Il Futuro? Solidale…

Monthly archive

luglio 2020

Un’estate a pieno ritmo con “Ballo Ballo” di Barbara Francesca Ovieni

in Ultimi Pubblicati by

Barbara Francesca Ovieni fa centro con “Ballo Ballo”, la celebre hit portata al successo nel 1982 da Raffaella Carrà, un brano rivisitato nel sound, negli arrangiamenti, pronto a diventare il tormentone di questa calda estate.

Un segno di rinascita, di ripresa e tanta voglia di ballare, per un Italia che è tornata a vivere dopo l’emergenza Covid. “Ballo Ballo” riprende uno storico importante del nostro Paese, attribuito all’ icona di tutti i tempi, la grande Raffaella Carrà, colei che esportò nel mondo un’ideale di italianità che ancora persiste. “Ballo ballo” è stata la terza sigla italiana del celebre varietà del sabato sera Fantastico e come tutti i brani della Carrà, il successo esplose in tutto il mondo.

Una scelta decisamente azzeccata quella della bellissima Barbara Francesca Ovieni, conduttrice televisiva, volto popolare dei social, il brano sta iniziando a spopolare su tutte le più importanti piattaforme musicali. Da Spotify ad Amazon, da ITunes a Google Music, da Nokia Music Store a Orange Sfr, e tante altre.

Il tutto nasce per caso, all’inizio per divertimento visto che Barbara, al di là della suo fascino e del suo background professionale è anche molto intuitiva ed autoironica.

Un progetto musicale che si avvale della complicità e il sostegno dei suoi più cari amici Dj Roberto Onofri e Paolo D’Amico (con cui la Ovieni lavora da tempo per vari progetti tv).  Un team costituito da esperti e da strutture professionali tra cui: la Casa Discografica JB Production di Giuliano Di Benedetto e la Sala di Incisione Rover Studio di Bruno Milioni e Angelo De Luca.

Il videoclip di Barbara Francesca Ovieni è stato girato tra le ville lussureggianti, yacht, Ferrari Testa Rossa, tra la località di Alassio e Santa Margherita Ligure, in Liguria, il tutto per dare un segno di ripresa e grande energia positiva.

A questo punto per questa calda estate 2020, non vi rimane che ascoltare e ballare a ritmo di “Ballo Ballo” di Barbara Francesca Ovieni.

 

Gabriella Chiarappa

Giordano con” Vieni e Rimani“ il primo singolo su tutte le piattaforme

in La Musica/Ultimi Pubblicati by
Vieni e rimani_DEF

Da Venerdì 31 LuglioGiordano Orchi in arte “Giordano, in radio, negli store e sulle piattaforme con Vieni e Rimani” un brano dalle sonorità reggae pop, scritta dallo stesso, con l’arrangiamento del musicista Luciano Zanoni. Un brano autoprodotto che vuole segnare un grande inizio, “Vieni e Rimani” è un brano diretto e seducente, che fa danzare, trasporta e contamina chi lo ascolta.

Lui stesso dichiara:-“No full out, ma in modo “rilassato”. Tutto del brano mette in luce la carnalita’ e l’emotività di certi incontri, seppur effimeri, e l’amore libero da preconcetti-“. 

Un brano che racchiude le sensazioni più varie, e che annuncia per l’artista, un grande esordio nel mondo della musica, sia come autore che come interprete. Supportato dal musicista Zanoni, noto per aver collaborato con artisti di calibro come: Fiorella Mannoia, Noemi, Gemelli Diversi, Fiordaliso e altri. Un passo   importante per Giordano un’ondata di entusiasmo musicale che gli permette di estendere la sua artisticità.  Al centro della sua arte la passione per la musica, la danza come primo amore e la scrittura.  Alla sola età di nove anni calcava i più importanti teatri nazionali con la Commedia Musicale “E meno male che c’è Maria “di Garinei e Giovannini, tratta dal celebre film ” Mrs Doubtfire “, protagonista al fianco di Enrico Montesano e Barbara D’ Urso. Oltre ad aver collezionato successi come danzatore in vari tv show e per il Cirque du Soleil, Giordano diventa anche protagonista di Musical Internazionali, nella veste di Erode in ” Jesus Christ Superstar ” e Tyrone in ” Fame “. Nel suo percorso professionale in continua ascesa, molte delle sue creazioni testimoniano la sua grande abilità come coreografo: la sigla per il programma di Italia 1 “Vecchi Bastardi” condotto da Paolo Ruffini, le coreografie per Musical come “Siddhartha The Musical“ in collaborazione con Broadway Asia Co. e “Sanremo Musical” prodotto dall’Ariston di Sanremo.

Un fiume in piena Giordano, che non smette di sorprendere e di coinvolgere con la sua energia assertiva, che oggi si firma con il suo primo singolo “Vieni e Rimani”.

Non ci resta che ascoltare.

 

Press Office
Gabriella Chiarappa

Credits: Angelo Vignola Ph.

Luca Bonaffini sul palco dell’Arena Bike In di Mantova

in Lucilla Corioni Blog/Ultimi Pubblicati by

Il cantautore proporrà uno show musicale per celebrare i trent’anni dell’album ORACOLI scritto assieme a Pierangelo Bertoli, consacrando la sua carriera di autore di canzoni.

Un evento di sola voce e chitarra.

Un Articolo di Lucilla Corioni
Un Articolo di Lucilla Corioni

29 luglio alle 21:30 presso l’ARENA BIKE IN di Mantova (zona Campo Canoa), in occasione di Mantova Estate, il gradito ritorno dal vivo del cantautore mantovano Luca Bonaffini.

Reduce dal tour 2019 “Il cavaliere degli asini volanti unplugged” e dal pentadisc “Non è mai troppo Natale” (uscito durante il lockdown), il musicista-scrittore riparte da sé, organizzato con “sola voce e chitarra”, per regalare alla sua città il mancato concerto del novembre scorso, nella consueta veste acustica.

La serata sarà anche l’occasione per celebrare i trent’anni dalla pubblicazione dell’album ORACOLI, uscito nel 1990 e scritto da Luca Bonaffini Bonaffini a quattro mani con Pierangelo Bertoli, il fortunato Long Playing che consacrò Luca come autore di canzoni.

Il 33 giri conquistò – nel giro di poche settimane – il Disco d’Oro, soprattutto grazie alla hit “Chiama piano” (che Bertoli cantò in coppia con Fabio Concato), poi ricantata da Nek e da molti altri artisti, tra cui il figlio di Pierangelo, Alberto Bertoli.

Luca Bonaffini evento 29 luglio 2020.jpg 580 x 850

 

Per la prima volta racconterò come nacque il progetto ORACOLI, perché il collega sassolese mi propose di scriverlo tutto insieme a lui, come e quando realizzarlo. Dal set dell’allora residenza estiva di Pierangelo e famiglia, ovvero la casa di Cervia (quando ero un autore quasi disoccupato…), fino alla magica sei giorni in cui videro vita i 10 brani che firmammo insieme. Le ispirazioni, le suggestioni, le discussioni, le risate. E poi il grande studio Metropolis di Via Carroccio a Milano, l’incontro coi grandi musicisti (Lucio Fabbri, Flavio Premoli, Fabio Treves, Hengel Gualdi, Grazia di Michele, Massimo Luca ecc), il via vai dei miti durante i turni di sala da De André a Pagani, dalla Vanoni in studio alla telefonata di Mina. Infine, il successo inaspettato, non calcolato, casuale. Sì, quella sera, dedicherò – per festeggiare i 30 anni di ORACOLI-CHIAMA PIANO – un lungo momento al 1990”

 

Inoltre, promette Luca Bonaffini, “A fianco delle mie canzoni più amate, non mancheranno gli omaggi che amo fare ad alcuni illustri maestri come Claudio Lolli, Luigi Tenco e Victor Jara, tributi che – da qualche anno – il cantautore ama fare durante i suoi show concept.

Conclude “Ci sarà spazio anche per le richieste, almeno per quelle che sarò in grado di offrire, che riguardino le mie canzoni. Voglio che tutti siano felici e soddisfatti, quella sera.”

 

Il concerto, organizzato dal Comune di Mantova in collaborazione con LS STUDIO ASSOCIAZIONE MUSICALE avrà inizio alle 21.30 e, per volontà di Bonaffini, sarà ad ingresso gratuito.

https://it.wikipedia.org/wiki/Luca_Bonaffini

 

 

 

 

Ufficio Stampa a cura di LC Comunicazione tel. +39333 7695979

contatti.lccomunicazione@gmail.com

www.lccomunicazione.com

 

 


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Fuori oggi “NON È UN PAESE PER JOVANOTTI”, il nuovo singolo di GILBERTO

in Lucilla Corioni Blog/Ultimi Pubblicati by

[/embed]

La provocazione sociale del “sovversivo” e ironico GILBERTO.

Un brano d’impronta elettro-punk-pop che fonde folk melodico.

“Non è un Paese per Jovanotti”, ottavo singolo estratto dal futuro album “Con tutto il dispetto“, è un brano d’impronta elettro-punk-pop che fonde folk melodico e chitarre potenti, “abrasive” e synth stile techno.

Un Articolo di Lucilla Corioni
Un Articolo di Lucilla Corioni

Un’apparente allegria, in un clima festante, cela una malinconia di fondo che non si spegne, ma resta accesa anche nella parte strumentale quasi a trasmettere energia da standing ovation.
Il videoclip, diretto da Maurizio Del Piccolo della Moviedel, mostra una performer (interpretata da Chiara Cardini) nel duplice ruolo di ragazza ambigua e inquietante che da ingenua e manipolata si rivela una crudele manipolatrice psicologica. Il conflitto tra il dottor Jekyll e il Mr. Hyde presenti nella giovane, si risolve in possibili interpretazioni, lasciando al bene e al male la possibilità di essere scelti dallo spettatore.

Nessuna invettiva personale verso il collega, ma ironia e “pop innocuo”, all’insegna di una sana e ludica goliardia. In relazione a questo, Gilberto chiarisce:
“La mia non è una canzone contro Jovanotti, ma una presa d’atto del fatto che molti italiani sono ormai contro quello che Jovanotti incarna e rappresenta: quella visione mondialista e di apertura multiculturale, di convivenza pacifica, di inclusione sociale. E con la scusa che gli atteggiamenti di Jovanotti sono spesso ispirati alla modalità democristiana degli anni Ottanta e quindi ben bilanciati, ci si sente autorizzati a far riemergere un certo fascismo latente. Ma la canzone non è un trattato di politica: anzi, gioca sul filo del rasoio, solleticando molti haters di Lorenzo Cherubini, e funziona come test. Quelli che capiscono il significato ultimo della canzone, la fanno ascoltare ai cani rabbiosi, e l’umorismo si fa arma di selezione, fa emergere chi è veramente malpensante, egoista e calcolatore, e chi invece è seriamente preoccupato per la deriva violenta dei nostri cervelli incatramati”

Note d’autore

Gilberto Ongaro, musicologo, cantautore e tastierista aponense classe ’87, scrive canzoni dal 2001, e fa concerti dal 2007. Dopo aver militato nel gruppo alt rock The Applesss (2007-2009) e nel trio demenziale Liberascelta (2009-2011), nel 2012 inventa l’idea di Saffir Garland, partito come progetto ambient elettronico strumentale. Ben presto, per urgenza comunicativa, Gilberto torna a cantare, sviluppando un’identità multiforme nel genere musicale, ma gradualmente sempre più definita nel concetto d’essere un satiro tagliente, rivolto ai paradossi della società, fino ad arrivare a brani dal taglio drammatico, ma sempre polemico. Gli argomenti, affrontati con spirito beffardo e umorismo caustico, sono molteplici e a volte tabù. La musica volutamente cerca il contrasto fra generi opposti, passando dall’elettronica al pop, al punk, al funky, al folk e alla salsa; il tutto sempre con l’approccio progressive. Gilberto non si fa problemi a creare strutture complicate e divertirsi a creare melodie e armonie impreviste. Finché nel 2018 non si stanca di sé, e decide di rivoluzionare il proprio stile. Cestinando mentalmente quasi tutto il materiale precedente (a parte le canzoni apprezzate dal pubblico), Gilberto abbandona l’eccessivo citazionismo colto, e sceglie di coniare un termine che va in direzione opposta a quanto fatto finora. Così, da Saffir Garland cantautore satirico, dal 2019 Gilberto si propone col proprio nome, dichiarando di fare “pop innocuo”. Si cambia vestito, uno più musicalmente leggero, per far emergere al meglio lo spirito, senza filtri. I contatti online restano gli stessi: www.facebook.com/saffirgarland/ 

https://www.youtube.com/channel/UC6Ad9JAaT5-ICbEth6WGsYQ 

DISCOGRAFIA:

Liberascelta

2011: “Come un dosso in autostrada” LP  autoprodotto in studio

Saffir Garland  

2012: “Rebus”, LP autoprodotto in casa

2014: “Le regole sono cambiate”, LP autoprodotto in studio

2016: “L’ira dei buoni”, EP uscito per Dimora RecordGilberto

Luglio 2020: Con tutto il dispetto, LP autoprodotto e auto distribuito su  Spotify

RICONOSCIMENTI:

16 luglio 2016: Premio di categoria come MIGLIOR CANTAUTORE al Coorsal Music Summer Contest (Mirano, Venezia).
24 luglio 2014: Premio della Critica del Coorsal Music Summer Contest (Mirano, Venezia), con giuria presieduta da Red Canzian.
31 gennaio 2014: partecipazione alle audizioni di Musicultura (Macerata)

Ufficio Stampa a cura di LC Comunicazione tel. +39333 7695979

contatti.lccomunicazione@gmail.com

www.lccomunicazione.com

 

 


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Ritorna sabato 4 luglio il Caffè di Raiuno con Pino Strabioli e Roberta Ammendola

in Gabriella Chiarappa Blog/Ultimi Pubblicati by
PHOTO-2020-07-02-18-57-35

Sarà l’inedita coppia Pino Strabioli e Roberta Ammendola ad inaugurare il weekend estivo di Rai Uno con un appuntamento all’insegna della cultura. Ad unirli, oltre alla classe e alla gentilezza, la passione per il teatro. Pino Strabioli è regista teatrale, attore e conduttore televisivo, Roberta Ammendola conduttrice e giornalista di settore. Il caffè di Rai Uno darà ai telespettatori un buongiorno tutto nuovo, sia per la collocazione in palinsesto che per la durata e i contenuti.

PHOTO-2020-07-02-18-57-35 (1)

Sabato 4 luglio e le per le successive tre puntate, l’appuntamento con Pino Strabioli e Roberta Ammendola sarà di un’ora, dalle 8.30 alle 9.30. Da fine luglio lo spazio raddoppierà la sua durata, con una prima parte dalle 7.00 alle 8.00 per riprendere, dopo il telegiornale, dalle 8.30 alle 9.30, fino al 4 settembre.
Il programma tratterà il mondo della cultura a 360 °: teatro, musica, cinema, spettacoli, eventi e iniziative di grandi e piccole realtà italiane. Tutte le storie parleranno di un’Italia che, nonostante le grandi difficoltà, prova ripartire puntando sulla cultura e sulla sua bellezza.
Numerosi gli ospiti in studio e i collegamenti dall’esterno. Ci saranno i protagonisti di “ieri e oggi”, grazie alla preziosa collaborazione con le teche Rai. Si parlerà dei festival in programma, dei concerti e degli spettacoli in partenza, dei teatri che si sono riorganizzati con coraggio e dei grandi artisti che ritornano nelle grandi piazze. Spazio anche ai libri e all’arte. “Un regalo è stata per me la possibilità di lavorare e raccontare, insieme ad un uomo di straordinaria sensibilità, simpatia e professionalità, un’Italia che con fatica prova a rimettere in piedi spettacoli dal vivo, set cinematografici, grandi eventi, dando spazio anche a piccole, sofferenti e coraggiose realtà locali”, dichiara Roberta Ammendola. “Un gioco di squadra con chi in questo progetto ha creduto. Un viaggio attraverso l’immenso patrimonio audio visivo della Rai, volti e storie che abbiamo imparato a conoscere, giornalisticamente parlando in questo lungo lockdown. Per Noi rappresenta una grande sfida e opportunità.

Ufficio stampa

Madia Mauro – Gabriella Chiarappa

Un atto di chiarezza: i nostri simboli e le denominazioni del nostro Movimento

in Gabriella Chiarappa Blog/La Politica/Ultimi Pubblicati by
demma

Lo scorso 25 aprile è stata ufficialmente comunicata la necessità di un Cambiamento con la nomina di un nuovo Presidente e la ricollocazione corretta del Movimento nel rispetto dei suoi principi statutari e della Sua “Mission ab origine” che ha implicato una scelta dovuta nel rispetto delle Regole, del Dialogo e della Democrazia nella quale ogni Azione non deve essere il risultato dell’arbitrio o degli interessi di uno solo o di pochi. La necessità del predetto cambiamento ha determinato l’espulsione di uno dei nostri membri S.A. a causa dell’insanabile divergenza della linea intrapresa dallo stesso rispetto a quella statutaria del Movimento, e della violazione dei principi di lealtà, correttezza e trasparenza nei confronti di tutti i membri aderenti ai Circoli che tanto impegno hanno profuso per la nascita di questa iniziativa politica, aggravata poi dal persistere di azioni non condivise ed in contrasto con l’identità e l’idea politica che ha fatto nascere il movimento snaturandolo dalle sue stesse finalità.

Rimaniamo sgomenti nell’apprendere, da numerose segnalazioni e da alcuni comunicati stampa di recente pubblicazione, che è stato fatto un uso indebito del nome e del simbolo del movimento, ma ancora più grave è constatare che sono state assunte iniziative politiche collegate e/o collegabili per immagini e contenuti ai Circoli della Lega dei Meridionali, senza legittimazione alcuna ed in violazione di tutti quei principi statutari ed etici che dovrebbero ispirare ogni buona azione politica al servizio della Comunità.

Si evidenzia ancora che alcuni consiglieri comunali, già espulsi dalle loro formazioni politiche di appartenenza, hanno assecondato tale condotta a danno dei nostri Circoli e dei loro elettori tradendone la fiducia: quali garanzie possano essere offerte alla nostra collettività per il Buon Governo da coloro che una volta eletti sono i primi a violare le Regole?

Per un atto di chiarezza dovuto e di sussunzione di responsabilità, ribadiamo che i Circoli fanno capo solo ed esclusivamente al Presidente Tiziana Demma, ogni altra assunzione della predetta carica allo stato è illegittima e priva di ogni fondamento così come tutte le nomine recenti di coordinatori locali individuati in Sicilia e Calabria sono nulle e illegittime.

I segni distintivi e le denominazioni usati nel tempo dal movimento o dai movimenti in esso confluiti o che in esso confluiranno, anche se non utilizzati o modificati o sostituiti, sono di proprietà esclusiva dei Circoli della Lega dei Meridionali.

Ringraziamo coloro che hanno già segnalato e vorranno segnalarci ogni ulteriore uso abusivo e illegittimo dei nostri simboli e delle denominazioni del nostro Movimento. Aperti a tutti coloro che vorranno unirsi alla nostra Missione condividendo la nostra linea di pensiero nel rispetto dei principi etici e delle regole e chiudiamo le porte a chiunque abbia smesso di farlo, liberi di agire, ma fuori dai nostri Simboli.

Tiziana Demma
Presidente dei Circoli della Lega dei Meridionali

“ASIA” è il nuovo singolo di Demis Facchinetti

in Lucilla Corioni Blog/Ultimi Pubblicati/Uncategorized by
Demis Facchinetti - 720 x 379

Demis Facchinetti reduce del 10° compleanno di “Me ne frego di tutto” esplode con una storia d’amore tra rock italiano e pop internazionale.

Al suo fianco Luca Marchetti chitarrista storico fin dal tempo dei DRB.

“Asia”, questo il titolo della canzone, è una storia d’amore sospesa – quasi come il primo episodio di una saga fantasy – tra la passione divorante degli amanti e un destino avverso che fa sì che i due non incontrino mai.

È lì che interviene, discreta ma determinante, una figura astratta che – nelle sembianze di narratore – vuole aiutare lui ad entrare nel mondo fantastico di lei.

L’attesa sembra infinita, la battaglia persa ma lei… lo aspetterà!

La produzione del singolo è di Demis Facchinetti e Luca Marchetti, registrato presso Elfo Studio di Tavernago (Piacenza). Hanno collaborato alla realizzazione del brano: Raoul Galbardi (basso), Cristian Cappellini (chitarra acustica), Marco Masserdotti (Batteria), Luca Marchetti (chitarra elettrica e voce).

Note d’autore

Demis Facchinetti nasce a Brescia il 10 settembre 1979, comincia a fare i primi passi in campo musicale all’età di 10 anni. Studia canto, pianoforte e chitarra che diverrà parte caratterizzante della composizione artistica dei suoi brani. “Studio canto e pianoforte sin da ragazzo ma quando compongo, prediligo la chitarra. E’ lo strumento che maggiormente esprime le emozioni che voglio mettere in musica.” Demis calca numerosi palchi, dai locali alle piazze d’Italia con diverse formazioni: DNA – con i quali si esibisce in veste di cantante/ tastierista e partecipa a diversi concorsi musicali ( “Un Mare di Musica” 1996, il Festival del rock “ Zona musica”1997 ).

LAXO – gruppo fondato nel 2001, pubblica il suo primo singolo “Reborn unsafe”, promosso con un mini tour nei piccoli teatri del nord Italia.

Nel 2002 i LAXO si sciolgono e il progetto musica viene portato avanti dal solista Demis Facchinetti.

Dal 2004 al 2007 collabora con l’etichetta indipendente PRO.GE.NE. s.r.l..

Partecipa nel 2004 all a finalissima del “Festival nazionale dell’Abruzzo”,aggiudicandosi il premio come miglior testo con il brano “Prima che sorga il sole”.

Nel 2005 partecipa al festival nazionale “L’Italia che canta” confermandosi al terzo posto.

La grande occasione si presenta nel 2010. Demis Facchinetti approda al talent show di Canale 5 “Italia’s Got Talent” dove si misura con una giuria d’eccezione composta da : Maria De Filippi, Rudy Zerbi e Gerry Scotti. Giunge in finale, si classifica al terzo posto dove presenta il suo nuovo singolo “Me ne frego di tutto”

Dopo anni di live in giro per l’italia nel 2016 entra nella compilation “Sognando Sanremo” con grandi artisti della musica italiana come Renato Zero, Nek, Patti Pravo e tanti altri con il brano “100 Baci”

Nel 2017 esce il singolo “Amami” con la sua band storica e nel 2018 sempre con la sua band esce “Bambolina”

Nel 2019 la svolta, “Il gioco del segreto” è il nuovo singolo dove Demis oltre ad essere artista è anche discografico del suo lavoro.

Arriva l’anno 2020 ed è arrivato il momento di Festeggiare i 10 anni di “Me ne frego di tutto”, l’ 11 Maggio esce la versione ufficiale suonata da DRB.

Il 22 giugno sempre del 2020 Facchinetti esce con il singolo “Asia”.

https://www.facebook.com/profile.php?id=1476703749

https://www.facebook.com/demisfacchi/

https://www.youtube.com/results?search_query=demis+facchinetti

Ufficio Stampa a cura di LC Comunicazione tel. +39333 7695979

Contatti.lccomunicazione@gmail.com

www.lccomunicazione.com

 

Go to Top