Il Futuro? Solidale…

Author

Gabriella Chiarappa

Gabriella Chiarappa has 12 articles published.

Fabrizio Frizzi, un’amicizia durata una vita

in Dirette Tv/Gabriella Chiarappa Blog/Ultimi Pubblicati by
positive-mind-gabriellachiarappa-iogiornalistatv-copertina

f7114e6f-64c2-477e-9c54-9e9694eb73f4
In diretta questa sera con la nostra Gabriella Chiarappa, per ricordare il grande uomo dal sorriso gentile Fabrizio Frizzi con il suo caro amico Dott.Ivo Pulcini.


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

The International Pizza Expo 2018, il più grande spettacolo al mondo

in Eventi/Gabriella Chiarappa Blog/Il Cibo/Ultimi Pubblicati by
entrance-crowd

The International Pizza Expo 2018, il più grande spettacolo al mondo,19/22 Marzo 2018 

The International Pizza Expo è il più grande spettacolo di pizza al mondo con più di 1.300 stand e 500 espositori e si tiene annualmente al Las Vegas Convention Center. Inoltre, il programma di formazione e dimostrazione con oltre 90 sessioni tra cui scegliere. Campionati mondiali di International Pizza Challenge e World Pizza Games.

Las Vegas Convention Center, Las Vegas, Stati Uniti. International Pizza Expo is the largest pizza pizza show in the world with more than 1,300 booths and 500 exhibitors and is held annually at the Las Vegas Convention Center. Additionally, the education and demonstration schedule is second to none with over 90 sessions to choose from. If you’re looking to compete, we’ve got you covered with the International Pizza Challenge World Championships and the World Pizza Games. For more information, please visit the PizzaExpo website.”

‘O Munaciello, selezionato tra le migliori pizzerie nel mondo,  è stato invitato a partecipare al Campionato mondiale di pizza, il “TheInternational Pizza Expo”, tramite il pizzaiolo co/proprietario Carmine Candito, che è stato selezionato tra i migliori pizzaioli italiani nel mondo. Carmine parteciperà nella categoria “Pizza Classica”.

“MO FACIMM E TARANTELL” Napoli, Firenze, Miami……qui abbiamo la fantasia, la commedia dell’arte, i bassi spagnoli, un munaciello dispettoso, un indimenticabile Maradona……mentre da lontano ci coglie la nostalgia per Napul’èdel rimpianto Pino Daniele siamo travolti dai colori, i sapori, gli odori, è la bella Napoli che ci accoglie, la sua tavola campana orgogliosa delle sue radici, ricche ed inesauribili, il Munaciello, il geniuslocicheti guida per le stradine dei bassi spagnoli, guardando in alto, verso il sole, per guardare le distese dei lenzuoli tesi che volano come farfalle, dove tutto è ridereaccompagnato da tamburelli e nacchere, in un crescendo fatto di ritmi travolgenti……..“mofacimm  e tarantell!”.

Qui siamo a Napoli, in realtà a Miami, al 6425 di Biscayne Boulevard Corner con la 65th Street, anche il nome ‘O Munaciello, il piccolo monaco citato nell’800 da Matilde Serao, mostra un legame ad una terra con tutti i suoi colori e la gioia di vivere, schidionate di ferro che reggono corone di aglio, peperoncini e pomodorini piemolo, le profumate mele Annurca, i limoni di Amalfi e Sorrento, i prodotti provenienti dai terreni sotto il Vesuvio, ceste di frutta, il juke box, carrettini pieni di fiori e quello delle granite al limone, il locale è un piacevole caos organizzato, mostra la gerarchia di squadra, la fretta calma, la consapevolezza incosciente, l’ emozione di fare sempre le stesse cose, tutti i giorni, in maniera differente….tovaglie con i numeri della tombola stampati, un album fotografico di un quartiere spagnolo per la carica seduttiva di un vero e proprio palcoscenico napoletano,ti aspetti da un momento all’altro di vedere apparire Totò, nel cinquantenario della sua scomparsa, aspettiamo di scorgere la sua malafemmena.

Prosegue infatti a Miami l’enorme successo dei sapori napoletani portati da Firenze e da Napoli del ‘O Munaciello, Valentina Borgogni, Leonardo Scuriatti  e Carmine Candito, un viaggio nella storia della migliore cucina del mondo, sapori, profumi e colori, e la pizza più buona di Napoli, prima a Firenze in Santo Spirito ed infine a Miami, dove le pizza di Carmine ridono, sono opere d’arte, hanno i colori della natura che circonda Napoli, con la Campania sullo sfondo.

E anche qui il primo attore è la pizza nera di Carmine Candito, il talentuoso pizzaiolo che dirige la brigata davanti al suo magnifico forno a legna e incanta i tanti turisti che passano le vacanze negli USA.

 ‘O Munaciello ha già avuto dei riconoscimenti internazionali, infatti nel novembre 2017 a Miami la “Pizza Vesuvio” di Carmine Candito ha vinto il “The ExtraordinaryItalian Taste”, evento organizzato dalla Camera di Commercio Italiana.

  • ‘O Munaciello Miami, 6425 Biscayne Boulevard, Miami
  • ‘O Munaciello Firenze, Firenze – Via Maffia, 31
  • International Pizza Expo908 S. 8th Street 908 S. 8th Street, Suite 200, Louisville, KY 40203 Louisville, KY 40203, USA Stati Uniti d’America.

Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Roma: 50 anni e sono ancora Mia Auditorium Parco della Musica

in Eventi/Gabriella Chiarappa Blog by
  • 50-anni-e-sono-ancora-mia-copertina-iogiornalistatv.jpg?fit=720%2C379
  • maria-letizia-3.jpg?fit=1920%2C1280

50 anni e sono ancora Mia…

scritto e diretto da

PINO AMMENDOLA

  • Stefano De Meo Tastiere / Paola Caridi Batteria
  • Pino Iodice Chitarra / Andrea Pintucci Basso
  • Arrangiamenti Stefano De Meo
  • Video Claudio Ammendola,
  • Coreografie Jacqueline Chenal
  • Allestimento Scenico Raffaele Golino

A 50 ANNI DAL ’68 UN VIAGGIO NELLA CANZONE FEMMINILE PER RACCONTARE LA STORIA CHE CAMBIA.

Presentato dal Centro Mediterraneo delle Arti e dal MiBact con la collaborazione di Heliconia, Giovedì 8 Marzo presso l’Auditorium Parco della Musica /Sala Petrassi, andrà in scena 50 ANNI E SONO ANCORA MIA, interpretato da Maria Letizia Gorga e scritto e diretto da Pino Ammendola.

L’attrice e cantante sarà accompagnata sul palco da una formazione pop-rock di quattro musicisti: Stefano De Meo alle tastiere, Pino Iodice alla chitarra, Paola Caridi alla batteria e Andrea Pintucci al Basso. Gli arrangiamenti sono di Stefano De Meo, le coreografie di Jacqueline Chenal, l’allestimento scenico di Raffaele Golino e i filmati a cura di Claudio Ammendola.

A cinquanta anni da quel ’68 che cambiò la nostra società, va in scena uno spettacolo che rievoca la storia e se ne fa memoria, attraverso la canzone femminile, con brani-simbolo di un’epoca che ha cambiato il ruolo delle donne nella coscienza collettiva.

Nei panni di una cantante che inaugura uno spazio divenuto oggi Casa delle donne e poi nei panni di sua madre che 50 anni prima, incinta di lei, occupò quel luogo, Maria Letizia Gorga interpreta i pezzi più significativi del decennio a cavallo del ’68: da Noi le donne noia Gianna, passando per Gli uomini non cambiano” a “Il Kobra” e “Qui e là”. Un divertente percorso musicale nel mondo femminile, che si libera proprio in quegli anni, dell’immagine rassicurante della donna madre, moglie e massaia e scuote tutti al grido di tremate, tremate, le streghe son tornate!“.

“50 Anni e Sono Ancora Mia, è uno spettacolo che ci piace molto portare in scena, ci ricorda Pino Ammendola, autore e regista, perché sottolinea le vere conquiste delle donne, quelle che sono rimaste fino ad oggi!”Si diceva IO SONO MIA e mai come oggi di quel grido c’è bisogno!” Aggiunge Maria Letizia Gorga.  Ci piace raccontare con leggerezza, come solo la musica sa fare, la storia di un percorso che non deve fermarsi, che deve continuare ad  andare avanti…”

Un viaggio insomma nella nostra memoria, compiuto attraverso la canzone popolare, vero e proprio elemento di raccordo tra le generazioni.

Ufficio Stampa Carla Fabi e Roberta Savona
Carla: carla@fabighinfanti.it
, 338 4935947 – Roberta:
savonaroberta@gmail.com , 340 2640789
www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona


Costo e come raggiungerci

TicketOne: Posto Unico Numerato Intero € 20,00 

 50 anni e sono ancora mia ROMA 

L’Auditorium Parco della Musica, situato nel quartiere Flaminio, al Villaggio Olimpico è facilmente raggiungibile con i seguenti mezzi pubblici:

– Autobus:

  • 910 Capolinea Termini/Piazza Mancini;
  • 53 Capolinea Piazza Mancini/Largo Chigi;
  • 982 Capolinea V.le XVII Olimpiade / Stazione Quattro Venti;
  • 168 Capolinea L.go Maresciallo Diaz / Stazione Tiburtina.

– Tram:

  •  2 Capolinea P.le Flaminio/P.zza Mancini.

– Metropolitana:

  • Metro A fermata Flaminio poi Tram 2;
  • Ferrovia Roma-Nord fermata Piazza Euclide.

– Auto:

  •  G.R.A uscita Flaminio Saxa Rubra, direzione Corso di Francia;
  •  Lungotevere Flaminio/Viale Tiziano altezza Palazzetto dello Sport.

Presso l’Auditorium Parco della Musica c’è ampia possibilità di parcheggio, con posti riservati ai diversamente abili.


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Chirurgia Estetica dell’ Addome: L’ Addominoplastica

in Gabriella Chiarappa Blog/Il Cibo/Pianeta Donna/Ultimi Pubblicati by
addomino-plastica-copertina-iogiornalistatv.jpg

Chirurgia estetica, l’addominoplastica 

Articolo di Gabriella Chiarappa
Articolo di Gabriella Chiarappa

Chirurgia plastica: che cos’è l’addominoplastica e quanto costa l’intervento?

Si avvicina la primavera che porta con sé con i fiori, lo sbocciare della natura e, puntuale come tutti gli anni, anche il pensiero della dieta. Tutti ci sentiamo, improvvisamente, grassi e fuori forma, “inadatti” a mostrare tutte quelle parti del corpo che l’inverno, inevitabilmente, nasconde. E allora fioccano i buoni propositi che però, lunedì dopo lunedì, svaniscono davanti a un piatto di pasta, profumato e fumante. Purtroppo, malgrado diete anche violente e calo di peso, il punto delicato del nostro corpo rimane sempre il girovita, la “pancetta”, esteticamente penalizzante per una linea armoniosa e scattante e pericolosissima per tutti i problemi che porta, la spia dell’adipe depositato negli organi interni, il tessuto adiposo – grasso – accumulato sulla pancia e poi intorno agli organi, dove può causare molti danni.

Studi recenti sottolineano come un girovita largo si associ anche a una maggior probabilità di danni ai reni e porti disfunzioni cardiache, oltre al rischio di infarti, ictus, diabete e ad una disabilità connessa a dover trasportare una massa pesante, dove muoversi può diventare molto complicato, il carico sulle articolazioni è elevato e l’usura maggiore.

Nel caso di pazienti ex obesi che hanno perso molto peso, il ruolo del chirurgo estetico può diventare molto importante, se non fondamentale: prima la dieta e poi la chirurgia estetica dell’addome (addominoplastica), nelle situazioni di forte perdita di peso, sono i giusti step.

Per perdere peso, vanno evitate diete violente che fanno dimagrire in poco tempo, il “presto e subito” non va bene, è il peggiore modo per trattare la pelle, facendole perdere tono ed elasticità e, purtroppo, recuperando velocemente quanto si è perso, infatti può sembrare strano ma la perdita di grasso non equivale a perdere peso. Quando il dimagrimento è più consistente, di solito sopra i 20 chili, oppure quando l’addome è svuotato in seguito a gravidanze, in genere con aumenti di peso poco controllato, la sala operatoria è una tappa obbligata “per avere il corpo desiderato”. I trattamenti consigliati dai buoni chirurghi non mirano, infatti, solo a correggere gli inestetismi, ma, soprattutto, a migliorare il fisico, sia per l’estetica sia per la salute, utilizzando tutti gli accorgimenti necessari per evitare gli effetti negativi della perdita di peso sul corpo, che sono risolvibili solo chirurgicamente.

Uno dei punti più dolenti dell’estetica, sia maschile sia femminile, è la pancia che è la zona  che accumula un’importante quantità di adipe mettendo a dura prova il tessuto cutaneo e la relativa elasticità, per la quale sarà necessaria l’addominoplastica per ristabilire l’equilibrio tra volume e tessuto cutaneo. L’obiettivo è l’asportazione del tessuto cutaneo e adiposo in eccesso ed il ripristino della parete muscolare addominale proprio per ristabilire la tonicità alla muscolatura.


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

I Colori di Marta Jane incontrano la conduttrice Metis di Meo

in Gabriella Chiarappa Blog/Pianeta Donna/Ultimi Pubblicati by
marta-jane-alesiani-copertina-iogiornalistatv

Marta Jane Alesiani, un mondo a colori…

Articolo di Gabriella Chiarappa
Articolo di Gabriella Chiarappa

Marta Jane Alesiani, una stilista dal grande talento e che si conferma in continua ascesa, ama sorprendere con il suo intuito e la grande passione per il suo lavoro, da sempre affascinata dal mondo dei colori e dalla accurata ricerca del tessuto. Ed è proprio il suo magico mondo di colori che incanta anche la bellissima  Metis Di Meo conduttrice di Easy Driver programma di Rai Uno. Felice oggi, d’incontrare Marta Jane per i nostri lettori.

G) Salve,  Marta Jane.

R) Salve.

G) Lei ama i colori e la solarità, in questo momento i suoi capi sono indossati da una persona molto solare la conduttrice di Easy Driver  Metis di Meo, ci racconti com’è stato il vostro incontro?

R)L’incontro con Metis nasce grazie al mio Ufficio Stampa, le Salon de la Mode curato dalla brillante Gabriella Chiarappa. Metis era la perfetta incarnazione della Donna che volevo vestire; carismatica, solare e bellissima. Le sono stati sottoposti dei look appartenenti alla collezione invernale, a tema Egitto. Ne è rimasta così entusiasta da indossarli non soltanto per il programma Easy Driver ma anche in diverse ospitate televisive su Rai1. Quando le ho visto indossare i capi mi sono resa conto che i colori delle mie creazioni si sposavano perfettamente con i suoi capelli!

G) La positività interiore è una caratteristica che accomuna sia Lei che Metis Di Meo, questa è la motivazione che l’ha spinta a vestirla?

R) Metis ha una grande forza d’animo e riesce a trasformare gli attimi in energia positiva. In questo ci somigliamo. Diciamo che ci siamo trovate a nostro agio da subito, questo imprinting mi ha confermato che lavorare insieme sarebbe stato fantastico .

G) Com’è stato lavorare con Lei in occasione dello shooting fotografico?

R) Incredibile! Metis è stata superlativa, vestiva con disinvoltura ogni Outfit, sentiva i capi in sintonia con la sua personalità. Questo mi ha davvero resa felice. È stato un lavoro di squadra, Il team era titanico! Si è creata un’atmosfera amichevole e spensierata e lavorare con personalità gioiose e competenti rende il lavoro un vero piacere. Lo shooting è stato realizzato a Roma  presso la Fashion Look Academy, i capelli sono stati curati da Alfonso Boselli e il make-Up dalla talentuosa Vanessa dei Giudici. Le foto sono state scattate dal grande Gabriele Vinciguerra, la sua attenzione ai dettagli e la sua professionalità hanno davvero fatto la differenza. Ad incorniciare i miei capi, i gioielli di Nabel Jewels e le calzature di Guido Sgariglia.

G) Può descriverci i capi che ha scelto di fare indossare Metis per rappresentarLa?

R) I capi selezionati per Metis sono stati; il cappotto BASTET, un prezioso capospalla in velluto di seta broccato color rame, l’abito NEFERTITI realizzato con un colorato tessuto tramato a mano , una morbida camicia nera con inserti in pizzo macramè, la gonna a ruota jacquard SOLE, uno dei capi più venduti della collezione, e per finire il piumino REGINA contornato da un maestoso mala in pietre di turchese . Gli accessori presenti sono stati molteplici , tra essi, il CERCHIO DEGLI DEI, un accessorio per capelli artistico ed ornamentale fatto a mano e la cintura con Fibbia di Rame, realizzata artigianalmente da un noto Ramaio Marchigiano.

( Shop online www.martajanealesiani.com )

G) Il modo di pensare di uno stilista, in che modo entra in sinergia con quella di un’artista o un personaggio noto?

R) La sinergia si genera quando il pensiero di uno stilista viene riconosciuto da chi lo osserva e soprattutto da chi lo veste. Quello che facciamo è ciò che siamo, per questo il mio intento è trasmettere al mio lavoro tutta l’energia e la gioia che sento. Quando si crea e quello che si realizza ci piace e ci rappresenta, il messaggio arriva, arriva a chi riesce a riconoscerlo e proprio per questo lo apprezza , si emoziona e lo fa suo . È un meccanismo a calamita… L’entusiasmo attira entusiasmo .

G) La sua particolare solarità interiore riflette anche nelle sue creazioni, in modo così incisivo che i suoi capi sembrano avere un’Anima. Può confermare questa teoria e spiegarla?

R) Credo profondamente che ogni creazione abbia un’Anima, per questo quando creo mi entusiasmo e cerco sempre di trasmettere la mia energia positiva. Ogni volta che disegno, ogni volta che insieme all’ago e al filo si viene a creare un’armonia vincente, trasferisco alle mie creazioni una propria identità. Lavoro con molta dedizione e serietà unendo alla professionalità la mia passione per la Vita e per le mie Origini. Gli abiti, come suggerisce la parola stessa, sono abitazioni. Quello che indossi è la casa che decidi di portare con te per tutto il giorno, è proprio per questo motivo che la mia dedizione è ancora più attenta. Il mio scopo non è mettere il mio nome su quel capo, ma far si che quel capo trasmetta l’energia positiva che lo ha creato, affinché venga percepita da chi lo indossa. Vivere nei colori e sentire le loro vibrazioni ci rende diversi, migliori, perché ogni sfumatura cromatica ha la capacità di influenzare il nostro umore. Il mio intento è realizzare sogni..non solo abiti .

G) Oggi si parla molto di messaggi che si possono trasmettere attraverso la moda, qual’è in questo caso il suo?

R) Il mio messaggio? Essere autentici e senza maschere apprezzando l’Artigianato e le nostre origini. Vestirsi di colore per attirare la felicità che tanti, troppi, continuano a cercare fuori da se stessi. In realtà la felicità la generiamo NOI .

G) Come nascono le sue collezioni?

R) Da quello che vivo, da quello che sento, da quello che vedo. Unisco il tutto e inizio a disegnare senza sosta . Quando nasce l’idea giusta, la vesto con i tessuti e con i colori che più mi emozionano. E a quel punto ogni cosa prende vita!

G) Tre aggettivi che la rappresentano?

R) ECLETTICA , AUTENTICA E GRATA. La vita è un sogno in divenire e mi reputo fortunata, perché faccio il lavoro che amo, ovviamente non è facile, ci sono innumerevoli sacrifici da fare ogni giorno ma tante soddisfazioni, per questo non smetto mai di dire e dirmi GRAZIE!

Fashion Designer & Stylist: Marta Jane Alesiani

Photo by : Gabriele Vinciguerra
Gioielli: Barbara Fiorani
Hair: Alfonso Boselli
MUA: Vanessa DeiGiudici

Location: @fashionlookagency @fashionlookaccademy

Roma – Press: Le Salon de la Mode
Rai Play: Easy Driver


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Pica di Piera Catena incanta con Majorelle

in Gabriella Chiarappa Blog/Pianeta Donna/Ultimi Pubblicati by
pica-di-piera-catena-copertina-iogiornalistatv

Pica di Piera Catena presenta Majorelle  

Articolo di Gabriella Chiarappa
Articolo di Gabriella Chiarappa

Alta Roma in questa edizione particolarmente ha dato il via a nuovi talenti in questo caso parliamo della giovane designer Piera Catena, che con le sue creazioni Pica bags, ha sfilato a Gennaio in Alta Roma 2018 con una mini capsule collection Majorelle, collaborando con la nota stilista l’architetto Sabrina Persechino, che ha portato in passerella la collezione Elektron, “la via dell’ambra, un tempo chiamata anche via Imperiale, luogo di estrazione dell’affascinante pietra che gli antichi greci chiamarono elektron, con il significato di “il brillante, il luminoso”, considerandola come la “sostanza del sole”. L’ambra è traslucida, di un colore che può variare dal giallo al rossiccio al bruno fino ad arrivare al verde, al viola e all’oro. Su questa palette sfilano capi lineari, geometrici e strutturati, abiti scolpiti, di forte impronta architettonica, immancabili come sempre il bianco e il nero. Una presentazione emozionante anche per aver introdotto una giovane  musicista “Giorgia Rossetti” che abilmente ha suonato live il violino elettrico.

In questo caso l’intuito della stilista Persechino è stato anche nel saper scegliere un giovane talento come Piera Catena “Pica ”, creando una sinergia assoluta,  tra abiti e borse.  Una capsule prestigiosa per Pica che segna il suo brillante  esordio in Alta Roma con Majorelle, S/S 2018 ispirata ad uno dei giardini più belli del mondo situato a Marrakech.

Progettato dall’ artista francese Jacques Majorelle, che negli anni diventò  fonte di ispirazione per lo stilista Yves Saint Laurent.

Un mix di colori vivaci e forme che ispirano questa sua nuova collezione che abbiamo visto sfilare con delle variazioni di colori, attentamente studiati per la collezione Elektron di Sabrina Persechino, le forme semplicemente perfette ed in linea con gli abiti,  traggono ispirazione dal tipico mihrab e dai decori architettonici spesso arricchiti di motivi geometrici.  Tutto perfetto per segnare il grande inizio di un giovane talento firmato “Pica” Piera Catena.


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Nadir Maut al Fashion Frames

in Gabriella Chiarappa Blog/La Cultura/Photoartofrosy Blog/Pianeta Donna/Ultimi Pubblicati by
_1111512_preview Nur 1

Nadir Maut a Pitti Live Movie 

Articolo di Gabriella Chiarappa
Articolo di Gabriella Chiarappa

Una Firenze che si conferma contenitore di idee e brand si è presentata a tutto il mondo,  dal 9 al 12 gennaio, magica città dove  il mood è stato solo uno, Pitti Live Movie,  ovvero cinema & moda, costumi & scene, sfilate & film, ovviamente la MODA dove qui è tutto, quindi tendenze Autunno Inverno 2018/2019,  tutti al Film Festival di Pitti Uomo,  per le collezioni maschili dell’inverno 2019, per il red carpet dello stile contemporaneo di 1.230 marchi dei quali 541 provenienti dall’estero (il 44% del totale) con 227 tra nuovi nomi e rientri al salone) che ha occupato più di 60.000 mq in Fortezza da Basso e in tutta la città, dove si sono avute manifestazioni non meno importante e di tendenza come il Salon Of Excellence & Fashion Frames  organizzato dalla De Gorsi Luxury Consulting di Alexander Djordjevic e Cristina Egger che si confermano così come uno dei contenitori di ricerca di nuovi brand emergenti più interessanti di Pitti Immagine Uomo.

Cristina Egger, per la 9° edizione del Fashion Frames, ha presentato una sezione completamente dedicata a nuovi designer/brand con un’importante dose di ricerca stilistica nel proprio DNA con un solido background strutturale che ne possa consentire il successo distributivo e commerciale, infatti i Brand presentati in questa edizione sono concentrati nelle merceologie relative agli accessori, luxury comfort, accessori, borse, calzature o elementi di abbigliamento che vivono indipendentemente da un total look, mixando abilmente gli accessori fatati a cui non si può rinunciare.

Tra I brand esposti al Fashion Frames abbiamo notato i fantastici caftani di Nadir Maut che sembrano aquiloni, mossi dal vento,come delicate farfalle per capi di una collezione dai colori notturni e sofisticati,la  costruzione di un mondo tra realtà, sogno e fantasia, una esaltazione di un affascinante luxury comfort, abiti/caftani elegantissimi, morbidi, sensuali, per una padrona di casa che passa con grande eleganza tra mondi e modi del vivere quotidiano per abitare il mondo, un abbigliamento avvolgente e glamour, una collezione  che mostra un vero talento usando con maestria il tessuto, partendo da motivi tradizionali,un mondo meraviglioso, quello di Nadir Maut a  Pitti Live Movie.

Fashion Frames

Press: Le Salon de La Mode

Shooting: Seta Atelier, Nadir Mamut, O Jour, Alef, Berg

 Art Director&Ph. Edoardo Tranchese


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Festival Sanremo Giovani 2018 Leonardo Monteiro

in Festival Sanremo 2018/Gabriella Chiarappa Blog/La Musica/Ultimi Pubblicati by

Leonardo Monteiro, un talento con il Cuore

Articolo di Gabriella Chiarappa
Articolo di Gabriella Chiarappa

La nuova edizione del Festival di Sanremo è alle porte, e si conferma come sempre l’evento di tendenza sui social network, dove inevitabilmente non mancano le sorprese, le scoperte, le notizie e qualche anticipazione sui vari partecipanti. Oltre alla categoria delle voci big della musica italiana, sarà presente la categoria delle giovani proposte con 8 giovani: Alice Caioli, Eva, Giulia Casieri, Leonardo Monteiro, Lorenzo Baglioni, Mirkoeilcane, Mudimbi e Ultimo. Tra loro una grande promessa, il talentuoso Leonardo Monteiro, già conosciuto per il suo passato non troppo lontano da ballerino professionista, e per la partecipazione al noto programma “Amici” di Maria De Filippi , in seguito coltiva la sua grande passione per il canto, studiando pianoforte, canto moderno e gospel presso diverse accademie, superando le difficoltà della vita e mettendo come sempre in primis il cuore. Nel suo percorso di studi di perfezionamento vocale ha la fortuna d’incontrare Dariana Koumanova, una delle piu’ grandi “vocal coach” del settore,  sua  manager e produttore, mentre  Adriano Pennino è il produttore artistico. Ospite a “Domenica in” il 21 gennaio 2018, Leonardo ha presentato il suo brano Bianca, un brano che emoziona e che entra nel cuore grazie alle sue parole e alla sua strabiliante interpretazione.                            27475-152-leonard-monteiro_jpg_620x250_crop_upscale_q85La forza di Leonardo Monteiro non è solo di avere una grande tecnica ed estensione nella voce ma è quella di avere una sensibilità al di fuori del comune nel trasmettere le emozioni, quella rarità che appartiene a pochi e che il pubblico ama. Un testo che manda un messaggio d’amore e di speranza, che mette al centro di tutto l’amore prima ancora delle relazioni. Bianca è un brano già molto gettonato nelle radio in queste settimane, scritto da Vladi tosetto, noto per le varie collaborazioni con  grandi artisti del panorama musicale italiano come Giorgia con “Come saprei” brano vincitore a Sanremo, Morandi, Ramazzotti,  e Jo Coker mentre  il testo è di Marco Ciappelli. Un mix di ingredienti che creano la giusta ricetta per far si che Leonardo Monteiro possa essere considerato uno tra i probabili vincitori.


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

La Cantata dei Pastori, un successo Internazionale che merita una casa

in Gabriella Chiarappa Blog/La Cultura/Pepsi e Popcorn Blog/Ultimi Pubblicati by
Fiorella Passante (2)_preview

La Cantata dei Pastori di Peppe Barra al Teatro Politeama di Napoli

Articolo di Gabriella Chiarappa
Articolo di Gabriella Chiarappa

La Cantata dei Pastori… Grande emozione e grandi applausi per la conclusione dello spettacolo classico di Natale al Teatro Politeama di Napoli, andato in scena dal 14 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018. Uno degli spettacoli più caratteristici della tradizione popolare napoletana. Scritta nel 1698 da Andrea Perrucci, “La Cantata” è stata sempre rappresentata e rielaborata nel tempo, descrive senza dubbio il testo teatrale più longevo della tradizione del teatro barocco napoletano.

25498446_1355751171200902_1277862718893312085_n (1)

Da quarant’anni il grande maestro Peppe Barra  porta in scena quest’opera da lui definita “Il Presepe in movimento” rendendola ogni anno piu’ emozionante e coinvolgente. La storia racconta  delle avversità di Giuseppe e Maria per giungere a Betlemme e gli ostacoli che incontrano per arrivare alla grotta della Natività, accompagnati in questo lungo viaggio da due ladroni che ritroviamo nella figure di Razzullo, scrivano reclutato per il censimento e Sarchiapone,  barbiere pazzo.

la cantata

Un successo che conferma la capacità di entrare in grande sinergia con la tradizione e l’attualità, un’ ironia ed una semplicità nel linguaggio che appartiene al popolo che in primis si sente parte integrante di uno spettacolo che anima e scalda i cuori di tutti. Un interpretazione unica con artisti di calibro che ha visto lo stesso regista Peppe Barra, protagonista nel ruolo di Razzullo, la stupefacente Rosalia Porcaro nel ruolo di Sarchiapone, la talentuosa Maria Letizia Gorga nel ruolo di (Zingara/Gabriello), Patrizio Trampetti (Diavolo Oste/Cidono), Marco Bonadei (Demonio), Enrico Vicinanza (Ruscellio), Francesco Viglietti (Armenzio), Andrea Carotenuto (Giuseppe), Chiara Di Girolamo (Maria Vergine) e il piccolo Giuseppe De Rosa (Benino).

Ph . Fiorella Passante 1_preview

Le musiche sono di Lino Cannavacciuolo e Roberto De Simone. Le scene sono di Tonino Di Ronza , i costumi di Annalisa Giacci, le coreografie di Erminia Sticchi, Assistenti della Regia Francesco Esposito e Gennaro Monti assistenti alla Scenografia Emanuela Ferrara e Lucio Valerio, assistente ai Costumi Antonietta Rendina. Un’opera che ogni anno rischia di non avere una casa a Napoli e che in realtà merita di essere protetta, perché “La Cantata” è un monumento e rappresenta un pezzo di grande storia napoletana, che merita di avere una dimora fissa e non occasionale, considerando che rappresenta un opera d’importanza mondiale e che ogni anno è vista da piu’ di 10 mila persone.

Un invito a tutti  #DateUnaCasaAllaCantata


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

“Lady Oscar” trionfa al teatro Orione a Roma

in Gabriella Chiarappa Blog/La Cultura/Pepsi e Popcorn Blog/Ultimi Pubblicati by
IMG_6062

 

Lady Oscar un classico rivisitato per grandi e piccini a Roma

Articolo di Gabriella Chiarappa
Articolo di Gabriella Chiarappa

Lady Oscar… Il personaggio che ha fatto sognare grandi e piccini, riscuote un grande successo per la prima del musical “Lady Oscar” – François Versailles Rock Drama,  ha debuttato  al teatro Orione, lo scorso  Venerdi’ 29 dicembre, aprendo anche la rassegna Mindie ideata e pensata con l’obiettivo di presentare al pubblico i migliori spettacoli indipendenti di teatro musicale sul territorio nazionale.

IMG_5924

La rassegna teatrale nasce da un’idea di Marco Spatuzzi e Andrea Palotto, autori di alcuni tra i più apprezzati e applauditi spettacoli teatrali delle ultime stagioni. Un pubblico commosso ed attento si è entusiasmato con la versione musical di uno dei cartoni animati più amati degli ultimi quarant’anni. Lady Oscar è un Rock Drama interamente italiano, intrepido e coinvolgente, narra la storia di una giovane nobile allevata come un uomo da un rigido e inflessibile generale francese che riuscirà a farla nominare, ancora giovanissima, capo delle guardie reali. Una ricostruzione attenta quella di Andrea Palotto, che abilmente reinterpreta la storia dell’eroina francese, riuscendo a cogliere  i punti essenziali dei fatti storici e dei caratteri peculiari dei protagonisti.

IMG_6016

Un percorso che ritrae i momenti e i temi sociali del periodo in modo sottile e talvolta ironico, come i giochi di potere, la disuguaglianza, la povertà e la voglia di riscatto di un popolo oppresso. Temi  assolutamente veri protagonisti dell’intera vicenda.

Una buona interpretazione dei  sei personaggi principali: Chiara Famiglietti è Lady Oscar, Cristian Ruiz veste i panni dell’austero papà il Generale De Jarjayes, Giorgio Adamo è Andrè, amico fidato e sul finale suo amato compagno, Massimiliano Micheli interpreta un Robespierre originale e travolgente, Cristina Noci è Marie, forte e ironica nonna di Andrè, Igino Massei è il Duca d’Orleans che nel musical, il portatore dei pettegolezzi di corte. reinterpreta la storia dell’eroina francese, riuscendo a cogliere abilmente i punti essenziali dei fatti storici e dei caratteri peculiari dei protagonisti.

IMG_5813 (1)

Un ammaliante interpretazione che sceglie di raccontare e far emergere il malessere del popolo attraverso le parole de “L’Ami du Peuple” il giornale satirico di Marat, che con le sue critiche ironizzava una nobiltà decisamente disinteressata (qui immaginato come un teatro di burattini), non sono mancate le scene d’armi curate con grande maestria dal pluri campione del mondo a squadre di Spada, Stefano Pantano.

Uno spettacolo da non perdere per far rivivere le emozioni di un personaggio immaginario intramontabile. Musiche dal vivo, direzione e programmazione tastiere, Federico Zylka , chitarra Stefano Candidda, basso, Andrea Scordia, percussioni, Tiziano Cofanelli, ufficio stampa, Madia Mauro, fotografia di scena, Chiara Calabrò.


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?






Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Il Natale con Cristina Egger….“Gran Dama della Real Casa Savoia”

in Comunicati Stampa/Gabriella Chiarappa Blog/Uncategorized by
egger e figlio

al  Galà della Chaine Francigena Toscana

Cristina Egger,  è stata uno dei personaggi più chiacchierati della sesta edizione di Pechino Express. Una donna elegante, molto forte e determinata , che ricorderemo per molto tempo ,per l’immagine che ha dato  di Lei ai telespettatori , attraverso le sue dichiarazioni snob e il suo scarso spirito di adattamento, con occhiali scuri e sguardo  sbalordito nei confronti del  figlio Alessandro disperato  per essere stato eliminato dal programma

9B6ACE82-9FAB-4440-B637-B226567615E4 (1)
Un aspetto che ha catturato  decisamente tutti i social network, definendo la Signora Egger la vera star di questa edizione di Pechino ,  manager del lusso impegnata su vari fronti e che vedremo in prima linea il 9 di Dicembre  in uno degli eventi piu’ attesi dell’anno il “ Gran Galà della Chaine Francigena Toscanaad Artimino.  in questa splendida occasione ritroverà il suo grande amico di lunga data Beppe Convertini presentatore della serata , attore molto impegnato nel sociale; la sua ultima missione umanitaria per Terre Des Hommes quest’estate nel centro profughi siriano a Zarqa al confine giordano alla quale seguono una serie di altre missioni ad Arsal in Libano in un campo profughi ad Haiti, nelle favelas Brasiliane, nei paesi terremotati in Abruzzo.  Non mancheranno inoltre altre sorprese tra cui la conferma della presenza del figlio Alessandro Egger, molto noto nel mondo della moda, a livello internazionale , attore , musicista  e che presto ci riserverà grandi. Un Natale decisamente pieno di rivelazioni, tante novita’ da condividere in una cena di Gala con lo stile unico che si identifica perfettamente con la filosofia della “Gran Dama della Real Casa Savoia”  Cristina Egger.             


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Artiminio e la Chaine Toscana Francigena

in Comunicati Stampa/Eventi/Gabriella Chiarappa Blog by
Beppe

Una location da sogno che celebra  il connubio tra Food, Fashion e Arte

The Extraordinary Italian Style

Articolo di Gabriella Chiarappa
Articolo di Gabriella Chiarappa

Presentato da un affascinante Beppe Convertini va in scena ad Artimino  La Chaîne Toscana Francigena”, un evento  che abbina la cucina italiana, la moda, l’arte e lo spettacolo, organizzato dal neonato Bailliage “Chaîne Toscana Francigena”, per  coniugare e unire “the extraordinaryItalian style”. Confrérie de la Chaîne des Rôtisseurs, La Confraternita della Chaine è una società gastronomica internazionale fondata a Parigi nel 1248 e rifondata successivamente nel 1950,  una realtà che opera per la diffusione della cultura della gastronomia promuovendo i valori gastronomici e l’essenza stessa della Confrèrie, il piacere della tavola e il valore dell’amicizia.

Avaro Figlio abito bianco
Avaro Figlio abito bianco

Presente il Presidente Nazionale Chaine des Rotisseurs d’Italia, Dr Roberto Zanghi,  l’organizzazione dell’evento della Presidente Giovanna  Elettra Livreri, di Cristina Vittoria Egger e della Madrina del neonato Bailliage Anna Accalaivede l’abilità di abbinare la cultura del buon cibo ad un insieme di brand – Avaro Figlio, le luxuryshoesFabi, i gioielli Berg, l’orologio Virage il primo modello di Lonville dopo 50 anni –con il sottofondo musicale di Alessandro Martire, una performance tra sogno e realtà con  giocolieri, mangiafuoco e trampolieri della Compagnia Teatrale dell’Accademia Creativa.

Attraversano le sale piene di storia i romantici accenni di una sfilata decisamente femminile per la quale Avaro Figlio ha immaginato un giardino di donne-petalo, dagli abiti senza orlo, che sbocciano in un risveglio di sensualità che si evince nei dettagli, nelle mani sapienti che accompagnano i gesti durante la sfilata, un sincronismo armonioso del movimento, come un fiore che sboccia,  assecondato dalla linee e dal tessuto. Sfilano le calzature di Fabi, eleganza, raffinatezza, sperimentazione per una armonia fatta di equilibri progettuali ed emotivi, ricordi di cose viste, studiate, elementi che creano una trama nell’abbinamento apparentemente impossibile di Svarowsky, lacci, seta, pietre, metalli…..Fabi crea scarpe gioiello che appaiono come romanzi incantati sullo sfondo di un castello fiabesco…..una realtà importante la presentazione del modello di orologio Virage “exceptional watches in limited series for watchenthusiast”,il nome  del primo orologio del brand Lonville che rinasce dopo 50 anni di silenzio. E con  la presentazione del libro “In viaggio con Leonardo” della Contessa Melzi d’Eril sullo sfondo opere del pittore Fabrizio Savi e dello scultore Mădălin Ciucă.

Lonville
Lonville

Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.
Count per Day - DEBUG: 0.139 s
  1. Server: Apache
    PHP: 5.4.16
    mySQL Server:
    mySQL Client: 5.5.50-MariaDB
    WordPress: 4.6.11
    Count per Day: 3.5.7
    Time for Count per Day: 2018-04-22 01:13
    URL: iogiornalista.com/author/gabriella-chiarappa-blog/
    Referrer:
    PHP-Memory: peak: 55.84 MB, limit: 1024M
  2. POST:
    array(0) { }
  3. Table:
    F8Id5CfE3_cpd_counter: id = int(10)   ip = int(10) unsigned   client = varchar(500)   date = date   page = mediumint(9)   country = char(2)   referer = varchar(500)  
  4. Options:
    version = 3.5.7
    onlinetime = 500
    user = 0
    user_level = 0
    autocount = 1
    dashboard_posts = 15
    dashboard_last_posts = 15
    dashboard_last_days = 10
    show_in_lists = 1
    chart_days = 2
    chart_height = 100
    countries = 20
    exclude_countries =
    startdate =
    startcount =
    startreads =
    anoip = 0
    massbotlimit = 25
    clients = Firefox, Edge, MSIE, Chrome, Safari, Opera
    ajax = 0
    debug = 1
    referers = 0
    referers_cut = 0
    fieldlen = 150
    localref = 0
    dashboard_referers = 5
    referers_last_days = 3
    no_front_css = 1
    whocansee = edit_others_posts
    backup_part = 4000
    posttypes =
    chart_old = 0
  5. called Function: count page: x
  6. called Function: getPostID page ID: 0
  7. Post Type: post - count it
  8. called Function: count (variables) isBot: 1 countUser: 1 page: 0 userlevel: -1
  9. getMostVisitedPosts1088 : 0.13947 - 50.13 MB
    rows - SELECT COUNT(c.id) count, c.page post_id, p.post_title post FROM F8Id5CfE3_cpd_counter c LEFT JOIN F8Id5CfE3_posts p ON p.id = c.page WHERE c.date >= '2018-04-12' AND c.page > 0 GROUP BY c.page ORDER BY count DESC LIMIT 10
  10. showFields : 0.00534 - 50.30 MB
    rows - SHOW FIELDS FROM `F8Id5CfE3_cpd_counter`

GeoIP: dir=0 file=- fopen=true gzopen=true allow_url_fopen=true

Go to Top