Il Futuro? Solidale…

Author

Barbara Marolda

Barbara Marolda has 12 articles published.

Roma: Romics XXII Edizione dal 5 all’8 Ottobre – Nuova Fiera di Roma

in Barbara Marolda Blog/Eventi/Pepsi e Popcorn Blog by
Roma-Romics-XXII-Edizione-Nuova-Fiera-Di-Roma-IoGiornalistaTv

Quando? Da Giovedì 5 Ottobre a Domenica 8 Ottobre 2017
Dove? Nuova Fiera di Roma, Via Portuense, 1645/647, 00148 Roma RM

Il Romics, rassegna internazionale su fumetto, animazione, games, cinema ed entertainment che si tiene due volte l’anno presso la Nuova Fiera di Roma, torna dal 5 all’8 ottobre con la sua ventiduesima edizione. Si tratterà com’è tradizione di quattro giorni di un programma ricchissimo, con oltre cento presentazioni, incontri ed eventi in otto location in contemporanea. Cinque padiglioni per immergersi in tutti i mondi della creatività dal fumetto al cinema, e per trovare le novità, le grandi case editrici, le fumetterie, i collezionisti, i videogiochi, i gadget e incontrare moltissimi autori ed editori. Non potremmo riassumere le tantissime iniziative della manifestazione in questo articolo, per cui vi rimandiamo, dopo la lettura, alla consultazione del programma ufficiale su www.romics.it.

Romics d’Oro di quest’anno, artisti ai quali sono anche dedicate alcune mostre, sono: Paolo Eleuteri Serpieri (autore di Druuna e direttore artistico della Scuola Internazionale di Comics di Roma); Ben Morris e Kevin Jenkins dell’Industrial Light & Magic (Oscar per gli effetti visivi e direttore degli effetti speciali il primo, direttore artistico degli effetti visivi il secondo, con contributi anche agli ultimi Star Wars); Shawn Martinbrough, fumettista americano che ha lavorato per DC e Marvel, ora autore dei disegni di Thief of Thieves della Skybound.
Il Romics quest’anno è sempre più musicale, con un evento d’eccezione: il Talk show con Francesco Gabbani, comunicatore e performer. Una imperdibile occasione per approfondire le sue fonti di ispirazione, il patrimonio della cultura orientale e i segreti del suo personale mix.

Nuovi Talenti avrà la sua abituale funzione di luogo di incontro, con uno spazio dedicato ad autori, editor, esperti e professionisti del settore per conoscere talenti emegenti. All’interno vi sarà la consueta Area Pro, dove sarà possibile presentare i propri lavori, che verrà affiancata dalla sempre più attesa Self Area, con postazioni messe a disposizione di giovani illustratori per disegnare davanti a importanti editor.
Saranno lanciati vari concorsi: la seconda edizione del Concorso Nazionale “I linguaggi dell’immaginario per la scuola“, realizzato col Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Altri due importanti concorsi sono dedicati agli illustratori, grande occasione di visibilità: L’avventura di scrivere“, in collaborazione con Io Scrittore del Gruppo editoriale Mauri Spagnol, e “Illustrazione da collezione“, realizzato in collaborazione con Poste Italiane Filatelia, dedicato questa volta ai Beatles, a 50 anni dalla pubblicazione del disco di Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band

Una tavola rotonda sarà dedicata al tema dei migranti, “Disegni migranti – L’immigrazione e l’emigrazione raccontate dal fumetto.” Tornerà al Romics anche il tradizionale incontro con gli street artists del momento, legati alle più importanti e sensibili tematiche.

Numerose sono le case editrici che hanno aderito al programma Romics Narrativa, presentando le loro ultime novità e i personaggi più amati della narrativa young adult. Sul fronte editoriale, sarà presentato anche “Raccontare a Fumetti” (Dino Audino Editore) di Stefano Santarelli a cura della Scuola Romana dei Fumetti.

La sezione Movie Village dedicata al cinema torna al Romics con la celebrazione dei migliori film dell’autunno, e si coglie l’ccasione per dedicare uno spazio ai titoli di ottobre e novembre tratti da grandi romanzi, come IT e L’uomo di Neve. Ci sarà anche un Focus sugli effetti speciali con il Premio Oscar Ben Morris e l’Art Director di Star Wars Kevin Jenkins.

La Regione Lazio sarà sempre attraverso uno spazio dedicato all’innovazione e alla creatività, Comics Meeting & Lab, punto d’incontro che unisce artisti, operatori e giovani emergenti in un rapporto dialogico volto a innescare processi innovativi. Il Comics Meeting&Lab ospita un ricco panel di workshop, conferenze e meet&greet.

La grande Gara Cosplay prevederà le selezioni internazionali dei Cosplayer che andranno a rappresentare l’Italia all’amatissimo World Cosplay Summit – Giappone, all’International Yamato Cosplay Cup – Brasile e all’Eurocosplay – MCM di Londra. Cosplayer Life, il nuovo social network dedicato al mondo del cosplay sarà presentato in quest’edizione del Romics. Sarà una piattaforma rivolta a tutti gli appassionati del mondo cosplay, a coloro che ne hanno fatto una professione o che lo praticano per hobby.

Si espande ancora il mondo dei Games con numerose postazioni gioco, al Pala Games nel Padiglione 6. Avranno luogo le fasi finali del campionato italiano di League of Legends, Lega Prima – Romics, organizzato in collaborazione con GEC, Giochi Elettronici Competitivi. Gli appassionati di The Legend of Zelda avranno di fronte a loro un l’appuntamento di venerdì, per sfidarsi in un torneo organizzato da Romics. In palio copie del volume The Legend of Zelda: l’arte di una leggenda, appena pubblicato da Magazzini Salani in occasione dell’anniversario.

Un nostro servizio su una passata edizione…

Vale la pena di ricordare che, mentre i più grandi potranno immergersi nell’atmosfera del Romics, nell’Area Kids & Junior i più piccoli avranno a disposizione tre ampie aree nel Padiglione 5.


Costo?

 

– Biglietto giornaliero: VivaTicket, € 12.00 + COMMISIONI

  • Nota: Passaggio diretto ai tornelli senza passare per le casse
  • Ingressi :NORD / SUD / EST

– Abbonamento Full 4 Giorni: VivaTicket€ 26.00 + COMMISSIONI

  • Nota: Passaggio diretto ai tornelli senza passare per le casse
  • Ingressi :NORD / SUD / EST

NB:

– BIGLIETTO SALTA FILA: STAMPA IL BIGLIETTO DA CASA E RECATI DIRETTAMENTE AI TORNELLI. 

– I BIGLIETTI NON SONO NOMINATIVI (IL NOMINATIVO RIPORTATO SUL BIGLIETTO FA RIFERIMENTO A CHI EFFETTUA IL PAGAMENTO).

– IL BIGLIETTO È VALIDO PER UNA SOLA ENTRATA GIORNALIERA. UNA VOLTA ENTRATI IN FIERA NON SARÀ POSSIBILE USCIRE E RIENTRARE CON LO STESSO TAGLIANDO.

– IL BIGLIETTO ONLINE GIORNALIERO HA TARIFFA UNICA E PUO’ ESSERE UTILIZZATO IN QUALSIASI GIORNO DELLA MANIFESTAZIONE.

– I BIGLIETTI SONO ILLIMITATI.


Come raggiungerci?

  • AUTO: Dal GRA (Grande Raccordo Anulare) uscita 30 in direzione Fiumicino e poi seguire le indicazioni segnaletiche per Fiera Roma.
  • AEREO: Dall’aeroporto di Roma Fiumicino i collegamenti sono garantiti con Fiera Roma dal treno FR 1 fermata Fiera di Roma (Tariffa 8 euro), dal taxi e dagli autobus Cotral.
  • TRENO: La stazione di Fiera di Roma è servita da un servizio metropolitano sulla linea FL1 Orte/Fara Sabina – Roma – Fiumicino Aeroporto.

Dal lunedì al venerdì la stazione Fiera di Roma è collegata con Roma con 132 treni, il sabato con 92 treni e i festivi con 73 treni. La frequenza dei treni nei giorni feriali è ogni 15’, dalle ore 20 diventa di circa 30’. Il tempo di percorrenza tra Fiera di Roma e Roma Ostiense è di 23 minuti, tra Fiera di Roma e Roma Tiburtina è di 40 minuti.

Per maggiori informazioni www.rfi.it – www.trenitalia.com

  • TAXI: L’indirizzo per l’INGRESSO EST è Via A.G. Eiffel (traversa Via Portuense), per l’INGRESSO NORD è Via Portuense 1645-1647.

Tempo stimato dal centro città (Piazza Venezia): 40 minuti.
Tempo stimato dall’Aeroporto di Fiumicino: 10 minuti.

    • BUS: Linea Atac – linea 808 per Fiera Roma; Da Fiumicino linea Cotral W0001.

Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tune!! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale …

Roma: Sarah-Jane Morris & Antonio Forcione, Compared to What – Auditorium Parco della Musica

in Barbara Marolda Blog/Eventi/In Evidenza/La Musica/Pepsi e Popcorn Blog by
Sarah-Jane Morris & Antonio Forcione

Quando? Domenica 8 Ottobre 2017
Dove? Auditorium Parco della Musica, Sala Petrassi, Viale Pietro de Coubertin 30 – 00196 Roma
Ore? 21:00

Sarah-Jane Morris e Antonio Forcione presentano al pubblico l’album nato dal loro sodalizio artistico ‘Compared to What’. Si tratta di una collaborazione vincente tra due dei musicisti più originali e talentuosi della scena musicale internazionale. Ambedue sono stati paragonati a molti geni della storia della musica: Sarah dal punto di vista vocale a Janis Joplin e Tom Waits, Antonio a Jimi Hendrix e Django Reinhardt. Unendo le loro energie e i loro grandi talenti daranno al pubblico la possibilità di conoscerli in una dimensione nuova. Il sodalizio artistico raggiunge picchi di grande bellezza musicale grazie al particolare virtuosismo di Antonio con la chitarra e alla leggendaria voce di Sarah-Jane, ora più finemente persuasiva che mai, dalla estensione e potenza immutate.
‘Compared to What’ è il risultato di una fruttuosa e variegata collaborazione nella stesura dei brani che affrontano temi che spaziano da attuali questioni sociali a canzoni dall’emotività travolgente, includendo le hit più note del recente passato di Sarah-Jane e nuovi brani in cui Antonio aggiunge la sua cifra artistica. Arricchiscono l’album anche un tocco di ironia, canzoni d’amore ed alcune cover memorabili, in particolare quelle di Stevie Wonder e Bob Dylan.


Costo?

Biglietti: Platea 20.00€

Biglietteria: 892.101

Biglietteria online: TicketOne


Come raggiungerci?

L’Auditorium Parco della Musica, situato nel quartiere Flaminio, al Villaggio Olimpico è facilmente raggiungibile con i seguenti mezzi pubblici:

– Autobus:

  • 910 Capolinea Termini/Piazza Mancini;
  • 53 Capolinea Piazza Mancini/Largo Chigi;
  • 982 Capolinea V.le XVII Olimpiade / Stazione Quattro Venti;
  • 168 Capolinea L.go Maresciallo Diaz / Stazione Tiburtina.

– Tram:

  •  2 Capolinea P.le Flaminio/P.zza Mancini.

– Metropolitana:

  • Metro A fermata Flaminio poi Tram 2;
  • Ferrovia Roma-Nord fermata Piazza Euclide.

– Auto

  •  G.R.A uscita Flaminio Saxa Rubra, direzione Corso di Francia;
  •  Lungotevere Flaminio/Viale Tiziano altezza Palazzetto dello Sport.

Presso l’Auditorium Parco della Musica c’è ampia possibilità di parcheggio, con posti riservati ai diversamente abili.


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tune!! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale …

Salerno: Premiazione I really love – XVI Edizione Villammare Film Festival

in Barbara Marolda Blog/Comunicati Stampa/Il Cinema/In Evidenza by
Salerno: Premiazione I really love - XVI Edizione Villammare Film Festival

‘I really love…’ vince il premio della critica al VFF

Il corto di Nicola Guarino si aggiudica il prestigioso riconoscimento

Premio della critica per ‘I really love…’, il cortometraggio di Nicola Guarino, prodotto da Gabriele Martino e Giorgio Stefanutti, con Yuliya Mayarchuk e Chiara Francini e con Gabriele Paolo-Pei Andreoli, in gara il 29 agosto 2017 alla XVI edizione del Villammare Film Festival in programma a Villammare, Vibonati (SA), in piazza Portosalvo dal 27 al 30 agosto.

Appresa la notizia del riconoscimento ottenuto, il regista Nicola Guarino ha dichiarato:

Ringrazio i giurati e la critica che hanno riconosciuto in ‘I really love…’ una qualche capacità di racconto cinematografico, un tentativo di giocare con i generi e di non essere per forza lineare, logico e conforme a dei linguaggi più semplici, benché, paradossalmente, io lo intenda, invece, un cortometraggio molto popolare e divertente. Mi rendo conto, però, che, rispetto ad altri lavori, ‘I really love…’ non è influenzato da un gusto, soprattutto televisivo, che ha assolutamente abbassato i parametri di giudizio, che ha tolto anziché dato alle persone dei mezzi, delle chiavi di lettura specifiche.

Per intenderci, mia madre, ragazzina, come tanti coetanei, alla fine degli anni ’50 guardava in tv i drammi di Pirandello. È stata quindi preparata ad un non-sense, ad un surrealismo, ad un linguaggio che oggi, inconsciamente, riconosce e ritrova in film apparentemente complicati, che, in realtà, sono molto più facili e comprensibili di come sembrano. Purtroppo, i prodotti migliori di oggi non sono visti da un pubblico ampio, che, al contrario, ha imparato ed è abituato ad una narrazione piuttosto banale e clonata, come se fosse fatta in serie.

Ringrazio, inoltre, Gabriele Martino e Giorgio Stefanutti, i produttori che hanno creduto nel mio progetto, ed Andrea Bucchioni, un meraviglioso Signore della ripresa e della luce, ora in pausa, cui spero questo piccolo riconoscimento dia lo spunto per riprendere a lavorare. Altra soddisfazione, a suo tempo, è stato l’apprezzamento del corto da parte di uno specialista quale Brian De Palma.

In ‘I really love…’ ho giocato con i generi, con i linguaggi e sono contento che la critica se ne sia accorta e spero che lo faccia anche il pubblico, perché il cinema non può vivere solo di critica, ma anche di spettatori.

A ritirare il premio nella serata del 30 agosto al posto di Nicola Guarino, impossibilitato a presenziare per impegni di lavoro, è stata Yuliya Mayarchuk, che ha vinto anche il premio come migliore attrice protagonista.

Primo comunicato stampa


Note biografiche

Nicola Guarino, nato a Napoli nel 1972, lavora in Rai dal 2007, ha frequentato l’Accademia napoletana d’arte drammatica e ha una qualifica di “Esperto in regia cinematografica e televisiva” rilasciata dalla Regione Campania. In passato si è dedicato al teatro in qualità di attore e regista. Attualmente si occupa di regia televisiva e cinematografica e ha girato diversi corti. Direttore Artistico della Rassegna di Cinema Indipendente Zona Indipendente Cinema a Napoli e del The Gulf of Naples Independent Film Festival.


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tune!! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale …

Salerno: Presentazione di I really love – XVI Edizione Villammare Film Festival

in Barbara Marolda Blog/Comunicati Stampa/Eventi by
Salerno-Presentazione-di-I-really-love-XVI-edizione-Villammare-Film-Festival

‘I really love…’ al Villammare Film Festival.

Il corto di Nicola Guarino in gara il 29 agosto.

‘I really love…’, il cortometraggio di Nicola Guarino, parteciperà il 29 agosto 2017, dalle ore 21:00, alla XVI edizione del Villammare Film Festival in programma a Villammare, Vibonati (SA), in piazza Portosalvo dal 27 al 30 agosto.

Il corto, della durata di 6’, prodotto da Gabriele Martino e Giorgio Stefanutti, cinematografia Andrea Bucchioni, vede protagoniste Yuliya Mayarchuk e Chiara Francini, e la partecipazione di Gabriele Paolo-Pei Andreoli.

La proiezione del corto di Guarino sarà seguita dall’esibizione del compositore e pianista premio Oscar Nicola Piovani con lo spettacolo ‘La musica è pericolosa’, che, tra biografia e musica, ripercorrerà la carriera del celebre direttore d’orchestra. Il regista Nicola Guarino dichiara: ‘I really love…’ è un cortometraggio girato qualche anno fa, prodotto da Gabriele Martino e Giorgio Stefanutti che mi diedero la possibilità di lavorare con due bravissime attrici come Yuliya Mayarchuk e Chiara Francini e con il valente Gabriele Paolo-Pei Andreoli. Yuliya Mayarchuk incarnava perfettamente il personaggio che avevo in mente e di cui avevo bisogno. Chiara Francini, all’epoca non ancora così famosa come oggi, da ottima artista qual è, è riuscita a giocare con il non facile personaggio di Dark Lady, che, per sua stessa ammissione, resta, oggi, un ruolo diverso da quelli che normalmente è abituata ad interpretare. La stessa scelta del titolo è volutamente fuorviante aprendo a varie possibilità: ‘Io ti amo d’avvero…’ con quei puntini sospensivi che lasciano in bilico l’oggetto di un amore così passionale che, per quanto mi riguarda, è quello per il Cinema.

‘I really love…’ rispecchia tutta quella che è stata poi la mia cinematografia fino ad oggi; un corto che ha ritmo, sicuramente surreale, caratterizzato da diversi ribaltamenti di prospettiva. Un continuo gioco delle parti, ma anche un giocare con tutti gli oggetti del cinema, gli attori, i suoni, le scenografie, le sceneggiature, i generi e i soggetti dei generi, per far credere al pubblico qualcosa di diverso da ciò che in realtà è. Non voglio anticipare di più per non togliere allo spettatore il gusto di scoprire come va a finire. Del resto, il corto è disponibile online, chi vuole può trovarlo su internet e divertirsi a cercare una sorta di spiegazione del tutto. Componenti della giuria che decreterà il miglior corto di quest’edizione: Vittorio Giacci, critico cinematografico, già Direttore generale di Cinecittà International; Orio Caldiron, Direttore dell’Istituzione Roberto Rossellini e Collaboratore della Biennale Cinema, scrittore e docente di Storia del cinema all’Università ‘La Sapienza’ di Roma; Nino Russo, storico amico del Festival; Egidia Bruno, attrice celebre per la collaborazione con Enzo Jannacci e l’innata vena ironica degli scritti e delle interpretazioni; Mimma Russo, artista e scenografa; Cinzia Mirabella, attrice; Andrea Axel Nobile, casting director e consulente artistico del Festival; Gaetano Bellotta, giornalista.

Note biografiche

Nicola Guarino, nato a Napoli nel 1972, lavora in Rai dal 2007, ha frequentato l’Accademia napoletana d’arte drammatica e ha una qualifica di “Esperto in regia cinematografica e televisiva” rilasciata dalla Regione Campania. In passato si è dedicato al teatro in qualità di attore e regista. Attualmente si occupa di regia televisiva e cinematografica e ha girato diversi corti. Direttore Artistico della Rassegna di Cinema Indipendente Zona Indipendente Cinema a Napoli e del The Gulf of Naples Independent Film Festival.


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tune!! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale …

Napoli: Comicon 2017 – Mostra d’Oltremare, Fuorigrotta

in Barbara Marolda Blog/Eventi by
Napoli: Comicon 2017 - Mostra d'Oltremare - Fuorigrotta

La diciannovesima edizione di Napoli COMICON si svolgerà dal 28 aprile al 1 maggio 2017 presso la Mostra d’Oltremare di Napoli.

Come per le precedenti edizioni  tutta la sezione della Mostra Mercato, le Mostre, gli incontri con gli autori ospiti, insieme agli appuntamenti principali del Festival, i tornei di giochi e videogiochi e le proiezioni, avranno luogo nei funzionali spazi della Mostra d’Oltremare, mentre le altre attività culturali saranno diffuse nelle altre sedi istituzionali e culturali della Città di Napoli e non solo, racchiuse nel cartellone del Comic(on)OFF.


Costo e info?

Dal 16 gennaio e fino al 6 febbraio, sono in vendita i biglietti di Napoli COMICON 2017 per tutti coloro che sono in possesso della COMICON Card 2016. Gli abbonamenti restanti e i biglietti per i singoli giorni, fino ad esaurimento degli ingressi disponibili, come per il 2016, saranno in vendita on line e presso tutti i rivenditori Go2 dal 7 febbraio 2017.

La Manifestazione seguirà questi orari durante i 4 giorni:

Orario biglietteria: 09:00 – 18:00

Orario di apertura Napoli COMICON 2017: 10:00 – 19:00

BIGLIETTI GIORNALIERI:

– 11,00 € biglietto intero;

– 7,00 € biglietto ridotto, riservato agli under 12 e over 65;

– Gratuito per bambini sotto i 6 anni e disabili su sedia a rotelle ed il loro accompagnatore;

Infine, per evitare l’annoso problema del bagarinaggio, i biglietti per il nostro Festival sono tutti nominativi e quindi permetteranno l’ingresso e l’uscita dal festival nello stesso giorno, previa verifica con un documento di riconoscimento (carta di identità, patente e passaporto).

GRUPPI E SCUOLE: gli studenti hanno diritto ad un biglietto giornaliero da 5,00 €, prenotabile solo dalla scuola* attraverso la nostra segreteria dal 6 marzo, entro e non oltre il giorno 7 aprile.

I gruppi non scolastici, prenotati in anticipo attraverso la nostra segreteria entro e non oltre il giorno 7 aprile, potranno godere di un biglietto in omaggio giornaliero ogni 10 interi da 11,00€ acquistati. Le prenotazioni per i gruppi vanno fatte attraverso la casella mail (attiva dal 6 marzo): gruppi@comicon.it.

I biglietti saranno disponibili fino ad esaurimento, per aiutarvi vi terremo costantemente aggiornati sullo stato delle vendite sul sito ufficiale www.comicon.it e sui social.

* la richiesta va effettuata su carta intestata della scuola, scrivendo alla casella mail: gruppi@comicon.it

N.B. Il biglietto per Napoli COMICON 2017  non può essere rimborsato, ma può essere modificato nel nominativo, SOLO se acquistato on line, entro e non oltre il 7 aprile 2017 attraverso la mail: biglietticomicon@go2.it


Come raggiungerci?

– Auto: All’arrivo a Napoli imboccare la Tangenziale e prendere l’uscita n.10: Fuorigrotta. Seguire le indicazioni Mostra d’Oltremare. La Mostra d’Oltremare dispone di parcheggi per il pubblico con ingressi da via Terracina gestiti da QuickPark.

– Metropolitana: A pochissimi minuti a piedi da tre linee della Metropolitana di Napoli: Linea 2, stazione Campi Flegrei; Linea 6, stazione Mostra; Linea Cumana, stazione Mostra (p.le Tecchio) o stazione Edenlandia (via Kennedy).

– Autobus: A pochissimi minuti a piedi dallo Stazionamento di Piazzale Tecchio da cui arrivano e partono le linee 151, 180, 181, 615, C1, C2, C6 (questi ultimi 2 sostituiti dal 502 sabato e domenica), C7, C8 e R6 (nei giorni festivi anche il 580).

– Treno: Dalla Stazione Centrale (Alta Velocità e Eurostar) collegamento con Metropolitana Linea 2 (stazione di Campi Flegrei, p.le Tecchio), o direttamente alla stazione FS Campi Flegrei per treni regionali ed Intercity Roma/Sicilia.

– Aereo: Da tutte le principali città italiane ed europee. Dall’aeroporto di Capodichino in taxi circa 15 minuti o utilizzando i bus che portano a Piazza Municipio (da qui autobus in direzione Fuorigrotta) o alla Stazione Centrale (da qui in Metropolitana Linea 2, stazione di Campi Flegrei).

– Nave: Dal porto: taxi o autobus in direzione Fuorigrotta (p.le Tecchio o via Kennedy).


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tune!! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale …

Roma: Giovanni Allevi e Orchestra Sinfonica Italiana – Auditorium Parco della Musica

in Barbara Marolda Blog/Eventi/La Musica by
Roma: Giovanni Allevi e Orchestra Sinfonica Italiana - Auditorium Parco della Musica

Quando? Domenica 8 Gennaio 2017

Dove? Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia, viale Pietro de Coubertin 30, Roma

Orario? 18:00

Da dicembre Giovanni Allevi sarà impegnato in due tournée parallele tra Italia e Europa per festeggiare con i fan i suoi 25 anni di attività live.

L’Auditorium Parco della Musica, uno dei luoghi dove il pianista si è esibito più volte e fin dagli esordi, ospiterà nella Sala Santa Cecilia un concerto speciale in cui Giovanni Allevi si esibirà nel triplice ruolo di compositore, pianista e direttore d’orchestra insieme all’Orchestra Sinfonica Italiana. Sarà un’occasione unica per ripercorrere i suoi più grandi successi scritti per pianoforte e orchestra.
Giovanni Allevi è uno dei compositori puri e incontaminati dell’attuale panorama internazionale. È compositore, direttore d’orchestra e pianista. Ha una laurea con Lode in Filosofia e due diplomi di Conservatorio, conseguiti con il massimo dei voti in Pianoforte e Composizione. Diventa in breve tempo un fenomeno sociale, l’enfant terrible che ha lasciato annichilito il mondo accademico con il suo straordinario talento e carisma. Entra nell’immaginario collettivo delle nuove generazioni che affollano i suoi concerti. Le sue composizioni tratteggiano i canoni di una nuova “Musica Classica Contemporanea”, attraverso un linguaggio colto ed emozionale, che prende le distanze dall’esperienza dodecafonica e minimalista per affermare una nuova intensità ritmica e melodica europea fondata sulle forme della tradizione classica infuse dei suoni del presente. La carriera artistica di Giovanni Allevi è costellata da successi di pubblico e discografici (con oltre 750.000 copie vendute).

Costo e info?

Biglietti a partire da 21,80 a 42,60 euro + diritti di prevendita.

Biglietteria 892.101 (Clicca e visualizza i costi del servizio)

Acquista online: Ticketone

 


Come raggiungerci?

L’Auditorium Parco della Musica, situato nel quartiere Flaminio, al Villaggio Olimpico è facilmente raggiungibile con i seguenti mezzi pubblici:

– Autobus:

  • 910 Capolinea Termini/Piazza Mancini;
  • 53 Capolinea Piazza Mancini/Largo Chigi;
  • 982 Capolinea V.le XVII Olimpiade / Stazione Quattro Venti;
  • 168 Capolinea L.go Maresciallo Diaz / Stazione Tiburtina.

– Tram:

  •  2 Capolinea P.le Flaminio/P.zza Mancini.

– Metropolitana:

  • Metro A fermata Flaminio poi Tram 2;
  • Ferrovia Roma-Nord fermata Piazza Euclide.

– Auto

  •  G.R.A uscita Flaminio Saxa Rubra, direzione Corso di Francia;
  •  Lungotevere Flaminio/Viale Tiziano altezza Palazzetto dello Sport.

Presso l’Auditorium Parco della Musica c’è ampia possibilità di parcheggio, con posti riservati ai diversamente abili.


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tune!! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale …

Roma e dintorni: Tam Tam DigiFest 11 Edizione – Motori di Ricerca, I segreti perduti

in Barbara Marolda Blog/Eventi/La Cultura by
Roma e dintorni: Tam Tam DigiFest 11 Edizione - Motori di Ricerca, I segreti perduti

Quando? Da Venerdì 9 a Venerdi 16 Dicembre 2016

Dove?

  • Roma: Teatro Manhattan, Via del Boschetto, 58, 00184

  • Roma: Pyramid Studios, Via Paolo Caselli, 8, 00153

  • Viterbo: Bic Lazio Via Faul, 20/22, 01100 

“MOTORI DI RICERCA. I segreti perduti” è il tema della 11° edizione del Tam Tam DigiFest che quest’anno si svolge tra Roma e Viterbo, con incontri, proiezioni, mostre e dibattiti con le scuole per un pubblico attento e curioso alle novità.

Ma quali sono “i segreti perduti” che raccontiamo in questa nuova edizione della rassegna?

Innanzitutto quelli degli stati nazionali nell’epoca di Internet, come dimostra la storia di Julian Assange in “Underground”. Poi quelli della privacy, raccontata in “Internet Own’s boy”, biopic su un altro controverso eroe del web, Aaron Scwartz. Poi ci sono segreti più nostrani, come quelli dell’Auditel, ormai svelati da tempo ma per ora senza grandi conseguenze. E ci sono quelli più inquietanti dei “pre-morti” immaginati da “Ghost cam”, la web serie rivelazione di quest’anno.

E c’è il metasegreto, quello dell’esistenza del cinema come forma autonoma di racconto, che viene indagato in  “Pervert Guide to Cinema” da Sophie Fiennes con gli interventi di Slavoj Zizek, in una esilarante passeggiata tra i significati psicanalitici della settima arte.

Completano il programma di quest’anno la mostra di “cronaca a fumetti” di 3Dnews, l’inserto di TERRA che per primo ha lanciato l’idea di usare i “baloons” per fare cronaca, e la sezione “LA MEMORIA CORTA” con le anteprime di cinque cortometraggi.

Parliamo quindi di una rassegna ormai radicatasi nel territorio, con continuità d’azione e di rapporti con prestigiose associazioni comeArticolo 21 e altre di prestigio recente ma indiscusso, come Linux Club di Roma associazione che ha collaborato con noi sul tema delle libertà digitali e quelle viterbesi Gioventù Protagonista e Alta Marea che curano a Viterbo l’organizzazione di questa 2a edizione laziale.

TAM TAM DIGIFEST

Il Tam Tam DigiFest è nato 11 anni fa da una convinzione: che l’informazione e la comunicazione sono un bene comune, che il loro corretto flusso è vitale per ogni forma di democrazia e una distorsione di questo flusso suscita naturalmente inquietudine e preoccupazione. Per questo, dedicare un Festival a questo tema ci è sembrato allora – e tanto più ci sembra oggi nella situazione in cui siamo – una necessità. Come rispondere a questa necessità? Cercando nelle occasioni di innovazione tecnologica (corti su Internet, film sui cellulari, digitale terrestre) il modo per alimentare quelle risorse creative della narrazione per immagini che il mondo del cinema tradizionale ormai non riesce più a soddisfare.

Quello che abbiamo fatto e che faremo, infatti, si sviluppa – come già negli anni scorsi – dentro le dinamiche di un cambiamento epocale in atto nel mondo del cinema, della narrazione per immagini, così profondo che non può ancora essere percepito in tutte le sue implicazioni.

Ma che si può equiparare – per qualità e importanza – al passaggio dal cinema muto a quello sonoro, dalla Tv in bianco e nero a quella a colori. E’ il percorso che tramite le nuove tecnologie digitali, porterà “Il cinema fuori dai cinema”, inventando forme di narrazioni per immagini per i nuovi media.

Già adesso si può vedere un film o parti di esso con i cellulari, si può girare un film con gli Smartphone, è possibile assistere ad una proiezione trasmessa via satellite con una macchina in alta definizione, in cui la pellicola non c’è più. Forme che stanno cambiando profondamente i modi di produzione e i modi di percezione della narrazione per immagini. Non c’è da celebrare né da esorcizzare: c’è da capire cosa sta accadendo. Il nostro Festival indaga su questa nuovissima realtà, andando a riempire uno spazio ancora vuoto. Dove l’interazione con le tecnologie virtuali promette interessantissime ricadute sociali, turistiche  e occupazionali.


Programma

  • Venerdì 9 dicembre 2016 

Teatro Manhattan | Ore 20,00

QUANDO IL WEB FA PAURA

Tutti gli episodi della web serie “Ghost Cam” di Valentina Bertuzzi.

Proiezioni e dibattito con Emanuele Sana, Mauro Cevoli e Arturo Di Corinto (professore universitario di tecniche di giornalismo online e comunicazione digitale – Link Campus University Roma).

Intervengono gli autori.

INGRESSO LIBERO sino ad esaurimento posti

  • Sabato 10 dicembre 2016

Pyramid  Studios  | Ore 19,30 Atrio

SERATA INAUGURAZIONE MOSTRA 3D – LA CRONACA A FUMETTI
Esposizione copertine 3D News sul tema della comunicazione, tavole dalla storia “Il mistero del pescatore, indagine sulla morte di Angelo Vassallo” premio Siani 2011.

Progetto allestimento di Patrizia Di Terlizzi.
Realizzazione Enrico Bagnerini e Patrizia Di Terlizzi.

Ore 20,30 Sala Proiezioni

INDAGINE SULL’AUDIENCE

TRILOGIA DI DOCUFICTION di Giulio Gargia (basate sul libro “L’arbitro è il venduto”)
IL FANTASMA DELL’AUDITEL – GLI AMMUTINATI DELL’AUDITEL – LA SCOMPARSA DELL’AUDITEL.
Evento in streaming su sito Tam Tam Digifest www.tamtamdigifest.it.

INGRESSO LIBERO sino ad esaurimento posti

  • Domenica 11 dicembre 2016

Teatro Manhattan | Ore 18,00

LA MEMORIA CORTA
Proiezione corti:

– “Danceability” (2015) di Lorenza Fruci
– “Dentro di me”(2015) di Nico Mucci
– “L’isola” (2015) di Daniele Malavolta
– “Appunti di viaggio” (2016) di Andrea Natale

Proiezione docufilm:

“The pervert guide to cinema” di Sophie Fiennes – con Slavoj Zizek.
Una esilarante passeggiata tra i significati psicanalitici della settima arte.

Introduce Ugo G. Caruso

INGRESSO LIBERO sino ad esaurimento posti

  • Da Lunedì 12 a Venerdì 16 dicembre 2016

Pyramid Studios | Ore 10,00 – 18,00   

MOSTRA “3D. La terza dimensione della cronaca”

Ingresso gratuito

  • Martedì 13 dicembre 2016

BIC Lazio | Ore 10,00

Episodi della web serie “Ghost Cam” di Valentina Bertuzzi. Proiezioni e dibattito con l’autrice.

A seguire

LA GUERRIGLIA MEDIATICA Come beffare i governi

“The Internet’s Own Boy: The Story of Aaron Swartz”
Scritto e diretto da Brian Knappenberger. Una storia che arriva a mettere in discussione lo stato delle libertà civili negli Stati Uniti.

INGRESSO LIBERO sino ad esaurimento posti

  • Venerdì 16 dicembre 2016

BIC Lazio | Ore 10,00

LA MEMORIA CORTA

– “Danceability” (2015) di Lorenza Fruci
– “Dentro di me”(2014) di Nico Mucci
– “Eau du train – Senza parole” (2015)  di Clara Costanzo

Proiezione corti e dibattito con gli autori

A seguire

“Underground – The Julian Assange story” di Robert Connolly

Il festival è realizzato in collaborazione con l’associazione ARTICOLO 21 e con le associazioni Gioventù Protagonista e Alta Marea di Viterbo – webmaster: Roberto Tupone – Linux Club Italia e con il patrocinio e il contributo di Assessorato Cultura e Politiche Giovanili Regione Lazio.  

Direzione artistica Giulio Gargia  www.tamtamdigifest.it


Ufficio stampa e comunicazione

elleffe factory&comunicazione

Lorenza Fruci cell. 349 3283006 mail lorenzafruci@hotmail.com


 Come raggiungerci? 

  • Teatro Manhattan: 

Bus: 60, 64, 70, 71, 170, 116, 117;
Metropolitana: A (Repubblica), B  (Cavour, Colosseo).


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tune!! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale …

Roma: Fiorella Mannoia Combattente il Tour – Auditorium Parco della Musica

in Barbara Marolda Blog/Eventi/La Musica by
Roma: Fiorella Mannoia Combattente il Tour - Auditorium Parco della Musica

Quando? Giovedì 22 e Venerdì 23 Dicembre 2016 

Dove? Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia, viale Pietro de Coubertin 30, Roma

Orario? 21:00

 

Tutti combattiamo. Per un’idea, un amore, un’ingiustizia, un traguardo… in generale per il diritto di essere felici.

Fiorella Mannoia torna in concerto all’Auditorium Parco della Musica a due mesi dall’uscita del disco “Combattente”, il nuovo album di inediti anticipato dall’omonimo singolo. Molti li amici e i colleghi che hanno collaborato alla realizzazione dell’album, autori della nuova generazione ma anche storici nomi del cantautorato italiano: Ivano Fossati, Giuliano Sangiorgi, Federica Abbate, Cheope, Fabrizio Moro, Amara, Bungaro e Cesare Chiodo. Fiorella Mannoia è una delle voci più amate della canzone d’autore italiana; camaleontica e appassionata, tra le pochissime artiste a essere riuscite a combinare il fascino della discrezione e della misura con un’intensità interpretativa coraggiosa e policroma. Del progetto fa parte anche “Perfetti Sconosciuti”, il brano scritto da Fiorella Mannoia con Cesare Chiodo e Bungaro, che le è valso (al suo debutto come autrice e interprete di una colonna sonora) il Nastro D’Argento 2016 per la “Migliore Canzone Originale” nell’omonimo film diretto da Paolo Genovese. Una ritrovata passione, quella per il cinema, per Fiorella, che torna sul grande schermo nel film di Michele Placido “7 Minuti”, in cui ha recitato il ruolo di una delle protagoniste.


Costo ed info

Biglietti: da 35 a 69 euro

Biglietteria 892.101

(Clicca qui per visualizzare i costi del servizio)


Come raggiungerci?

L’Auditorium Parco della Musica, situato nel quartiere Flaminio, al Villaggio Olimpico è facilmente raggiungibile con i seguenti mezzi pubblici:

– Autobus:

  • 910 Capolinea Termini/Piazza Mancini;
  • 53 Capolinea Piazza Mancini/Largo Chigi;
  • 982 Capolinea V.le XVII Olimpiade / Stazione Quattro Venti;
  • 168 Capolinea L.go Maresciallo Diaz / Stazione Tiburtina.

– Tram:

  •  2 Capolinea P.le Flaminio/P.zza Mancini.

– Metropolitana:

  • Metro A fermata Flaminio poi Tram 2;
  • Ferrovia Roma-Nord fermata Piazza Euclide.

– Auto

  •  G.R.A uscita Flaminio Saxa Rubra, direzione Corso di Francia;
  •  Lungotevere Flaminio/Viale Tiziano altezza Palazzetto dello Sport.

Presso l’Auditorium Parco della Musica c’è ampia possibilità di parcheggio, con posti riservati ai diversamente abili.


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tune!! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale …

Roma: Guerre Stellari Play – Complesso del Vittoriano

in Barbara Marolda Blog/Eventi/L'Arte by
Roma: Guerre Stellari Play - Complesso del Vittoriano

Quando? Dal 28 Ottobre 2016 al 29 Gennaio 2017

Dove? Complesso del Vittoriano – Ala Brasini, Via di San Pietro in Carcere, 00186, Roma

La mostra sulla saga che ha sedotto tre generazioni.

Dal 28 ottobre 2016 al 29 gennaio 2017 il Complesso del Vittoriano – Ala Brasini di Roma ospita la mostra dedicata all’affascinante universo di Guerre Stellari, un mito assoluto che ha incantato tre generazioni dal 1977 a oggi. Oltre 1000 pezzi tra gadget, modellini, action figures e stampe d’epoca – alcune esposte per la prima volta in Italia – raccontano ai visitatori le scene e i personaggi più indimenticabili di un mondo che ancora oggi seduce e appassiona a livello globale.

Guerre Stellari – Play. La mostra sulla saga che ha sedotto tre generazioni si focalizza sull’aspetto ludico della leggendaria narrazione, utilizzando una selezione attinta dall’infinita produzione – partita nel 1977 – di merchandising a marchio Kenner (ora Hasbro) e che Fabrizio Modina, curatore della mostra e uno dei massimi collezionisti mondiali di toys fantascientifici, mette a disposizione del grande pubblico. Ai più classici toys sono affiancati rarissimi pezzi vintage da collezione quali costumi, accessori, caschi e armi che, in scala reale, ricostruiscono con accurata presenza scenica quell’universo di valori e stereotipi che sono andati oltre il cinema per divenire icone universali.

Un incontro onirico quello tra Darth Vader, gli Stormtrooper e lo stesso Maestro Yoda e il visitatore che – ritrovandosi faccia a faccia con la loro imponente presenza – sperimenta il mondo fantastico nel reale, modellando in tre dimensioni la piatta immagine del grande schermo con risultati fortemente emozionali.

Sotto l’egida dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano, la mostra Guerre Stellari – Play. La mostra sulla saga che ha sedotto tre generazioni è prodotta e organizzata da Arthemisia Group e Kornice, è curata da Fabrizio Modina e vede come special partner Mondadori e come partner tecnici Guidi Go e Grafiche Gemma. Il catalogo è edito da Piazza Editore e Kornice srl.


Costo ed info

  • Intero € 10,00;
  • Ridotto € 8,00;
    65 anni compiuti (con documento); ragazzi da 11 a 18 anni non compiuti; studenti fino a 26 anni non compiuti (con documento); militari di leva e appartenenti alle forze dell’ordine; diversamente abili; giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale (professionisti, praticanti, pubblicisti); dipendenti e agenti (muniti di badge) e clienti (miniti di dem nominale) Generali Italia;
  • Ridotto Gruppi € 8,00, prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax, microfonaggio obbligatorio;
  • Ridotto speciale € 5,00, guide con tesserino se non accompagnano un gruppo;
  • Universitari € 5,00, ogni martedì escluso i festivi;
  • Ridotto scuole € 5,00, prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax;
  • Ridotto bambini € 5,00 bambini da 4 a 11 anni non compiuti;
  • Ridotto Scuola del’infanzia € 3,00, prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax;
  • Biglietto Open € 12 + € 1,50 di prevendita, consente l’ingresso alla mostra senza necessità di bloccare la data e la fascia oraria;
  • Biglietto congiunto Hopper + Ligabue + Guerre Stellari, per chi acquista contestualmente i biglietti per le tre mostre:
    – Intero € 28(composto da 3 biglietti ridotti 12 + 8 + 8);
    – Ridotto € 22 (composto da 3 biglietti ridotto convenzione 10 + 6 + 6);
    – Ridotto bambini € 11 (biglietto speciale bambini 5 + 3 + 3);
    Chi non vuole vedere le mostre tutte e tre nello stesso giorno, consegnando il biglietto può vedere un’altra con il ridotto
  • Diritti di prenotazione e prevendita: gruppi e singoli € 1,50 per persona, scolaresche € 1,00 per studente;
  • Informazioni e prenotazioni:
    T + 39 06 87 15 111

Come raggiungerci?

  • In autobus: Tutti i bus per il centro storico: 81, 85, 87, 186, 571, 810, 850, fermata Piazza Venezia;
  • In metropolitana: Metro B fermata Colosseo.

Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tune!! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale …

Roma: Van Gogh Alive – The Experience

in Barbara Marolda Blog/Eventi/L'Arte by
Roma: Van Gogh Alive - The Experience

Quando? Dal 25 Ottobre 2016 al 26 Marzo 2017

Dove? Palazzo degli Esami, Via Girolamo Induno, 400153 Roma Italy

Orario? Dal Lunedì al Giovedì 10.00 – 20.00 | Venerdì e Sabato 10.00 – 23.00 | Domenica 10.00 – 21.00 (L’ingresso è consentito fino a un’ora prima della chiusura)

Preparatevi a una vibrante sinfonia di luce, colore e suono uniti e amplificati per creare ciò che i visitatori di tutto il mondo hanno già definito “un’indimenticabile esperienza multimediale”, la più vista al mondo.

Dal 25 ottobre 2016 al 26 marzo 2017 arriva presso lo spazio del Palazzo degli Esami a Roma la grande mostra multimediale Van Gogh Alive – The Experience dedicata al grande pittore olandese che, con il suo stile unico e inconfondibile, ha gettato le basi dell’arte moderna.
Esplorate la vita e le opere di Vincent van Gogh nel periodo che va dal 1880 fino al 1890. Interpretate i pensieri e le emozioni nel suo vagare tra Parigi, Arles, Saint-Rémy e Auvers-sur-Oise, i luoghi dove creò molti dei suoi capolavori senza tempo. Osservate queste opere cogliendone tutti i dettagli, studiandone il colore e la tecnica. Fotografie e video, combinate alle opere di Van Gogh, vi mostreranno le sue fonti di ispirazione.
Sincronizzate con una potente colonna sonora, più di 3.000 immagini di grandi dimensioni creeranno un allestimento elettrizzante che riempirà schermi giganti, pareti, colonne dal soffitto fino al pavimento, immergendovi completamente nei colori vibranti e nei dettagli intensi che caratterizzano lo stile unico di Van Gogh.
La mostra utilizza la tecnologia SENSORY4™, un sistema unico che incorpora oltre 50 proiettori ad alta definizione, una grafica multi canale e un suono surround in grado di creare uno dei più coinvolgenti ambienti multi-screen al mondo. Grandi immagini, nitide e cristalline, così reali da desiderare di toccarle con mano, illuminano schermi e superfici che esaltano l’originalità dello spazio espositivo e si accompagnano a delle musiche di Vivaldi, Ledbury, Tobin, Lalo, Barber, Schubert, Satie, Godard, Bach, Chabrier, Satie, Saint-Saëns, Godard, Handel.


Costo ed info

Il biglietto di ingresso alla mostra è acquistabile direttamente al botteghino oppure (solo per date successive a quella in cui si effettua l’acquisto) online e/o tramite call center di TicketOne.
Per acquistare il biglietto contattaci al 892.101
Gruppi e Scuole: 0632810960

Biglietti al botteghino

  • Intero 15 euro;
  • Ridotto 6-12, studenti, over 65, disabili* 12 euro;
  • Bambini sotto i sei anni ingresso gratuito accompagnati da un famigliare;
  • Famiglia – 2 adulti + 2 bambini (6-12 anni) / 1 adulto + 3 bambini (6-12 anni): 44 euro;
  • Maxi famiglia – 2 adulti + 3 Bambini (6-12 anni) / 1 adulto + 4 bambini (6-12 anni): 50 euro.

*per gli aventi diritto all’accompagnamento secondo la Legge 104/92, l’accompagnatore ha diritto all’ingresso gratuito
Per l’accesso allo spazio per un disabile è necessario contattare il personale addetto a info@vangoghroma.it

N.B. Non verranno fornite risposte a domande già presenti nel sito e/o nella sezione FAQ

ATTENZIONE:

Avvisiamo i visitatori con disabilità motorie che sarà possibile accedere alla mostra prossimamente, a partire dalla data che verrà comunicata nel sito internet o anche direttamente a coloro che comunicando i propri riferimenti, richiedano di essere ricontattati.

Ufficio Gruppi, Scuole e attività didattiche*

Tel. 0632810960

Prenotazione Gruppi, Scuole e attività didattiche

  • Ridotto gruppi: 10 euro + prevendita 1 euro
  • Ridotto scuole: 6 euro + prevendita 1 euro

*Per i gruppi la prenotazione è obbligatoria


Come raggiungerci?

  • Dall’Aeroporto Internazionale di Fiumicino: Line FL1 Orte – Fara Sabina – Roma Fiumicino. Stop Roma Trastevere. tram line 8 stop Stop Trastevere/Min. Pubblica Istruzione
  • Dalla Stazione Termini: Linea H (Dei capasso), fermata Trastevere/Min. Pubblica Istruzione
  • Tram: 3,8
  • Bus: 75, 19n, 44

Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tune!! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale …

Orvieto: Umbria Jazz Winter 24 – Centro Storico

in Barbara Marolda Blog/Eventi/La Musica by
Orvieto: Umbria Jazz Winter 24 - Centro Storico

Quando? Dal 28 Dicembre 2016 – 1 Gennaio 2017

Dove? Centro Storico di Orvieto

Il jazz in inverno è prima di tutto Umbria Jazz Winter che dal 28 dicembre al primo gennaio propone grande jazz nel centro storico di Orvieto.

Tanta buona musica ma anche l’ospitalità di una delle più belle città dell’Umbria, la possibilità di visitare luoghi che testimoniano una antica civiltà, ottimo cibo e grandi vini. Un festival a misura d’uomo in una terra che da sempre fa della qualità della vita un tratto fondamentale della sua identità.

Musicalmente parlando, Umbria Jazz Winter # 24 offre molto jazz americano, e di altissimo livello, ma un ruolo altrettanto importante lo ha il jazz tricolore.

Dagli Stati Uniti arriva Ryan Truesdell con il suo rispettoso (ai limiti della filologia) progetto su Gil Evans, con Paolo Fresu special guest. Ad Orvieto viene presentato un nuovo lavoro sulle pagine originali di due dei quattro dischi che Evans incise con Miles Davis, Miles Ahead (1957) e Porgy and Bess (1958), capitoli fondamentali della storia del jazz. Paolo Fresu, il cui suono evoca Miles forse più di qualunque altro trombettista contemporaneo, è il valore aggiunto del progetto.

Ci saranno anche due spettacolosi gruppi diretti da altrettanti contrabbassisti, il nuovo trio di Christian McBride con Christian Sands al pianoforte e Jerome Jennings alla batteria, ed il quartetto (con due chitarristi, Jose Cardenas e Adam Rogers) di John Patitucci. Da non perdere il duo tutto contrabbasso McBride-Patitucci, improvvisato per l’occasione, mentre ormai stabile è l’altro duo Steve Wilson – Lewis Nash, che a Orvieto è già stato ascoltato più volte e sempre con successo: due maestri del sassofono (Wilson) e della batteria (Nash) che hanno trovato in questa piccola grande band una formidabile coesione.

Un altro ospite abituale del festival, anche in estate a Perugia, è Allan Harris, vocalista e chitarrista che Umbria Jazz ha contribuito a lanciare: oggi Harris è un nome di primo piano nella ristretta cerchia della vocalità jazz da quando è stato nominato dall’annuale, prestigioso referendum dei critici di Downbeat “Rising star jazz vocalist”.

Più che una curiosità è la giapponese, newyorkese di adozione, Chihiro Yamanaka, una allieva del Berklee College of Music di Boston che interpreta in modo originale la superclassica formula del piano trio.

Tutto italiano è invece un altro dei progetti di punta di Umbria Jazz Winter # 24, con Paolo Fresu e Gaetano Curreri, voce e leader degli Stadio, dedicato al “jazz di Lucio Dalla e Fabrizio De Andre'”. Con loro, anche Raffaele Casarano e Fabrizio Foschini. 

Il jazz italiano incontra dunque le canzoni di due dei nostri più grandi songwriter che il jazz lo hanno suonato, chi più chi meno, e che del jazz restarono sempre innamorati. Il suggestivo titolo è: “Le rondini e la luna”.

Nel programma dell’edizione numero 24 figurano altre figure importanti del jazz italiano come il duo Dado Moroni, pianoforte, e Luigi Tessarollo, chitarra, ed il trio di Giovanni Tommaso al contrabbasso, Rita Marcotulli al piano e Alessandro Paternesi alla batteria.

La formula del festival prevede molto altro: eventi diffusi nel centro storico a tutte le ore e per tutti i gusti in location importanti come il teatro Mancinelli, il museo Emilio Greco, il Palazzo del Capitano del popolo. È ancora: jazz dinner, marching band (i Funk Off), jam session notturne, musica no stop a Palazzo dei Sette. Oltre al jazz qui si possono ascoltare anche “generi” più popolari, perché Umbria Jazz ha una visione aperta della musica, purché di qualità.

Si va dunque dalle canzoni di Vincent Van Hessen, in arte solo Vince, con la sua tradizione di  musicista di strada, al jazz delle origini (New Orleans e dintorni) riproposto con freschezza dagli Sticky Bones; dall’organ trio di Max Ionata alla cantabilità della Swing Valley Band diretta da Giorgio Cuscito; da Accordi Disaccordi con il loro gypsy jazz alla gioiosa vitalità di Sammy Miller and the Congregation, una delle rivelazioni della scorsa edizione estiva di Umbria Jazz, fino a Mario Donatone, pianista, cantante ed entertainer tra blues e jazz.

Restano centrali i due momenti che da sempre caratterizzano il festival: la Messa di Capodanno nel Duomo con il gospel ed i canti religiosi della tradizione afroamericana (quest’anno, Dexter Walker & Zion Movement) e la notte che saluta l’arrivo del 2017 con i veglioni ed i concerti. Chi vuole, può tirar tardi fino all’alba.

Umbria Jazz offre, infine, una vetrina a due giovani formazioni: la vincitrice del Conad Contest 2016 ed il Berklee/Umbria Jazz Clinics 2016 Award Group. Magari tra loro ci sono le star di domani.

C’è molto da ascoltare dunque sulla Città della Rupe. Se volete passare un Capodanno emozionante, in uno scenario unico e ascoltando buona musica, Orvieto è la scelta giusta.


Costo ed info

Box Office

c/o TEATRO MANCINELLI
Corso Cavour, 122
Orvieto
telefono +39 0763340493
info@umbriajazzwinter.it

  • giovedì  e venerdì  – Thursday and Friday:
    – dalle 10.00 alle 13.00 – from 10 am to 1 pm;
    – dalle 15.00 alle 18.00 – from 3 pm to 6 pm;
  • sabato – Saturday:
    dalle 10.00 alle 13.00 – from 10 am to 1 pm;
  • chiuso 25/26  dicembre – closed 25/26 December;
  • dal 27 dicembre aperto tutti i giorni:
    dalle 10.00 alle 13.00 – dalle 15.00 alle 19.00;
  • from December 27 open daily:
    from 10 am to 1 pm – from 3 pm to 7 pm

PREVENDITE ON-LINE
www.teatromancinelli.com
www.umbriajazz.com

I PREZZI SONO COMPRENSIVI DEL DIRITTO DI PREVENDITA
PRE-SALE RIGHT INCLUDED

  • TEATRO MANCINELLI

I posto: € 38 / II posto: €22

– I Posto (sector 1): platea, I-II-III ordine di palchi;
– II Posto (sector 2): IV ordine di palchi, loggione;
  • MUSEO EMILIO GRECO

posto non numerato – seats not numbered

TUTTI I CONCERTI: € 22

  • PALAZZO DEL POPOLO – SALA DEI 400

posto numerato – numbered seat

TUTTI I CONCERTI          € 22
il 1° gennaio ore 16.00   € 38

  • PALAZZO DEL POPOLO – SALA EXPO

posto non numerato – seats not numbered

TUTTI I CONCERTI: € 22
31 dicembre ore 23.15 HAPPY NEW YEAR: € 38
posto in piedi – standing room only

  • PALAZZO DEL POPOLO – LA FORNICE FESTIVAL LOUNGE

breakfast – lunch – aperitifs – dinner – after dinner dalle 10.00 alle 24.00.

  • PALAZZO DEI SETTE – MEETING POINT

BAR – SNACKS – ENOTECA

TUTTI I CONCERTI: € 14
ingresso con consumazione/entry with drink included
cenone di fine anno – New Year’s Eve dinner € 120

  • RISTORANTE AL SAN FRANCESCO
VIA B. CERRETTI, 10
prenotazioni telefono +39 0763343302 – info@cramst.it
JAZZ LUNCH   € 30
JAZZ DINNER  € 40
JAZZ LUNCH 1° GENNAIO € 40
GRAN CENONE DI FINE ANNO  € 180
New Year’s Eve dinner
CENONE DI CHIUSURA  € 60

  • IL MALANDRINO BISTROT
JAZZ LUNCH    menù à la carte
JAZZ DINNER  €  40
CENONE DI FINE ANNO  €  120
New Year’s Eve dinner

  • IL MALANDRINO CLUB

CONSUMAZIONE OBBLIGATORIA /  OBLIGATORY DRINK
JAM SESSION

VIA G. GARIBALDI, 20
prenotazioni telefono +39 0763344315
PRENOTAZIONE CONSIGLIATA/RESERVATION ADVISED


Come raggiungerci? 

  • Arrivare in Auto: dalla autostrada del Sole A1 si esce direttamente al casello di Orvieto e si seguono le indicazioni per il centro, che dista circa 4,5 km dal casello. La città si trova a circa un’ora di auto da Roma e un’ora e 40 minuti da Firenze (all’incirca le stesse distanze e tempistiche valgono anche per il percorso in treno). Oppure si può provenire dalla supestrada E45 (da Perugia) e quindi prendere l’uscita di Orvieto; da qui si percorre la strada che costeggia il lago di Corbara ed in circa trenta minuti si giunge ad Orvieto. Altra via di comunicazione con cui si arriva ad Orvieto è la statale Cassia (da Viterbo-Roma) che scende da località Buonviaggio-Villanova con un percorso particolarmente panoramico. Le altre principali località dell’Umbria, come Perugia, Assisi, Terni, sono facilmente raggiungibili, invece, prendendo la superstrada E45, la quale si raggiunge in circa mezz’ora da Orvieto seguendo le indicazioni per Todi-Perugia.
  • Arrivare in Treno: Orvieto si trova sulla tratta Roma-Firenze-Milano per cui è facilmente raggiungibile in treno. La stazione ferroviaria è ben collegata. Per informazioni su orari www.trenitalia.it.
  • Arrivare in Aereo:  Gli aeroporti principali e più vicini sono quello di Roma-Ciampino e Roma-Fiumicino (Leonardo da Vinci), da quest’ultimo Orvieto dista circa 2 ore e si raggiunge tramite l’autostrada del Sole A1. Un altro aeroporto a circa 1 ora è quello di Perugia (Sant’ Egidio) dove, per lo più sono presenti voli di compagnie low-cost.

Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tune!! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale …

Roma: Edward Hopper Mostra – Complesso del Vittoriano Ala Brasini

in Barbara Marolda Blog/Eventi/L'Arte by
Roma: Hopper Edward Mostra - Complesso del Vittoriano Ala Brasini

Quando? Dal 1 ottobre 2016 al 12 febbraio 2017

Dove? Complesso del Vittoriano – Ala Brasini, Via di San Pietro in Carcere, 00186, Roma

C’è chi lo ritiene un narratore di storie e chi, al contrario, l’unico che ha saputo fermare l’attimo – cristallizzato nel tempo – di un panorama, come di una persona.

È stato lo stesso Edward Hopper (1882-1967) – il più popolare e noto artisti americano del XX secolo – uomo schivo e taciturno, amante degli orizzonti di mare e della luce chiara del suo grande studio, a chiarire la sua poetica: “Se potessi dirlo a parole, non ci sarebbe alcun motivo per dipingere”.

La mostra Edward Hopper che apre dal 1 ottobre 2016 al 12 febbraio 2017 al Complesso del Vittoriano – Ala Brasini, realizzata sotto l’egida dell’Istituto per la Storia del Risorgimento , in collaborazione con l’Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali , prodotta e organizzata da Arthemisia Group in collaborazione con il Whitney Museum of American Art di New York, darà conto dell’intero arco temporale della produzione del celebre artista americano.

Dagli acquerelli parigini ai paesaggi e scorci cittadini degli anni ‘50 e ’60, l’esposizione curata da Barbara Haskell – curatrice di dipinti e sculture del Whitney Museum of American Art – in collaborazione con Luca Beatrice, attraverso più di 60 opere, tra cui celebri capolavori come South Carolina Morning (1955), Second Story Sunlight (1960), New York Interior (1921), Le Bistro or The Wine Shop (1909), Summer Interior (1909), interessantissimi studi (come lo studio per Girlie Show del 1941) celebra la mano di Hopper, superbo disegnatore: un percorso che attraversa la sua produzione e tutte le tecniche di un artista considerato oggi un grande classico della pittura del Novecento.


Costo ed info

  • Intero € 14,00 (audioguida inclusa);
  • Ridotto € 12,00 (audioguida inclusa);
    65 anni compiuti (con documento); ragazzi da 11 a 18 anni non compiuti; studenti fino a 26 anni non compiuti (con documento); militari di leva e appartenenti alle forze dell’ordine; diversamente abili; giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale (professionisti, praticanti, pubblicisti); dipendenti e agenti (muniti di badge) e clienti (miniti di dem nominale) Generali Italia;
  • Ridotto Gruppi € 10,00, prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax, microfonaggio obbligatorio;
  • Ridotto speciale € 10,00, guide con tesserino se non accompagnano un gruppo;
  • Universitari € 6,00, ogni martedì escluso i festivi;
  • Ridotto scuole € 5,00, prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax microfonaggio obbligatorio per le scuole secondarie di 1° e 2° grado;
  • Ridotto bambini € 6,00 (audioguida inclusa) bambini da 4 a 11 anni non compiuti;
  • Ridotto Scuola del’infanzia € 3,00, prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax;
  • Biglietto Open € 16 + € 1,50 di prevendita, consente l’ingresso alla mostra senza necessità di bloccare la data e la fascia oraria;
  • Omaggio: Bambini fino a 4 anni non compiuti; accompagnatori di gruppi (1 ogni gruppo); insegnanti in visita con alunni/studenti (2 ogni gruppo); soci ICOM (con tessera); un accompagnatore per disabile; possessori di coupon di invito; possessori di Vip Card Arthemisia Group; giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale (professionisti, praticanti, pubblicisti) in servizio previa richiesta di accredito da parte della Redazione all’indirizzo press@arthemisia.it);
  • SPECIALE 2×1 FRECCE TRENITALIA: I possessori di Cartafreccia muniti di biglietto Alta Velocità, in formato digitale o cartaceo, con cui si è raggiunta Roma (in una data antecedente al massimo tre giorni da quella della visita) pagando un ingresso intero, avranno diritto a un omaggio per un accompagnatore, valido per l’ingresso immediato in mostra. La stessa agevolazione è valida per i viaggiatori del trasporto regionale, dietro presentazione dell’abbonamento Trenitalia e di documento d’identità.

Visite guidate

  • (tariffe biglietto escluso, prenotazione obbligatoria min 15 max 25, microfonaggio obbligatorio)
    – Visita guidata adulti € 100;
    – Visita guidata scuola € 80;
    – Visita guidata in lingua adulti € 110;
    – Visita guidata in lingua scuola € 90;
  • Laboratorio didattico: per bambini da 4 a 11 anni (tariffe biglietto escluso, prenotazione obbligatoria min 15 max 25 pax); Laboratorio € 100;
  • Biglietto congiunto Hopper + Ligabue + Guerre Stellari, per chi acquista contestualmente i biglietti per le tre mostre:
    – Intero € 28(composto da 3 biglietti ridotti 12 + 8 + 8);
    – Ridotto € 22 (composto da 3 biglietti ridotto convenzione 10 + 6 + 6);
    – Ridotto bambini € 11 € 11 (biglietto speciale bambini 5 + 3 + 3);
    Chi non vuole vedere le mostre tutte e tre nello stesso giorno, consegnando il biglietto può vedere un’altra con il ridotto
  • Diritti di prenotazione e prevendita: gruppi e singoli € 1,50 per persona, scolaresche € 1,00 per studente;
  • Microfonaggio obbligatorio:
    – Gruppi € 30,00
    – Scuole € 15,00
  • Informazioni e prenotazioni:
    T + 39 06 87 15 111

UFFICIO STAMPA Arthemisia Group

Adele Della Sala
ads@arthemisia.it

Anastasia Marsella
am@arthemisia.it

Salvatore Macaluso
press@arthemisia.it

T. +39 06 69380306

RICHIESTA ACCREDITI

Il rilascio di accredito da parte dell’Ufficio Stampa avviene unicamente se il suddetto accredito è finalizzato alla realizzazione di un servizio. Deve essere la Redazione a fare la richiesta per il giornalista inviando un’e-mail a press@arthemisia.it. Si procedere per n. 1 giornalista a testata e non si accredita la stampa di sabato, domenica e festivi. Se la visita non è finalizzata alla realizzazione di un servizio, presentando la tessera di iscrizione all’Ordine si può usufruire del biglietto ridotto.

UFFICIO STAMPA ARTHEMISIA GROUP

press@arthemisia.it | T +39 06 69380306


Come raggiungerci?

  • In autobus: Tutti i bus per il centro storico: 81, 85, 87, 186, 571, 810, 850, fermata Piazza Venezia;
  • In metropolitana: Metro B fermata Colosseo.

Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tune!! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale …
Go to Top