Il Futuro? Solidale…

Category archive

Comunicati Stampa

Via alla Seconda Edizione di conCorto

in Comunicati Stampa/Ultimi Pubblicati by
conCortopng

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa

Dal 3 al 6 Maggio prende il via la Seconda Edizione di conCorto, il concorso per corti teatrali del Teatro San Genesio di Roma.

Dopo la ricca edizione dello scorso anno, si conferma eterogenea la programmazione dei corti in gara. 

In calendario quest’anno, infatti, spettacoli di teatro civile, commedie brillanti, esempi di drammaturgia tradizionale e teatro sperimentale. Il concorso è riservato a testi teatrali editi e inediti di qualsiasi genere e tipologia, della durata massima di 20 minuti. I nove corti selezionati dalla Direzione Artistica del Teatro San Genesio, in seguito alla partecipazione al relativo bando di concorso, si affronteranno in scena nelle tre serate di giovedì 3 maggio, venerdì 4 maggio e sabato 5 maggio.
Lo spettacolo vincitore di ogni giornata, accederà alla serata finale (6 maggio), durante la quale, tra i tre corti finalisti, sarà decretato il vincitore di conCorto.

A votare i lavori e decretare così i finalisti, uno per ogni sera, e, infine, il vincitore del concorso sarà il pubblico. ConCorto è un’iniziativa rivolta ai nuovi autori e alla sperimentazione di nuovi linguaggi teatrali, proponendosi, al contempo, come fonte di sostegno attraverso il premio in denaro riservato al progetto vincitore del concorso: il primo premio della somma di € 1.000,00.

A questo si aggiunge il premio della critica di € 400,00, assegnato ad uno dei corti finalisti da una giuria tecnica, composta da addetti ai lavori tra cui attori, registi e giornalisti. Questi i giurati dell’edizione 2018: Michele Astori, sceneggiatore e autore per radio e tv, il regista Davide Frasnelli, Veronica Olmi, direttrice del Teatro Verde e regista, Renata Savo, vicedirettrice di Scene Contemporanee, giornalista e critica teatrale e Gabriele Tozzi, attore e regista.


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

“Processo per stupro” in scena all’Eliseo

in Comunicati Stampa/Eventi by

Dal documentario di Maria Grazia Belmonti, Anna Carini, Rony Daopoulo, Paola De Martiis, Annabella Miscuglio, Loredana Rotondo

 

Con
Clara Galante, Enzo Provenzano Tullio Sorrentino, Francesco Lande e Simona Muzzi.
Adattamento e regia di Renato Chiocca.

«Che cosa intendiamo quando chiediamo giustizia, come donne?
Noi chiediamo che anche nelle aule dei tribunali, ed attraverso ciò che avviene nelle aule dei tribunali, si modifichi quella che è la concezione socio-culturale del nostro Paese, si cominci a dare atto che la donna non è un oggetto». Tina Lagostena Bassi

Girato nel tribunale di Latina nel 1978, il documentario Un processo per stupro andò in onda su quello che allora era “il secondo canale” della Rai, raggiungendo oltre 12 milioni di spettatori e smascherando le consuetudini di abuso sui diritti delle donne.
Fu un evento storico, non era mai accaduto che un processo contro degli uomini accusati di violenza sessuale venisse mostrato pubblicamente. Per la prima volta tantissime persone videro come una ragazza di diciotto anni fosse costretta a dimostrare l’assenza del suo consenso mentre quattro uomini la stupravano. Le riprese mostrarono in maniera inequivocabile come la vittima si trasformasse nell’imputata, come fosse costretta a difendersi lei dal suo passato e non i suoi carnefici da quanto compiuto. Inoltre, il pubblico si rese conto di come gli avvocati degli accusati potessero essere a loro volta brutali con la vittima.A quarant’anni di distanza la lettura scenica diretta da Renato Chiocca con la partecipazione di Clara Galante ed Enzo Provenzano, restituisce il linguaggio di quel processo penale facendo rivivere sul palcoscenico lo scandalo e l’indignazione di quello che fino ad allora era “un processo per stupro”, non così dissimile nei movimenti di opinione, mediatici e giudiziari dei nostri tempi. Ancora oggi, anche se molte cose sono cambiate da allora, ogni processo per stupro è un processo prima di tutto alla donna.
Fino al 26 aprile 1979, quando il secondo canale Rai mandò in onda la sintesi del processo, la parola «stupro» non esisteva. Fu il difensore di parte civile, l’avvocato Tina Lagostena Bassi a introdurla e ad imporla alle coscienze, in luogo del più generico termine di «violenza sessuale» all’epoca rubricato come reato contro la morale. L’abuso che venne raccontato in video avvenne vicino a Roma nel 1977. La vittima si chiamava Fiorella (il cognome non fu reso noto), una lavoratrice in nero sequestrata e violentata per un pomeriggio intero da un conoscente e altri tre uomini che, con la scusa di una proposta di lavoro come segretaria, l’avevano invitata in una villa per discuterne. Gli imputati, che al momento dell’arresto confermarono il fatto, cambiarono presto la loro versione, dichiarando durante la fase istruttoria che il “rapporto” era stato consensuale e pattuito con la ragazza per un compenso di 200.000 lire. I quattro imputati, condannati a pochi anni di reclusione, furono presto rilasciati in libertà condizionale. L’idea di documentare un processo per stupro nacque su proposta fatta alla RAI dalla regista programmista Loredana Rotondo, a margine di un convegno internazionale sulla violenza contro le donne organizzato a Roma. Si decise di mostrare quello che accadeva nelle aule dei tribunali, poiché fu evidente che davanti alla giustizia, in tutto il mondo, la vittima di uno stupro diventava automaticamente l’accusata. Il documentario ha ricevuto molti riconoscimenti ed è conservato anche negli archivi del MOMA di New York.

 


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Renzusconi… un pericolo descritto da Andrea Scanzi

in Comunicati Stampa/Eventi by
renzusconi-scanzi renzi

Chi è Matteo Renzi e come ha fatto a diventare quel che è diventato?

Riceviamo e volentieri pubblichiamo…

Renzi… Col suo stile consueto, ironico e graffiante, Andrea Scanzi mette in scena questo racconto teatrale in un esilarante – e talora inquietante – monologo. La formula, già usata dall’autore in spettacoli di successo come Gaber se fosse Gaber, è quella della narrazione intervallata da filmati. Alle parole di Scanzi si alternano video in cui Renzi inanella gaffe, copia (male) il maestro Silvio e promette di smettere con la politica in caso di vittoria del no al referendum del 4 dicembre. Lo spettacolo, prodotto dal Fatto Quotidiano, nasce dal bestseller Renzusconi, scritto dall’autore e giunto alla quinta edizione dopo un mese. Sul palco, in novanta minuti comici e malinconici, c’è Scanzi. C’è un grande schermo, su cui scorrono le gesta dell’allievo (ripetente) Matteo e del maestro Silvio. C’è una carrellata di politici piccoli piccoli. C’è il silenzio dei Roberto Benigni, c’è il rimpianto per il Rodotà mai stato al Quirinale. E c’è tutta l’essenza di un paese tanto bello quanto, spesso, capovolto.

Per colpa di Renzi e Berlusconi? Venite ed ascoltate…
Lo spettacolo andrà avanti anche dopo le elezioni.

Lo spettacolo è prodotto dalla Società Editoriale il Fatto S.p.A.

Durata: 90 minuti senza intervallo.
Alla fine di ogni data l’autore farà il firmacopie del libro Renzusconi in vendita nel foyer.


Le date:

Mercoledì 28 febbraio – ore 21.00
TEATRO PUCCINI
FIRENZE – Via  delle Cascine, 41
Info e prevendita biglietti:  
a breve disponibile su www.boxofficetoscana.it

Giovedì 1 marzo – ore 21.00
TEATRO COMUNALE MARIA CANIGLIA
SULMONA (AQ) – Via Antonio de Nino, 30
Info e prevendita biglietti: www.ciaotickets.com Cell 3892017658

Venerdì 2 marzo – ore 18.00
TRENTO

Venerdì 2 marzo – ore 21.00
TRENTO

Sabato 3 marzo – ore 21.00
TEATRO ITALIA
ROMA – Via Bari, 18
Info e prevendita biglietti: 
www.i-ticket.it

Venerdì 30 marzo –  ore 20:00
TEATRO DEI SOZOFILI
MODIGLIANA (FC) – Piazzale Enrico Berlinguer

Lunedì 30 aprile 21.00
TEATRO ITALIA
GALLIPOLI (LE) – Corso Roma, 127

Info biglietti: i biglietti potranno essere acquistati e prenotati direttamente in Teatro.
Tel. 0833266940 – 330711906.
Prevendite: Clinica dell’Accendino, Via Imperatore Adriano 31, LECCE – Tel. 0832303078
Pianeta Fortuna Centro Commerciale Mongolfiera SURBO – Tel. 0832 334188

Sabato 5 maggio – ore 21.00
BUJA (UD)


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Stabat Mater con Maria Paiato al Piccolo Eliseo

in Comunicati Stampa/Eventi by

Antonio Tarantino rende attuale una figura epica come la Madre del Cristo e la trasferisce sulle rive del tempo presente.

È dallo Stabat Mater di Pergolesi che Tarantino prende in prestito il nome, la figura della Madre e la tematica del dolore.

La Madre di Tarantino è una ragazza-madre. Il padre di quel figlio che lei attende è sposato con un’altra. Il figlio che è stato generato, seppure di grande intelligenza, viene arrestato in quanto terrorista. Una Madre nel dolore e nell’attesa del dolore, che si strugge di avere notizie del figlio e anche di quel padre generante, associato all’ipotesi d’amore e di coppia; una figura dissoluta, traditrice, desolante per miseria, come lo sono tutti i personaggi convocati, e che resta assente. Una sorta di Madonna dei bassifondi, la Maria Croce, protagonista di Stabat Mater, ragazza madre, ex-prostituta, ma neanche troppo ex, ora stralunata straccivendola cui l’autore impone, similmente agli altri personaggi dei suoi Quattro atti profani, un’irrefrenabile e farneticante logorrea, un’incontinenza verbale comicamente oscena, fatta di martellanti interiezioni e ripetizioni, tipiche di chi vuole riaffermarsi ri-dicendo e non riesce più a parlare se non stra-parlando. È il linguaggio di quella marginalità suburbana, dannata, condannata e dimenticata dalla Storia. È la lingua degli ultimi, dei reietti, degli emarginati, degli scarti e detriti della cosiddetta modernità, che non possiedono neanche più una lingua propria e approdano a una strana, musicalissima e teatralissima pastura linguistica, dove si mescolano il proprio dialetto d’origine col dialetto, gli intercalari e le abitudini gergali di una Torino periferica e degradata che Tarantino sa “dipingere” con grande maestria. Una lingua d’accatto, dunque, presa in prestito e fatta propria, come nel caso della nostra protagonista, piena di irresistibili storpiature, strafalcioni, ictus verbali e infettata da slogan pubblicitari e televisivi. Una lingua che tragicamente non è più quella d’origine e non è neanche più quella dove si sta tentando di vivere la propria miserabile esistenza. La parola in Tarantino, soprattutto in Stabat Mater, si fa fisica, estremamente corporea, cruda, viscerale, primordiale, rottamata, sporca e oscena, teatrale e antiteatrale al tempo stesso, e l’organo fonatorio della protagonista diventa ulteriore orifizio per deiettare rabbiosamente il suo turpiloquio verso un ambiente ostile e avverso, dominato dall’ossessione per il sesso, soprattutto quello maschile.


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Progetto ANATTA, laboratorio di teatro sociale

in Comunicati Stampa by
Progetto ANATTA

ARTESTUDIO presenta IL TEATRO DEL RAMMENDO: esercizi per attori in un Museo

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Progetto ANATTA, laboratorio di teatro sociale
Performance IL TEATRO DEL RAMMENDO OVVERO ESERCIZI PER ATTORI IN UN MUSEO

SABATO 24 FEBBRAIO ORE 17.00
MUSEO DELLE ARTI E DELLE TRADIZIONI POPOLARI, Piazza G. Marconi, 8 Roma – EUR

Progetto ANATTA Laboratorio di teatro sociale

ARTESTUDIO per la conclusione del progetto ANATTA cofinanziato dalla PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTÙ E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE e dalla REGIONE LAZIO, presenta la performance IL TEATRO DEL RAMMENDO ovvero Esercizi per attori in un Museo.

ANATTA è un progetto di pratica teatrale dedicato alla figura dell’ATTORE SOCIALE.
Per ATTORE SOCIALE si intende un attore capace di intervenire con lo strumento del teatro in situazioni di criticità sociale come le zone di guerra, le comunità terapeutiche, il carcere, le periferie, i centri per immigrati in Italia e all’ estero.

La performance IL TEATRO DEL RAMMENDO OVVERO ESERCIZI PER ATTORI IN UN MUSEO sarà presentata in collaborazione con il MUSEO DELLE CIVILTÀ, SABATO 24 FEBBRAIO alle ore 17.00 presso il SALONE D’ONORE DEL MUSEO DELLE ARTI E DELLE TRADIZIONI POPOLARI a ROMA, in PIAZZA GUGLIELMO MARCONI, 8.

Performance a ingresso gratuito

Info e prenotazioni artestudiox@libero.it


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Roma, Teatro ARCOBALENO, Iliade di Baricco con Blas Roca Rey

in Comunicati Stampa/Eventi/La Cultura by
iliade-baricco-roma-teatro-arcobaleno

Iliade… Achille, Ettore, Andromaca, Elena, Ulisse prendono vita a Teatro

Roma… Al Teatro ARCOBALENO (Centro Stabile del Classico)

Dal 22 al 25 febbraio 2018

giovedì, venerdì e sabato ore 21,00 – domenica ore 17,30

NUTRIMENTI TERRESTRI presenta

ILIADE

di Alessandro Baricco a cura di Blas Roca Rey

con Blas Roca Rey e Monica Rogledi

e con Pino Cangialosi, Fabio Battistelli, Marzouk Mejri

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

COMUNICATO STAMPA

Dal 22 al 25 febbraio 2018, al Teatro ARCOBALENO (Centro Stabile del Classico) di Roma, NUTRIMENTI TERRESTRI, presenta ILIADE, di Alessandro Baricco, a cura di Blas Roca Rey, con Blas Roca Rey e Monica Rogledi. E con Pino Cangialosi, Fabio Battistelli, Marzouk Mejri.

Iliade di Alessandro Baricco è un testo perfetto per salire in palcoscenico: una serie di monologhi dei principali personaggi della storia che a turno, rispettando perfettamente la cronologia della vicenda, raccontano la loro avventura. Achille, Ettore, Andromaca, Elena, Ulisse, prendono vita uno dopo l’altro in una narrazione emozionante e a tratti brutale. Lotte, duelli, amori e odii resi in maniera quasi tribale in una cornice dalla quale Baricco ha escluso gli Dei. Restano uomini e donne, guerrieri e regine, vittime e carnefici, vittoriosi e sconfitti, che si fronteggiano senza esclusione di colpi.

Blas Roca Rey e Monica Rogledi
Blas Roca Rey e Monica Rogledi

Un fiume violento e disperato, poetico e toccante, raccontato dal palcoscenico della madre di tutte le guerre: Troia.  Sul palco, insieme ai due attori, tre musicisti sottolineano la narrazione, con clarinetto, piano, fagotto, percussioni e tamburi. E alcune splendide canzoni che, giungendo dall’altra parte del mediterraneo, arrivano direttamente al cuore.

Biglietti

Intero  € 19,00 + € 1,00 prevendita Ridotto  € 15,00 + € 1,00 prevendita (CRAL, Associazioni, Feltrinelli, Bibliocard, RomaPass, Over 65) – Ridotto Studenti  € 13,00 + € 1,00 prevendita (+ Possessori Carta x2)

TEATRO ARCOBALENO (Centro Stabile del Classico)

Via F. Redi 1/a – 00161 Roma

Tel./ Fax 06.44248154 – Cell. 320.2773855

e-mail: info@teatroarcobaleno.it

sito: www.teatroarcobaleno.it


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Roma, Eliseo, Sogno di una notte di mezza estate, Gennaio 2018

in Comunicati Stampa/Eventi by

Eliseo: Sogno di una notte di mezza estate

di William Shakespeare

Adattamento di Massimiliano Bruno e Francesco Bellomo

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Se noi ombre vi abbiamo irritato non prendetela a male, ma pensate di aver dormito, e che questa sia una visione della fantasia…noi altro non v’offrimmo che un sogno

TEATRO ELISEO

Da martedì 9 a domenica 28 gennaio 2018

Con

Stefano Fresi Giorgio Pasotti Violante Placido Paolo Ruffini

e con

Claudia Tosoni | Dario Tacconelli | Rosario Petix Zep Ragone | Maurizio Lops | Tiziana Scrocca

(compagnia formata da 14 attori)

Regia Massimiliano Bruno

Coreografie Annalisa Aglioti  Produzione L’Isola Trovata

Orario spettacoli: martedì, giovedì, venerdì e sabato ore 20.00

Primo sabato di programmazione doppio spettacolo ore 16.00 e ore 20.00 mercoledì e domenica ore 17.00

Biglietteria tel 0683510216 Giorni e orari: lun. 13 – 19, da martedì a sab 10.00 – 19.00, dom 10 – 16

Via Nazionale 183 – 00184 Roma Biglietteria on-line: www.teatroeliseo.com e www.vivaticket.it

Call center Vivaticket: 892234 Prezzi da 20€ a 40€

Un vero e proprio teorema sull’amore ma anche sul nonsense della vita degli uomini che si rincorrono e che si affannano per amarsi, che si innamorano e si desiderano senza spiegazioni, che si incontrano per una serie di casualità di cui non sono padroni. Mito, fiaba e quotidianità si intersecano continuamente senza soluzione di continuità all’interno di questa originale versione del noto testo shakespeariano.

Quello che voglio da questo Sogno è tirare fuori la dimensione inconscia che Shakespeare suggeriva neanche troppo velatamente. Puntellare con l’acciaio la dimensione razionale imprigionata nelle regole e nei doveri bigotti e rendere più libera possibile quella onirica, anarchica e grottesca. E così il nostro bosco sarà foresta, Patria randagia di zingari circensi e ambivalenti creature giocherellone, Puck diventerà un violinista che non sa suonare, Bottom un pagliaccio senza palcoscenico, Oberon un antesignano cripto-gay e Titania una ammaestratrice di bestie selvagge. L’intenzione è essere affettivi senza essere affettuosi, ferire per suscitare una reazione, divertire per far riflettere, vivere nella verità del sogno tralasciando la ragione asettica e conformista. Un ‘Sogno di una notte di mezza estate’ che diventa apolide e senza linguaggio codificato, semplici suoni e immagini che sono meravigliose memorie senza mai essere ricordiMassimiliano Bruno

PERSONAGGI E INTERPRETI: GLI ALTOLOCATI TESEO, IL DUCA Giorgio Pasotti IPPOLITA, LA REGINA DELLE AMAZZONI Violante Placido EGEO, IL PADRE DI IRMIA Rosario Petix GLI INNAMORATI ERMIA, FIGLIA DI EGEO Alessandra Ferrara ELENA, INNAMORATA DI DEMETRIO Claudia Tosoni LISANDRO, FIDANZATO DI ERMIA Tiziano Scrocca DEMETRIO, CORTEGGIATORE DI ERMIA Antonio Gargiulo I COMICI QUINCE Maurizio Lops SNUG Rosario Petix BOTTOM, PIRAMO Stefano Fresi FLUTE (TISBE) Dario Tacconelli SNOUT, MURO Zep Ragone IL BOSCO DEI SOGNI OBERON Giorgio Pasotti TITANIA Violante Placido PUCK, IL FOLLETTO DEL BOSCO Paolo Ruffini FIOR DI PISELLO Annalisa Aglioti FATINA Sara Baccarini

Durata: 2 atti – 2 ore e 15 minuti (intervallo compreso)


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?






Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Canapa, il ritorno alla produzione, convegno a Itri il 5 gennaio con il M5S

in Comunicati Stampa/Movimento Cinque Stelle by
canapa coltivazione

La Canapa si può tornare a coltivare per uso Industriale in Italia, lo dice la legge, ma voi, lo sapete?

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Diffondere la conoscenza e promuovere la legge regionale n° 1 del 2017 incentrata su “Interventi per la coltivazione della canapa (Cannabis Sativa) per scopi produttivi, alimentari ed ambientali e relative filiere”. E’ questo il tema dell’incontro che si terra presso la casa comunale di Itri venerdì 5 gennaio dalle ore 17 alle 20 promosso dal Movimento 5 Stelle.

A prendere parte al convegno, oltre il padrone di casa, il consigliere comunale Osvaldo Agresti, le consigliere regionali del Lazio Gaia Pernarella e Silvana Denicolò, il portavoce alla Camera dei Deputati Massimiliano Bernini, tra i protagonisti della battaglia parlamentare che ha portato all’approvazione della legge nazionale che ha riportato in Italia la coltivazione della canapa industriale dopo un tabù di circa sessant’anni.
Tra i relatori, poi, Domenico Bernardini, esperto della storia nazionale della canapa e presidente del Museo itinerante della Canapa che tratterà il tema de “La storia della canapa in italia”, Markab Mattossi, vicepresidente Terra Natura e vicepresidente dell’associazione Canapa Info Point nazionale che interverrà su “Le diverse filiere della canapa”, Fabio Tamburlani, Presidente della società Terra Natura (per la filiera della canapa) e dell’associazione Canapa Info Point di Cori che si occuperà de “La coltivazione della canapa oggi”. E, ancora, l’ingegnere ambientale Carlo Pesce che farà luce sull’utilizzo della canapa nei processi di fitodepurazione e l’industrial designer Matteo Vezzoni, interverrà sull’utilizzo della canapa in edilizia. Previsto, infine, un coffe break con prodotti tipici.



Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi Cosa sta veramente accadendo, alla vigilia di Inter – Juventus?aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Il Natale con Cristina Egger….“Gran Dama della Real Casa Savoia”

in Comunicati Stampa/Gabriella Chiarappa Blog/Uncategorized by
egger e figlio

al  Galà della Chaine Francigena Toscana

Cristina Egger,  è stata uno dei personaggi più chiacchierati della sesta edizione di Pechino Express. Una donna elegante, molto forte e determinata , che ricorderemo per molto tempo ,per l’immagine che ha dato  di Lei ai telespettatori , attraverso le sue dichiarazioni snob e il suo scarso spirito di adattamento, con occhiali scuri e sguardo  sbalordito nei confronti del  figlio Alessandro disperato  per essere stato eliminato dal programma

9B6ACE82-9FAB-4440-B637-B226567615E4 (1)
Un aspetto che ha catturato  decisamente tutti i social network, definendo la Signora Egger la vera star di questa edizione di Pechino ,  manager del lusso impegnata su vari fronti e che vedremo in prima linea il 9 di Dicembre  in uno degli eventi piu’ attesi dell’anno il “ Gran Galà della Chaine Francigena Toscanaad Artimino.  in questa splendida occasione ritroverà il suo grande amico di lunga data Beppe Convertini presentatore della serata , attore molto impegnato nel sociale; la sua ultima missione umanitaria per Terre Des Hommes quest’estate nel centro profughi siriano a Zarqa al confine giordano alla quale seguono una serie di altre missioni ad Arsal in Libano in un campo profughi ad Haiti, nelle favelas Brasiliane, nei paesi terremotati in Abruzzo.  Non mancheranno inoltre altre sorprese tra cui la conferma della presenza del figlio Alessandro Egger, molto noto nel mondo della moda, a livello internazionale , attore , musicista  e che presto ci riserverà grandi. Un Natale decisamente pieno di rivelazioni, tante novita’ da condividere in una cena di Gala con lo stile unico che si identifica perfettamente con la filosofia della “Gran Dama della Real Casa Savoia”  Cristina Egger.             


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

In treno da Genova, capitale dei cantautori, a Sanremo, patria del Festival

in Comunicati Stampa by
assomusica

La tratta ferroviaria scelta dal segretario del Partito democratico, e già Premier, Matteo Renzi, per incontrare Assomusica, è stata quella giusta, quella del Festival…

Giusta per illustrare la nuova, ed attesa legge sulla musica dal vivo.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Da Genova, capitale dei cantautori, a Sanremo, patria del Festival, il cammino è quello giusto.

L’incontro è avvenuto proprio nel giorno in cui il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato la legge, che, nei prossimi giorni, sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.

E l’esperienza d’ascolto di Renzi sul treno è diventata una carrellata sui problemi principali del comparto, con una serie di interlocutori ad illustrargli le proprie idee, i propri problemi e suggerimenti per rendere ancora più proficuo il lavoro del governo e del Parlamento sul segmento di mercato.

Dal canto suo, il leader del Pd ha invitato Anna Ascani, responsabile cultura del partito, e Roberto Rampi, il deputato che ha seguito l’iter della legge, a vigilare perchè siano emessi quanto prima i decreti attuativi – confermando il bonus per i diciottenni; l’importanza dell’alternanza scuola-lavoro, anche in questo settore; l’impegno per creare strutture per concerti, soprattutto al Sud; la ricerca di una soluzione per il “secondary ticketing” e l’attenzione al valore della cultura e della sua divulgazione, anche in campagna elettorale”.

Durante il viaggio in treno, Renzi ha preso nota di tutte le osservazioni dei vari interlocutori, a cominciare da quelle del presidente di Assomusica Vincenzo Spera, che ha ripercorso il successo dell’approvazione della legge, insieme a tutti i rappresentanti della filiera presenti (dai montatori dei palchi ai direttori di produzione, dagli imprenditori musicali ai direttori di teatro ai tecnici delle luci, fino al Sovrintendente del “Teatro Carlo Felice” Maurizio Roi).

Spera ha tenuto a far presente l’enorme lavoro svolto sul campo tra Assomusica e i Parlamentari che si sono occupati della legge, ribadendo che ora resta ancora molto lavoro da fare attraverso i decreti attuativi, che si augura possano viaggiare con altrettanta velocità.

Vittorio De Scalzi ed Edmondo Romano hanno fatto presente le esigenze degli artisti, relativamente alla gestione della Siae e alle difficoltà per chi comincia a suonare musica dal vivo nei locali, mentre il direttore del “Teatro della Tosse”, Amedeo Romeo, ha posto l’accento sul coinvolgimento dei giovani, con una promozione del teatro che non lo faccia più passare per un mondo paludato e da anziani.

A tirare le fila dell’incontro ci ha pensato lo stesso Renzi, che, ringraziando Spera per l’impegno decisivo di Assomusica nell’approvare una legge che è un modello anche per altri Paesi, ha sottolineato l’importanza del settore: “Questo non è un giocattolo per addetti ai lavori, ma un pezzo vero dell’economia del nostro Paese. Qui ci sono imprenditori che rischiano del loro, che pagano gli stipendi e che danno lavoro ed è giusto aiutarli. Lorenzo Jovanotti, l’altra sera, mi raccontava che, su sessanta date del suo tour, la stragrande maggioranza saranno al Centro-Nord e solo otto al Sud, per mancanza di spazi adeguati. Ci daremo da fare anche per questo, sempre con lo slogan che è stato il faro della nostra politica: un euro in sicurezza, un euro in cultura“.

Per quanto riguarda la musica, grazie alla legge fortemente voluta da Assomusica, possiamo dire che il treno è giunto a destinazione.

 Comunicazione Assomusica: “Daniele Mignardi Promopressagency”

(Tel. 06.32651758  info@danielemignardi.it)


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Artiminio e la Chaine Toscana Francigena

in Comunicati Stampa/Eventi/Gabriella Chiarappa Blog by
Beppe

Una location da sogno che celebra  il connubio tra Food, Fashion e Arte

The Extraordinary Italian Style

Articolo di Gabriella Chiarappa
Articolo di Gabriella Chiarappa

Presentato da un affascinante Beppe Convertini va in scena ad Artimino  La Chaîne Toscana Francigena”, un evento  che abbina la cucina italiana, la moda, l’arte e lo spettacolo, organizzato dal neonato Bailliage “Chaîne Toscana Francigena”, per  coniugare e unire “the extraordinaryItalian style”. Confrérie de la Chaîne des Rôtisseurs, La Confraternita della Chaine è una società gastronomica internazionale fondata a Parigi nel 1248 e rifondata successivamente nel 1950,  una realtà che opera per la diffusione della cultura della gastronomia promuovendo i valori gastronomici e l’essenza stessa della Confrèrie, il piacere della tavola e il valore dell’amicizia.

Avaro Figlio abito bianco
Avaro Figlio abito bianco

Presente il Presidente Nazionale Chaine des Rotisseurs d’Italia, Dr Roberto Zanghi,  l’organizzazione dell’evento della Presidente Giovanna  Elettra Livreri, di Cristina Vittoria Egger e della Madrina del neonato Bailliage Anna Accalaivede l’abilità di abbinare la cultura del buon cibo ad un insieme di brand – Avaro Figlio, le luxuryshoesFabi, i gioielli Berg, l’orologio Virage il primo modello di Lonville dopo 50 anni –con il sottofondo musicale di Alessandro Martire, una performance tra sogno e realtà con  giocolieri, mangiafuoco e trampolieri della Compagnia Teatrale dell’Accademia Creativa.

Attraversano le sale piene di storia i romantici accenni di una sfilata decisamente femminile per la quale Avaro Figlio ha immaginato un giardino di donne-petalo, dagli abiti senza orlo, che sbocciano in un risveglio di sensualità che si evince nei dettagli, nelle mani sapienti che accompagnano i gesti durante la sfilata, un sincronismo armonioso del movimento, come un fiore che sboccia,  assecondato dalla linee e dal tessuto. Sfilano le calzature di Fabi, eleganza, raffinatezza, sperimentazione per una armonia fatta di equilibri progettuali ed emotivi, ricordi di cose viste, studiate, elementi che creano una trama nell’abbinamento apparentemente impossibile di Svarowsky, lacci, seta, pietre, metalli…..Fabi crea scarpe gioiello che appaiono come romanzi incantati sullo sfondo di un castello fiabesco…..una realtà importante la presentazione del modello di orologio Virage “exceptional watches in limited series for watchenthusiast”,il nome  del primo orologio del brand Lonville che rinasce dopo 50 anni di silenzio. E con  la presentazione del libro “In viaggio con Leonardo” della Contessa Melzi d’Eril sullo sfondo opere del pittore Fabrizio Savi e dello scultore Mădălin Ciucă.

Lonville
Lonville

Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

“Le Voci Celate”: tavola rotonda sul fenomeno della violenza di genere

in Comunicati Stampa by
Programma completo Le Voci Celate

Ancora Violenza sulle Donne… Un incontro organizzato da NomoΣ Movimento Forense in collaborazione con la II° Municipalità del Comune di Napoli

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Napoli. Quali gli strumenti più idonei per contrastare il fenomeno della violenza di genere? Quali i linguaggi da adottare per comunicare a riguardo e nella maniera più adeguata alle nuove generazioni e quali le strategie comunicative che possano avere impatto sul modo di concepire il ruolo della donna nella società contemporanea? Questi, i temi che saranno affrontati in “Le Voci celate, Incontro – dibattito sul fenomeno della violenza di genere” che si svolgerà il giorno 30 novembre 2017, alle ore 9,30 nell’Aula Magna del Liceo A. Genovesi di Napoli, aperto alle scuole e alla cittadinanza.
L’incontro è organizzato da NomoΣ Movimento Forense in collaborazione con la II° Municipalità del Comune di Napoli. Porteranno i saluti Maria Filippone, Dirigente Scolastico del Liceo A. Genovesi, Francesco Chirico, Presidente della II Municipalità di Napoli, Genoveffa Rosaria Tramontano, Dirigente scolastico del VI I.C. Fava – Gioia e Argia di Donato, Presidente di NomoΣ Movimento Forense.
L’evento è articolato in due sessioni, “Le Voci Celate: linguaggi alternativi per contenere il fenomeno della violenza”, con gli interventi di Giuliana Covella, scrittrice e giornalista de Il Mattino, di Milena Miranda, avvocato, di Alessia Schisano, avvocato, e di Rosetta Cappelluccio, psicologa, psicoterapeuta e sessuologa. Modera Emanuela Monaco, avvocato, segretario di NomoΣ Movimento Forense.
Un incontro a più voci: avvocati, giornalisti, insegnanti, psicologi ed istituzioni cittadine, per individuare le cause della violenza di genere. “La violenza nei confronti della donna – spiega l’avvocato Argia di Donato, Presidente di NomoΣ Movimento Forense – può essere contrastata solo con una presa di coscienza reale. La cultura e l’educazione possono aiutare i ragazzi ad avere una “diversa” concezione del ruolo della donna all’interno della società contemporanea. Occorrono, pertanto, nuovi linguaggi per comunicare alle nuove generazioni”.
A questo scopo l’incontro è arricchito da performances e proiezioni artistiche: scene dal docufilm “MALAMORE” di Onofrio Brancaccio, proiezione delle fotografie della campagna di sensibilizzazione contro la violenza di genere #ognidonnahainseunadea, performance poetico/letteraria sul tema della violenza, dell’abuso, dell’abbandono a cura di Elena Varriale, poetessa e docente, proiezione del video “Scarpette Rosse”, proiezione del video “Rispettami!” ad opera degli alunni del IV – V pluriclasse scuola primaria – III B Scuola secondaria di I grado – Plesso Flavio Gioia – 6° I.C. Fava – Gioia (Napoli), nonché “Reading e Movimento”, a cura degli studenti del Liceo A. Genovesi con l’introduzione di Annamaria Bianco, professoressa del Liceo A.Genovesi.
La seconda sessione “Facciamo rete: associazioni a confronto”, ha per protagoniste le associazioni impegnate sul territorio. Il dibattito, condotto da Giovanna Farina, Presidente della Consulta delle Associazioni e delle Organizzazioni di Volontariato della Municipalità 2, è finalizzato alla costituzione di un tavolo permanente verso la “Costruzione della Tabula della non Violenza sulle Donne”. Intervengono le Associazioni: NomoΣ Movimento Forense (Presidente 
Avv. Argia di Donato), Psicologi in contatto (Presidente Dott. Salvatore Rotondi), Legambiente Parco Letterario del Vesuvio (Presidente Dott.ssa Paola Silvi), Associazione Donne Architetto (Presidente Arch. Emma Buondonno, Arch Giovanna Farina, Arch. Rossella Russo), Percorsi napoletani (Presidente Arch. Graziella Carotenuto), Maipiùviolenzainfinita (Presidente, Dott.ssa Virginia Ciaravolo), Aied Napoli (Dott.ssa. Mariaconcetta Mingiano), Onofrio Brancaccio, Regista del docufilm “Malamore”.

Ufficio Stampa
Argia di Donato
www.argiadidonato.it
argia_d@hotmail.com
mobile 0039 329.8023240


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Grande festa a palazzo San Teodoro (NA) per la presentazione del calendario 2018 della fondazione Affinita

in Comunicati Stampa by
Fondazione Affinita

I 13 artisti premiati con una borsa di studio di 500 euro. Il ricavato della vendita sarà destinato alla Casa dei Cristallini del Rione Sanità.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Napoli, 27 novembre 2017 – Grande festa a Palazzo San Teodoro a Napoli dove ieri è stato presentato il Calendario 2018 della Fondazione Angelo Affinita. La Fondazione, che si occupa di infanzia negata e di giovani in condizioni di necessità, ha lanciato per il secondo anno consecutivo il concorso “12 Artisti per il calendario della Fondazione Angelo Affinita Onlus”, aperto ai giovani dai 14 ai 30 anni, il cui tema era la gioia.
I 13 giovani artisti che hanno realizzato i quadri che rappresentano i 12 mesi e la copertina sono stati premiati con una borsa di studio da 500 euro ciascuna, mentre la somma raccolta dalla vendita dei calendari andrà alla Casa dei Cristallini del Rione Sanità. Questi i giovani premiati: Sara Martinelli, Rosa Vinciguerra, Angelica Moggio, Noemi Frezza, Maria Grazia Biasco, Serena Giamè, Giovanna Ferrara, Carmen Tedeschi, Simona Tedeschi, Martina Borghetto, Vincenza Topo, Iole di Costanzo, Michele Balletta.
“I 500 Euro che questi ragazzi hanno ricevuto questa mattina – spiega Giovanni Affinita, Consigliere della Fondazione – rappresentano per noi un modo di incentivare questi giovani all’inizio del loro cammino per incoraggiarli ad assecondare le loro aspirazioni artistiche e i loro desideri senza arrendersi mai. Non a caso il tema scelto quest’anno è la gioia: perché coincide con le convinzioni più profonde della Fondazione Affinita: donare per noi è gioia”.
I quadri sono stati esposti durante tutto l’evento all’interno di una mostra temporanea cui ha fatto seguito un aperitivo che ha visto una grande partecipazione di pubblico.

Ufficio Stampa
Simonetta de Chiara Ruffo
simonettadechiara@gmail.com
cell: 334-3195127

NOTE SULLA FONDAZIONE ANGELO AFFINITA ONLUS

“È l’uomo che fa la differenza”. Su questo principio si radica la Fondazione Angelo Affinita Onlus, la Fondazione che aiuta giovani e bambini in difficoltà tramite il lavoro e la formazione. La Fondazione nasce nel 2010 dalla volontà della famiglia Affinita di raccogliere l’eredità umana, spirituale di Angelo e continuare la sua opera, per diffondere nella società contemporanea i principi etici e le virtù che hanno ispirato la sua vita. Se è l’uomo che fa la differenza, è sull’uomo che bisogna puntare. Non donare pesci, ma insegnare a pescare, perché ogni uomo possa camminare con le proprie gambe. La Fondazione Angelo Affinita si fonda su questa nuova cultura del donare, che mette al centro la persona e tutti gli strumenti necessari per puntare all’autonomia personale e sociale.
Le aree d’intervento principali sono il sostegno all’infanzia, la formazione, l’educazione professionale e lo sviluppo della società civile. Questo impegno è radicato sia in Italia che all’estero. I progetti sono realizzati in collaborazione con Enti, Istituti specializzati e persone di alto profilo professionale.
In Brasile la Fondazione Angelo Affinita sostiene da tempo Casa do Menor, ONG brasiliana fondata da Padre Renato Chiera che in questi anni ha salvato 15.000 ragazzi, togliendoli dalla strada e dalla droga In Romania un altro progetto sostenuto dalla Fondazione è il Seminario Minore di Oneşti, dove tanti ragazzi privi di mezzi economici potranno accedere ai corsi di studio. In Camerun l’aiuto va all’emergenza delle zone rurali, dove per i giovani è stato creato un programma di formazione professionale, culturale e morale al servizio diretto dei loro concittadini più poveri.
In Italia l’attenzione va al territorio e ai più giovani. Da diversi anni la Fondazione Angelo Affinita finanzia il progetto MammutBus del Centro Territoriale Mammut di Scampia, che riporta i bambini nelle piazze delle città per riscoprire il territorio, la gioia di giocare assieme e sviluppare allo stesso tempo opportunità di formazione e lavoro. Inoltre finanzia il progetto di formazione professionale CreAttiva all’interno dell’Istituto penale minorile di Airola (BN), per dare un futuro concreto ai giovani anche fuori dal carcere. Anche la Casa dei Cristallini nel Rione Sanità di Napoli è tra i progetti sostenuti dalla Fondazione. A Frosinone sostiene Cittadella Cielo di Nuovi Orizzonti, l’associazione di Chiara Amirante.
Numerose sono anche le borse di studio finanziate dalla Fondazione a favore di studenti meritevoli: in particolare, per i Master dell’Istituto per ricerche e attività educative (I.P.E.) di Napoli.
Per saperne di più, per diventare Soci e per effettuare la propria donazione:
Fondazione Angelo Affinita
Fondazione Angelo Affinita – Canale YouTube.
Ogni donazione raccolta va interamente a sostegno dei progetti
Contatti: Fondazione Angelo Affinita Onlus
Via Appia Est, 1 – 82011 Arpaia

Tel. 0823 95 90 21
info@fondazioneangeloaffinita.org
www.fondazioneangeloaffinita.org


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Grande successo per il Fashion Talent Show di Tivoli Terme

in Comunicati Stampa by
Fashion-Talent-Show

Riceviamo, e volentieri pubblichiamo, il Comunicato Stampa del Fashion Talent Show

Un grande successo per la prima Edizione del “Fashion Talent Show”

Il Festival, tenutosi sabato 4 novembre a Tivoli Terme, inaugurando il “Primo Premio cittadino di Go Kart”, ha entusiasmato gli animi dei presenti nonostante il tempo , un evento organizzato da Gt Corse di Marco Profeta. Un inizio sognante con una performance di apertura in onore di Franco Califano con il celebre Sandro Presta e la Telanonima Band, un organizzazione attenta ad iniziare dai conduttori , che vedono in prima linea un impeccabile e brillante Gabriella Chiarappa reduce dal nuovo programma di Fashion Tv e il gentleman di Maria De Filippi l’elegante Giorgio Manetti e la super Testimonial Cristina Caruso giornalista di Rai Sport e Dribbling, una grande platea ad accogliere l’appuntamento che nonostante il freddo si è entusiasmata apprezzando i vari talenti nelle varie discipline. In primis il fantastico stilista internazionale Mario Orfei che ha incantato con la sua collezione regalandoci un piccola anteprima di presentazione della fashion week di Dubai, a seguire le due premiate per l’eccellenza accessori : Pica Bags della giovane straordinaria Piera Catena che con le sue creazioni ispirate alle armature Maya ha creato il giusto “life style” con gli abiti in sinergia perfetta con le borse, per poi trovare l’affermata designer, pittrice e scultrice Katia Tasselli che ha incantato il pubblico con la Capsule collection di “borse d’autore”. Un susseguirsi di emozioni che si sono alternate con le grandi voci , iniziando dal giovanissimo Sergio Salvini finalista del Talent Euro Festival che ha emozionato gli spettatori presenti con l’esecuzione di due brani, per poi passare alla celebre artista che ha duettato anche con Mario Biondi Italia Vogna, che in questa occasione ha cantato magistralmente “Luna Rossa” a seguire il poliedrico Angelo Martini presentatore, autore, cantante che ha coinvolto il pubblico con la sua nuova versione di “ Survivor” successo intramontabile di Mike Francis degli anni 80 proposto con una coreografia di 5 ballerine, versione presentata ultimamente su Rete 4, infine la splendida Martina Tavella Testimonial di uno dei più prestigiosi e longevi concorsi nella storia “Miss Teeager Original”al quale hanno partecipato miss diventate poi famose come: Claudia Gerini, Laura Chiatti, Milly Carlucci, Bianca Guaccero, Barbara De Rossi. Tanti ospiti a seguire tra cui Marilanda Majello Ambasciatrice maltese per l’Italia e ambasciatrice per la violenza sulla donne, pedofilia e sicurezza stradale, Patrizia Rocchi giornalista, Carlo Alberto Terranova maison Sarli new Land, Daniela Cecchini giornalista ,Mino Sferra attore, , Stefano Stefanelli regista, Angela Achili presentatrice.
Fashion-Talent-Show-Chiarappa-webHanno collaborato come sponsor tecnici alla realizzazione dell’evento: Ramona Pone Gt corse, l’agenzia models Fashion Diamonds di Simonetta Ciriaci, l’attrice coreografa Stefania Beninato, Claudio Belisario, le ballerine Giada venturini, stylist raffaella Tirelli Arianna de angelis, marika D’Angelo, Valentina Martella e Sandra Gomez di avanti un altro.
Sponsor ufficiali: Satur, Guidosimple x, Fisap, De Vincentis, Bricofer, Castaldi & Sadi.
Si ringraziano inoltre le istituzioni che hanno patrocinato e sostenuto l’evento il sindaco di Tivoli Giuseppe Proietti, la Croce Rossa, la Protezione civile Valle dell’Aniene, Polizia Municipale, Polizia di Stato.

Fotografie fornite dall’Ufficio Stampa


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Grande successo a Napoli per il primo workshop sulla Medicina Narrativa

in Comunicati Stampa by
COMUNICATI_STAMPA

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Il workshop intendeva fornire a operatori sanitari e pazienti gli strumenti per migliorare la comunicazione tra clinici, pazienti e caregivers, con particolare attenzione a Medicina Narrativa e Medical Humanities

 Napoli, 11 novembre 2017 – Grande interesse e partecipazione ha registrato il workshop dal titolo L’Ematologia, l’Oncologia e la Medicina del Dolore tra umanizzazione delle cure e Precision Medicine, svoltosi ieri nella sede della Croce Rossa Italiana a Napoli. La giornata è stata organizzata da Beniamino Casale, Responsabile IPAS Terapie Molecolari e Immunologiche in Oncologia – A.O. dei Colli e da Carlo Negri, Socio e Amministratore della società di consulenza marketing Napolilab, con il supporto di Nfc e Napolilab; inoltre è stata accreditata dal provider ecm Eubea, che opera da 15 anni nella formazione professionale dei medici – soprattutto in ambito onco-ematologico – e di tutti gli altri operatori sanitari. Scopo del workshop era fornire a operatori sanitari e pazienti le linee guida per arginare la mancanza di “dialogo” tra l’ammalato e chi deve curarlo, migliorando la comunicazione tra tutte le figure coinvolte nel processo di cura. Tutto ciò rimettendo al centro il paziente, che con i suoi racconti può fornire un importante aiuto agli “attori” del sistema salute.

Beniamino Casale
carlonegri
Carlo Negri
diananegri
Diana Negri

La giornata si è aperta con i saluti di Paolo Monorchio, Presidente Croce Rossa Italiana comitato Napoli e provincia; tra i relatori Marcello Gentile, Primario Urologia Casa di Cura Santa Rita di Avellino; Alfonso Papa, direttore U.O.S.D. Terapia antalgica A.O. Dei Colli; Giacomo Cartenì, Direttore U.O.C. Oncologia Medica A.O.R.N. A. Cardarelli; Giorgio Iaconetta, Direttore Cattedra e Clinica Neurochirurgica A.O.U. San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona. La sessione del mattino è stata a carattere scientifico, mentre nel pomeriggio il focus è stato tutto sulla comunicazione, con particolare attenzione a Medicina Narrativa e Medical Humanities. La prima è una metodologia d’intervento clinico-assistenziale basata su una specifica competenza comunicativa. La narrazione permette infatti di integrare i diversi punti di vista agendo in modo complementare con le direttive dell’Evidence-Based Medicine (EBM). Le Medical Humanities, con il loro approccio multidisciplinare, forniscono alla medicina e ai soggetti coinvolti gli strumenti per comprendere le malattie e la salute in un contesto sociale e culturale più esteso.

Paolo Monorchio
Paolo Monorchio

Medicina Narrativa

“Siamo molto soddisfatti – afferma Beniamino Casale e speriamo di aver dato un forte incentivo alla corrente di pensiero favorevole all’ “umanizzazione” delle terapie e al dialogo tra operatori sanitari, pazienti e caregivers. Purtroppo a causa della cattiva comunicazione i pazienti a volte abbandonano le terapie, con conseguenti danni non solo per la loro salute, ma anche in termini di costi dovuti a ricoveri d’urgenza che potrebbero essere evitati. In casi estremi si arriva anche alla denuncia”.  Gli fa eco Carlo Negri:Abbiamo già numerose richieste di “replica”, il che ci fa capire quanto sia grande il “vuoto formativo” che evidentemente va colmato con  urgenza. Il nostro obiettivo è sanare questi gravi gap di comunicazione che si creano tra chi cerca sostegno, cure ed empatia, e chi può offrire tutto questo alimentando un rapporto di fiducia che può solo innescare circoli virtuosi nel percorso terapeutico”

Ufficio Stampa
Simonetta de Chiara Ruffo – 3343195127 – simonettadechiara@gmail.com

————————————-

Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Usa il Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Prevenire per vivere: fondazione Pro e Arpac Insieme contro il tumore della prostata

in Comunicati Stampa by
COMUNICATI_STAMPA

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Napoli, 10 novembre 2017-  Al via la terza edizione del progetto “prevenire per vivere”, nato dalla collaborazione tra la Fondazione PRO (Prevenzione e Ricerca in Oncologia), presieduta dal Prof. Vincenzo Mirone e l’Arpac, l’Agenzia Regionale Protezione Ambientale Campania. Il progetto si pone come obiettivo quello di raggiungere gli uomini inseriti nell’organico di Napoli, Caserta, Salerno, Benevento ed Avellino, attraverso una campagna di informazione e di prevenzione urologica. L’Unità Mobile PRO, con a bordo i suoi specialisti, a partire dal 13 novembre e per tutto il mese farà tappa presso le sedi ARPAC per visitare i dipendenti durante l’orario lavorativo. Con questa iniziativa la Fondazione Pro cerca di andare sempre più incontro alle esigenze dei cittadini e dei lavoratori che a volte usano gli orari di lavoro come pretesto per “rimandare” un appuntamento importante con la prevenzione.

La Fondazione Pro è quindi a disposizione di tutte le Aziende, Enti e Istituzioni che raccolgono grandi collettività maschili, e che volessero fare richiesta di una tappa del camper nella propria sede. Basta andare sul sito www.fondazionepro.it o info@fondazionepro.it.

Ufficio stampa
Simonetta de Chiara Ruffo
Comunicazione – Eventi – Marketing
Cell +39 334.3195127
Email: simonettadechiara@gmail.com
 

fondazione Pro
NOTE SULLA FONDAZIONE PER LA PREVENZIONE E RICERCA IN ONCOLOGIA (PRO) E SULLA UNITA’ UROLOGICA MOBILE

La Fondazione per la Prevenzione e Ricerca in Oncologia (PRO) è nata nel Gennaio 2011 da un’idea del Professor Vincenzo Mirone, Ordinario di Urologia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II e Presidente di PRO, e dell’Avvocato Antonio Mancino. La scelta nasce dalla consapevolezza che gli uomini dedicano poca attenzione alla propria salute e che esiste, ancora oggi, una scarsa cultura della prevenzione; per cui si registra una maggiore incidenza ed aggressività delle malattie tumorali. Anche per questo motivo la Fondazione ha attivato nel maggio 2013 una Unità Urologica Mobile, che tocca le principali piazze delle città visitando gratis il pubblico maschile per sensibilizzarlo al controllo. Oltre alle piazze, il Camper opera anche presso Enti, Aziende e Istituzioni che facessero domanda per programmare delle tappe presso le loro sedi. Info e contatti: info@fondazionepro.it o www.fondazionepro.it

Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Usa il Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Tumore allo stomaco, una sfida da vincere insieme

in Comunicati Stampa by
COMUNICATI_STAMPA

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Diagnosi precoce, alterazioni genetiche, trattamenti clinici avanzati, team multidisciplinare esperto, centri di eccellenza ed alimentazione sono alcuni dei temi affrontati oggi al 2° Congresso nazionale di carcinoma gastrico

Roma, 13 novembre 2017. Il tumore allo stomaco, conosciuto anche come Tumore di Napoleone, figura all’ottavo posto tra gli uomini e al sesto tra le donne, con 13mila nuovi casi attesi nel 2017 in Italia e con una mortalità, ai 5 anni, del 31,8%. In occasione del mese di sensibilizzazione del tumore gastrico, l’Associazione pazienti “Vivere senza stomaco si può” ha organizzato il 2° Convegno “Tumore allo stomaco, una sfida da vincere insieme” al quale hanno partecipato partecipano clinici, studiosi, rappresentanti delle istituzioni tra cui Ministero della Salute e Regione Lazio e, naturalmente, pazienti e familiari per testimoniare la propria esperienza.

“Il tumore allo stomaco, quando operabile, non offre moltissime possibilità di sopravvivenza. – afferma Claudia Santangelo, Presidente dell’Associazione Pazienti – risulta quindi estremamente importante poter contare su una diagnosi precoce, sulla possibilità di essere presi in carico in Centri di eccellenza da un team multidisciplinare ed esperto e sull’ accesso alle migliori cure disponibili in modo uguale in tutta Italia. Inoltre è fondamentale una corretta alimentazione, sia in termini di prevenzione che di qualità di vita per i pazienti durante e dopo i trattamenti. Da non dimenticare infine l’importanza dell’indagine genetica per quelle famiglie colpite da più tumori gastrici (a partire da due) o che abbiano un componente con meno di 40 anni.”

Richieste non utopiche quelle dei pazienti, come dimostra il caso di Forlì, che detiene il primato della diagnosi precoce del tumore dello stomaco in Occidente. Dal 2000 al 2003 i tumori diagnosticati in fase iniziale andavano dall’8 al 18% di tutti i tumori operati. Già nel 2013 tale percentuale era salita al 36%. “Tutto ciò – dichiara Luca Saragoni, Dirigente Medico U.O. Anatomia Patologica Ospedale G.B.Morgagni – L.Pierantoni – è stato reso possibile grazie al coinvolgimento dei medici di medicina generale, i quali, adeguatamente formati e sensibilizzati, anche in presenza di una sintomatologia blanda e, apparentemente aspecifica, indirizzano i pazienti alla endoscopia digestiva. Inoltre, l’esistenza in ospedale di un team multidisciplinare dedicato ed esperto garantisce ai pazienti un corretto inquadramento diagnostico-terapeutico, anche ai fini di trattamenti endoscopici mini-invasivi ad intento curativo.”

“La maggior parte dei cancri gastrici sono sporadici, – riferisce Stefania Gori, Presidente Nazionale AIOM – ma si stima che l’1-3% siano forme ereditarie, legate a varie alterazioni genetiche. Più recentemente è stata definita una rara forma di cancro gastrico diffuso ereditario, legata a mutazioni germinali del gene CDH1 che aumentano il rischio di sviluppare il carcinoma gastrico diffuso e nelle donne, il carcinoma lobulare della mammella. È possibile ricercare le mutazioni germinali del gene CDH1 attraverso un test genetico su sangue o su tessuto tumorale che viene effettuato dopo un’adeguata consulenza genetica. Identificare le mutazioni è fondamentale, perché permette di mettere in atto misure preventive volte a diminuire il rischio di insorgenza neoplastica: gli individui sani con mutazioni patogenetiche del gene CDH1 sono infatti candidati ad una gastrectomia totale profilattica. Si stima che nei portatori di mutazione CDH1, infatti, il rischio cumulativo di cancro gastrico diffuso, prima degli 80 anni d’età, sia del 70% per gli uomini e del 56% per le donne. Si stima inoltre che, nelle donne con mutazione CDH1, il rischio cumulativo di carcinoma lobulare della mammella prima degli 80 anni sia pari al 42%. È necessaria pertanto la condivisione di una gestione condivisa dei portatori di mutazioni germinali del gene CDH1 per identificare un’altra piccola fetta di tumori “prevenibili” con screening genetico.” Aggiunge Franco Roviello, Presidente GIRCG “A tutt’oggi la firma ereditaria rappresenta una percentuale minima (<1 %) dei pazienti affetti da questa neoplasia, pur trattandosi di un punto molto importante per comprendere i meccanismi che stanno alla base della malattia. La possibilità di ereditare una predisposizione al cancro dello stomaco rimane ancora una questione di nicchia… pochissimo diffusa tra i clinici.”

“Vivere senza stomaco si può” è un’associazione senza scopo di lucro, con sede a Ferrara, unica sul territorio nazionale, nata nel 2013. Si rivolge a chi ha subito una gastrectomia totale o parziale per cancro, ai parenti, familiari e amici delle persone colpite da tumore allo stomaco e cerca di dare risposta agli innumerevoli problemi che vengono quotidianamente evidenziati dal FORUM in essa contenuto, cuore pulsante dell’Associazione.
È federata Favo (federazione dei volontari oncologici) a livello nazionale membro a livello europeo di Ecpc (european cancer patient coalition).
L’intento dell’Associazione è di sensibilizzazione, informazione, divulgazione, prevenzione e sostegno pratico, umano e psicologico sulla patologia del tumore allo stomaco, spesso poco conosciuta dalla maggior parte delle persone. Desideriamo inoltre contribuire a sostenere la ricerca relativa a questo tipo di cancro.

CONTATTI:
Claudia Santangelo
Vivere senza stomaco si può
Phone: 3888812566 – 3393179830
Email: info@viveresenzastomaco.org
www.viveresenzastomaco.org
Facebook: cancro allo stomaco. Vivere senza stomaco si può
Oncoline “Questione di stomaci” Blog

TUMORE DELLO STOMACO
FONTE I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2017 AIOM-AIRTUM
Incidenza
Quasi 13.000 nuovi casi di carcinoma gastrico sono attesi nel 2017, attualmente all’ottavo tra gli uomini e al sesto per le donne. Questo ordine di frequenza è per la quasi totalità da attribuire all’incidenza in età avanzata (oltre i 70 anni). Si tratta di una forma tumorale la cui frequenza è in calo da tempo in entrambi i sessi: 1 -3,4 e -3,0% all’anno nell’ultimo periodo esaminato rispettivamente tra uomini e donne. La presenza in Italia di un’area geografica tradizionalmente ad alto rischio (Appennino tosco-romagnolo e marchigiano) e di abitudini dietetiche protettive al Sud condiziona le differenze territoriali osservate. Rispetto a un’incidenza annuale al Nord di 35,9 casi/100.000 abitanti nei maschi e di 11,0 nelle femmine, il Centro presenta un aumento del 9% negli uomini e del 17,7% nelle donne, mentre il Sud fa registrare una riduzione del 31% tra gli uomini e del 28% tra le donne.
Mortalità
Nel 2014 sono state osservate 9.557 morti per questa neoplasia (ISTAT) (delle quali il 60% nei maschi). Con il 6% tra i decessi per tumore sia nei maschi sia nelle femmine il carcinoma gastrico occupa il quinto posto, con una presenza più incisiva nell’età medio-avanzata. Negli ultimi anni la tendenza del fenomeno appare in netta diminuzione (-3,9%/anno nei maschi, -2,7% nelle femmine) analogamente a quanto avviene per l’incidenza. A livello nazionale i tassi più alti si osservano, coerentemente con i dati di incidenza, al Centro-Nord mentre le Regioni meridionali appaiono nettamente più protette (-29% nei maschi, -20% nelle femmine rispetto al Nord).
Sopravvivenza
La sopravvivenza a 5 anni dei pazienti con tumore dello stomaco in Italia è pari al 31,8%. Presenta valori decrescenti all’aumentare dell’età: la sopravvivenza a 5 anni è pari a 39,9% tra i giovani (15-44 anni) e a 21,6% tra gli anziani (75+). Tra le diverse aree geografiche italiane non si osservano sostanziali differenze di sopravvivenza.
Prevalenza
Circa 81.000 persone (59% uomini) vivono in Italia con una diagnosi di carcinoma gastrico, il 2% di tutti i soggetti con tumore. Il 19% di questa coorte si trova a meno di due anni dalla diagnosi, il 36% entro i 5 e il 43% oltre i 10 anni. Si tratta, per lo più, anche per questo tumore di pazienti oltre i 75 anni di età, tra i quali si osservano 630 persone ogni 100.000 residenti (il doppio rispetto ai 60-74enni, quasi 9 volte rispetto ai 45-59enni). Le differenze tra aree geografiche sono, anche in questo caso, sensibili e determinate in primis dalle differenze di incidenza tra il Centro-Nord (137 persone ogni 100.000 nel Nord-Ovest, 162 al Nord-Est, 180 al Centro) e il Sud, con una proporzione di “sole” 70 persone/100.000, conseguenza principalmente di una minore incidenza della malattia.

————————————

Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Usa il Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Il Macro partecipa alla Giornata del Contemporaneo “AMACI”

in Comunicati Stampa by
COMUNICATI_STAMPA

Sabato 14 ottobre 2017

Il MACRO partecipa alla Giornata del Contemporaneo AMACI

con ingresso gratuito a mostre, eventi e visite guidate

INFO 060608

 

 


 Sabato 14 ottobre 2017, in occasione della Tredicesima Giornata del Contemporaneo, la manifestazione organizzata ogni anno da AMACIper portare l’arte del nostro tempo al grande pubblico, il MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma aprirà gratuitamente al pubblico tutte le mostre delle sedi di via Nizza e Testaccio, offrendo anche eventi e visite guidate.

L’iniziativa è promossa da Roma CapitaleAssessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

 

MACRO TESTACCIO – PIAZZA O. GIUSTINIANI 4, ROMA

Orario: 14.00-20.00 (la biglietteria chiude 30 minuti prima)

 

Mostre:

  • FRANCA PISANI “CODICE ARCHEOLOGICO. IL RECUPERO DELLA BELLEZZA”
  • AUGUSTE-DORMEIL RENAUD “JUSQU’ICI TOUT VA BIEN”

 

 

MACRO – VIA NIZZA 138, ROMA

Orario: 10.30-19.30 (la biglietteria chiude un’ora prima)

 

Mostre:

  • VISIONI GEOMETRICHE. OPERE DALLA COLLEZIONE #5
  • APPUNTI DI UNA GENERAZIONE #4: SIMONE BERTI – CUOGHI CORSELLO “ROLANDO”
  • ARTISTI IN RESIDENZA: MOSTRA FINALE DI FRANCESCA FERRERI E MARCO GOBBI
  • CROSS THE STREETS

 

Eventi e visite guidate

 

PASSATO E PRESENTE DEL MACRO. UNA VISITA GUIDATA AI LUOGHI E ALLE OPERE DEL MUSEO

Ore 10.30 “I luoghi”

Un viaggio alla scoperta dell’edificio che ospita il Museo d’Arte Contemporanea di Roma, dalla musealizzazione delle scuderie dell’ex birrificio Peroni al nuovo progetto architettonico dell’archistar francese Odile Decq.

Ore 11:45 “Le opere”

Visita guidata alle opere della collezione permanente del museo, attualmente esposte in due mostre “Visioni Geometriche” e “Cuoghi Corsello, Rolando”.

 

PROIEZIONE DEL VIDEO DELLA PERFORMANCE “VOICES” Piero Mottola

Sala Cinema

Ore 16:30 – 19:00

Proiezione in Sala Cinema della documentazione video del concerto Voices di Piero Mottola, che si è svolto il 22 giugno 2017 presso la MACRO hall. Le composizioni eseguite sono: VOICES, 2016, passeggiata emozionale di 4’ per coro a 16 e 64 voci e CHINESE VOICES, 2017, passeggiata emozionale di 3’ per coro a 16 e 64 voci (prima esecuzione assoluta).

 

 

Ufficio stampa Zètema Progetto Cultura

Patrizia Morici / T. +39 06 82 07 73 71 / M. +39 348 54 86 548 / p.morici@zetema.it

stampa.macro@comune.roma.it

 

INFO: 060608

www.museomacro.org

Segui MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma su Facebook e Twitter


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Latina: Povia ed Amato, discutiamone… Domenica 15 Ottobre 2017

in Comunicati Stampa/Eventi by
COMUNICATI_STAMPA

Povia: CONCERTO / CONVEGNO “INVERTIAMO LA ROTTA”, CON IL CANTAUTORE E L’AVVOCATO AMATO

OFFICINA DELLA FANTASIA E’ UN’ASSOCIAZIONE CULTURALE CHE DA ANNI SI OCCUPA DI CULTURA A TRECENTOSESSANTA GRADI, IN PARTICOLAR MODO NEGLI ANNI HA AFFRONTATO TEMATICHE IMPORTANTI NON SOLO PER INCURIOSIRE L’OPINIONE PUBBLICA SU ARGOMENTI NON SEMPRE AFFRONTATI DALLE TV E MEDIA, MA SOPRATTUTTO PER INCORAGGIARE LE PERSONE A DIVENTARE AMBASCIATORI DI QUELL’INFORMAZIONE CHE SPESSO VIENE TACIUTA.

CON QUESTO CONCERTO / CONVEGNO SI VUOL PRESENTARE UN FORMAT UNICO, DIVERTENTE E AL TEMPO STESSO SERIO, DINAMICO E RITMATO, COINVOLGENTE ED EMOZIONANTE, DURANTE IL QUALE LA MUSICA DI POVIA TRADUCE LE RELAZIONI DELL’AVVOCATO AMATO SU TEMI COME: TEORIA GENDER, DIRITTI DEI BAMBINI, POTERE CULTURALE E FINANZIARIO MONDIALE, NASCITA ED EVOLUZIONE DELLA FAMIGLIA NATURALE CHE VIENE PRIMA DEGLI STATI, DELLE LEGGI E DELLE RELIGIONI. LA PARTICOLARITA’ ED ORIGINALITA’ DEL FORMAT “INVERTIAMO LA ROTTA” E’ LO SCAMBIO DI INFORMAZIONI CERTE E DOCUMENTATE ATTRAVERSO MUSICA VIDEO E SLIDE, CHE NEGANO TUTTO CIO’ CHE LE TV E I MEDIA NON DICONO. IL TEMA PRINCIPALE, CHE METTE D’ACCORDO TUTTI, E’ LA DIFESA DEL DIRITTO E DEL VALORE DEI BAMBINI, E QUINDI NOI NON POTEVAMO NON SPOSARE QUESTO MERAVIGLIOSO CONTEST.

LE ORE DI SPETTACOLO / CONFERENZA DURANTE LE QUALI SI RIDE, CI SI EMOZIONA, SI ACQUISISCE DI PIU’, CON IL DUPLICE SCOPO DI ACQUISIRE INFORMAZIONI MA SOPRATTUTTO DI DIVENTARE MOLTIPLICATORI DI QUELL’INFORMAZIONE CON IL PASSAPAROLA CERCANDO DI DIVULGARE IL PIU’ POSSIBILE TUTTO CIO’ CHE I MEDIA E LE TV OMETTONO E FANNO PASSARE PER FALSO. 

SPERANDO DI AVERVI INCURIOSITO, NON VI RESTA ALTRO CHE PARTECIPARE.

DOMENICA 15 OTTOBRE ORE 18,00 E’ Gratuito!!

TEATRO S.MARIA GORETTI – VIALE XVIII DICEMBRE – LATINA


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Anche Duccio Forzano per i trent’anni di carriera di Claudio e Diana

in Comunicati Stampa by
COMUNICATI_STAMPA

A ottobre, a Salerno verrà presentato il nuovo videoclip di Claudio e Diana in “’O surdato ‘nnamurato” con la regia di Duccio Forzano e l’artista ballerina Simona Atzori

9 settembre 2017 – Claudio e Diana festeggeranno i primi 30 anni di carriera dedicati totalmente alla musica, e lo faranno in gran stile: con una festa in teatro ricca di ospiti, di amici, di musica ovviamente. In quest’occasione presenteranno il loro nuovo video, con il quale “accarezzeranno” il tema della pace, con il regista Duccio Forzano alla guida del progetto visivo della loro rivisitazione di “O surdato ‘nnamurato”, brano del 1915 di Califano-Cannio che nella magnifica Anna Magnani in La Sciantosa, trovò una struggente interpretazione, oltre che fama universale. Reduce da quattro Sanremo, Che Tempo Che Fa, Vieni Via Con Me, Stasera Pago Io di Fiorello, Verissimo, Duccio ha guidato questa eterna storia d’amore sussurrata dalle parole di Diana Ronca e musicata da Claudio De Bartolomeis con Massimiliano Essolito e Pasquale Faggiano, interpretata dagli attori Antonino Masilotti e Letizia D’Angelo, e danzata dalla splendida artista e ballerina Simona Atzori, che, con Beatrice Mazzola e MariaCristina Paolini, ha già emozionato tutto il set che si è concluso ieri.
«Ci siamo innamorati di Duccio e Simona prima ancora di conoscerli, e grazie al nostro programma radiofonico» raccontano i due artisti campani. Nel corso della serata dei festeggiamenti, prevista a Salerno per fine ottobre, Claudio e Diana presenteranno anche la loro biografia scritta dal giornalista Luigi Coppola che racconta loro aneddoti di vita e di lavoro, ripercorrendo la crescita del duo a partire dagli anni ’80 sino ad oggi, in cui si sono affermati ormai anche grazie alla loro passione per i classici napoletani, rivalutati nel loro immenso repertorio, più volte presentati in programmi televisivi ultimo dei quali Il Maurizio Costanzo Show.
Per seguire tutti gli aggiornamenti in diretta, il backstage, le anticipazioni sull’evento e il videoclip musicale, è possibile seguire gli artisti sulla loro pagina Facebook: Claudio e Diana.

Claudio e Diana
info@claudioediana.it
089898130
+39 3287613381
+39 3404154767
fb: Claudio e Diana // Posteggia Napoletana di Claudio e Diana

Per tutto il materiale audio-visivo necessario alla comunicazione, richiediamo cortesemente di contattarci ai recapiti succitati per poterle inviare materiale idoneo, grazie mille per la collaborazione.

Ludovica La Rocca
ludovicalarocca@gmail.com
+39 3409066128
—–

Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Usa il Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.
Count per Day - DEBUG: 0.071 s
  1. Server: Apache
    PHP: 5.4.16
    mySQL Server:
    mySQL Client: 5.5.50-MariaDB
    WordPress: 4.6.11
    Count per Day: 3.5.7
    Time for Count per Day: 2018-05-24 14:02
    URL: iogiornalista.com/argomenti/comunicati-stampa/
    Referrer:
    PHP-Memory: peak: 57.54 MB, limit: 1024M
  2. POST:
    array(0) { }
  3. Table:
    F8Id5CfE3_cpd_counter: id = int(10)   ip = int(10) unsigned   client = varchar(500)   date = date   page = mediumint(9)   country = char(2)   referer = varchar(500)  
  4. Options:
    version = 3.5.7
    onlinetime = 500
    user = 0
    user_level = 0
    autocount = 1
    dashboard_posts = 15
    dashboard_last_posts = 15
    dashboard_last_days = 10
    show_in_lists = 1
    chart_days = 2
    chart_height = 100
    countries = 20
    exclude_countries =
    startdate =
    startcount =
    startreads =
    anoip = 0
    massbotlimit = 25
    clients = Firefox, Edge, MSIE, Chrome, Safari, Opera
    ajax = 0
    debug = 1
    referers = 0
    referers_cut = 0
    fieldlen = 150
    localref = 0
    dashboard_referers = 5
    referers_last_days = 3
    no_front_css = 1
    whocansee = edit_others_posts
    backup_part = 4000
    posttypes =
    chart_old = 0
  5. called Function: count page: x
  6. called Function: getPostID page ID: -716
  7. Post Type: - count it
  8. called Function: count (variables) isBot: 1 countUser: 1 page: -716 userlevel: -1
  9. getMostVisitedPosts1088 : 0.07116 - 52.86 MB
    rows - SELECT COUNT(c.id) count, c.page post_id, p.post_title post FROM F8Id5CfE3_cpd_counter c LEFT JOIN F8Id5CfE3_posts p ON p.id = c.page WHERE c.date >= '2018-05-14' AND c.page > 0 GROUP BY c.page ORDER BY count DESC LIMIT 10
  10. showFields : 0.00373 - 53.04 MB
    rows - SHOW FIELDS FROM `F8Id5CfE3_cpd_counter`

GeoIP: dir=0 file=- fopen=true gzopen=true allow_url_fopen=true

Go to Top