Il Futuro? Solidale…

Category archive

Photoartofrosy Blog

Alla scoperta di giovani talenti, Vincenzo Della Ragione Fotografo

in Fotografia Photo Blog/Photoartofrosy Blog/Rosaria della Ragione Blog/Ultimi Pubblicati by
vincenzo-della-ragione-fotografo-copertina-iogiornalistatv

La mia grande passione per la fotografia: intervista a Vincenzo Della Ragione.

Ho iniziato a scrutare con occhi diversi tutto ciò che mi circonda … la mia è una passione che coltivo quotidianamente.

Un articolo di Rosaria Della Ragione
Un articolo di Rosaria Della Ragione

Quando hai scoperto la tua passione per la fotografia?

VDR: Ho scoperto la mia passione per la fotografia quando ho iniziato a scrutare con occhi “diversi” tutto ciò che mi sta intorno.

Fotografi per passione o lo fai per lavoro?

VDR: La mia è una passione che coltivo giorno dopo giorno, poi chissà … magari diventerà anche un lavoro. Nella vita tutto può succedere!

A giudicare dalle foto ami fotografare paesaggi. Giusto? Hai fatto anche altri servizi fotografici?

VDR: Amo fotografare principalmente paesaggi. In natura c’è sempre qualcosa di nuovo e magico. L’alba, il tramonto, la luce, le ombre, il volo di un gabbiano o frangersi delle onde. Sarò sicuramente facilitato dato che vivo in un posto meraviglioso come Bacoli, un paesino in provincia di Napoli. I servizi fotografici, invece, non li ho mai fatti.

Vincenzo Della Ragione Fotografo Clicca qui per la Gallery
Vincenzo Della Ragione Fotografo Clicca qui per la Gallery

Ti piace sperimentare?

VDR: Il più delle volte cerco di capire come funzioni la macchina fotografica in sè. Ci sono varie funzioni, come ad esempio quella “manuale”, che se usata bene, ti permette di raggiungere ottimi risultati. Sperimento quest’impostazione soprattutto nelle fotografie notturne cercando di esaltare minimi particolari che normalmente sono poco visibili.

A cosa ti ispiri quando scatti?

VDR: Io penso che l’ispirazione nel campo della fotografia, sia un valore aggiunto, ma non sempre. Nel senso che quando si esce per scattare, nella maggior parte dei casi, si ha già un’idea ben precisa su cosa fotografare. Invece, l’ispirazione vera e propria viene fuori quando ti si presentano determinate situazioni e con la propria bravura bisogna cercare di interpretarle, di lasciare un’emozione a chi poi andrà a vedere la foto. Pare che la mia, finora, abbia portato sempre buoni risultati.

Cosa vuoi suscitare in coloro che osservano le tue fotografie?

VDR: Quando pubblico gli scatti, le persone si complimentano con me perchè mi riconoscono un qualcosa di “nuovo” che in altre foto non trovano. Dicono che le foto “parlano” ed io sono come un buon cantante che fa sua la canzone che va ad interpretare.

Vincenzo Della Ragione Fotografo Clicca qui per la Gallery
Vincenzo Della Ragione Fotografo Clicca qui per la Gallery

La prima persona a cui mostri i tuoi scatti?

VDR: Quando rientro a casa il primo che guarda le mie foto è il mio pc, nel senso che cerco sempre di vedere se ci sono imperfezioni da correggere. Dopo questo step, mi ritrovo sempre mia madre in camera e con la sua fatidica domanda mi fa: “Mi fai vedere le foto che hai scattato?”

Dove ti piacerebbe vedere un giorno i tuoi scatti?

VDR: In ambito locale, ho giá partecipato un paio di volte a delle mostre organizzate da diverse associazioni. Mi piacerebbe ritrovare le mie foto su una bella rivista, su qualche giornale nazionale che le metta in evidenza per esaltare la bellezza del territorio di Bacoli, incentivando in qualche modo l’afflusso turistico. Una sorta di impegno sociale affinché i Campi Flegrei siano apprezzati in tutto il mondo.

Le tue foto hanno avuto un ottimo riscontro sul web, soprattutto sulla pagina Facebook “Amore italiano” dove hai partecipato ad un contest e l’hai vinto. Sei contento, te l’aspettavi?

VDR: Contentissimo e molto onorato di aver partecipato al contest organizzato dalla pagina “Amore italiano”. Non mi aspettavo che la mia foto potesse raggiungere circa 270 like e sono molto soddisfatto. Del resto …come si fa a non amare un simile panorama?

Vi è piaciuta questa intervista? Avete guardato la Gallery?

Restate sintonizzati…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Vincenzo Della Ragione Fotografo, la Gallery!

in Fotografia Photo Blog/Photoartofrosy Blog/Rosaria della Ragione Blog by

La mia grande passione per la fotografia: ecco a voi una gallery con le foto più belle di Vincenzo Della Ragione.

Ho iniziato a scrutare con occhi diversi tutto ciò che mi circonda … la mia è una passione che coltivo quotidianamente.
Siete curiosi dell’intervista? Cliccate qui!


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Elisa Licciardi… una giovane attrice, la Gallery

in Fotografia Photo Blog/Photoartofrosy Blog/Pianeta Donna/Rosaria della Ragione Blog by

Ho sempre amato inventare storie e dare vita a personaggi della mia fantasia sin da piccola…

E’ come se una volta ascoltata quella voce, la strana creatura che prende vita dentro di me debba subito uscire fuori altrimenti si perde.
Siete curiosi dell’intervista? Cliccate qui!


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Intervista alla giovane attrice Elisa Licciardi

in Photoartofrosy Blog/Pianeta Donna/Rosaria della Ragione Blog/Ultimi Pubblicati by
intervista-elisa-licciardi-copertina-iogiornalistatv

Ho sempre amato inventare storie e dare vita a personaggi della mia fantasia sin da piccola…

E’ come se una volta ascoltata quella voce, la strana creatura che prende vita dentro di me debba subito uscire fuori altrimenti si perde.

Un articolo di Rosaria Della Ragione
Un articolo di Rosaria Della Ragione

Da quanto tempo fai l’attrice?

EL: Ho iniziato a recitare a 18 anni, ma già dai tempi delle elementari stava nascendo inconsciamente dentro di me la passione per questo meraviglioso mondo che è il teatro. Mi ricordo ancora come se fosse ieri, la felicità che provavo quando le maestre ci comunicavano che era giunto il momento di preparare la recita di fine anno scolastico. Imparavo a memoria le parti di tutti e durante la recita se qualcuno si dimenticava una battuta gliela suggerivo senza farmi troppi problemi. Tornavo a casa da scuola ed iniziavo a ripassare a mente tutto lo spettacolo, ripetendo a voce alta le parti di tutti i miei compagni di classe imitando le loro voci. Si perché altra mia grande passione è fare le imitazioni. Imito da sempre chiunque abbia una voce particolare o un modo particolare di muoversi. E’ più forte di me, non riesco a trattenermi. E’ come se una volta ascoltata quella voce, la strana creatura che prende vita dentro di me debba subito uscire fuori altrimenti si perde. Quindi sì ho iniziato la mia prima scuola di recitazione a 18 anni trovando per puro caso un volantino nella cassetta della posta, ma mi stavo preparando già da prima.

– Che tipo di formazioni possiedi?

EL: Ho iniziato a recitare presso “L’Isola dell’Arte” un’associazione culturale molto accogliente che ha segnato il mio battesimo con il teatro. Si incomincia sempre timidi ed insicuri pensando di sbagliare ogni cosa, ma poi grazie all’aiuto dell’insegnante e dei compagni ci si inizia a sciogliere e lì parte il vero divertimento. La mia prima esperienza sul palco è stata con il gruppo dell’Isola capeggiato da Carlotta Piraino, un’attrice ed insegnante bravissima che ha dato il via a questo mio percorso. Successivamente sono approdata alla Fonderia Delle Arti di Giampiero Ingrassia e lì il timone della mia nave “Teatro” era guidato da Mauro Mandolini ed Ilaria Amaldi, due fantastici attori che in 2 anni di scuola mi hanno trasmesso la passione e la disciplina necessarie per crescere come attore. Con loro ho avuto modo di sperimentare diversi testi classici principalmente commedie, di Goldoni e Molière. Gli anni alla Fonderia sono stati ricchi di scoperte. Ho poi preso parte a diversi seminari tra cui uno sul “Re Lear” di Shakespeare, presso l’associazione culturale “Groucho Teatro”con Jean Paul Denizon, attore straordinario che attraverso esercizi di training mi ha trasmesso l’importanza del corpo per un attore e di ciò che possiamo esprimere anche senza l’ausilio della parola. Lo stesso fece Michael Margotta durante un seminario di training presso Teatro Azione, la scuola di Recitazione di Isabella Del Bianco e Cristiano Censi, nella quale mi sono diplomata a Luglio 2017. E qui veniamo alla parte più bella del mio percorso di crescita attoriale ed umano. Teatro Azione per me è stata non una semplice scuola professionale ma una seconda casa. Lì la mia valigia dell’attore si è riempita tanto.

– Attualmente sei impegnata in qualche progetto?

EL: Da due anni faccio parte di una compagnia teatrale amatoriale che si chiama “Oltre la Quinta”. E qui si apre un altro bel capitolo del mio viaggio all’insegna del teatro. Con loro ho portato in scena al Teatro Agorà in Trastevere “Rumors” di Neil Simon e “Rumori Fuori Scena” di Michael Frayn, due commedie brillanti che mi hanno dato la possibilità di sperimentare un genere di teatro a cui mi sento maggiormente incline. Arrivando ad un presente molto più vicino, sto lavorando con “La Bottega delle Maschere” diretta da Marcello Amici, una compagnia nata nel 1981 e che da ben ventidue anni porta in scena le opere di Luigi Pirandello a Roma durante l’Estate Romana. Attualmente stiamo preparando la ventiduesima edizione della Pirandelliana, che andrà in scena dal 10 luglio al 12 agosto presso la Basilica dei santi Bonifacio ed Alessio all’Aventino. Le opere su cui stiamo lavorando sono “Il berretto a sonagli” e “I Giganti della Montagna”. Sono davvero felice di quest’opportunità che mi è capitata perché Marcello è un regista e attore d’altri tempi, un vero uomo di teatro appassionato ma soprattutto innamorato del teatro e di tutto ciò che gli gira attorno. Sto avendo la meravigliosa opportunità di lavorare per la prima volta come aiuto regia e come attrice nel ruolo di “Nina Ciampa” nel “Berretto a sonagli”. Di più su questa Pirandelliana non posso svelarvi, vi tocca venire a vederci a teatro!!!

Elisa Licciardi Attrice
Elisa Licciardi Attrice Clicca qui per la Gallery

– Sei interessata principalmente al teatro o ti piacerebbe lavorare anche nel mondo della televisione e del cinema?

EL: Ho sempre amato la recitazione e adesso che mi trovo in una fase di crescita e di formazione posso dire che non disdegnerei un ruolo in una fiction piuttosto che in un film, anche come semplice comparsa. Tutto è esperienza in questo mondo e sicuramente sia la televisione che il cinema potrebbero contribuire a farmi crescere. Però il mio cuore batte per il teatro. Molti prima di me lo hanno detto quindi potrò sembrare ripetitiva ma in teatro si respira la vita. C’è un’energia particolare che si instaura a partire dalle prove fino al giorno della prima. Non ci sono filtri o barriere ci sei tu davanti a te stesso e al pubblico e lì non puoi sbagliare devi fare centro, come si dice “O la va o la spacca”!. Ti senti attraversato da mille emozioni diverse che non sono veicolate da una macchina ma arrivano dirette al pubblico e quest’ultimo, se ha di fronte a se un bravo attore le percepisce tutte. Ve lo posso assicurare da spettatrice che ha riso e si è commossa tante volte di fronte ad altri esseri umani che su quel palco hanno deciso di condividere con noi spettatori una parte della loro anima e dell’anima del personaggio a cui hanno dato vita e di conseguenza ad una parte dell’anima dell’autore di quell’opera. Con ciò non voglio dire che il cinema non emozioni anzi dovreste vedermi quando un film mi piace come vado in estasi, oppure come mi dispero se quel film tocca delle corde particolari.

Secondo te, qual è la differenza sostanziale tra questi tre macro mondi artistici?

EL: A mio parere questi tre marco mondi artistici hanno le medesime funzioni sia di intrattenimento che di riflessione. Ognuna utilizzando il proprio linguaggio. Bisogna pur dire che al giorno d’oggi tutto è cambiato ed anche queste tre realtà si sono dovute adeguare ai numerosi cambiamenti della società. Personalmente non guardo molto la televisione perché non mi trasmette nulla e il suo linguaggio non mi piace. Per linguaggio non intendo il modo in cui vengono utilizzate le parole, ma ciò che essa trasmette, i messaggi che manda. Purtroppo la maggior parte dei programmi che ci vengono proposti oggi, servono solo a distrarre le persone dal quotidiano, a creare falsi miti e false speranze. Inevitabile il paragone con il passato dove invece il ruolo della televisione era sì educativo. E’ chiaro che il momento difficile che sta attraversando la nostra società odierna si riflette poi con l’arte che da sempre fa da specchio. Per questo spero che si possa uscire presto da questo tunnel e che venga valorizzato sempre di più il buon teatro e il buon cinema, attraverso quei film e quegli spettacoli che una volta finiti ti lasciano con tanti punti interrogativi che ti porti dietro per giorni. Ci pensi e ci ripensi, rifletti, capisci e ti emozioni. Senza neanche accorgertene stai nutrendo il tuo artista interiore.

Elisa Licciardi Attrice
Elisa Licciardi Attrice Clicca qui per la Gallery

Quando hai capito di voler percorrere questa strada?

EL: Ho sempre amato inventare storie e dare vita a personaggi della mia fantasia sin da piccola. Era un gioco ed è un gioco che tutt’ora mi rilassa e mi mette di buon umore. Da quando misi piede nella mia prima scuola di teatro, sentii da subito che quello era il posto giusto per me, che mi avrebbe consentito di esprimermi nonostante la timidezza. Ma il giorno in cui ho avvertito forte e chiaro dentro di me che non avrei potuto intraprendere altra strada se non questa, è stato un pomeriggio in accademia alla fine di una serie di esercizi emotivi svolti con gli altri compagni. Mi ricordo tutto nel dettaglio: sala buia, palcoscenico illuminato da un solo riflettore, come musica di sottofondo “Let It Be” dei Beatles. Siamo saliti uno per uno sul palco e rimanendo in piedi sotto il cono di luce ci siamo aperti a “stella” spalancando le braccia e respirando. In quel preciso istante ho permesso al mio corpo di esistere, di lasciarsi andare alle emozioni e di respirare. Ho capito che in quella dimensione in cui bisogna arrivare a creare una realtà verosimile, paradossalmente mi sento me stessa, mi sento libera di essere per quella che sono senza paura perchè lì posso esistere e mi sento libera di vivere senza alcun tipo di condizionamento. E da quel giorno, quando ho i miei momenti “no” in cui mi sento inadatta, incapace e via dicendo, ripenso sempre a quel pomeriggio, che mi è stato utile non solo a teatro ma soprattutto nella vita.

La tua famiglia ti ha sostenuto dal primo momento o all’inizio preferivano avessi studiato altro?

EL: Posso ritenermi fortunata perché ho una famiglia alle spalle che mi appoggia e mi supporta in questo mio percorso. Certo ci sono stati,ci sono tutt’ora e ci saranno momenti difficili, ma sono contenta perché i miei genitori sono sempre stati disponibili a venirmi incontro per aiutarmi. Mi ripetono spesso di non perdere di vista gli studi. Frequento il primo anno di magistrale Dams, percorso teatro,musica e danza ed ho conseguito la laurea triennale sempre in Dams due anni fa. Devo ringraziare tanto soprattutto mia madre che con la sua grande forza mi ha spinta a non mollare mai nei momenti di difficoltà in cui mi sono trovata durante il periodo di studi. Se ho raggiunto alcuni traguardi, oltre che a me stessa, lo devo anche a lei che non ha mai mollato un istante. I miei genitori mi hanno insegnato che è importante avere degli obiettivi nella vita per sentirti vivo. Ma soprattutto mi hanno insegnato che gli impegni presi vanno portati a termine senza mai lasciare nulla indietro.

Con quale regista ti piacerebbe lavorare?

EL: Se posso permettermi di sognare un po’, teatralmente parlando mi piacerebbe lavorare molto con Gabriele Lavia. Ho visto alcuni dei suoi spettacoli a teatro tra cui “Sei Personaggi in cerca d’autore” all’Eliseo, che ho amato tantissimo, come del resto amo Pirandello. Non lo conosco di persona ma ho avuto modo di vedere qualche sua intervista su youtube. Nei miei sogni mi piacerebbe lavorare con lui perché oltre ad essere un attore straordinario è un regista preciso, esigente che vuole ottenere sempre il massimo dai suoi attori e infatti poi sul palco tutto ciò viene magnificamente fuori. Con lui si va a fondo a scavare nella vita dell’autore, nell’opera e in tutti i personaggi che ne fanno parte. A fine prova magari arrivi stremato ma solo in questo modo si può creare qualcosa di meraviglioso.

Elisa Licciardi Attrice
Elisa Licciardi Attrice Clicca qui per la Gallery

Che personaggio sogni di interpretare?

EL: Continuando a volare sulle ali della fantasia e dei sogni, desidererei tantissimo poter interpretare un giorno il personaggio di “Lady Macbeth”. I colleghi teatranti potrebbero storcere il naso o pensare che me la stia cercando, perché è risaputo che il “Macbeth” di Shakespeare si porta dietro una serie di leggende e racconti che lo dipingono come una tragedia carica di magia nera e quindi non proprio di buon auspicio. Ma a Teatro Azione ho avuto modo di lavorare questo meraviglioso personaggio durante la preparazione dello spettacolo di fine anno ed è stato meraviglioso. Considero Macbeth una delle tragedie più belle di Shakespeare proprio perché scava negli abissi più profondi dell’animo umano. Entrare nella psicologia di questa donna, forte quasi mascolina e allo stesso tempo fragile e debole, mi ha fatto capire ancora di più quanto complessi siamo noi esseri umani e quanto le nostre passioni, ambizioni o desideri possono spingerci alla crescita o alla distruzione.  

Cosa ti colpisce maggiormente in un film/serie/fiction?

EL: Non guardo molto fiction e serie tv, sono più appassionata di spettacoli dal vivo e di film. Un film mi piace molto quando mi affeziono morbosamente ad un personaggio perché in lui rivedo magari in piccola parte un qualcosa che mi riguarda o che magari riguarda qualcuna delle persone a me più vicine. Un ruolo fondamentale è giocato dalla colonna sonora. Io poi ho la lacrima facile quindi non è difficile farmi emozionare! Un film per piacermi deve lasciarmi con una strana sensazione dentro, quasi come un “vuoto”, il sentire la sua mancanza perché è finito e desiderare che continui all’infinito.

Una serie ed un film che porti nel cuore?

EL: Un film che porto e che porterò sempre nel cuore è “La Strada” di Federico Fellini. Non so’ quante volte io l’abbia visto e quante volte mi sia commossa. Nonostante non abbia avuto la fortuna di conoscere Fellini non lo ringrazierò mai abbastanza per aver dato vita al personaggio di Gelsomina, cucito su misura per Giulietta Masina, straordinaria interprete. La Strada è un film che richiama ad una malinconica tenerezza, ad un bisogno di affetto, protezione ed amore. Gelsomina è il nostro” io” bambino che tutti noi abbiamo, ma che spesso lasciamo lì da solo. Probabilmente è proprio questo sguardo innocente e malinconico che pervade l’intero film, ad aver fatto breccia nel mio cuore.

Come e dove ti vedi tra qualche anno?

EL: Questa è una bella domanda per una come me che non sa neanche cosa mangerà domani a pranzo! Scherzi a parte, tra qualche anno sogno di vedermi realizzata come attrice e girare il mondo con la mia compagnia. Costantemente in viaggio a “spacciare” arte e vita. Mi auguro di poter vivere sempre quella meravigliosa frazione di secondo che ti sembra lunga un’eternità, dietro le quinte, che precede l’andata in scena, nella quale tu e i tuoi compagni diventate parte di un unico grande cuore che batte.

Vi è piaciuta questa intervista? Avete guardato la Gallery?

Restate sintonizzati…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Alessandra Giancola Model, la Gallery!

in Fotografia Photo Blog/Photoartofrosy Blog/Pianeta Donna by

Alessandra Giancola è giovanissima ma con le idee molto chiare sul proprio futuro.
Siete curiosi dell’intervista? Cliccate qui!


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Intervista alla giovane modella Alessandra Giancola

in Photoartofrosy Blog/Pianeta Donna/Ultimi Pubblicati by
intervista-alessandra-giancola-copertina-iogiornalistatv

Alessandra Giancola è giovanissima ma con le idee molto chiare sul proprio futuro.

Un articolo di Rosaria Della Ragione
Un articolo di Rosaria Della Ragione

–  Attualmente fai la modella per lavoro o per passione?

AG: Attualmente faccio la modella per passione, ma ho già preso parte a qualche lavoro. La mia passione per questo mondo nasce all’età di tre anni, è sempre stato il mio sogno farne parte.

– Cosa hai intenzione di fare per far sì che diventi un vero e proprio lavoro?
AG: Gli elementi principali sono determinazione, dedizione ma soprattutto umiltà. Sicuramente dovrò prendere in considerazione l’idea di trasferirmi in un’altra città ed impegnarmi costantemente.

– Vuoi diventi il tuo lavoro principale o hai qualche altra aspirazione?
AG: Vorrei diventasse il mio lavoro principale ma bisogna sempre pensare ad un piano B. Se non dovessi riuscire a raggiungere quest’aspirazione che, al momento, è la principale, studierò psicologia, mi piacerebbe lavorare soprattutto con i bambini.

intervista-alessandra-giancola-articolo-iogiornalistatv

– La tua famiglia cosa ha pensato di questa scelta?
AG: Mi hanno sempre sostenuta ed incoraggiata. Anche grazie a loro sto inseguendo il sogno di lavorare come modella professionista.


– Che servizi fotografici preferisci?
AG: Preferisco la fotografia d’arte e la fotografia di moda, ma amo anche servizi fotografici Beauty, Fashion e Ritratto.


– Cos’è per te la femminilità?
AG: Per me è eleganza, sensualità, tenerezza e generosità, in certi casi anche la timidezza può rispecchiare la femminilità di una donna.


– Sogni di fare anche altro nel mondo dello spettacolo?
AG: Sì, la ballerina e l’attrice. La danza è un’altra mia grande passione ed è un’attività che pratico da quando ho tre anni. L’attrice perché mi piacerebbe tantissimo essere su un set cinematografico.

intervista-alessandra-giancola-articolo-iogiornalistatv2
– Su quale rivista sogni di vederti in copertina?
AG: Senza alcun dubbio su “Vogue”.


– Che sentimenti vuoi far suscitare in coloro che guardano le tue foto?
AG: Vorrei trasmettere innanzitutto eleganza e femminilità e vorrei trasparisse anche la professionalità.


– Il tuo sogno nel cassetto?
AG: Il mio sogno nel cassetto sarebbe quello di sfilare sulla passerella di “Victoria’s Secret”.

Vi è piaciuta questa intervista? Avete guardato la Gallery?

Restate sintonizzati…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Alla scoperta di giovani talenti Fa.bu.la Videomakers

in Fotografia Photo Blog/Photoartofrosy Blog/Rosaria della Ragione Blog/Ultimi Pubblicati by
  • fa-bu-la-intervista-copertina-iogiornalistatv.jpg?fit=720%2C379
  • fa-bu-la-intervista-fotografi-iogiornalistatv.jpg?fit=720%2C379
  • fa-bu-la-intervista-iogiornalistatv.jpg?fit=720%2C379
  • fa-bu-la-intervista-videomakers-iogiornalistatv.jpg?fit=720%2C379

La diversità di tre giovani ragazzi alla scoperta dell’audiovisivo e non solo …

Un articolo di Rosaria Della Ragione
Un articolo di Rosaria Della Ragione

“Fa.bu.la. in un acronimo esprimono la loro creatività”.

– Come e quando nasce fa.bu.la.?
Il team fa.bu.la è nato ufficialmente a gennaio 2018, quando abbiamo scelto il nostro nome e reso pubblico il nostro sito. L’idea di formare un gruppo di lavoro era già nata lo scorso settembre tra i banchi dell’Accademia di Cinema e Televisione Griffith di Roma, è lì che ci siamo conosciuti a Gennaio 2017. Il gruppo è nato in maniera quasi del tutto naturale. Ognuno di noi ha notato le abilità degli altri due e ci siamo resi conto di come tutte le nostre diverse capacità messe insieme potessero creare qualcosa di bello e innovativo. A gennaio 2018 è diventato tutto più concreto, ma da mesi c’era già un’idea, una sensazione, che qualcosa si dovesse creare.

– Avete scelto di chiamarvi fa.bu.la … per voi rappresenta l’acronimo di qualcosa?
Ci abbiamo impiegato un po’ a scegliere il nome, volevamo qualcosa che ci rappresentasse. Queste tre sillabe formano una parola che ha origini nel latino e che significa racconto, il che ci pareva perfetto visto che ci definiamo spesso degli storytellers e che una caratteristica dei nostri video è che hanno una storia di fondo e raccontano sempre qualcosa. Ma ciò che ci ha fatto capire che la parola fabula era perfetta per noi è il fatto che le sillabe che la formano sono anche l’anagramma di alcune sillabe che formano i nostri cognomi. Fa sta per FAlappa, Bu sta per BUsetta, e La sta per CurcuLAcos (Federica ha dovuto riconoscere ed accettare che Fabucur non suonava altrettanto avvincente).

fa-bu-la-intervista-fotografi-iogiornalistatv

– Di cosa vi occupate esattamente?
Principalmente ci occupiamo di videomaking e fotografia e siamo preparati ad affrontare tutte le fasi della realizzazione di un progetto: dalla scrittura e pre-produzione alla successiva produzione e post-produzione. Abbiamo iniziato da poco per cui ci siamo ripromessi di non precluderci nulla, in più il fatto di avere tutti interessi simili e allo stesso tempo diversi ci spinge a sperimentare continuamente. Finora abbiamo lavorato a cortometraggi, book fotografici, showreels di modelle e attrici o attori, brevi documentari, video musicali, spot pubblicitari e video promozionali per aziende.

– Siete in tre, in cosa vi differenziate?
Uno dei nostri punti di forza è proprio quello di essere in tre: tre teste differenti con trascorsi differenti. Abbiamo la passione per il cinema che ci accomuna, ma siamo interessati a tipologie di video molto differenti, e forse è proprio questo il nostro punto di forza e ciò che ci rende capaci di lavorare in maniera così variegata. Daniel ha un grande bagaglio culturale cinematografico e ha frequentato il Teatro Stabile delle Marche e diversi corsi teatrali che lo hanno portato a saper lavorare con gli attori, a saperli dirigere e a saper tirare fuori il meglio da loro. Giorgia, invece, è affascinata da come il cinema è in grado di trasformare la finzione in realtà e viceversa, da quel processo che rende reale l’irreale. Il suo interesse però è molto più pratico che ideale. Federica ha amato fin da bambina usare macchine fotografiche per poi montare e creare dei video che dessero o ricordassero emozioni, ma ha dato la priorità allo studio pratico delle tecniche di ripresa e di montaggio. Il bello di questo nostro insieme è che siamo tutti specializzati in qualcosa, ma che allo stesso tempo le nostre abilità si intrecciano in modo da metterci in discussione a vicenda per poi migliorare. C’è una continua evoluzione nelle nostre capacità e nei nostri progetti.

fa-bu-la-intervista-iogiornalistatv

– Un aggettivo che vi caratterizza?
Anticonvenzionali: cerchiamo sempre di differenziarci per qualcosa rispetto ad i nostri competitors.

– La soddisfazione più grande che vorreste avere?
Credo che la soddisfazione più grande sarebbe vedere che tra qualche mese siamo ancora insieme e che stiamo portando avanti quello che abbiamo iniziato, magari non solo tra qualche mese. Ognuno di noi ha dei traguardi specifici che vuole raggiungere e ha delle preferenze sul genere di progetti a cui lavorare, però abbiamo capito che insieme siamo un buon team, un’ottima squadra. Possiamo aiutarci a vicenda a raggiungere i nostri obiettivi e a realizzare i nostri sogni. Ci auguriamo anche di trasmettere sensazioni e messaggi positivi a tutti coloro che ci seguiranno nel tempo.

– Come lavorate sui vostri progetti? Chi è tra voi la mente e chi il braccio?
Sicuramente è Daniel la persona tra noi che possiede la più vasta conoscenza in quanto a film e la maggior parte delle volte è lui che fa nascere l’idea. Questa idea viene poi discussa e resa più dettagliata attraverso brainstorming e scritture di gruppo. Quindi se dovessimo decidere una sola mente tra noi sarebbe Daniel, ma è grazie al lavoro di gruppo che arriviamo ad una idea finale. Lo stesso vale per il braccio del gruppo. Giorgia è la persona che si occupa principalmente delle riprese e Federica del montaggio, quindi siamo entrambe braccia in due momenti separati della creazione di un video. Ma Giorgia non è quasi mai sola a fare le riprese, ci alterniamo tutti e tre, ci diamo consigli e ci confrontiamo su cosa è necessario riprendere e come è meglio inquadrarlo. E durante la fase di montaggio, nonostante sia Federica quella seduta davanti al computer, c’è un continuo scambio di opinioni su come sia meglio montare il video e che stile darci. Quindi non abbiamo dei ruoli totalmente definiti, il che ammettiamo che a volte può diventare problematico, ma è ciò che ci spinge ad innovarci e a mettere in discussione le nostre certezze.

fa-bu-la-intervista-videomakers-iogiornalistatv

– Siete giovanissimi ma la determinazione e la passione vi contraddistingue. Siete entusiasti di ciò che avete realizzato sino ad ora?
Abbiamo iniziato “a fare sul serio” da pochi mesi, però da questa collaborazione sono già usciti parecchi lavori di cui siamo felici e di cui andiamo fieri. Ovviamente c’è ancora moltissimo da imparare e ci sono tante nuove cose da sperimentare, però ci stiamo dando da fare e siamo entusiasti di quello che stiamo facendo. Ma non ci fermiamo! Abbiamo ancora molti progetti già in fase di lavorazione.

– Al momento lavori in fase di progettazione?
Ci stiamo tenendo aperte molte strade per ora, proprio perchè vogliamo metterci alla prova, vedere che cosa ci piace di più fare e in cosa siamo più bravi. Per questo al momento stiamo lavorando ad un nuovo video musicale che uscirà a breve, ad alcuni spot pubblicitari e stiamo buttando giù nuove idee per alcuni corti… In più c’è l’intenzione di creare una mini serie che coinvolge gli esseri pelosi che vivono con noi. Sarete costretti a seguire la nostra pagina e il nostro canale per rimanere aggiornati.

Vi è piaciuta questa intervista? Avete guardato la Gallery? Restate sintonizzati…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Fa.bu.la Videomakers, la Gallery delle foto migliori!

in Fotografia Photo Blog/Photoartofrosy Blog/Rosaria della Ragione Blog by

La diversità di tre giovani ragazzi alla scoperta dell’audiovisivo e non solo …

Fa.bu.la. in un acronimo esprimono la loro creatività. Ecco parte dei lavori realizzati da loro!
Siete curiosi dell’intervista? Cliccate qui!


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Fotografia: Monica Locati ci racconta come nasce la sua passione

in Fotografia Photo Blog/Photoartofrosy Blog/Rosaria della Ragione Blog/Ultimi Pubblicati by

La fotografia è una mia grande passione, sarà sempre parte di me

Un articolo di Rosaria Della Ragione
Un articolo di Rosaria Della Ragione

Fondamentale per lei è stato l’incontro con il suo insegnante

In punta di piedi si avvicina alla realtà, ne coglie i dettagli per poterli immortalare in una fotografia. Per voi Intervista e Gallery. 

Quando è nata la tua passione per la fotografia? La mia passione per la fotografia è nata, come ogni altra, con l’incontro con persone che mi hanno mostrato come si poteva creare la bellezza attraverso uno strumento, in questo caso la macchina fotografica, e come raccontarne una storia. In particolare, è stato illuminante l’incontro con il mio primo insegnante di fotografia, durante un corso fotografico in un piccolo paese vicino casa, lui è riuscito esattamente ad insegnarmi questo ed è riuscito a farmi appassionare ogni giorno di più a quest’arte meravigliosa.

Ti ispiri a qualcosa o a qualcuno quando scatti o segui le emozioni del momento?  Tendenzialmente amo appassionarmi ad un momento o ad una storia che in quel momento, se raccontata, può trasmettere un sentimento positivo.

 Cosa vuoi suscitare in coloro che osservano i tuoi scatti?  Se ne fossi capace, sicuramente far cogliere la realtà di quella situazione.

 A giudicare dai tuoi scatti… ti piacciono i particolari?  Se sono necessari per raccontare la situazione molto!

Queste foto quando e dove sono nate? Sono inserite all’interno di un progetto?  È un progetto ancora non ultimato riguardante i liutai e le loro botteghe. La chitarra è uno strumento che amo tantissimo e che fa parte della mia vita, l’artigianato, invece, è un’arte che stimo profondamente in quanto implica due elementi dimenticati nei nostri giorni: la lentezza e la pazienza. Creare un’opera tanto grande… riuscire a creare musica… è questo che ho cercato di raccontare negli scatti.

 Porti nel cuore qualche lavoro in particolare o qualche esperienza che hai fatto? Sicuramente questa appena citata ma tutti i viaggi organizzati e fatti con il mio insegnante, sono stati illuminanti. Ogni singola esperienza mi ha trasmesso qualcosa, sono stati tutti di grande insegnamento, li porterò sempre nel cuore. Il viaggio fotografico alle isole Eolie, per esempio, mi ha fatto capire l’importanza delle persone che decidono di accompagnarti gratuitamente anche all’interno di un percorso artistico e questa è una cosa meravigliosa.

 Solitamente a chi mostri le tue fotografie? Solitamente a chi ha la pazienza di vedere degli umili scatti.

Cosa speri per il futuro? Continuerai a coltivare questa passione? Spero che in qualche modo ritorni sulla mia strada, senza darle troppa pretesa, ma cercando solamente di raccontare qualche storia interessante.


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Giovanissima Modella, ma con idee molto chiare, intervista a Ludovica Gallinelli

in Fotografia Photo Blog/Photoartofrosy Blog/Rosaria della Ragione Blog/Ultimi Pubblicati by

Modella… Segue la passione della madre: “Da grande voglio fare la Modella”

Un articolo di Rosaria Della Ragione
Un articolo di Rosaria Della Ragione

Ludovica Gallinelli sembra essere una giovane modella molto determinata, l’avevamo già notata su Instagram, ed abbiamo pensato di intervistarla per voi…

Quando sarà nata questa sua passione, chi l’avrà ispirata e cosa sogna per il futuro? Off line ci ha confessato di averla ereditata dalla madre, la Patron dell’Agenzia Miss Tres Chic… Ecco a voi Intervista e Gallery. 

Da quanto tempo fai la modella? Fin da bambina sognavo il mondo della moda e dello spettacolo, mi ha sempre affascinato. Ho iniziato a studiare e frequentare corsi di moda all’ età di 17 anni circa.

La tua famiglia cosa ha pensato di questa tua scelta? La mia famiglia è molto contenta di questa mia scelta. Mi hanno sempre sostenuta e supportata. 

Che servizi fotografici preferisci?  Generalmente preferisco servizi fotografici fashion & beauty.

Hai mai postato nuda? Lo faresti?  No. Non ho mai posato nuda e attualmente non lo farei, in un futuro chissà … mai dire mai.

Quali sono le sensazioni che provi guardando una trasmissione, ad esempio, Bonolis, ma anche Colorado, e tante altre? Sessualità sfacciata o moderna? Ogni programma suscita sentimenti differenti. Devo ammettere che amo Paolo Bonolis, ogni volta che guardo i suoi programmi mi diverto tantissimo. Ovviamente ci sono molti altri programmi che apprezzo tanto. Trovo sia una sessualità moderna che trovo adatta ai tempi di oggi.

Cos’è per te la femminilità? La femminilità è la bellezza della donna. Non è quello che mostra ma quello che riesce a far immaginare.

Su quale rivista sogni di vederti in copertina? Mi piacerebbe vedere la mia foto in particolare su due copertine: Vogue e Playboy.

Che sentimenti vuoi far suscitare in coloro che guardano le tue foto? Sinceramente non ho mai pensato di voler far suscitare qualcosa. Ogni volta che faccio servizi fotografici è come se dovessi impersonare situazioni e personaggi differenti, e questo mi diverte. Mi fanno piacere sicuramente i complimenti che ogni volta ricevo, ma non penso ad altro. Ognuno ha le proprie idee e ognuno giudica a modo proprio nel bene e nel male. Detto questo vado avanti, proseguo per la mia strada a prescindere dai commenti negativi o positivi.

Il tuo sogno nel cassetto? Senza dubbio sogno di sfilare per Victoria Secret’s.

Che servizi fotografici preferisci? Generalmente preferisco servizi fotografici fashion & beauty.

Hai mai postato nuda? Lo faresti?  No. Non ho mai posato nuda e attualmente non lo farei, in un futuro chissà … mai dire mai.

Quali sono le sensazioni che provi guardando una trasmissione, ad esempio, Bonolis, ma anche Colorado, e tante altre? Sessualità sfacciata o moderna? Ogni programma suscita sentimenti differenti. Devo ammettere che amo Paolo Bonolis, ogni volta che guardo i suoi programmi mi diverto tantissimo. Ovviamente ci sono molti altri programmi che apprezzo tanto. Trovo sia una sessualità moderna che trovo adatta ai tempi di oggi.

Cos’è per te la femminilità? La femminilità è la bellezza della donna. Non è quello che mostra ma quello che riesce a far immaginare.

Su quale rivista sogni di vederti in copertina? Mi piacerebbe vedere la mia foto in particolare su due copertine: Vogue e Playboy.

Che sentimenti vuoi far suscitare in coloro che guardano le tue foto? Sinceramente non ho mai pensato di voler far suscitare qualcosa. Ogni volta che faccio servizi fotografici è come se dovessi impersonare situazioni e personaggi differenti, e questo mi diverte. Mi fanno piacere sicuramente i complimenti che ogni volta ricevo, ma non penso ad altro. Ognuno ha le proprie idee e ognuno giudica a modo proprio nel bene e nel male. Detto questo vado avanti, proseguo per la mia strada a prescindere dai commenti negativi o positivi.

Il tuo sogno nel cassetto? Senza dubbio sogno di sfilare per Victoria Secret’s.


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Nadir Maut al Fashion Frames

in Gabriella Chiarappa Blog/La Cultura/Photoartofrosy Blog/Pianeta Donna/Ultimi Pubblicati by
_1111512_preview Nur 1

Nadir Maut a Pitti Live Movie 

Articolo di Gabriella Chiarappa
Articolo di Gabriella Chiarappa

Una Firenze che si conferma contenitore di idee e brand si è presentata a tutto il mondo,  dal 9 al 12 gennaio, magica città dove  il mood è stato solo uno, Pitti Live Movie,  ovvero cinema & moda, costumi & scene, sfilate & film, ovviamente la MODA dove qui è tutto, quindi tendenze Autunno Inverno 2018/2019,  tutti al Film Festival di Pitti Uomo,  per le collezioni maschili dell’inverno 2019, per il red carpet dello stile contemporaneo di 1.230 marchi dei quali 541 provenienti dall’estero (il 44% del totale) con 227 tra nuovi nomi e rientri al salone) che ha occupato più di 60.000 mq in Fortezza da Basso e in tutta la città, dove si sono avute manifestazioni non meno importante e di tendenza come il Salon Of Excellence & Fashion Frames  organizzato dalla De Gorsi Luxury Consulting di Alexander Djordjevic e Cristina Egger che si confermano così come uno dei contenitori di ricerca di nuovi brand emergenti più interessanti di Pitti Immagine Uomo.

Cristina Egger, per la 9° edizione del Fashion Frames, ha presentato una sezione completamente dedicata a nuovi designer/brand con un’importante dose di ricerca stilistica nel proprio DNA con un solido background strutturale che ne possa consentire il successo distributivo e commerciale, infatti i Brand presentati in questa edizione sono concentrati nelle merceologie relative agli accessori, luxury comfort, accessori, borse, calzature o elementi di abbigliamento che vivono indipendentemente da un total look, mixando abilmente gli accessori fatati a cui non si può rinunciare.

Tra I brand esposti al Fashion Frames abbiamo notato i fantastici caftani di Nadir Maut che sembrano aquiloni, mossi dal vento,come delicate farfalle per capi di una collezione dai colori notturni e sofisticati,la  costruzione di un mondo tra realtà, sogno e fantasia, una esaltazione di un affascinante luxury comfort, abiti/caftani elegantissimi, morbidi, sensuali, per una padrona di casa che passa con grande eleganza tra mondi e modi del vivere quotidiano per abitare il mondo, un abbigliamento avvolgente e glamour, una collezione  che mostra un vero talento usando con maestria il tessuto, partendo da motivi tradizionali,un mondo meraviglioso, quello di Nadir Maut a  Pitti Live Movie.

Fashion Frames

Press: Le Salon de La Mode

Shooting: Seta Atelier, Nadir Mamut, O Jour, Alef, Berg

 Art Director&Ph. Edoardo Tranchese


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Erika Albonetti, una vita da Modella, la Gallery

in Fotografia Photo Blog/Photoartofrosy Blog/Ultimi Pubblicati by
Un articolo di Rosaria Della Ragione
Un articolo di Rosaria Della Ragione

Modella, fare la Modella, guardiamo la Gallery di una stella di Instagram, Erika Albonetti 

Siamo sempre stati attenti ai nuovi fenomeni, e sopratutto alle nuove Bellezze. Non potevamo non prestare attenzione, quindi, alle pubblicazioni su Instagram della “nostrana” Erika Albonetti. Questa è la Gallery, giudicate voi se l’attenzione è stata ben riposta…

Eccovi anche l’Intervista cliccate qui…


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?






Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Erika Albonetti, una vita da Modella, l’intervista

in Fotografia Photo Blog/Photoartofrosy Blog/Ultimi Pubblicati by
erika-albonetti

Modella, fare la Modella, ascoltiamo una stella di Instagram, Erika Albonetti 

Un articolo di Rosaria Della Ragione
Un articolo di Rosaria Della Ragione

Siamo sempre stati attenti ai nuovi fenomeni, e sopratutto alle nuove Bellezze. Non potevamo non prestare attenzione, quindi, alle pubblicazioni su Instagram della “nostrana” Erika Albonetti. Eccovi Intervista e Gallery, giudicate voi se l’attenzione è stata ben riposta…

1) Da quanto tempo fai la modella? Come mai hai scelto di fare proprio questo lavoro?

Tutto è iniziato partecipando a Miss Italia 2014, concorso dove sono stata iscritta per gioco da mia zia e in cui sono arrivata alle finali nazionali con la fascia di Miss Romagna. Da allora ho iniziato a fare gavetta, assieme a Leo che ora è il mio manager, è andata bene e da due anni è diventato il mio lavoro a tutti gli effetti.

2) La tua famiglia cosa ha pensato di questa tua scelta?

La mia famiglia mi supporta sempre nelle scelte che faccio, perché conosce il modo in cui affronto il mio lavoro e la responsabilità con cui prendo le decisioni. Mia madre in particolare è la mia prima supporter, lei ama tutto ciò che è arte ed e sempre molto curiosa di vedere ciò che faccio, mio padre mi appoggia in maniera un po’ più silenziosa ma ugualmente presente.

3) Quali sono le tue maggiori aspirazioni?

La mia aspirazione è arrivare il più in alto possibile senza mai snaturarmi e scendere a qualsiasi compromesso. Nel concreto spero di fare la testimonial per campagne pubblicitarie sempre più importanti e magari di finire in copertina su riviste di moda prestigiose. In ogni caso sono già molto contenta di come stanno andando le cose ma migliorarsi sempre è fondamentale.

Erika Albonetti Modella
Erika Albonetti Modella, Clicca per la Gallery

4)  Cosa pensi della fotografia Glamour?

In realtà il Glamour è un genere fotografico che mi diverte meno di altri, specialmente perché lo trovo un poco ripetitivo e senza una cura particolare dello styling e del mood; ma ne ho fatto tanto e lo faccio senza alcun problema. Attualmente mi capita più di posare per editoriali fashion.

5) Dal tuo Sito emerge con chiarezza che ti mostri anche completamente nuda all’obiettivo del fotografo. Sembri affrontare la nudità, senza alcun timore reverenziale. Quali sono i sentimenti che credi di suscitare in coloro che guarderanno le immagini?

Certo, il nudo artistico è uno dei generi più importanti per una modella professionista ed a me piace confrontarmi con i migliori fotografi di nudo. Chiaramente nel nudo è fondamentale affidarsi solo a fotografi di grande spessore. Non saprei che sentimenti possa suscitare una foto di nudo artistico, di certo è meno provocante e “hot” di molti altri generi.

6) Hai delle speciali “istruzioni per l’uso” delle tue foto?

Beh ovviamente le mie foto hanno diritti di immagine ben precisa, per cui possono essere solo guardate, ma non salvate o riprodotte in nessun modo senza precisa autorizzazione e liberatoria firmata.

7)  Tra Donna Soggetto e Donna Oggetto, cosa scegli? Perché?

Ovviamente soggetto, penso che qualsiasi individuo, uomo o donna che sia debba sempre imporre la propria personalità senza mai farla calpestare da nessuno.

8)  Non credi che questo tipo di sessualità così sfacciata della donna occidentale moderna possa contribuire a creare un’immagine sbagliata che in alcuni casi estremi e esecrabili, porti ad un mancato rispetto della donna che può sfociare nella violenza?

No, non lo credo. La femminilità di una donna deve essere apprezzata e rispettata sempre. La violenza non ha mai giustificazioni.

Erika Albonetti Modella
Erika Albonetti Modella Clicca qui per la Gallery

9) Non credi che ad una Femminista degli anni ‘70, questo tipo di femminilità “spogliata”, e “furbetta” delle Modelle ed “Olgettine” odierne, sarebbe sembrata decisamente odiosa?

Di sicuro la femminilità delle modelle, quelle professioniste, non è né spogliata né furbetta. Una modella è una professionista che ogni mattina ascolta le esigenze di un determinato brand o cliente e cerca di rappresentarle al meglio in modo da aiutare con la propria immagine a raggiungere un obiettivo commerciale. Semmai la femminilità spogliata e furbetta arriva da tutte quelle ragazze che senza un motivo o finalità pubblicano proprie immagini seminude sui social network. Quello è un peccato.

10) Quali sono le sensazioni che provi guardando una trasmissione, ad esempio, di Bonolis, ma anche Colorado, e tante altre?

Non sono una gran fruitrice di televisione. Bonolis mi ha sempre fatto sorridere ma non seguo troppo i suoi programmi recenti. E anche Colorado non l’ho mai seguito assiduamente. Guardo show come X-Factor, serie tv quelle tante, e poco altro.

11)  Se ti proponessero per una copertina di Playboy cosa risponderesti?

Ho già posato per playboy, alla mia maniera come sempre. Ne è uscito un bellissimo lavoro, tutt’altro che volgare.

12)  Che progetti hai per il futuro?

Come dicevo precedentemente il mio obiettivo principale è lavorare bene ogni giorno, migliorare, farmi sempre trovare pronta a ogni campagna. Non mi posso permettere mai di abbassare la guardia o di mollare, perché siamo in tante. Nello specifico abbiamo un progetto speciale per primavera, ma non posso svelarlo. Lo scoprirete.

Vi è piaciuta questa intervista? Avete guardato la Gallery? Restate sintonizzati, seguiremo la Linea Rossa…


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?






Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.
Go to Top