Il Futuro? Solidale…

Monthly archive

aprile 2018

Francesca Michielin, è un vero e proprio “Vulcano” la Gallery!

in Fotografia Photo Blog/La Musica/Rosaria della Ragione Blog by

In rotazione radiofonica dal 16 marzo, “Bolivia”, seconda traccia del nuovo album di inediti “2640”.
Siete curiosi del nuovo articolo? Cliccate qui!


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Luca Bonaffini e Il Cavaliere degli Asini Volanti

in Eventi/La Cultura/Lucilla Corioni Blog/Ultimi Pubblicati by
Luca Bonaffini esatta

Luca Bonaffini mod. 3In occasione della Giornata Mondiale della Terra, Luca Bonaffini parla del suo tredicesimo album.

Luca Bonaffini Domenica 22 Aprile ha annunciato l’imminente pubblicazione del suo nuovo lavoro discografico “Il Cavaliere degli Asini Volanti”.

Un Articolo di Lucilla Corioni
Un Articolo di Lucilla Corioni

Non è affatto un caso che Luca Bonaffini, cantautore e scrittore, abbia scelto proprio il 22 aprile (che ogni anno celebra la Giornata della Terra, alla quale oggi prendono parte 175 paesi) per annunciare che, tra qualche settimana, darà alla luce il suo tredicesimo album. Sarà Domenica 17 Giugno, nel tardo pomeriggio, che il musicista mantovano presenterà – all’interno della splendida cornice del Parco Nord Milano (Sesto San Giovanni) – Il Cavaliere degli Asini Volanti, scritto e realizzato in collaborazione col compositore torinese Roberto Padovan. Un titolo ironico e provocatorio (qualcuno lo ha già definito “coraggioso”) che contiene un Bonaffini completamente rinnovato ma che, pur non tralasciando la sua storia e il suo background di poeta intellettuale civile e ideologico, abbandona quella che lui definisce “la protesta sterile e la rabbia inutile che, nella musica d’autore, ormai hanno fatto il loro corso”. Il nuovo progetto discografico tratta quindi temi come la terra, la pace, la vita, l’ambiente partendo da un progetto più ampio, come Bonaffini stesso dichiara “Con una visione dall’alto della musica e dal basso della parola. Una sorta di percorso parallelo a quello dei sette chakra principali, interiore, tracciato lungo sette canzoni descrittive, piene di immagini e metafore, che narrano storie ed emozioni dell’umanità”, continua, il cantautore mantovano: “Grazie a Roberto Padovan che, oltre a vantare preziose collaborazioni con artisti del calibro di Tony Hadley degli Spandau Ballet è anche un autore di colonne sonore e compositore di musica new age, ha deciso di produrre insieme a me questo progetto, ho deciso di tornare con un album di inediti, dopo oltre 10 anni di assenza. Pensavo di aver chiuso con il mondo discografico, per ragioni più di mercato che artistiche, invece questa idea mi ha dato anche la forza di creare un nuovo marchio, una piccola casa editrice musicale chiamata Long Digital Playing che curerà anche altre pubblicazioni”. I titoli del cd sono tutto un programma: “La radice”, “Impulsi verticali”, “La Città delle Fiere Danzanti”, “Il frutice e la grande fionda”, “Il Pianeta dei Sussurri Giganti”, “Di mare, di terra, di fuoco, di cielo”, “La Montagna del Bacio Regnante”. Tra fantasy, romanticismo, ecologismo, filantropia e voglia di benessere, ecco che arrivano sonorità etniche e interstellari, accanto a linee melodiche semplici, talvolta addirittura popolari. Riferimenti alle politiche mediatiche di inquinamento ambientale e spirituale, ma anche spunti visionari come lo sbarco degli americani a Kanagawa, nel moto della Grande Onda di Hokusai, o riferimenti teosofici come la figura del Grande Assente o del Dio Soldato. “Qualcuno – conclude Luca – potrà pensare che il Bonaffini che scrisse per e con Bertoli, sia un altro. Ma non è affatto così. Non solo non rinnego il passato, ma anzi – con questo album – lo rendo protagonista di una memoria attiva che, al contrario, deve guidarci verso un futuro migliore.
L’evento di presentazione si svolgerà Domenica 17 Giugno alle 18:30, presso la Cascina del Parco Nord Milano di Sesto San Giovanni (Via al quale parteciperanno Roberto Padovan, con un intervento di musica new age solo piano) e il Master Reiki Gianluigi Costa dell’Associazione Italiana Reiki. Per informazioni contattare: longdigitalplaying@gmail.com

Note biografiche (tratte da Wikipedia)       
Compositore di musiche e autore di testi per canzoni, Luca Bonaffini si è affermato intorno alla fine degli anni 80 come collaboratore fisso di Pierangelo Bertoli, firmando per lui molti brani in album di successo, tra le quali “Chiama piano”, all’interno dei quali compare anche come cantante, armonicista e chitarrista acustico. Altre canzoni sue sono state interpretate anche da Patrizia Bulgari, Flavio Oreglio, Sergio Sgrilli, Fabio Concato, Nek, Claudio Lolli e ha scritto testi teatrali insieme a Dario Gay ed Enrico Ruggeri.
Ha pubblicato, come cantautore 11 album, affrontando tematiche impegnate e sociali; ha vinto il premio Rino Gaetano (1988) “targa critica giornalistica” e il Premio Quipo (1999) al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza (miglior progetto multimediale); ha partecipato al Festival del Teatro Canzone – Premio Giorgio Gaber (2005) e due volte al Premio Tenco (edizioni 2008 e 2012). Nel 2013 ha debuttato come scrittore con il libro ” La notte in cui spuntò la luna dal monte”(edito da PresentArtSì), ispirato al suo incontro con Pierangelo Bertoli.
Nel 2015 Mario Bonanno ha pubblicato un libro dedicato ai suoi trent’anni di carriera, intitolato “La protesta e l’amore. Conversazioni con Luca Bonaffini” (edito da Gilgamesh editrice)”.

LONG DIGITAL PLAYING S.R.L.S. UNIPERSONALE   
  • Via Privata del Gonfalone, 3, 20123 MILANO (IT)
  • Codice Fiscale e Partiva IVA: 10274510964
  • Tel. Mobile: 377 6693157
  • Email: longdigitalplaying@gmail.com
Ufficio Stampa LC Comunicazione

Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Il mio nome è Thomas, Terence Hill in viaggio verso Almeria

in Il Cinema/Pamela Crusco Blog/Pepsi e Popcorn Blog/Ultimi Pubblicati by
  • Terence-Hill-1_preview.jpeg?fit=1280%2C853
  • Terence-Hill-4_preview.jpeg?fit=1280%2C853
  • terence-Hill-5_preview.jpeg?fit=1280%2C853
  • Terence-Hill-6_preview.jpeg?fit=1280%2C853
  • Terence-Hill_Veronica-Bitto_preview.jpeg?fit=1280%2C853
  • Terence-Hill_Veronica-Bitto2_preview.jpeg?fit=1280%2C853
  • terence-Hill2_preview.jpeg?fit=1280%2C853
Testo alternativo
Un articolo di Pamela Crusco

Il mio nome è Thomas segna l’esordio di Terence Hill come regista sul grande schermo.

E questo esordio non poteva che avvenire in uno scenario ben noto all’attore.

Una pellicola che ci catapulta nella vecchia e prolifica tradizione nostrana del genere “spaghetti western” e che ha come protagonista niente meno che un attore icona di un filone che aveva canzonato proprio il western all’italiana.

È un tentativo, e speriamo che sarà ben riuscito, di riscoperta di un genere che Sergio Leone ha reso immortale.

Il mio nome è Thomas è un viaggio on the road attraverso l’Italia e la Spagna: Thomas vuole raggiungere il deserto in sella alla sua Harley ma durante i preparativi incontra Lucia ( interpretata da Veronica Bitto) che lo coinvolgerà in una situazione rocambolesca. Salvata la ragazza, Thomas finalmente riesce ad imbarcarsi per Barcellona ma rincontra Lucia sullo stesso traghetto. Dopo qualche giorno in sella alla sua moto raggiunge il deserto e qui si stabilisce in un piccolo paese abbandonato, nel vero stile del far west. Viene nuovamente raggiunto da Lucia.

Nel deserto di Almeria i due protagonisti stringono una forte amicizia.

L’atmosfera è quella a cui siamo già abituati: il deserto è quello della Spagna lo stesso che aveva scelto Sergio Leone per ambientare i suoi “Per un pugno di dollari” e “Il buono, il brutto e il cattivo” e  Sergio Corbucci per “Django” , il volto quello di Terence Hill ( le nostre mamme ancora fanno sogni erotici su Trinità), le scene epicamente comiche non mancano, come le grandi risse, la polvere e il viaggio.

È un’atmosfera un po’ più moderna certo: Thomas al contrario di Trinità si sposta in moto e non con un travois trasportato da un diligente cavallo, ma è chiaro l’omaggio che Terence Hill vuole dedicare alla tradizione del western. C’è da aspettarsi forse uno sguardo al tema di un viaggio all’interno dell’umanità, come ne “I diari della motocicletta” che racconta il viaggio di Ernesto Che Guevara.

 

Il film è interamente dedicato all’amico Bud Spencer

La colonna sonora, poi, non è da meno, la sua stesura è stata affidata a Pino Donaggio  e a riguardo Terence Hill dice “Per la colonna sonora stavo cercando qualcosa di divertente ed evocativo ma che potesse trasformarsi al momento giusto in qualcosa di epico

Il tema iniziale però è stato affidato a Franco Micalizzi lo stesso autore della celebre melodia di apertura di “Lo chiamavano Trinità” e in questo tema è presente ancora una volta l’inconfondibile fischio di Alessandro Alessandroni, purtroppo scomparso nel 2017.

 

Il mio nome è Thomas per la regia di Terence Hill, con Terence Hill, Veronica Bitto, Andy Luotto e Guia Jelo.

Prodotto da Jess Hill per Paloma 4, uscirà nelle sale domani 19 Aprile 2018.


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Alla Partita Mundial… noi c’eravamo!

in Calcio Sport/Eventi/Pamela Crusco Blog/Ultimi Pubblicati by
partita mundial
Testo alternativo
Un articolo di Pamela Crusco

Il 21 Marzo allo Stadio Olimpico di Roma siamo andati a vedere la Partita Mundial…

Un evento di beneficienza, la Partita Mundial, grazie all’organizzazione della Croce Rossa Italiana e alla Nazionale Italiana Attori ha visto partecipare vecchie glorie del calcio internazionale contro alcuni dei più bravi attori del panorama italiano. Il tema, che ci è tanto caro, è quello della violenza sulle donne e i fondi raccolti saranno devoluti in parte ad associazioni di volontariato e in parte per l’acquisto di un’ autoemoteca da parte della Croce Rossa Italiana.

Le due squadre in campo per la Partita Mundial sono l’Italia e il Resto del Mondo.

Italia: Zeno, Capuano, Brugia, Oppini, Ghione, Base, Lo Cicero, Perrotta, Amelia, Ballotta, Stendardo, Delvecchio, Giordano, Battista, Pasotti, Insegno, Proprio, Santagata, Atturro, Aiello, Pantano, Cafiero, Ferri, Davoli, Giletti, Romondini, Fortunato, Tommasi, Lotti, Palamara, D’Onofrio, Sirignano, Cinque, Morace, Giannichedda, Fiore.

Resto del Mondo: Batistuta, Castroman, Matuzalem, Fuentes, Konsel, Castan, Muller, Lovizon, Winter, Garrone, Tedeschi, Capparoni, Frolov, Frey, Cesar, Aldair, Wilms, Manfredini, Lucileia, Oliveira, Candela, Vasfi, Mihajlovic, Lima, Fremont.

Per la sesta edizione della Partita Mundial noi di io giornalista siamo stati a bordo campo e, tra un gol e l’altro (a distinguersi maggiormente Pasotti e Batistuta che ci hanno regalato due doppiette ciascuno) abbiamo intervistato chi si occupa del “backstage”.

Prima di tutto vi proponiamo l’intervista a Gianluca Guerrisi presidente dell’associazione Argos:

Argos è un’associazione Onlus che grazie a un folto gruppo di volontari provenienti soprattutto dalle Forze dell’Ordine ma che conta volontari di ogni provenienza tra le sue fila, ha svolto un servizio di controllo su tutta l’area dello Stadio.

Abbiamo intervistato anche i Corpi Sanitari Internazionali della Croce Rossa Garibaldina che alla Partita Mundial hanno affiancato i volontari delle forze dell’ordine.

Un corpo di volontari che operano nella raccolta fondi e negli aiuti umanitari in tutta italia e anche a livello internazionale.

Dulcis in fundo, per la gioia di tutti i maschietti, le due fantastiche Matilde Brandi e Milena Miconi!

Per la cronaca… Il risultato della sesta edizione della Partita Mundial è stato a favore della squadra de Il Resto del Mondo: all’ultimo fischio, l’Italia, capitanata da Tommasi, perdeva 3 a 5… peccato, sarà per la prossima!!!

Stay Tuned!


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?

Usa questo Tasto:

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Francesca Michielin è un vero e proprio “Vulcano”

in La Musica/Pianeta Donna/Rosaria della Ragione Blog/Ultimi Pubblicati by
francesca-michelin-iogiornalistatv-copertina

In rotazione radiofonica dal 16 marzo, “Bolivia”, seconda traccia del nuovo album di inediti “2640”.

“Non ci credo! Grazie a tutti Il tour sta per iniziare e ci stiamo divertendo un sacco a preparare qualcosa di suuuuper fico. Vi aspetto ovunque”.

Un articolo di Rosaria Della Ragione
Un articolo di Rosaria Della Ragione

Il nuovo brano è un attacco a chi con perbenismo e superficialità affronta situazioni molto complesse e pensa di poter cambiare il mondo semplicemente rifiutando tutto il proprio presente. La scelta di intitolarlo “Bolivia” è dovuto al fatto che si tratta di uno dei paesi più in difficoltà dell’America del Sud, di cui si sente parlare poco, quando invece è a stretto contatto con la nostra quotidianità.

Francesca Michielin Clicca qui per la Gallery
Francesca Michielin Clicca qui per la Gallery

Francesca Michielin, 23 anni, non è più la ragazzina timida e un po’ introversa di qualche anno fa. Oggi ha una voglia matta di mettersi in gioco, di esporsi attraverso le sue canzoni, infatti nel suo nuovo album “2640” ha firmato una buona parte di brani. Gli altri li ha scritti insieme ad un team ristretto di autori-amici che considera ormai come membri della sua grande famiglia: Dario Faini, Calcutta, Tommaso Paradiso e Cosmo. Nelle sue canzoni racconta la sua vita, l’allegria e la spensieratezza della sua età, senza fare troppi giri di parole. Alla fine del 2016, un anno davvero molto impegnativo, tra Sanremo, tour e Eurovision Song Contest, la giovane si è trovata di fronte al vuoto.

Francesca Michielin Clicca qui per la Gallery
Francesca Michielin Clicca qui per la Gallery

Così è tornata alle sue abitudini: ha ricominciato a frequentare il Conservatorio e ad appuntarsi idee per nuove canzoni. I lavori di “2640” sono iniziati ufficialmente in primavera e hanno visto Francesca collaborare gomito a gomito con Michele Canova, che aveva già prodotto il precedente disco. Ad aprire la tracklist il brano “Comunicare”, caratterizzato da una ritmica serrata e un sound energico, una bella botta di adrenalina. Il nuovo album 2640, pubblicato lo scorso 12 gennaio, ha raggiunto sulle piattaforme digitali 6 milioni e 200 mila streaming, di cui 5 milioni solo su Spotify. Grazie alla partnership con la piattaforma web Treedom, l’unica al mondo che permette di piantare un albero a distanza e seguirlo online, la foresta 2640 di Francesca in Kenya conta ora 81 alberi: ai 50 già piantati da Francesca e Treedom se ne sono aggiunti quindi altri 31 grazie allo streaming del disco.

Se avete perso le prime date del tour siete ancora in tempo per acquistare un biglietto per le prossime date:

  • 12 aprile, Roma – Teatro Quirinetta
  • 13 aprile, Roma – Teatro Quirinetta
  • 14 aprile, Napoli – Hart
  • 15 aprile, Firenze – Viper Theatre


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Massive Attack, Unfinished Sympathy, Live

in Alberto Marolda Blog/Il Sociale/Ultimi Pubblicati by

Massive Attack… Tutto va bene… Dell’Ipocrisia Mondiale e della Pasqua che tutto avrebbe Mondato…

Massive Attack… Tutto va bene, vero? …E noi facciamo finta che non accada nulla… nulla…

Una Nota del Direttore Alberto Marolda
Un articolo di Alberto Marolda

Massive Attack… Tutto va bene… In Palestina la gente muore a mitragliate, in Siria non ne parliamo, mentre in Libia sono nei lager ed il Mediterraneo è diventato una tomba… Ah, scordo da un lato i Talebani e dall’altra i Gendarmi Francesi che ci invadono per venire a fare terrorismo psicologico sui migranti pronti ad espatriare clandestinamente in mezzo alla neve… Tutto questo mentre in India cade un albergo fatiscente ammazzando una quarantina di poveracci e noi, en passant, siamo senza Governo e continuiamo a prenderci in giro che se ne possa fare uno duraturo, senza voler andare a nuove elezioni prendendosene la responsabilità… Figurati se gli facciamo perdere i nuovi soldini di stipendio a quelli là… E vogliamo parlare di quelli che vanno al mercato e non hanno i soldi per pagare nemmeno i Broccoli? Scordo tanta, tanta, tanta roba…
Però noi tranquilli, paciosi e contenti continuiamo ogni anno a darci gli auguri di buona Pasqua… Nel mondo non succede nulla, e va tutto bene… tutto…

Evviva evviva è stata la Santa Pasqua, siete stati tutti lieti e felici, contenti… che mamma aveva fatto gli gnocchi? Infatti… Tutto va bene, perché davvero Mamma ha fatto gli gnocchi col sugo, e nel mondo non succede mai nulla, e va TUTTO bene… tutto… e come hanno detto i Massive AttackSiamo tutti in questa situazione insieme

…. e poi Mattarella farà le seconde consultazioni per il Governo… Giovedì…

Stay Tuned…

…ah, si, era un Live molto particolare dei Massive Attack, ma questa è tutta un’altra cosa…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Alla scoperta di giovani talenti, Vincenzo Della Ragione Fotografo

in Fotografia Photo Blog/Photoartofrosy Blog/Rosaria della Ragione Blog/Ultimi Pubblicati by
vincenzo-della-ragione-fotografo-copertina-iogiornalistatv

La mia grande passione per la fotografia: intervista a Vincenzo Della Ragione.

Ho iniziato a scrutare con occhi diversi tutto ciò che mi circonda … la mia è una passione che coltivo quotidianamente.

Un articolo di Rosaria Della Ragione
Un articolo di Rosaria Della Ragione

Quando hai scoperto la tua passione per la fotografia?

VDR: Ho scoperto la mia passione per la fotografia quando ho iniziato a scrutare con occhi “diversi” tutto ciò che mi sta intorno.

Fotografi per passione o lo fai per lavoro?

VDR: La mia è una passione che coltivo giorno dopo giorno, poi chissà … magari diventerà anche un lavoro. Nella vita tutto può succedere!

A giudicare dalle foto ami fotografare paesaggi. Giusto? Hai fatto anche altri servizi fotografici?

VDR: Amo fotografare principalmente paesaggi. In natura c’è sempre qualcosa di nuovo e magico. L’alba, il tramonto, la luce, le ombre, il volo di un gabbiano o frangersi delle onde. Sarò sicuramente facilitato dato che vivo in un posto meraviglioso come Bacoli, un paesino in provincia di Napoli. I servizi fotografici, invece, non li ho mai fatti.

Vincenzo Della Ragione Fotografo Clicca qui per la Gallery
Vincenzo Della Ragione Fotografo Clicca qui per la Gallery

Ti piace sperimentare?

VDR: Il più delle volte cerco di capire come funzioni la macchina fotografica in sè. Ci sono varie funzioni, come ad esempio quella “manuale”, che se usata bene, ti permette di raggiungere ottimi risultati. Sperimento quest’impostazione soprattutto nelle fotografie notturne cercando di esaltare minimi particolari che normalmente sono poco visibili.

A cosa ti ispiri quando scatti?

VDR: Io penso che l’ispirazione nel campo della fotografia, sia un valore aggiunto, ma non sempre. Nel senso che quando si esce per scattare, nella maggior parte dei casi, si ha già un’idea ben precisa su cosa fotografare. Invece, l’ispirazione vera e propria viene fuori quando ti si presentano determinate situazioni e con la propria bravura bisogna cercare di interpretarle, di lasciare un’emozione a chi poi andrà a vedere la foto. Pare che la mia, finora, abbia portato sempre buoni risultati.

Cosa vuoi suscitare in coloro che osservano le tue fotografie?

VDR: Quando pubblico gli scatti, le persone si complimentano con me perchè mi riconoscono un qualcosa di “nuovo” che in altre foto non trovano. Dicono che le foto “parlano” ed io sono come un buon cantante che fa sua la canzone che va ad interpretare.

Vincenzo Della Ragione Fotografo Clicca qui per la Gallery
Vincenzo Della Ragione Fotografo Clicca qui per la Gallery

La prima persona a cui mostri i tuoi scatti?

VDR: Quando rientro a casa il primo che guarda le mie foto è il mio pc, nel senso che cerco sempre di vedere se ci sono imperfezioni da correggere. Dopo questo step, mi ritrovo sempre mia madre in camera e con la sua fatidica domanda mi fa: “Mi fai vedere le foto che hai scattato?”

Dove ti piacerebbe vedere un giorno i tuoi scatti?

VDR: In ambito locale, ho giá partecipato un paio di volte a delle mostre organizzate da diverse associazioni. Mi piacerebbe ritrovare le mie foto su una bella rivista, su qualche giornale nazionale che le metta in evidenza per esaltare la bellezza del territorio di Bacoli, incentivando in qualche modo l’afflusso turistico. Una sorta di impegno sociale affinché i Campi Flegrei siano apprezzati in tutto il mondo.

Le tue foto hanno avuto un ottimo riscontro sul web, soprattutto sulla pagina Facebook “Amore italiano” dove hai partecipato ad un contest e l’hai vinto. Sei contento, te l’aspettavi?

VDR: Contentissimo e molto onorato di aver partecipato al contest organizzato dalla pagina “Amore italiano”. Non mi aspettavo che la mia foto potesse raggiungere circa 270 like e sono molto soddisfatto. Del resto …come si fa a non amare un simile panorama?

Vi è piaciuta questa intervista? Avete guardato la Gallery?

Restate sintonizzati…


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.

Vincenzo Della Ragione Fotografo, la Gallery!

in Fotografia Photo Blog/Photoartofrosy Blog/Rosaria della Ragione Blog by

La mia grande passione per la fotografia: ecco a voi una gallery con le foto più belle di Vincenzo Della Ragione.

Ho iniziato a scrutare con occhi diversi tutto ciò che mi circonda … la mia è una passione che coltivo quotidianamente.
Siete curiosi dell’intervista? Cliccate qui!


Ti piace ciò che facciamo? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante per noi. Per favore, valorizza il nostro lavoro, i nostri sforzi per te, l’energia che ognuno di noi ti dedica, aiutaci. Per questo, se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE! Un Euro, che ci vuole?





Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a scavare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.
Count per Day - DEBUG: 0.162 s
  1. Server: Apache
    PHP: 5.4.16
    mySQL Server:
    mySQL Client: 5.5.50-MariaDB
    WordPress: 4.6.11
    Count per Day: 3.5.7
    Time for Count per Day: 2018-04-25 01:37
    URL: iogiornalista.com/2018/04/
    Referrer:
    PHP-Memory: peak: 55.35 MB, limit: 1024M
  2. POST:
    array(0) { }
  3. Table:
    F8Id5CfE3_cpd_counter: id = int(10)   ip = int(10) unsigned   client = varchar(500)   date = date   page = mediumint(9)   country = char(2)   referer = varchar(500)  
  4. Options:
    version = 3.5.7
    onlinetime = 500
    user = 0
    user_level = 0
    autocount = 1
    dashboard_posts = 15
    dashboard_last_posts = 15
    dashboard_last_days = 10
    show_in_lists = 1
    chart_days = 2
    chart_height = 100
    countries = 20
    exclude_countries =
    startdate =
    startcount =
    startreads =
    anoip = 0
    massbotlimit = 25
    clients = Firefox, Edge, MSIE, Chrome, Safari, Opera
    ajax = 0
    debug = 1
    referers = 0
    referers_cut = 0
    fieldlen = 150
    localref = 0
    dashboard_referers = 5
    referers_last_days = 3
    no_front_css = 1
    whocansee = edit_others_posts
    backup_part = 4000
    posttypes =
    chart_old = 0
  5. called Function: count page: x
  6. called Function: getPostID page ID: 0
  7. Post Type: post - count it
  8. called Function: count (variables) isBot: 1 countUser: 1 page: 0 userlevel: -1
  9. getMostVisitedPosts1088 : 0.16186 - 50.14 MB
    rows - SELECT COUNT(c.id) count, c.page post_id, p.post_title post FROM F8Id5CfE3_cpd_counter c LEFT JOIN F8Id5CfE3_posts p ON p.id = c.page WHERE c.date >= '2018-04-15' AND c.page > 0 GROUP BY c.page ORDER BY count DESC LIMIT 10
  10. showFields : 0.00539 - 50.31 MB
    rows - SHOW FIELDS FROM `F8Id5CfE3_cpd_counter`

GeoIP: dir=0 file=- fopen=true gzopen=true allow_url_fopen=true

Go to Top