Il Futuro? Solidale…

Monthly archive

dicembre 2019

Aperte le candidature per il nuovo concorso musicale “LA SETTIMA NOTA”

in Lucilla Corioni Blog/Ultimi Pubblicati by
concorso musicale

LONG DIGITAL PLAYING. LOGOLa Casa Editrice Long Digital Playing presenta il suo nuovo concorso musicale per musicisti, cantanti e autori.

Tutti i partecipanti entreranno di diritto nella compilation di LDP.

La Settima Nota nasce e si sviluppa come un concorso musicale finalizzato alla scoperta e alla valorizzazione di musicisti, cantanti e autori capaci di esprimere talento e impegno.

Un Articolo di Lucilla Corioni
Un Articolo di Lucilla Corioni

Settima Nota si distingue da iniziative analoghe per il fatto di essere basato su un inedito format registrato SIAE di gara musicale sviluppato su un innovativo progetto di comunicazione social.

Principale sponsor del concorso è la casa editrice musicale milanese LONG DIGITAL PLAYING, principalmente interessata nella individuazione di talenti sui quali confluire investimenti orientati alla crescita professionale e di immagine; anche per tale motivo la partecipazione al concorso è e rimane GRATUITA.

Tutti i partecipanti del concorso entreranno di diritto nella compilation dell’etichetta LDP e ai primi tre finalisti del Concorso verrà data la possibilità di realizzare un proprio videoclip musicale in studio a Milano, mettendo gratuitamente a disposizione il set fotografico attrezzato e l’operatore professionista di ripresa.

Il primo premio del concorso consiste in un contratto discografico per la pubblicazione di un album con etichetta LDP che verrà promosso e distribuito sulle maggiori piattaforme digitali.

Ai primi tre finalisti del Fuoriconcorso – SI MINORE verrà dato il diritto di partecipare ad una delle successive edizioni del concorso, a far data dal conseguimento della maggiore età e senza dover sostenere la fase di pre-selezione.

Per scaricare il regolamento è sufficiente cliccare qui. Per richiedere ulteriori informazioni qui di seguito è riportato il nostro modulo di contatto:  https://www.lasettimanota.it/contattaci/

 

Ufficio Stampa e relazioni Pubbliche a cura di LC Comunicazione tel. 333 7695979

contatti.lccomunicazione@gmail.com

www.lccomunicazione.com


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

E’ uscito SEI COME IL PROFUMO DEL CAFFE’ , il nuovo album di Davide Marchi

in Lucilla Corioni Blog/Ultimi Pubblicati by
Davide Marchi ok

davide 8 copiaE’ finalmente uscito il nuovo lavoro del cantautore dal profumo di caffè

Davide Marchi ci presenta il suo pop rock d’autore, da oggi scaricabile anche da tutte le piattaforme digitali.

Un Articolo di Lucilla Corioni
Un Articolo di Lucilla Corioni

come il profumo del caffè” è l’album di esordio di Davide Marchi, cantautore sanguigno appartenente alla cosiddetta area emiliana, che strizza un occhio al rock internazionale. Sette canzoni vere e proprie, inquadrabili nel genere musicale tradizionale melodico italiano, arrangiate da Roberto Padovan (già co-produttore artistico di Luca Bonaffini) che spaziano da temi come amore e amicizia, fino a toccare argomenti più intimisti con punte di esistenzialismo. Tracce eccellenti, nessuna esclusa dove, a volte, atmosfere sudamericane e trasgressioni soul s’intrecciano in brani bellissimi come “Intensamente noi” e “Se avessi due ali per volare”, regalando all’ascoltatore energia e dolcezza.

(Long Digital Playing Edizioni Srls 2019).

 

Note d’autore

Modenese, classe 1971, Davide Marchi è un grintoso songwriter che, fin da ragazzino, impugna la chitarra conoscendo – attraverso le amicizie e le radio – la musica dei cantautori italiani.

Debutta come batterista, suonando per un’orchestra di ballo liscio e musica popolare, con la quale lavora per ben due anni, riuscendo così a pagarsi gli studi universitari che gli valgono una laurea breve come operatore zootecnico presso la facoltà di veterinaria.

Ma la sua strada è segnata: la musica, tra pop melodico e rock d’autore, diventa sempre più importante finché, prima collaborando con Marco Baroni poi con la cantante emergente Sara Ciutto (che nel 2015 pubblica un suo brano intitolato “Tutti i desideri”) pubblica il suo primo singolo in veste di solista: “Briciole”.

Il singolo piace e raggiunge 84.000 visualizzazioni su YouTube.

Nel 2019 incontra il cantautore mantovano Luca Bonaffini che lo prende nella sua etichetta discografica e pubblica il suo primo vero album “Sei come il profumo del caffè”, arrangiato e curato artisticamente da Roberto Padovan.

L’album, composto da sette brani inediti, è un insieme di scatti rubati alla vita quotidiana, grazie a una sorta di macchina fotografica del tempo tra memoria e speranza, dove amore e amicizia, autostima e riscatto sociale, desideri e paure, fantasia e realtà, si mescolano in un gioco raffinato di melodie delicate e graffianti dentro le quali saltano e danzano testi raffinati ma pieni di energia.

Un po’ come il profumo del caffè….

www.davidemarchi.it

https://www.facebook.com/marchidavide18/

 

Foto di Maria Grazia D’amelia

 

 

Ufficio Stampa e Relazioni Pubbliche a cura di LC Comunicazione tel. +39 333 7695979

contatti.lccomunicazione@gmail.com

www.lccomunicazione.com

 


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Nuovi libri. Intervista allo scrittore Giuseppe Lazzaro

in Lucilla Corioni Blog/Ultimi Pubblicati/Uncategorized by
ok

Giuseppe Lazzaro - libroGiuseppe Lazzaro ci racconta DEL TEMPO E DELLA VERITA’

Un libro che ha lo spirito di riflettere ad alta voce il senso ed il significato che diamo alla nostra vita.

Giuseppe Lazzaro è nato a Massafra in provincia di Taranto. Di formazione classica è specializzando in Psicologia Clinica. E’un imprenditore e si occupa di formazione. E’un uomo sposato ed ha due figlie.

Si è molto occupatodi associazionismo e di relazioni d’aiuto in ambito esistenziale e sociale. Scrittore di saggi, poeta ed appassionato di filosofia e di teologia. Le sue ricerche vertono su temi che riguardano le realtà psichiche come sviluppo omeostatico e adattivo della persona nel  proprio contesto sociale ed esperienziale. Nel 2019 è uscito col libro “Del Tempo e della Verità”, un libro molto interessante dove cita delle considerazioni sulla vita.

Un Articolo di Lucilla Corioni
Un Articolo di Lucilla Corioni

Noi di IOGIORNALISTA vorremmo saperne di più, ed abbiamo deciso di intervistarlo.

 

 

 

 

Perché ha deciso di scrivere questo libro?

Questo libro mi appartiene e condivido con il mio lettore quello che sento profondamente. Ho scritto per trasformare una perdita importante della mia vita. Ho sempre scritto qualcosa, sin dalle scuole elementari ma credo fosse arrivato il momento di pubblicare il mio primo libro.

Il Tempo e le Verità, che cosa hanno in comune queste due parole che lei ha scelto per il titolo?

Ricordo che nell’ultimo periodo di vita di mio padre, lui mi chiamò per dirmi che in quel momento era felice e che non era mai stato così bene. Capì allora che noi esseri umani abbiamo bisogno di stoppare i nostri impegni ed il nostro tempo che si rincorre per scoprire quali sono i significati che ognuno di noi può dare a se stesso nella propria vita. Siamo fatti così, gli impegni, se non ce li abbiamo, ce li troviamo per occupare il nostro tempo. Tempo che diventa prezioso nel momento in cui sentiamo dentro il senso di tutto quello che ci accade.

Che cosa l’affascina della vita per scriverne considerazioni?

La vita è indefinibile, ogni essere umano è una variabile. Ognuno di noi può raccontare la propria storia, il proprio romanzo personale e credo sia proprio questo l’aspetto più affascinante della nostra vita. Considero la vita come un tempo di scoperta e di apertura alla meraviglia, nonostante gli eventi che possono essere vissuti in maniera negativa o positiva.

Nel suo libro cita l’importanza del gioco, ce ne vuole parlare?

I bambini sono dei maestri in questo. Gli psicologi della psicologia dinamica hanno molto scritto di questi aspetti. Piaget ha raccontato ed osservato i propri figli e questo è giunto a noi. Il gioco permette ai bambini di creare i propri simboli, il linguaggio dell’interiorità e quando un bambino gioca, perde il suo tempo. Noi adulti dobbiamo riportate tutto nel proprio ordine, loro si perdono perché in quei momenti magici, scoprono la propria identità.

“Noi siamo fatti di quattro tipi di umore: il sangue, la flemma, la bile gialla e la bile nera”. Vuole spiegare questa sua frase ai nostri lettori?

È una frase che appartiene alla filosofia classica. In realtà nel mio libro citando anche espressioni così forti cerco di riportare la nostra vita ad una visione più “con i piedi per terra”. Credo sia importante comprendere che siamo fatti di corpo ed attraverso il corpo si esprime il nostro adattamento fisico e psichico ma anche spirituale a quello che ci circonda. Per me la spiritualità è l’incontro con l’altro. Non è una realtà aleatoria. E’ un fatto concreto che realizza la nostra vita.

Che cos’è per lei la vita?

La vita è un’opportunità ed un tempo in cui possiamo riscoprire il nostro profondo progetto. Possiamo aggiungere qualcosa di nostro alla grande umanità ed essere artisti della nostra vita. La nostra volontà ci può portare a dare le giuste risposte alla nostra esistenza.

Cosa rappresenta per lei la scrittura?

Scrivere per me è sempre stato un bisogno. Scrivere è come un ponte tra anime e sapere che dall’altra parte ci può essere una persona che ti legge e che questa persona è sconosciuta, è un’emozione grandissima.

E la religione?

La religione è un mezzo per sentire dentro la scintilla della vita e portarla agli altri. Altrimenti non ha senso. La nostra spiritualità è sterile se non guardiamo all’umanità dell’altro.

Cosa vorrebbe capisse chi legge DEL TEMPO E DELLA VERITA’?

Credo che ci sia un messaggio molto importante per il mio lettore e cioè l’invito a vivere la propria esistenza con semplicità ed essenzialità. Dovremmo cercare di recuperare il senso dell’essenza. 

Sta pensando di scrivere un altro libro? Ci anticipa l’argomento che le piacerebbe trattare?

Sto lavorando su diversi progetti. Il primo è di carattere esistenziale: la bellezza e la verità. Sto scrivendo anche sulla figura del padre ed un saggio sulla relazione tra musica e psiche. 

 


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

PARTENZE E RIPARTENZE: MONTALBETTI RACCONTA IN MUSICA IL SUO DIARIO DI VIAGGIATORE INSONNE

in Lucilla Corioni Blog/Ultimi Pubblicati/Uncategorized by
pietruccio montalbetti foto

Uno special Guest di Pietruccio Montalbetti accompagnato dalla Pop’s Harmonic Orchestra.

Un concerto di Natale riservato agli azionisti di Banca di Asti, il tema di quest’anno IL VIAGGIO

La citazione, in questo caso doverosa, è rubata a Sandro Penna (poeta umbro del Novecento): il viaggiatore insonne, tratto dai versi del poeta sopracitato, però è Pietruccio Montalbetti, front man e leader degli indimenticabili beatwriter degli anni Sessanta chiamati DIK DIK.

Un concerto lungo venti date, iniziato da Asti il 28 novembre al Teatro Alfieri che si concluderà il 16 dicembre al Teatro Elfo Puccini di Milano, sul carrozzone viaggiante (per usare una metafora di bel nomadismo culturale) del concerto di Natale riservato agli azionisti di BANCA DI ASTI, Capogruppo del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti storicamente presente in Piemonte fin dal 1842.   L’evento, diventato ormai una tradizione consolidata e molto apprezzata, oltre ad essere l’occasione per tirare le somme dell’anno passato e per scambiarsi gli auguri in vista delle festività, è anche il momento d’incontro tra i Soci e la Banca.

Il concerto, diretto dal M° Stefano Coppo nella prima parte (con brani di Grieg, Rossini, Brahmas e Beethoven) e nella seconda (appunto con la special guest di Montalbetti) dal , diretto da M° Alberto Mandarini, è accompagnato dalla Pop’s Harmonic Orchestra, nata proprio in occasione dei Concerti di Natale di Banca di Asti, che è formata da 52 elementi. Nel corso degli anni sono stati proposti vari temi: dalle colonne sonore dei musical americani, al tango argentino, dalla canzone italiana, alle musiche degli anni ’60, dalla storia del rock agli omaggi a Paolo Conte e Frank Sinatra, per citarne alcuni.

Quest’anno, appunto, IL VIAGGIO.

Pietruccio Montalbetti si misura ormai da anni anche nella narrativa e ha pubblicato diversi libri aventi proprio come tema “Il viaggio”.  Tra le sue opere, I ragazzi della via Stendhal (2010, Aerostella), Sognando la California (2011, Aerostella), Io e Lucio Battisti (2013, Salani Editore), Settanta a Settemila (2014, Ultra), Amazzonia. Io mi fermo qui (2018, Zona Music Books).

Pietruccio Montalbetti uscirà nel 2020 con il suo nuovo libro Enigmatica Bicicletta (Iris4 Edizioni).

PietruccioMontalbetti_EnigmaticaBicicletta_copertina_fronte

 

Piccola anticipazione:

Qualche anno dopo la Seconda Guerra Mondiale si crea a Milano un corpo speciale di ex partigiani dediti alla cattura di criminali di guerra mai processati. E la bicicletta accantonata alla staccionata di un parco del centro-città sempre lì parcheggiata, a volte girata a destra altre a sinistra, che ci fa?

Fantasia o realtà questo noir del noto musicista?

Le prossime repliche dello spettacolo:

Varallo Sesia – Teatro Civico: 6 dicembre ore 20:30; 7 dicembre ore 16:30

Biella – Teatro Sociale: 8 – 9 dicembre ore 20:30; 8 dicembre ore 16:30

Alba – Teatro Sociale Busca: 10 dicembre ore 20:30

Alessandria – Politeama Alessandrino – 11 dicembre ore 20:30

Torino – Teatro Regio: 14 dicembre ore 16:30 e ore 20:30

Vercelli – Teatro Civico: 15 dicembre ore 16:30 e ore 20:30

Milano – Teatro Elfo Puccini: 16 dicembre ore 20:30

 

 

 

 

Ufficio Stampa LC Comunicazione tel. 333 7695979

Contatti.lccomunicazione@gmail.com

www.lccomunicazione.com

 


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Roma, I Marillion in concerto – Auditorium della Conciliazione

in Barbara Marolda Blog/Eventi/Ultimi Pubblicati by
imarillion-in-concerto-roma-auditorium-della-conciliazione

I Marillion

Quando? Giovedì 12 Dicembre 2019

Dove? Auditorium della Conciliazione, Via della Conciliazione, 4, 00193 Roma RM

Come raggiungerci? Moovit – Info e costi? TicketOne

I MARILLION, la più grande band della seconda generazione del prog-rock made in England, torneranno a suonare nel Regno Unito e in Europa nel 2019 per festeggiare il 40esimo anniversario di onorata carriera! Accompagnati da un ensemble di eccellenti musicisti classici, saranno in Italia per due imperdibili date: giovedì 12 dicembre a Roma, all’Auditorium della Conciliazione.

Gli spettacoli saranno impreziositi dalla presenza, sul palco, di elementi orchestrali di grande esperienza e talento: il quartetto d’archi “In Praise of Folly“, oltre a Sam Morris al corno francese ed Emma Halnan al flauto. Con questo stesso ensemble i MARILLION si sono esibiti, nel dicembre del 2017, alla Royal Albert Hall di Londra, in un concerto che è andato sold out a pochissime ore dall’annuncio e che è stato definito dal pubblico e dagli addetti ai lavori “uno dei migliori nella storia della band”. “All One Tonight. Live at the Royal Albert Hall” è stato poi pubblicato su DVD, Blu-Ray, CD e Vinile, raggiungendo la vetta delle classifiche in ben cinque Paesi.

I MARILLION suoneranno brani tratti dalla loro quarantennale carriera, senza contare che il 2019 è l’anno delle celebrazioni per i 30 anni di presenza del frontman Steve Hogarth nella band! «Sono passati davvero 30 anni?! –ha dichiarato Hogarth, aggiungendo: Steve Rothery mi ricorda che ricorre anche il suo 40esimo anniversario, quindi si tratta di una doppia celebrazione! Aggiungeremo questi sei meravigliosi musicisti alla band per l’intero tour: sono splendidi professionisti nonché buoni amici, e abbiamo già dato prova della chimica che abbiamo insieme sul palco».


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.
Go to Top