore per il nostro Paese.
Clima spirituale e, insieme, potente energia per una rappresentazione in chiave acustica ed intima che l’icona del rock farà della sua musica sul filo della chitarra acustica e delle armonie disegnate dal pianoforte suonato dalla figlia Jesse.

Ricordiamo inoltre che la performance sarà un UNICUM dell’artista che realizzerà appositamente per il nostro spazio, pertanto completamente differente dalle altre date del tour.

Quando? 12.12.2017

Dove? Chiostro S. Caterina a Formiello a Napoli

Biglietti in prevendita dal 24/11 sul circuito GO2 e prima del concerto fino ad esaurimento posti


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Formia, dimissioni del Sindaco Bartolomeo, l’Intervista

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Ultimi Pubblicati by

Formia? Dimissioni di un Sindaco? Bartolomeo si dimette? L’Intervista

Facciamo seguito al precedente articolo nel quale vi riportavamo alcune note sulle Dimissioni del Sindaco Bartolomeo, ex, a questo punto, Primo Cittadino della ridente Formia, città pontina al confine con la Campania, per farvi ascoltare anche l’intervista che il nostro valente “corrispondente”, Saverio Forte, ha effettuato a bocce appena ferme.

Ascoltate il Sindaco incalzato da Saverio, non pare faccia ammenda su nulla, è tutta colpa degli altri cattivoni che si sono persi in personalismi ed egoismi… loro… e l’Acqua? Non pervenuta, Acqualatina continua ad assetare il Comune di 38mila abitanti, ogni santa sera per tutta la notte… se andate a cena nei tanti ristoranti e pub della zona, andateci con le mani pulite ed evitate il bagno, avreste sorprese… su questo approfondiremo decisamente, sicuro!


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Formia, dimissioni del Sindaco Bartolomeo, le dichiarazioni

in Alberto Marolda Blog/La Politica/Ultimi Pubblicati by

Formia? Dimissioni di un Sindaco? Bartolomeo si dimette? E a noi di IoGiornalista?

Bartolomeo? Chi era costui? Perché una nota di politica locale, della quale non ci siamo mai interessati, nella quale non siamo mai entrati, dovrebbe interessarci al punto, poi, di riportarvela? Un Paradigma…

Un Servizio di Alberto Marolda
Un Servizio di Alberto Marolda

…Su queste colonne, normalmente, se parliamo di Politica, parliamo di Sinistra, di Destra, di Centro (esiste?), di Nazionale insomma, del Governo del Paese, da Renzi e Gentiloni, per poi ricadere su Berlusconi, ma mai di Politica locale, e quindi, direte voi perché ora ne parliamo?

Ne parliamo perché riteniamo che l’esperienza che si sta svolgendo nella ridente città pontina, può essere richiamata ad esempio di quanto sta accadendo a livello macroscopico nella Politica Nazionale. Formia come Roma, piccolo come grande, Bartolomeo come Renzi… la Sinistra in aperta confusione mentale alla ricerca di una coesione persa da tempo, Bimbi Sperduti alla ricerca di un nuovo Peter Pan che li porti fuori dalla palude della perdita totale delle loro vere motivazioni… scusi, Marx… chi?

Non è un caso che Fiano e company stiano spingendo cosi tanto sul tema ricorrente del ritorno del Fascismo, Casa Pound, SkinHeads and Kids… è solo il tentativo, ormai quasi estremo, di trovare degli argomenti comuni per cementare ciò che negli ultimi tempi è sembrato unito solo dalla convenienza economica…. dalla vile Economia…

Formia, una bella donna che potrebbe avere tutto, una splendida “Femmina” alla quale la Natura e la Storia hanno dato tutto, dai Romani in poi, ma una famiglia alla quale, ad esempio della confusione regnante, la Acqualatina Spa leva l’acqua ogni santa notte che il buon Dio le manda.

Chiudere l’Acqua ogni sera, per tutta la notte da sette mesi, ad una Città di 38mila abitanti adagiata davanti al mare, non è carino, no, non lo è assolutamente… e la Politica ha saputo risolvere? NO, purtroppo, no. I problemi della Città Pontina sono tanti, che fra loro e le “Mancate Occasioni”, potremmo scrivere per ore, rischiando solo di allontanarvi ancora di più dalla Politica vera, quella con l’Iniziale Maiuscola.

Il Sindaco Bartolomeo, uomo di lunga militanza a Sinistra, uomo PD, per galleggiare, anche contro la sua stessa appartenenza politica, e per tentare di rifarsi la verginità, affrontò le ultime elezioni del 2013 con una Lista Civica, “Ripartiamo Insieme con Bartolomeo sindaco”, vincendo, in realtà, per assenza di veri competitors.

Risultato reale? No, una maggioranza senza identità di credo politico, inventata sul nulla pneumatico, sull’opportunismo e sulla autoreferenzialità. Una maggioranza che non poteva non fallire, che non poteva non arrivare ad altro se non all’ennesimo ribaltone della Politica Nazionale. Tutto sommato, tornando al nostro parallelismo in incipit, è come farsi approvare i Decreti Legge a colpi di Fiducia, con una Maggioranza in perenne congresso a “Pettinare le Bambole”, ed a parlare di Articolo 18, ed ormai salvata solo dai voti di Mastro Volpone Verdini.

… E poi capita che ci si spacchi definitivamente sull’approvazione del Bilancio appesantito dalla gara sulle Luminarie di Natale con la vicina Gaeta a goderne… Bene, state ascoltando il Servizio del gentile collega Saverio Forte, giornalista di Tele Universo, nel quale il Sindaco Bartolomeo rassegna definitivamente le sue Dimissioni… beh, a Marzo ci sono le Elezioni Regionali, per non scordare le Nazionali, perché perdere tempo? Per la Città forse? Sai, c’è il Natale, i Turisti, l’Acqua, i Furti a gogò, il Porto, la Monnezza, una miriade di problemi irrisolti… Naaa… Ma, dico, sei scemo?

Vi quotiamo l’articolo di Saverio Forte prendendolo dal suo Sito, il resto lo leggete sul suo sito/link, lui è senz’altro più assiduo sul Problema Formiano, noi, magari, poi andiamo a Montecitorio e ci distraiamo sulla Macro Politica, scordando che, invece, è dal “Micro” che si dovrebbe partire, da dove ci si guarda in faccia e si deve riuscire, poi, a sostenere lo sguardo con l’Onestà dovuta.

Ah, ed i Grillini a Formia? Non pervenuti… sorry…

Leggiamo Saverio Forte:

Un Articolo di Saverio Forte
Un Articolo di Saverio Forte

Questa esperienza si doveva, prima o poi, chiudere” si è lasciato andare il dimissionario sindaco Bartolomeo, convinto – secondo molti – di farlo autonomamente con uno scarno rigo su carta intestata piuttosto che subire l’onta della sfiducia politica in consiglio comunale o quella tecnica in uno dei tanti studi notarili della città. L’ex sindaco Bartolomeo è apparso, per certi versi, nostalgico, a volte ripetitivo quando ha sottolineato tutte quelle iniziative che, promosse sin dal primo mandato nel lontano 1993 (un’altra era glaciale), hanno evitato che Formia diventasse una “provincia di Casal di Principe”. Bartolomeo, dopo le note vicende giudiziarie legate a tangentopoli, è stato necessario per Formia, una terapia fondamentale per ripartire la città e far affermare una sorta di doveroso “Rinascimento morale e culturale” ma questa spinta si è affievolita col passare dei mandati amministrativi.

E correttamente l’ex sindaco ha ammesso i suoi errori quando ha deciso di dar vita alle liste che lo hanno sostenuto nei vari appuntamenti elettorali con superficialità e scarsa lungimiranza. Il riferimento – l’ultimo in ordine cronologico – è andato alle amministrative del 2013 quando ha promosso una civica “Ripartiamo Insieme con Bartolomeo sindaco” i cui consiglieri eletti hanno determinato una biblica fuga dalla sua maggioranza e, di conseguenza, hanno rimpinguato un’opposizione inizialmente lacerata dopo il divorzio politico tra Forza Italia e l’ex Udc. L’ex sindaco di Formia si è guardato bene di assumersi le proprie responsabilità: ha soltanto accusato di autoreferenzialità i componenti di questa lista civica che,abbandonando a turno l’ex maggioranza, hanno provocato un ribaltone nell’aria da tempo…. “

Cliccando qui, trovate anche l’intervista all’ex Sindaco Bartolomeo, sempre del gentile Saverio Forte..

Resteremo sintonizzati sul problema…


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.
1 2 3 6
Go to Top