Il Futuro? Solidale…

Monthly archive

maggio 2016

La sindrome di Nonna Papera: il sesso forte e i dolori del parto

in Pianeta Donna/Simonetta Santamaria Blog by
La sindrome di Nonna Papera

Pain Experience Camp, per far provare anche agli uomini la gioia del travaglio

Un Articolo di Simonetta Santamaria
Un articolo di Simonetta Santamaria

La festa della Mamma mi fa tornare sempre in mente il giorno in cui ho messo al mondo i miei due figli. Ricordo ogni particolare, ogni frase, ogni emozione. E ovviamente ne ricordo il travaglio. Lungo, interminabile travaglio: 21 ore col primo, “solo” 8 col secondo. Dicono che i dolori del parto si dimenticano: non è vero niente. Non si dimenticano affatto, solo si accantonano, si mettono da parte consapevole che prima o poi quel cassetto si potrebbe riaprire. Ci vuole coraggio sapendo quello che ti aspetta, fidatevi. La determinazione di una donna che vuole diventare madre non è inferiore a quella di un guerriero, e il coltello tra i denti ci sta tutto.
Ma visto che quei dolori sono gli unici con i quali l’uomo non potrà mai misurarsi, ecco che a Jinan, capitale della provincia cinese di Shandong, si sono inventati il Pain Experience Camp, che sarebbe un titolo perfetto per un film dell’orrore ma è in realtà un laboratorio dove gli uomini possono sperimentare i dolori del travaglio in tutte le sue fasi, dalle prime contrazioni all’espulsione del feto.
Al mammo vengono piazzati degli elettrodi sull’addome in modo da coinvolgere i muscoli giusti in modo che il dolore sia più realistico possibile. Mi sono chiesta come avranno fatto a surrogare l’utero e la vagina… ma forse certe volte è meglio non sapere troppo.
Il tutto è condotto in un lasso di tempo di due ore (e qui mi viene da ghignare “soltanto?”) e i vari stadi suddivisi su una scala da 1 a 10.
Quello che potete trovare in internet sull’esito degli esperimenti è esilarante. Uomini che si contorcono, urlano, piangono e implorano di fermare l’esperimento sotto gli occhi divertiti e un po’ sadici delle rispettive compagne.
Tant’è che l’esperimento è stato poi adottato in vari paesi del mondo. Quello che vedete in copertina è la foto degli spassosi coniugi Holderness che non sono nuovi sul web, infatti hanno un sito, la pagina Facebook, Twitter e anche un canale YouTube: Penn, il marito, ha voluto fare un omaggio alla mogliettina proprio nel giorno della festa della Mamma sottoponendosi alla simulazione del travaglio. Il video fa scompisciare, anche perché la faccia di lei è tutta un programma mentre tiene la mano a lui che, devo riconoscerlo, ha simpatia da vendere.
Io ho visto cose che voi uomini… è il caso di parafrasare.


Perché durante quei momenti in cui (e cito) “sembra di espellere un armadio con le ante aperte” si può vedere di tutto: da una vasta gamma di Madonne (e anche invocarle viene facile) al maestro Yoda che ti dà indicazioni su come gestire la Forza, a strani esseri che ti parlano in Klingon, fino alla Regan posseduta che ti propone una gara di turpiloquio all’ultimo sangue.
Provare per credere.

Simonetta Santamaria, è scrittrice di thriller e horror. Giornalista, irriducibile motociclista, amante dei gatti e delle orchidee.
Il suo sito è www.simonettasantamaria.net


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.
Go to Top