Il Futuro? Solidale…

Monthly archive

marzo 2015

La sindrome di Nonna Papera: un 8 marzo allucinante

in Pianeta Donna/Simonetta Santamaria Blog by
La sindrome di Nonna Papera

Festa della Donna: più che una ricorrenza, una vergogna

Un Articolo di Simonetta Santamaria
Un articolo di Simonetta Santamaria

Con l’8 marzo, ogni anno mi torna in mente una serata di venti anni fa che si è impressa a fuoco nella mia, seppur labile, memoria.
Non era previsto. Concediamoci una serata per sole donne, avevamo detto. Con una settimana di anticipo nessuna di noi aveva fatto caso che quel mercoledì sarebbe stato l’8 marzo. All’inizio non pensammo di spostare l’appuntamento ma, appena fuori di casa, ci accorgemmo che l’atmosfera non era delle solite.
Sembrava di essere in un film di Fellini: cortei di signore di ogni età, abbigliate in maniera discutibile, sfilavano verso ignote mete, auto zeppe di ragazze con il viso impiastricciato da trucchi circensi e lo stereo a volume assordante bloccavano le strade. Di uomini neanche l’ombra. Ogni tanto se ne vedeva qualcuno rigorosamente appiedato che a testa bassa affrettava il passo accompagnato da discutibili commenti tipo “Maronna quant’ fai schifo!” o “Ma che ce camp’ a ffa’?”. Anche noi, nella nostra automobilina senza musica, dovevamo avere un’espressione alquanto deficiente visto che eravamo oggetto di sguardi e risolini di scherno.
Impossibile tornare indietro: le strade erano bloccate, tanto valeva proseguire. Dopo oltre un’ora avevamo percorso appena duecento metri. Quando finalmente arrivammo, Mergellina era tutta un parcheggio di pullman turistici che vomitavano fiumi di donne dirette verso i ristoranti. Una preoccupante e tutt’altro che erotica sfumatura di grigio adombrò i nostri volti perché comunque si poneva il problema di dove mangiare quella benedetta pizza. Parcheggiata la macchina, iniziammo a piedi la nostra lunga e infruttuosa ricerca. I ristoranti erano organizzati con chilometriche tavolate, averne uno a parte era come chiedere un’astronave per Marte. I camerieri impazziti correvano da una parte all’altra con le braccia ingombre mentre si udivano terrificanti cori intonare a squarciagola canzoni napoletane mai sentite. Donne in piedi sulle sedie che dirigevano le compagne ancheggiando come ippopotami, altre scattavano fotografie, altre ancora maneggiavano una telecamera. Un cameriere afflitto ci confidò che la pizza potevamo scordarcela. “Queste pazze hanno ordinato l’ira di dio. Così il pizzaiolo s’è messo a servire ai tavoli”.
Verso le ventitré, sconfitte decidemmo di tornare a casa ma trovammo la macchina bloccata dal solito idiota parcheggiato in seconda fila…
Mentre ingannavamo il tempo passeggiando afflitte, da un balcone di un palazzo apparve una bella ragazza bionda, vestita con solo una sottana nera e un paio di guanti lunghi, anch’essi neri. Sbirciò tra la folla di assatanate, sorrise e poi chiuse le persiane. Lei sì che aveva capito come festeggiare l’8 marzo, amiche mie.
Che poi, che accidenti c’è da festeggiare se siamo ancora vittime di soprusi, brutalità, se si parla ancora di “quote rosa” e “femminicidio”, come se l’omicidio avesse un maschile e femminile…
Ma fatemi il piacere. Se le donne vogliono una scusa per concedersi un momento di libertà, dovrebbero poterlo fare ogni volta che ne sentono l’esigenza e non aspettare uno stupido evento annuale, perché significa che per gli altri 364 giorni sono prigioniere. E lo sguardo di quei poveri camerieri, care signore, era di commiserazione, il che è tutt’altro che gratificante.
Quindi ben venga la signora in lingerie nera. Chiunque stesse con lei dietro quelle persiane, di certo non l’avrà compatita. Senza ipocrisia.

Simonetta Santamaria, è scrittrice di thriller e horror. Giornalista, irriducibile motociclista, amante dei gatti e delle orchidee.
Il suo sito è www.simonettasantamaria.net


Ti è piaciuto? Noi non prendiamo finanziamenti di alcun tipo. Tu puoi aiutarci, perché anche un singolo Euro è importante. Se ti piace il nostro lavoro, facci una donazione, offrici anche solo un caffè, è semplice, GRAZIE!

Vuoi usare un Bonifico? Chiedici l’IBAN con una Mail.

Guarda la nostra classifica mondiale su: Review Iogiornalista.com on alexa.com Ti è piaciuto questo servizio? Vuoi esserci utile e farci sopravvivere? Pubblicizzalo sui tuoi Socials, Facebook ed altri, cliccando le icone più sotto in questa pagina… Grazie! Stay Tuned! Qui si continua a ravanare nel Bel Paese, nella sua Politica e nel suo Sociale.
Go to Top