Il Futuro? Solidale…

Category archive

Rosaria della Ragione Blog

Rosaria della Ragione Blog

Alice Caioli: premio Sala Stampa “Lucio Dalla”

in Festival Sanremo 2018/La Musica/Rosaria della Ragione Blog/Ultimi Pubblicati by
Un articolo di Rosaria Della Ragione
Un articolo di Rosaria Della Ragione

Alice Caioli ha presentato al Festival di Sanremo il brano “Specchi rotti”


Ha 22 anni ed è di Sant’Agata Militello, in provincia di Messina. Ha partecipato a due talent: Io Canto di Mediaset nel 2010 e X Factor di Sky nel 2013. È arrivata al Festival di Sanremo passando da Area Sanremo, il concorso per giovani cantanti.
Ti aspettavi di arrivare tra gli otto finalisti della categoria Giovani di questa 68esima edizione del Festival di Sanremo?
«No, assolutamente. Veniamo da un percorso molto lungo, c’erano tanti ragazzi molto bravi. Io arrivo da Area Sanremo dove c’era davvero tanta qualità. Sono stata meravigliosamente sommersa da tutto questo».

Cosa hai provato quando sei salita sul palco dell’Ariston?
«Una grandissima emozione! Avevo tanta paura, mi tremavano le ginocchia, poi fortunatamente dopo i primi cinque secondi sono riuscita a rilassarmi per dare il meglio di me. È senza dubbio un’esperienza enorme. Io mi considero solo un granellino di sabbia in mezzo al deserto».

Hai presentato il brano “Specchi rotti” cosa rappresenta per te questo brano? Di cosa parla?
«Rappresenta la mia vita, in tutto. Sono molto felice di averlo presentato a Sanremo, nonostante avessi mille dubbi a riguardo. Il brano parla completamente di me, della mia storia e vi vuole coraggio, tanto coraggio per presentarlo ad una platea così numerosa. In particolare parla del rapporto mancato con mio padre in adolescenza e del mio rifugio disperato nell’ alcool, cercavo in qualche modo di attirare la sua attenzione. La musica è stata la mia salvezza. Vorrei che questa canzone fosse d’aiuto e d’esempio a tutti i ragazzi che presi dalle difficoltà della vita si fanno trascinare in strade sbagliate. È un invito a volersi bene ed avere il coraggio di chiedere aiuto per risolvere i problemi e uscirne».

Spenti i riflettori di Sanremo cosa ti porterai a casa di quest’esperienza?
«Sicuramente la frenesia di questi giorni».

Tra i Big in gara con chi duetteresti? Quali canzoni hai apprezzato maggiormente?
«Sceglierei Noemi, tutta la vita. Mi ha colpito sia la canzone di Noemi sia quella de Lo Stato Sociale».

Stai scrivendo un album?
«Si, l’album è in dirittura d’arrivo ed è prodotto da Davide Maggioni».


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Giulia Casieri sul palco dell’Ariston

in La Musica/Rosaria della Ragione Blog/sanremo2018/Ultimi Pubblicati by
Un articolo di Rosaria Della Ragione
Un articolo di Rosaria Della Ragione

Giulia Casieri è una giovane e talentuosa cantautrice monzese


Giulia Casieri fin dalla giovane età si avvicina al mondo musicale innamorandosi del canto. Nel 2008, con l’obiettivo di perfezionare la sua tecnica vocale, si iscrive a diversi corsi musicali locali, grazie ai quali affina il suo talento artistico. Quest’anno sale per la prima volta sul palco dell’Ariston di Sanremo.
Sei in gara tra gli otto finalisti della categoria Giovani con “Come stai”. Di cosa parla il brano?
«È un brano che racconta una parte della mia vita, racconta di me. È un brano molto intimo. Ho cercato di raccontare in maniera molto sincera le forti emozioni che hanno caratterizzato una piccola parte della mia vita».

Come è nata la collaborazione con il tuo produttore musicale Andrea Ravasio?
«È stata una conoscenza particolare. Tre anni fa circa ho conosciuto il gruppo musicale Up2Funk, con la quale ho iniziato ad esibirmi in alcuni locali tra Milano e Monza come interprete di gruppi cover funk e RnB. Andrea Ravasio era il bassista del gruppo, è rimasto colpito dalla mia voce e mi ha proposto di lavorare insieme e da quel momento è nata la nostra collaborazione e il brano che presento a Sanremo “Come stai”».

Cosa hai provato quando hai realizzato che saresti salita sul palco dell’Ariston di Sanremo?
«Ero veramente tanto emozionata, ho urlato e pianto. Ho fatto tutto quello che potevo. Per me è un grandissimo onore, una bella soddisfazione personale. Sono molto felice e soprattutto fiera di me stessa».

Cosa ti porti a casa di quest’esperienza?
«È un’esperienza che mi arricchirà sia dal punto di vista della mia carriera sia dal punto di vista personale. Un’esperienza che sicuramente mi aiuterà».

Molti giovani arrivano dai talent. Tu hai mai provato a farne uno?
«No. Non ho mai provato a partecipare ad un talent forse perché non mi sentivo pronta o forse non era il momento giusto. Quest’esperienza sanremese, infatti, è stata davvero inaspettata. È successo tutto velocemente».

Progetti post Festival?
«A prescindere dall’esito di Sanremo, continuerò il mio percorso artistico. Stiamo preparando un disco, ma ancora non so la data d’uscita definitiva».


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Fotografia: Monica Locati ci racconta come nasce la sua passione

in Fotografia Photo Blog/Photoartofrosy Blog/Rosaria della Ragione Blog/Ultimi Pubblicati by

La fotografia è una mia grande passione, sarà sempre parte di me

Un articolo di Rosaria Della Ragione
Un articolo di Rosaria Della Ragione

Fondamentale per lei è stato l’incontro con il suo insegnante

In punta di piedi si avvicina alla realtà, ne coglie i dettagli per poterli immortalare in una fotografia. Per voi Intervista e Gallery. 

Quando è nata la tua passione per la fotografia? La mia passione per la fotografia è nata, come ogni altra, con l’incontro con persone che mi hanno mostrato come si poteva creare la bellezza attraverso uno strumento, in questo caso la macchina fotografica, e come raccontarne una storia. In particolare, è stato illuminante l’incontro con il mio primo insegnante di fotografia, durante un corso fotografico in un piccolo paese vicino casa, lui è riuscito esattamente ad insegnarmi questo ed è riuscito a farmi appassionare ogni giorno di più a quest’arte meravigliosa.

Ti ispiri a qualcosa o a qualcuno quando scatti o segui le emozioni del momento?  Tendenzialmente amo appassionarmi ad un momento o ad una storia che in quel momento, se raccontata, può trasmettere un sentimento positivo.

 Cosa vuoi suscitare in coloro che osservano i tuoi scatti?  Se ne fossi capace, sicuramente far cogliere la realtà di quella situazione.

 A giudicare dai tuoi scatti… ti piacciono i particolari?  Se sono necessari per raccontare la situazione molto!

Queste foto quando e dove sono nate? Sono inserite all’interno di un progetto?  È un progetto ancora non ultimato riguardante i liutai e le loro botteghe. La chitarra è uno strumento che amo tantissimo e che fa parte della mia vita, l’artigianato, invece, è un’arte che stimo profondamente in quanto implica due elementi dimenticati nei nostri giorni: la lentezza e la pazienza. Creare un’opera tanto grande… riuscire a creare musica… è questo che ho cercato di raccontare negli scatti.

 Porti nel cuore qualche lavoro in particolare o qualche esperienza che hai fatto? Sicuramente questa appena citata ma tutti i viaggi organizzati e fatti con il mio insegnante, sono stati illuminanti. Ogni singola esperienza mi ha trasmesso qualcosa, sono stati tutti di grande insegnamento, li porterò sempre nel cuore. Il viaggio fotografico alle isole Eolie, per esempio, mi ha fatto capire l’importanza delle persone che decidono di accompagnarti gratuitamente anche all’interno di un percorso artistico e questa è una cosa meravigliosa.

 Solitamente a chi mostri le tue fotografie? Solitamente a chi ha la pazienza di vedere degli umili scatti.

Cosa speri per il futuro? Continuerai a coltivare questa passione? Spero che in qualche modo ritorni sulla mia strada, senza darle troppa pretesa, ma cercando solamente di raccontare qualche storia interessante.


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Giovanissima Modella, ma con idee molto chiare, intervista a Ludovica Gallinelli

in Fotografia Photo Blog/Photoartofrosy Blog/Rosaria della Ragione Blog/Ultimi Pubblicati by

Modella… Segue la passione della madre: “Da grande voglio fare la Modella”

Un articolo di Rosaria Della Ragione
Un articolo di Rosaria Della Ragione

Ludovica Gallinelli sembra essere una giovane modella molto determinata, l’avevamo già notata su Instagram, ed abbiamo pensato di intervistarla per voi…

Quando sarà nata questa sua passione, chi l’avrà ispirata e cosa sogna per il futuro? Off line ci ha confessato di averla ereditata dalla madre, la Patron dell’Agenzia Miss Tres Chic… Ecco a voi Intervista e Gallery. 

Da quanto tempo fai la modella? Fin da bambina sognavo il mondo della moda e dello spettacolo, mi ha sempre affascinato. Ho iniziato a studiare e frequentare corsi di moda all’ età di 17 anni circa.

La tua famiglia cosa ha pensato di questa tua scelta? La mia famiglia è molto contenta di questa mia scelta. Mi hanno sempre sostenuta e supportata. 

Che servizi fotografici preferisci?  Generalmente preferisco servizi fotografici fashion & beauty.

Hai mai postato nuda? Lo faresti?  No. Non ho mai posato nuda e attualmente non lo farei, in un futuro chissà … mai dire mai.

Quali sono le sensazioni che provi guardando una trasmissione, ad esempio, Bonolis, ma anche Colorado, e tante altre? Sessualità sfacciata o moderna? Ogni programma suscita sentimenti differenti. Devo ammettere che amo Paolo Bonolis, ogni volta che guardo i suoi programmi mi diverto tantissimo. Ovviamente ci sono molti altri programmi che apprezzo tanto. Trovo sia una sessualità moderna che trovo adatta ai tempi di oggi.

Cos’è per te la femminilità? La femminilità è la bellezza della donna. Non è quello che mostra ma quello che riesce a far immaginare.

Su quale rivista sogni di vederti in copertina? Mi piacerebbe vedere la mia foto in particolare su due copertine: Vogue e Playboy.

Che sentimenti vuoi far suscitare in coloro che guardano le tue foto? Sinceramente non ho mai pensato di voler far suscitare qualcosa. Ogni volta che faccio servizi fotografici è come se dovessi impersonare situazioni e personaggi differenti, e questo mi diverte. Mi fanno piacere sicuramente i complimenti che ogni volta ricevo, ma non penso ad altro. Ognuno ha le proprie idee e ognuno giudica a modo proprio nel bene e nel male. Detto questo vado avanti, proseguo per la mia strada a prescindere dai commenti negativi o positivi.

Il tuo sogno nel cassetto? Senza dubbio sogno di sfilare per Victoria Secret’s.

Che servizi fotografici preferisci? Generalmente preferisco servizi fotografici fashion & beauty.

Hai mai postato nuda? Lo faresti?  No. Non ho mai posato nuda e attualmente non lo farei, in un futuro chissà … mai dire mai.

Quali sono le sensazioni che provi guardando una trasmissione, ad esempio, Bonolis, ma anche Colorado, e tante altre? Sessualità sfacciata o moderna? Ogni programma suscita sentimenti differenti. Devo ammettere che amo Paolo Bonolis, ogni volta che guardo i suoi programmi mi diverto tantissimo. Ovviamente ci sono molti altri programmi che apprezzo tanto. Trovo sia una sessualità moderna che trovo adatta ai tempi di oggi.

Cos’è per te la femminilità? La femminilità è la bellezza della donna. Non è quello che mostra ma quello che riesce a far immaginare.

Su quale rivista sogni di vederti in copertina? Mi piacerebbe vedere la mia foto in particolare su due copertine: Vogue e Playboy.

Che sentimenti vuoi far suscitare in coloro che guardano le tue foto? Sinceramente non ho mai pensato di voler far suscitare qualcosa. Ogni volta che faccio servizi fotografici è come se dovessi impersonare situazioni e personaggi differenti, e questo mi diverte. Mi fanno piacere sicuramente i complimenti che ogni volta ricevo, ma non penso ad altro. Ognuno ha le proprie idee e ognuno giudica a modo proprio nel bene e nel male. Detto questo vado avanti, proseguo per la mia strada a prescindere dai commenti negativi o positivi.

Il tuo sogno nel cassetto? Senza dubbio sogno di sfilare per Victoria Secret’s.


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.
Go to Top